Rbs 6 Nations: La Scozia si impone all'Olimpico, Italia sconfitta 20-36 PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 27 Febbraio 2016 18:28

 

foto itli ascoziaNella terza giornata dell' Rbs 6 Nations 2016 la Scozia vince all’Olimpico con il punteggio di 20-36 contro l'Italia. La sfida numero 27 tra le due compagini sorride dunque alla formazione scozzese che guadagna grazie alla vittoria  i primi due punti nel torneo.

 

I primi punti dell’incontro arrivano all’8 dal piede di Kelly Haimona per l’italia, che trasforma un calcio di punizione da oltre 40 metri. La Scozia reagisce subito e trova due mete che ribaltano l’incontro al 10’ con John Barcley ed al 16’ con John Hardie. La prima meta italiana porta la firma al 30’ di Leonardo Ghiraldini, che schiaccia in meta l’ovale dopo un’ottima azione della squadra di Jacques Brunel.

Secondo tempo al’insegna dei ribaltamenti di fronte con una Scozia più cinica e capace di sfruttare l’eccessiva indisciplina azzurra con una serie di piazzati vincenti di Laidlaw. Troppo frenetica e tardiva la reazione italiana che porta alla sola meta trasformata di Fuser. La meta finale di Seymour consegna agli scozzesi un match in cui la maggior lucidità mostrata nei momenti topici della partita risulta alla fine vincente.

 Roma, Stadio Olimpico – sabato 27 febbraio 2016, ore 15.25

RBS 6 Nazioni, III giornata – Diretta DMAX e NOVE

Italia v Scozia 20 – 36  (10-17)

Marcatori: p.t. 8’ cp. Haimona(3-0)  , 10’ m. Barcley, tr. Laidlaw (3-7), 16’ m. Hardie, 17’ tr. Laidlaw (3-14), 25’ cp. Laidlaw, 30’ m. Ghiraldini tr. Haimona (10-17)  s.t. 46’ cp. Laidlaw(10-20) , 50’ cp. Haimona (13-20), 53’ cp. Laidlaw (13-23), 58’ cp. Laidlaw (13-26), 62’ m. Fuser , tr. Haimona (20-26), 65’ Laidlaw (20-29), 78’ m. Seymour, tr.Laidlaw (20-36)

Italia: Odiete; Sarto L., Campagnaro, Garcia(76’ Pratichetti), Bellini; Haimona(72’ Padovani), Gori(79’ Palazzani); Parisse (cap), Zanni, Minto(67’ Van Schalkwyk); Furno(37’ Bernabò), Fuser; Cittadini(57’ Castrogiovanni), Ghiraldini(57’ Giazzon), Lovotti(57’ Zanusso).

all. Brunel

Scozia: Hogg; Seymour, Bennett(64’ Horne), Taylor, Visser(73’ Lamont. S.); Russell, Laidlaw (cap); Wilson(67’ Strauss), Hardie, Barclay(79’ Low); Gray J. Gray R.; Nel, Ford(McInally), Dickinson

a disposizione non entrati: Sutherland, Swinson,  Hidalgo-Clyne,

all. Cotter

arb. Jaco Peyper (Sudafrica)

g.d.l. Pascal Gauzere (Francia), Nick Briant (Nuova Zelanda)

TMO: Graham Hughes (Inghilterra)

Cartellini: giallo 61’ Finn Russell (Scozia), 75’ giallo Nel (Scozia)

Calciatori: Laidlaw 7/8 , Haimona 4/4

Note: campo in perfette condizioni, tempo leggermente nuvoloso. Spettatori presenti all’Olimpico 67721

Man of the Match: Greig Laidlaw 

 

 Calcio d’inizio a favore dell’Italia che costringe la Scozia a contrattaccare. La prima mischia dell’incontro si gioca sulla metà campo a favore dell’Italia per un in avanti scozzese. L’Italia apre il pallone sui tre quarti, Bellini accelera ma viene braccato dalla difesa scozzese . Ancora un’   ottima intuizione di Bellini che con un calcio va a scoprire un box di campo non coperto dagli scozzesi.. La Scozia  libera con un calcio nella metà campo azzurra , l’Italia contrattacca e su un punto d’incontro trova il primo calcio di punizione della gara; capitan Parisse indica i pali e da posizione centrale, oltre i 45 metri, Haimona centra i pali portando l’ Italia in vantaggio all’8 per 3-0.  La Scozia reagisce immediatamente entrando subito nella  tre quarti avversaria e sigla la prima meta dell’incontro con John Barcley servito da un’ottima azione personale dell’estremo Stuart Hogg. Greig Laidlaw trasforma la meta da posizione defilata, Scozia in vantaggio 7-3.

La Scozia continua ad attaccare ,azzurri in difficoltà e Finn Russell trova il buco vincente servendo a John Vardie l’ovale  che vale la seconda meta scozzese. Ancora impeccabile dalla piazzola Greig Laidlaw, la Scozia va sul 3-14, portandosi sopra break.

Superato il primo quarto di gara l’Italia prova a reagire all’uno due scozzese, ma  le difficoltà in touche e nella conquista dell’ovale  non consentono agli azzurri di superare la metà campo.  Al 25’ l’arbitro Peyper concede un calcio di punizione a favore della Scozia, per un fallo di Gori su punto d’incontro; Laidlaw centra ancora i pali fissando lo score sul 3 a 17 .

L’ Italia però si ritrova e con una splendida verticalizzazione va  in meta con Leonardo Ghiraldini.  Azione di ottima fattura della compagine azzurra che sfonda la difesa avversaria grazie a Michele Campagnaro, bravo a servire sulla corsa Garcia che fissa due difensori,palla ad Odiete e successivo  sostegno di Ghiraldini che plana in meta. Kelly Haimona trasforma e l’Italia va sul 10 a 17 portandosi sotto break.

Al 37’ ancora pericoloso attacco scozzese , brava la difesa azzurra a contendere il pallone con Campagnaro e a obbligare gli avversari al tenuto.

L’ultima azione del primo tempo concede alla Scozia  un calcio di punizione per un fallo azzurro in mischia; la Scozia va per i pali ma senza successo, Laidlaw sbaglia il primo calcio della sua partita.

La prima frazione di gioco si chiude così sul 10-17 in favore di una  Scozia molto in palla nel primo quarto di gara. L’Italia reagisce e sul finire del tempo la meta di Ghiraldini tiene ancora aperto lo score del match.

Il secondo tempo si apre con  la Scozia che sfrutta un calcio di punizione e va per i pali; questa volta Laidlaw non sbaglia e porta gli scozzesi a più 10 nel punteggio.

L’Italia rialza subito la testa e nell’azione successiva su ripetuti attacchi guadagna un calcio di punizione sotto i pali,  facilmente trasformato da Haimona che riporta l’Italia a distanza di una meta trasformata dagli avversari.

L’attacco azzurro persiste ed arriva la seconda meta dell’Italia con Fuser che trova la segnatura con una ripartenza assistita della mischia italiana. Haimona trasforma ancora, l’Italia si porta a distanza di sei punti dagli scozzesi.

Ma la Scozia al 65’ di nuovo  sopra break, ancora una volta punita l’indisciplina Italiana con un piazzato di Laidlaw.

Al 70’ Ugo Gori arriva a pochi centimetri dalla linea di meta ma non riesce a schiacciare , si torna sul vantaggio e sul precedente calcio di punizione. L’Italia gioca veloce ma non riesce a concretizzare l’occasione avuta, Campagnaro commette un avanti su un calcio a scavalcare di Haimona.

Al 75’ ancora un cartellino giallo contro la Scozia: il numero 3 Willem Nel commette un avanti volontario su un’apertura della squadra italiana.

La Scozia chiude la partita al 78’ con la meta di Tommy Seymour, che schiaccia il pallone in meta dopo un’ottima azione corale dei tre quarti scozzesi. Il man of the match Laidlaw trasforma ancora, chiudendo così la partita sul 20-36.

 

 

facebook bar2 Facebook Twitter Google plus YouTube Sound Cloud Rss Feed Dailymotion

  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito