SECONDA SCONFITTA IN FRANCIA IN CHALLENGE CUP PER LE ZEBRE SUPERATE DAL PAU PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 13 Gennaio 2018 21:21

 

Bisegni Pau Zebre 1718

 

Pau (Francia), Stade du Hameau – 13 Gennaio 2018

EPCR Challenge Cup 2017/18, Round 5

Pau Vs Zebre Rugby Club 42-14 (p.t. 28-7)

Marcatori: 1‘ m Vatubua tr Fajardo (7-0); 8‘ m Licata tr Palazzani (7-7); 15‘ m Bouchet tr Le Bail (14-7); 23‘ m tecnica (21-7);  35‘ m Tutaia tr Le Bail (28-7);  s.t. 6‘ m Saili tr Lebail (35-7); 11‘ m Halai tr Lebail (42-7); 15‘ m Licata tr Palazzani (42-14);

Pau: Colombet (15’ s.t. Pouraily, 24’ s.t. Lebail, 26’ s.t. Colombet), Halai, Nicot, Vatubua, Votu, Fajardo (15’ Hastoy), Lebail (12’ s.t. Kaiser); Saili, Kuffner, Ramsay (1’ s.t. Tagitagivalu), Tutaia, Metz, Adriaanse (7’ s.t. Tierney), Bouchet (1’ s.t. Rey), Mackintosh (cap) (7’ s.t Calles) (Non entrato: Mowen). All. Mannix

Zebre Rugby Club: Padovani, Gaffney, Bisegni, Boni, Venditti (20’ s.t. Di Giulio), Azzolini, Palazzani (20’ s.t. Raffaele); Licata, Minnie, Sarto (cap), Sisi (15’ s.t. Krumov), Bernabò (27’ s.t. Meyer), Chistolini (5‘ s.t. Tenga), Luus (15‘ s.t. D’Apice), Ah-Nau (15‘ s.t. De Marchi) (Non entrato: Minozzi) All. Bradley

Arbitro: Joy Neville (Irish Rugby Football Union)

Assistenti: Kieran Barry e Ken Imbusch (Irish Rugby Football Union)

Calciatori: Fajardo (Pau) 1/1 , Lebail (Pau) 4/4, Palazzani (Zebre Rugby Club) 1/1  Azzolini (Zebre Rugby Club) /

Cartellini: al 24° giallo per Bernabò (Zebre Rugby Club)

Man of the match: Lebail (Pau)

Punti in classifica: Pau 5, Zebre Rugby Club 0

Note: Cielo parzialmente nuvoloso. Temperatura 6° .Terreno in buone condizioni. Spettatori 7700. Un minuto di silenzio osservato in memoria di Jean-Marc Mazzonetto, ex giocatore del club deceduto in settimana.

Commento: Seconda ed ultima trasferta francese nella coppa europea per le Zebre questa sera di scena a Pau contro i nero-verdi imbattuti nei primi 4 turni ed alla ricerca della vittoria per riportarsi in testa al girone 3. Di contro i bianconeri –ancora a secco di vittorie nella campagna europea dopo aver sfiorato il successo a Parma contro Gloucester e nella gara d’andata contro Pau persa in modo rocambolesco- hanno presentato una formazione rivoluzionata rispetto a quella messa in campo sabato al Lanfranchi contro i Glasgow Warriors. Gara divertente per i 7700 del nuovissimo Stade du Hameau della città pirenaica con 8 mete segnate: due quelle delle Zebre grazie al permit player Giovanni Licata –tesserato con le Fiamme Oro Rugby nel campionato Eccellenza- con una segnatura per tempo. Finale 42-14 per i padroni di casa a cogliere il bonus già nel primo tempo grazie ad altrettanti efficaci lanci di gioco da rimessa in attacco. Per i bianconeri c’è ancora una possibilità per cancellare lo zero dalla casella delle vittorie sabato prossimo 20 Gennaio a Parma contro l’altra formazione francese di Agen, sconfitta ieri sera dagli inglesi del Gloucester tra le mura amiche.

Cronaca: Prima azione nei 22 italiani e prima meta per i francesi del Pau che segnano al largo con Vatubuea. Meta trasformata da Fajardo. Inizio subito in salita per le Zebre ‪Rugby allo Stade du Hameau. Reagiscono le Zebre che trovano il fallo e la touche in attacco. Il vantaggio arriva ai 5 metri ma l'ovale é poi recuperato dai francesi che risalgono concedendo un'altra rimessa ai bianconeri. Dopo il lancio di Luus è il permit player Licata –in meta anche all’andata- a trovare la segnatura. Palazzani trasforma e riporta il risultato in parità al 9°. Sul secondo assalto francese nei 22 italiani tiene la difesa delle Zebre sul lungo multifase concedendo però una mischia per in avanti. I verdi francesi del Pau sono ai 5 metri bianconeri e ricevono un fallo che calciano in touche. Dopo la rimessa arriva la seconda meta dei padroni di casa con Bouchet trasformata da Lebail. Al 20° altra rimessa sui 22 italiani del Pau che attacca a testa bassa ma perde il possesso. Ancora pressione però per Sarto e compagni che subiscono il fischio dell'arbitro irlandese -la signora Neville- questa volta in mischia chiusa. Avanza così la maul del Pau che é ai 5 metri fermata irregolarmente dalle Zebre. Il fischietto irlandese é costretta a sanzionare l'azione con una meta tecnica e 7 punti per Pau, alla terza segnatura. Arriva anche l'ammonizione per la seconda linea delle Zebre Bernabò. Reazione degli avanti bianconeri al 33°: questa volta il fallo in mischia chiusa è a favore ma la penalità non frutta grattacapi per la difesa francese. A cinque dall’intervallo avanza alla mano Pau trovando il fallo e la rimessa ai 5 metri. Dopo sei fasi arriva la quarta meta del bonus con Tutaia che trova il varco e schiaccia sotto i pali. Le Zebre provano a reagire prima dell’intervallo ma alcuni errori di trasmissione non permettono a Sarto e compagni di rendersi pericolosi nella metà campo francese.

Possesso e territorio sorridono sempre al Pau che mette pressione alle Zebre col giovane mediano nazionale giovanile francese Hastoy ad inizio ripresa. Al 46° Pau é ai 5 metri italiani e può giocare una mischia; il pack francese avanza e porta in meta il numero 8 Saili prima che Pau cambi tutta la prima linea del pack. Le Zebre faticano a riportarsi in attacco e concedono un altro fallo con conseguente touche sui 22.. Arriva la 7a meta francese con Halai che chiude un'azione avanzante partita con un netto in-avanti di Colombet per Lebail che trasforma. Il XV di coach Bradley non ci sta e trova la sua seconda meta della serata ancora col numero 8 Licata trasformata da Palazzani. Nei 22 francesi un fallo a favore delle Zebre è giocato velocemente col siciliano che trova la sua seconda meta. Vatubua al 58° riporta nei 22 Pau ma un errore alla mano costa il possesso ai francesi a dieci metri dalla linea di meta delle Zebre che ripartono da una mischia. I bianconeri non sfruttano una rimessa in attacco all’ora di gioco ma tengono in difesa al 67° recuperando l’ovale liberato al piede da Padovani. A 5 dalla fine Pau sfrutta un fallo per giocare l’ennesima rimessa sui 22 italiani ma senza impensierire il XV del Nord-Ovest. Nel finale cresce la difesa italiana che ferma altre due azioni d’attacco dei nero-verdi francesi non riuscendo a portare altri punti al tabellino. Finisce 42-14 con la vittoria per Pau che ritorna in testa al girone 3 a 80 minuti dalla fine della fase a gironi. Per le Zebre sabato prossimo 20 Gennaio alle 15 a Parma ultima gara contro Agen per chiudere con un successo la campagna europea 2017/18.

Le Zebre riprenderanno gli allenamenti martedì 16 Gennaio per preparare l’ultima sfida interna della coppa europea EPCR Challenge Cup. Sabato 20 Gennaio 2018 alle ore 15 i bianconeri ospiteranno i francesi dell’Agen allo Stadio Lanfranchi nel sesto ed ultimo turno della Pool 3 della EPCR Challenge Cup.

 


 

EPCR Challenge Cup 2017/18 Pool 3, il calendario:

Round 1

12 Ottobre 2017 – Pau vs Gloucester Rugby 27-21 (4-1)

13 Ottobre 2017 – Agen vs Zebre Rugby Club 45-10 (5-0)

Round 2

19 Ottobre 2017 – Gloucester Rugby vs Agen 61-16 (5-0)

21 Ottobre 2017 – Zebre Rugby Club vs Pau 33-38 (1-5)

Round 3

8 Dicembre 2017 ore 20.00 – Agen vs Pau 21-40 (0-5)

9 Dicembre 2017 ore 14.30 – Zebre Rugby Club vs Gloucester Rugby 26-33 (2-5)

Round 4

14 Dicembre 2017 ore 20.45 – Pau vs Agen 26-12 (5-0)

16 Dicembre 2017 ore 15.00 – Gloucester Rugby vs Zebre Rugby Club 69-12 (5-0)

Round 5

12 Gennaio 2018  – Agen vs Gloucester Rugby 24-45 (1-5)

13 Gennaio 2018  – Pau vs Zebre Rugby Club 42-14 (5-0)

Round 6

19 Gennaio 2018 ore 19.45 – Gloucester Rugby vs Pau

20 Gennaio 2018 ore 15.00 – Zebre Rugby Club vs Agen

Quarti di finale

29/30/31 Marzo – 1 Aprile 2018

Semifinali

20/21/22 Aprile 2018

Finale

venerdì 11 Maggio 2018, Stadio San Mamés, Bilbao (Spagna)

La classifica della Pool 3 della EPCR Challenge Cup: Pau 24, Gloucester Rugby 21, Agen 6, Zebre Rugby Club 3

 

 

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

ticketing2018

Banner Sito Federugby

 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito