Italia


NAZIONI, 30 AZZURRI PER LA TRASFERTA DI MARSIGLIA PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Martedì 13 Febbraio 2018 13:18

6N info convocati FRAvTA
ITALRUGBY DA DOMENICA IN RADUNO A ROMA IN VISTA DEL TERZO TURNO DEL TORNEO
Roma – Conor O’Shea, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby, ha convocato trenta giocatori per la terza giornata del NatWest 6 Nazioni che venerdì 23 febbraio alle ore 21 metterà l’Italia di fronte alla Francia allo Stade du Velodrome di Marsiglia.

Rientrano in gruppo, dopo non aver preso parte alla trasferta di Dublino, il seconda linea George Biagi, i due giovani flanker Renato Giammarioli e Giovanni Licata – recuperato dall’infortunio che gli aveva impedito di scendere in campo nelle prime due giornata – e l’utility back Giulio Bisegni. Non rientra invece nel gruppo Edoardo Padovani, ancora in fase di recupero dalla caviglia che gli ha impedito di essere preso in considerazione per l’Inghilterra e l’Irlanda.

Leggi tutto...
 
O’SHEA: “DECISIVI GLI ERRORI DEL PRIMO TEMPO, POI BUONA REAZIONE” PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 10 Febbraio 2018 21:12

z3B5A5775
PARISSE: “INIZIO DISASTROSO CONTRO UN AVVERSARIO DI ALTO LIVELLO”

Dublino – “Sapevamo che questi sei giorni, con le sfide alla seconda e alla terza squadra al mondo, sarebbero stati i più difficili per noi.

L’Irlanda è una grande squadra, non lo si è scoperto oggi, e ci aspettavamo che la partita di questa sera potesse essere la più dura. L’aspetto positivo è che, nel secondo tempo, la squadra ha reagito come avevamo chiesto e ha confermato di saper essere pericolosa, palla in mano, anche contro un avversario come quello di oggi”.

Nel post-partita di Dublino il CT dell’Italia Conor O’Shea analizza la seconda sconfitta consecutiva degli Azzurri nel Torneo 2018: “Il primo tempo non abbiamo avuto possesso ed era impossibile mettere loro pressione senza palla in mano, negli spogliatoi abbiamo chiesto una reazione alla squadra: è arrivata e da lì dobbiamo ripartite perché le tre partite che ci aspettano con Francia, Galles e Scozia saranno altrettante opportunità”.

“Non mi ha stupito che l’Irlanda abbia calciato meno del solito, mantenendo molto il possesso: pensavano, a ragione, di metterci in difficoltà sul piano fisico, del fitness. Non siamo ancora al livello a cui vogliamo arrivare, ma stiamo lavorando nella direzione giusta e, se non avessimo fatto passi in avanti sotto questo punto di vista, oggi non avremmo potuto reagire come abbiamo fatto nel secondo tempo” ha detto O’Shea.

“La mentalità di questa squadra è giusta, poteva mollare e non lo ha fatto e questo è positivo. Ma ci sono molte cose tra quelle che possiamo controllare, nei primi venti minuti di gioco in particolare, che abbiamo sbagliato. Il grande rammarico è non aver giocato come volevamo nel primo tempo” ha concluso il CT.

Sulla stessa lunghezza d’onda il capitano, Sergio Parisse: “I primo venti minuti sono stati disastrosi, non abbiamo messo loro pressione permettend loro di gioacre un ottimo rugby. Abbiamo sbagliato molto all’inizio e questo ha condizionato tutta la gara”.

 
L’IRLANDA BATTE L’ITALIA 56-19 NELLA SECONDA GIORNATA DEL NATWEST 6 NAZIONI PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 10 Febbraio 2018 18:11

 

minozzi articoloDublino- A Dublino l’Irlanda supera l’Italia per 56 a 19 nella seconda giornata del NatWest 6 Nazioni 2018. Nel primo tempo monologo irlandese in campo, con quattro mete a zero segnate dagli uomini di Joe Schmidt, che grazie al grande possesso palla e al preciso piede di Sexton chiudono la prima frazione sul 28-0.

Nel secondo tempo non bastano le tre mete siglate dagli Azzurri per rimettere in piedi un match già compromesso nel primo tempo. Nella seconda frazione gli irlandesi continuano infatti ad attaccare trovando altre quattro marcature pesanti che trasformate fissano lo score sul definitivo 56-19.

Prossimo appuntamento per gli Azzurri il 23 febbraio a Marsiglia contro la Francia nel terzo turno del Torneo.

 

Dublino, Aviva Stadium – sabato 10 febbraio 2018
NatWest 6 Nazioni, II giornata
Irlanda v Italia 56-19  (28-0)
Marcatori:
11’ m. Henshaw tr Sexton (7-0), 14’ Murray tr Sexton (14-0), 20’ m. Aki tr Sexton (21-0), 36’ m. Earls tr Sexton (28-0) s.t. 44’ m. Henshaw tr Sexton (35-0), 54’ m. Best tr Carbey (42-0), 56’ m. Allan tr Allan (42-7), 60’ m. Stockdale tr Carbery (49-7), 65’ m. Gori tr Allan (49-14), 70’ m Stockdale tr Crbery (56-14), 75’ m. Minozzi (56-19)
Irlanda: Kearney; Earls, Henshaw (45’ Larmour), Aki, Stockdale; Sexton (51’ Carbery), Murray (51’ Marmion); Conan (40’ Stander), Leavy, O’Mahony; Toner, Henderson (40’ Roux); Furlong (4’ Porter), Best R. (cap)(59’ Cronin), McGrath (68’ Healy).
all. Schmidt
Italia: Minozzi; Benvenuti T., Boni, (54’ Hayward) Castello, Bellini; Allan, Violi (58’ Gori); Parisse (cap), Steyn (45’ Mbandà), Negri (58’ Ruzza); Budd, Zanni; Ferrari (54’ Pasquali), Bigi (45’ Ghiraldini), Quaglio (37’ Lovotti)
all. O’Shea
arb. 
Romain Poite (Francia)
g.d.l. Pascal Gauzere (Francia), Matthew Carley (Inghilterra)
TMO: David Grashoff (Inghilterra)
Calciatori: Sexton (Irlanda) 5/5, Carbery (Irlanda) 3/3, Allan (Italia) 2/3
NatWest 6 Nations Man of the Match: Conor Murray (Irlanda)

 

 

CRONACA: Il drop di Tommaso Allan apre la seconda giornata del NatWest 6 Nazioni tra Irlanda ed Italia all’Aviva Stadium di Dublino.

Dopo primi dieci minuti in assoluto equilibrio è l’Irlanda ad aprire le marcature con il secondo centro Robbie Henshaw che buca la difesa avversaria dopo ripetute ripartenze degli irlandesi a ridosso della linea di meta azzurra. Il mediano d’apertura Jonathan Sexton trasforma per il 7-0 iniziale all’Aviva Stadium.

Tre minuti più tardi sono ancora i trequarti padroni di casa a trovare la marcatura: al 14’ il mediano di mischia Conor Murray schiaccia l’ovale in meta sull’assist dell’ala Jacob Stockdale, concretizzando un’ottima azione della linea veloce irlandese. Il numero 10 Jonathan Sexton trasforma ancora per il 14-0.

Sul finire del primo quarto gli irlandesi trovano la terza meta dell’incontro con il centro Bundee Aki che su una ripartenza assistita vicino la linea di meta degli Azzurri riesce ad andare oltre. Jonathan Sexton è ancora perfetto dalla piazzola: al 20’ l’Irlanda conduce sull’Italia per 21-0. 

Al 36’ gli irlandesi trovano la quarta meta che vale il bonus, su un contrattacco per un pallone perso dagli azzurri, ottimamente concretizzato dall’ala Keith Earls sul lato destro del campo. Jonathan Sexton non sbaglia nella trasformazione, per il 28-0 in favore dell’Irlanda sul finire di tempo.

Nella seconda frazione di gioco in apertura sono ancora i padroni di casa a marcare, questa volta su un intercetto di Robbie Henshaw che si inserisce in un passaggio tra Sergio Parisse e Tommaso Allan. Sexton è ancora perfetto dalla piazzola per il momentaneo 35 a 0.

La sesta meta della partita arriva al 53’ con la marcatura del tallonatore Rory Best che concretizza un drive da touche ben impostato dalla squadra di Joe Schmidt. Il neo entrato Carbery centra successivamente i pali sulla trasformazione per il 42-0.

L’Italia di Conor O’Shea trova la prima marcatura del suo incontro al 57’ con il mediano d’apertura Tommaso Allan servito da un’ottima azione personale del trequarti centro Tommaso Castello. Lo stesso Tommaso Allan trasforma, accorciando le distanze per gli azzurri sul 42 a 7.

Sul finire del terzo quarto l’Irlanda va ancora oltre la linea di meta, con l’ala Jacob Stockdale bravo ad inserirsi nella difesa degli Azzurri portando ancora avanti i padroni di casa nel punteggio.

Al 65’ l’Italia trova ancora la via della meta con il subentrato Edoardo Gori su un passaggio al largo del capitano dell’Italrugby Sergio Parisse. La successiva trasformazione dell’apertura Tommaso Allan porta gli azzurri sul 49-14.

A dieci minuti dal termine è ancora l’ala Jacob Stockdale a volare in meta su un intercetto, allungando ancora nello score sul 56-14 in favore dei padroni di casa.

Al 75’ l’Italrugby trova la terza marcatura del proprio incontro, con l’estremo Matteo Minozzi bravo a finalizzare un’apertura a largo ben giocata dalla linea dei trequarti Azzurri.

Nelle ultime azioni di gioco Azzurri vicini alla quarta meta che vale il bonus, ma la corsa verso la meta di Mattia Bellini è interrotta dal grande recupero in corsa dell’ala irlandese Keith Earls. Due minuti più tardi il  triplice fischio dell’arbitro Romain Poite chiude il match sul definitivo 56-19.

 

 

 

 


Pagina 5 di 589

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

banner-ticketing-107

banner-hospitality-2017

Banner Sito Federugby

keep_rugby_clean
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito