Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

Home
Home

valori fir

 

I nostri valori al centro della comunità ovale

SPORTIVITA’: E’ il pilastro educativo del nostro movimento: noi crediamo che lo sviluppo della lealtà e dell’integrità degli appassionati sia il nostro fine ultimo.
DIVERTIMENTO: Il rugby è la gioia di stare insieme: partecipazione e positività rendono speciale ciò che facciamo.
SOSTEGNO: Si avanza solo con l’aiuto degli altri: ogni meta raggiunta è frutto di un impegno collettivo.
CORAGGIO: Affrontare la sfida fisica e morale al servizio dell’obiettivo comune.
RISPETTO: L’accettazione dell’avversario, il verdetto del campo e il rispetto delle regole sono la base della nostra educazione.
TRADIZIONE: Fondamentale per la trasmissione dei nostri valori che costituiscono il patrimonio del rugby.

 


 

Attraverso la propria attività, la Federazione Italiana Rugby promuove e sostiene valori che sono espressione caratterizzante del movimento che rappresenta.

Il Rugby sviluppa ed assume un ruolo fondamentale nella condivisone e diffusione dei principi posti in essere abitualmente da chi lo pratica, dentro e fuori dal campo. L’attività di sensibilizzazione attraverso i temi sociali che lo sport diffonde trova concreta applicazione in progetti che FIR promuove autonomamente, o condivide con le proprie Società affilate e con i propri tesserati, parte integrante e imprescindibile del movimento rugbistico italiano.

La Federazione Italiana Rugby è direttamente impegnata nella promozione e nello sviluppo di tre progetti di responsabilità sociale e nella stagione sportiva 2017/18, dopo 2 stagioni  di sperimentazione attraverso concessioni di deroghe ad hoc, ha varato una normativa specifica rivolta alle Società attive nei progetti sociali, che permette loro di partecipare a pieno titolo ai Campionati Federali ufficiali o all’attività Amatoriale.

Tra i punti salienti della Normativa ricordiamo il superamento delle limitazioni imposte alle società regolari in tema di schieramento di extracomunitari, dell’obbligatorietà per i campionati giovanili e l’esonero della tassa di tesseramento.

 


I progetti sociali di FIR

 

 

Progetto Rugby Oltre Le Sbarre
il Rugby è proposto e praticato, con il coordinamento di FIR, da Società tutor o singoli allenatori, all’interno di circa 15 Istituti di Pena sul territorio nazionale con l’obiettivo di contribuire, attraverso l’applicazione concreta dei valori educativi del rugby – il rispetto delle regole, dell’avversario, dell’arbitro, il sostegno del compagno - alla risocializzazione del detenuto.

I risultati delle esperienze, dimostrano indubbi effetti benefici sul consolidamento dei rapporti umani all’interno del Carcere, attraverso una nuova percezione dell’altro, offrendo anche una nuova rete che può risultare preziosa in vista del loro reinserimento nella società civile.

Due squadre (La Drola di Torino, Giallo Dozza di Bologna) composte da detenuti, partecipano al Campionato Italiano di Serie C, grazie alla disponibilità delle restanti squadre partecipanti di disputare tutti gli incontri all’interno dei rispettivi istituti. Un’ulteriore opportunità di formazione che definiamo IN&OUT.

Rugby Integrato
In coerenza con i principi d’inclusione tipici del Gioco, FIR promuove la partecipazione all’attività rugbystica ad atleti con disabilità fisiche e intellettive.

Ad oggi sono otto le Società censite che hanno creato squadre di Rugby Integrato che svolgono regolare attività in tutta Italia e all’estero.

FIR, nell’ottica di sostenere le diverse realtà e offrire una modalità di gioco condivisa,  ha inoltre partecipato con successo al Bando Erasmus della Comunità Europea e sino al 2019 sarà impegnata al fianco di IMAS, dell’Università di Salamanca, della Federazione spagnola di Rugby, del Club belga Rugby Vlaanderen, dei Sunday’s Well Rebels Rugby Football Club irlandesi e dell'Associazione "Per Formare" in un programma di formazione per allenatori al fine di promuovere il modello Mixed Ability fondato sull'interazione di giocatori disabili e non disabili su base paritaria nel gioco del rugby a pieno contatto.

FIR infine, per includere le diverse specificità di approccio all’inclusione, ha attivato una Convenzione con l’Organizzazione Special Olympycs Italia per rendere accessibile la pratica del rugby anche ai Team Special e la partecipazione ai Giochi Olimpici Special.

Progetto integrazione migranti/richiedenti Asilo
Il Rugby promotore di solidarietà ed integrazione, che scende in campo contro ogni discriminazione e razzismo: Le Tre Rose Nere di Casale Monferrato, I Diavoli Rossi di Varese e Sondrio Rugby (2^Squadra) - le prime due squadre composte essenzialmente da migranti richiedenti asilo, la terza una squadra mista - partecipano al Campionato Italiano di Serie C.

Inoltre 3 squadre siciliane hanno vinto il Bando per il Progetto promosso dal  Ministero dell’Interno e dal CONI per favorire, attraverso lo sport, l’inclusione e l’integrazione dei giovani migranti di minore età sul nostro territorio, durante la loro permanenza nel sistema di accoglienza nazionale, che potranno praticare attività sportive presso le società del territorio, insieme ai coetanei italiani.

 





 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito