Italia


BRUNEL: “VOLEVAMO ESSERE UN AVVERSARIO DURO, CI SIAMO RIUSCITI” PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 06 Febbraio 2016 20:00

innoParigi2016PARISSE: “BUON INIZIO MA IL TORNEO E’ ANCORA LUNGO. ORA L’INGHILTERRA”

Parigi –Volevamo essere un avversario duro, ci siamo riusciti. Abbiamo mostrato lo spirito che volevamo, anche se nel primo tempo abbiamo avuto poco possesso, concedendo troppi calci alla Francia. Ma abbiamo costruito comunque il nostro gioco, non abbiamo avuto mai paura e giocato, nel complesso, una buona partita. Il calcio contro Parisse che ha dato ai francesi il vantaggio decisivo? Devo ancora rivedere la partita”. Il CT azzurro Jacques Brunel analizza a caldo la sconfitta degli Azzurri a Parigi nella prima giornata di RBS 6 Nazioni contro la Francia.

Sergio Parisse, capitano dell’Italrugby, gli fa eco: “Nessuna polemica sull’arbitraggio, è stato quello che è stato. Non ho ancor visto le immagini, lì per lì mi sono sentito libero di rialzarmi perché non mi sono sentito tenuto. E’ stato bravo anche Plisson a realizzare un calcio non semplice, angolato e da cinquanta metri. Il drop alla fine? Ho preso la responsabilità perché ero in buona posizione, ovviamente sono deluso perché non ho centrato i pali ed abbiamo perso la partita. E’ stata una decisione presa un po’ forse affrettatamente, ma ero sull’asse ed ho deciso di calciare, come al solito sono prese di responsabilità. Avremmo anche potuto mantenere il possesso e puntare ad un calcio di punizione”.

Siamo delusi del risultato finale, il contesto poteva essere diverso per noi ma abbiamo mostrato un carattere ed un’identità, era il nostro punto di partenza per questa partita. Al di là della sconfitta dobbiamo prendere gli aspetti positivi di questa partita, che non mancano” ha dichiarato Brunel.

Sui sei esordienti visti oggi in campo a Parigi, il CT ha dichiarato: “Vincere oggi era il nostro sogno, speravamo di fare una partita come quella di oggi ma non potevamo sapere prima come avrebbero reagito gli esordienti. Hanno preso iniziative, non hanno avuto paura e questo per noi è qualcosa di estremamente positivo. Abbiamo dimostrato alla Francia ed a chi aveva previsto un grande gap tra noi e la Francia che sul campo non è mai come si pensa prima di un incontro di rugby”.

Capitan Parisse ha concluso, tornando inizialmente sul drop fallito allo scadere: “C’era anche la possibilità di fare una fase in più e provare a far calciare Haimona, venivamo da alcune sequenze lente in cui faticavamo ad avanzare ed ho preso la decisione di provare io. Come ha detto Jacques bisogna sempre giocare le partite e fare il punto alla fine, anche se abbiamo perso di pochi punti rimaniamo una squadra con tanti giovani di poca esperienza e molto da lavorare. Ma se avessimo vinto non ci sarebbe stato nulla da dire, purtroppo non è andata così ma è stata una prova importante per tutti i ragazzi al primo cap.

Già in passato abbiamo fatto belle partite, sfiorando grandi risultati, e poi non abbiamo avuto continuità: il torneo è ancora lunga e ci auguriamo che la gara di oggi ci aiuti per continuare a migliorare ed essere costanti ad alto livello. Sono veramente fiero dei ragazzi e della prova che hanno fatto oggi – ha concluso il numero otto dell’Italia – e spero che quanto fatto oggi sia un punto di partenza per le prossime gare, a cominciare da quella di domenica a Roma contro gli inglesi”. 

 
ITALIA BELLA E CORAGGIOSA, MA LA FRANCIA VINCE 23-21 PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 06 Febbraio 2016 17:16

 

Bellini FraItaParigi (Francia)- Una bella e coraggiosa Italia viene sconfitta 23-21 dalla Francia allo Stade de France di Parigi nella prima giornata dell’RBS 6 Nazioni. Partita che subito si mette in direzione azzurra con un drop di Carlo Canna che centra i pali da circa 30 metri in posizione centrale. I padroni di casa rispondono con il dinamismo di Vakatawa, ma fanno i conti con l’imprecisione sui calci piazzati di Bezy (0/3). L’Italia non si disunisce e continua a spingere, trovando la prima meta del match con capitan Parisse. Passano soli 7 minuti e Chouly ribalta nuovamente un risultato che sul finire di tempo vacilla grazie ad una penetrazione di Campagnaro che per questione di centimetri non trova la meta.

 

L’avvio della ripresa è scoppiettante, con un Canna sugli scudi che si mette in proprio e in due minuti ribalta il parziale prima con un calcio piazzato, poi con una meta che lo stesso numero 10 azzurro trasforma per il momentaneo 18-10. La Francia accusa il colpo, ma lentamente macina gioco e con Bonneval accorcia le distanze. Sui calci piazzati i transalpini mandano Plisson e la musica cambia: il numero 10 fa 3 su tre e ribalta il parziale. Haimona al 74’ illude gli Azzurri con un bel calcio piazzato, ma ancora Plisson fissa il risultato sul 23-21 che Parisse cerca di sbloccare all’82’ con un drop che termina sul fondo a lato dei pali.

Il prossimo impegno nell’RBS 6 Nazioni per il XV di Brunel è in programma domenica 14 febbraio alle 15, a Roma, contro l’Inghilterra. Il match sarà trasmesso in diretta su DMAX e in simulcast su Deejay Tv.

 

Parigi, Stade de France – sabato 6 febbraio 2016, ore 15.25

RBS 6 Nazioni, I giornata – diretta DMAX/DeejayTV dalle 14.45

Francia v Italia 23-21 (10-8)

Marcatori: p.t. 8’ drop Canna (0-3); 14’ m. Vakatawa (5-3); 25’ m. Parisse (5-8); 32’ m. Chouly (10-8); s.t. 44’ c.p. Canna (10-11); 46’ m. Canna tr. Canna (10-18); 60’ m. Bonneval tr. Plisson (17-18); 68’ c.p. Plisson (20-18); 74’ c.p. Haimona (20-21); 75’ c.p. Plisson (23-21)

Francia: Medard (77’ Doussian); Bonneval, Fickou (56’ Mermoz), Danty, Vakatawa; Plisson, Bezy (68’ Machenaud); Picamoles (16’ Camara), Chouly, Lauret; Maestri, Jedrasiak (72’ Flanquart); Slimani (50’ Atonio), Guirado (cap), Ben Arous (50’ Poirot)

a disposizione non entrato: Chat

all. Noves

Italia: Odiete (55’ McLean); Sarto L., Campagnaro, Garcia (69’ Haimona), Bellini; Canna (77’ Palazzani), Gori; Parisse (cap), Zanni (13’-21, 67’ Van Schalkwyk), Minto; Fuser, Biagi (44’ Bernabò); Cittadini (65’ Castrogiovanni), Gega (56’ Giazzon), Lovotti (65’ Zanusso)

all. Brunel

arb. Doyle (Inghilterra)

Note: Campo in ottime condizioni, pomeriggio sereno. Circa 60.000 spettatori

Calciatori: Bezy 0/3 (Francia), Canna 2/4 (Italia), Plisson 3/3 (Francia), Haimona 1/1 (Italia)

Man oh the match: Vakatawa (Francia)

 

Calcio d’inizio affidato all’Italia che subito cerca di pressare i padroni di casa nei punti di incontro.

8’ – Gli sforzi degli Azzurri vengono premiati subito con una bella azione manovrata con Campagnaro che serve a Canna un pallone che il numero 10 azzurro spedisce in mezzo ai pali avversari con un drop che sblocca il risultato.

14’ – La Francia si rialza subito e, nonostante una buona difesa italiana, va in meta con Vakatawa che con una finta di libera di Sarto sulla linea di fondo e va in meta. Bezy non realizza la trasformazione.

26’ – Quella di Parigi è una Italia che sin dalle prime battute da battaglia in campo. E di forza gli Azzurri con capitan Parisse conquistano la loro prima meta del pomeriggio parigino, superando la difesa francese. Canna sbaglia la trasformazione, ma il punteggio recita 8-5 per il XV di Brunel.

32’ – Il XV di Noves non gioca benissimo, ma sfruttando una punizione battuta rapidamente riesce a sorprendere la retroguardia Azzurra andando in meta con Chouly. Bezy conferma la sua scarsa vena realizzativa fallendo la trasformazione.

39’ – Lo svantaggio non demoralizza la squadra di Brunel che attacca a testa bassa cercando di chiudere avanti la prima frazione. Campagnaro sfonda il muro della difesa avversaria ma va soltanto a pochi centimetri di distanza dalla meta che avrebbe dato il nuovo vantaggio agli azzurri.

44’ – E’ una Italia agguerrita quella che scende in campo nella ripresa. Carlo Canna centra il suo primo calcio piazzato della partita e firma il nuovo sorpasso.

46’ – I transalpini accusano il colpo e, dopo un primo tentativo di Parisse, gli Azzurri trovano la seconda meta della partita con Canna che completa l’opera con la trasformazione, portando gli ospiti sul 18-10.

60’ – Dopo un momento di smarrimento, Noves rinforza la prima linea aumentando la potenza muscolare nella mischia. E al 60’ con Bonneval trova la meta sul lato destro dell’Italia in seguito a un passaggio dubbio che lancia il numero 14 francese verso il parziale di 15-18, portato a 17 da Plisson.

68’ – Da un numero 10 all’altro: nel finale di partita sale in cattedra Plisson che firma il nuovo vantaggio francese su calcio piazzato.

74’ – Non mollano un colpo gli Azzurri che trovano il nuovo vantaggio con Haimona che indovina un calcio piazzato che si infila a fil di palo e vale il momentaneo 21-20 per l’Italia.

75’ – Dura solo un minuto il nuovo vantaggio degli ospiti. Plisson, con il piede caldissimo, coraggiosamente cerca e trova i pali con un calcio piazzato da 45 metri che vale il definitivo 23-21.

82’ – L’Italia ha l’ultimo possesso della partita e attacca a testa bassa, cercando un calcio di punizione che avrebbe potuto ribaltare nuovamente il risultato. Dopo aver guadagnato alcuni metri, Parisse prova un drop che finisce la sua corsa sul fondo al lato dei pali. 

 

 
PARISSE: “A PARIGI CON VOLONTA’ ED ENTUSIASMO” PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Venerdì 05 Febbraio 2016 15:53

 

parisse050216IL CAPITANO AZZURRO: “POSSIAMO SBAGLIARE, NON ARRENDERCI”

Parigi – Dopo un Captain’s Run sul sintetico di Courbevoie ed una sessione dedicata ai calciatori sul prato perfetto dello Stade de France l’Italrugby si è ritrovata al quartier generale parigino di Neuilly-sur-Seine per le ultime ore di avvicinamento alla gara d’esordio nell’RBS 6 Nazioni 2016.

Domani (ore 15.25, diretta DMAX e Deejay TV dalle 14.45) gli Azzurri affrontano la Francia nel match che assegna i primi punti del Torneo, mette in palio il Trofeo Garibaldi e, soprattutto, riapre i cancelli dello stadio di Saint Denis a quasi tre mesi dai tragici attentati che hanno colpito la capital francese.

“Domani è una partita di rugby, francesi ed italiani insieme allo stadio per godersi una bella giornata e spero una bella partita”. Sergio Parisse, capitano della Nazionale Italiana, parigino d’adozione – dal 2005 è in forza allo Stade Francais, Campione di Francia in carica – resta concentrato sulla sfida che attende i suoi.

GUARDA LA CONFERENZA STAMPA DI PARISSE

Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 413

facebook bar2 Facebook Twitter Google plus YouTube Sound Cloud Rss Feed Dailymotion

  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

ticketing2016

banner-hospitality

Banner Sito Federugby

keep_rugby_clean
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito