PARISSE: “IMPARARE A REAGIRE AI MOMENTI DIFFICILI PER CONTINUARE A CRESCERE” PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Venerdì 26 Febbraio 2016 16:58

Parisse FranciaItaliaRoma – Sotto un cielo di un azzurro benaugurante la Nazionale Italiana Rugby ha svolto oggi il proprio Captain’s Run della vigilia sul prato dell’Olimpico di Roma che, domani alle 15.25 (diretta DMAX e NOVE dalle 14.45), ospiterà la sfida tra il XV guidato da capitan Sergio Parisse e la Scozia, terza giornata dell’RBS 6 Nazioni 2016.

Conclusa la rifinitura, il numero otto e capitano degli Azzurri ha tenuto l’immancabile conferenza stampa prepartita presso l’NH Hotel Vittorio, sede del ritiro, affiancato dall’assistente allenatore degli avanti Giampiero De Carli – indimenticabile la sua meta alla Scozia il 5 febbraio del 2000, nell’esordio assoluto nel Torneo – ed al mediano di mischia Edoardo Gori, domani all’apparizione numero cinquanta con l’Italrugby.

“Dobbiamo rispettare la Scozia, ma scendere in campo sapendo che se offriremo il rugby di cui siamo capaci, se giocheremo bene il nostro rugby, potremo avere il risultato dalla nostra parte al termine degli ottanta minuti” ha detto capitan Parisse.

“Nelle prime due uscite di questo Torneo la Scozia è stata molto più costante di noi nella performance, sbaglieremmo a pensare che vinceremo la gara di domani solo perché è quello che tutti si aspettano” ha aggiunto Parisse.

Per Gori, che a nemmeno ventisei anni taglia il traguardo dei 50 caps, “la partita di domani sarà come sempre una grande emozione. Sono onorato di vestire questa maglia ancora una volta e voglio dare ancora molto a questa squadra, un gruppo che ha voglia di migliorare e diventare sempre più forte”.

“Gli scozzesi arrivano da nove sconfitte consecutive nel Torneo – ha detto De Carli – sono una squadra che come noi cerca di migliorarsi. Contro l’Inghilterra, nonostante il risultato finale molto duro per noi credo che si sia giocata ujna grande partita, troppo spesso ci dimentichiamo della qualità degli avversari. Gli inglesi nel finale sono saliti di livello nell’ultima fase di gara, dobbiamo tenere in considerazione l’eventualità che un avversario, come è stato in quel caso, sia più bravo di noi”.

“Sono d’accordo con Giampiero – ha concluso Parisse – ma voglio aggiungere che, come squadra, dobbiamo imparare a reagire collettivamente ed individualmente alle difficoltà ed agli errori. Dopo la meta d’intercetto subita contro gli inglesi c’è stato da parte di alcuni un certo smarrimento, invece è in quei momenti che bisogna guardare avanti e reagire. Sono partite come quelle con l’Inghilterra che aiuteranno la  crescita di questo gruppo” ha concluso Parisse.

Queste le formazioni domani in campo:

 

Roma, Stadio Olimpico – sabato 27 febbraio 2016, ore 15.25

RBS 6 Nazioni, III giornata – Diretta DMAX e NOVE dalle 14.45

Italia v Scozia

Italia: Odiete; Sarto L., Campagnaro, Garcia, Bellini; Haimona, Gori; Parisse (cap), Zanni, Minto; Furno, Fuser; Cittadini, Ghiraldini, Lovotti

a disposizione: Giazzon, Zanusso, Castrogiovanni, Bernabò, Van Schalkwyk, Palazzani, Padovani, Pratichetti A.

all. Brunel

Scozia: Hogg; Seymour, Bennett, Taylor, Visser; Russell, Laidlaw (cap); Denton, Hardie, Barclay; Gray J. Gray R.; Nel, Ford, Dickinson

a disposizione: McInally, Sutherland, Low, Swinson, Wilson, Hidalgo-Clyne, Horne, Lamont S.

all. Cotter

arb. Jaco Peyper (Sudafrica)

g.d.l. Pascal Gauzere (Francia), Nick Briant (Nuova Zelanda)

TMO: Graham Hughes (Inghilterra)

 

facebook bar2 Facebook Twitter Google plus YouTube Sound Cloud Rss Feed Dailymotion

  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito