Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

Guinness PRO14
Guinness PRO14


GALLES ANCORA INDIGESTO PER LE ZEBRE CHE NON COLGONO PUNTI A CARDIFF PDF Print E-mail
Campionati
Saturday, 04 November 2017 23:49
There are no translations available.

 

Violi Cardiff Zebre 1718

[Marcello Violi in azione all'Arms Park di Cardiff contro i Blues - INPHO]

ANDREA DE MARCHI PRIMO BIANCONERO A RAGGIUNGERE 100 PRESENZE CON LE ZEBRE RUGBY 

Arms Park, Cardiff (Galles) – 4 Novembre 2017

Guinness PRO14 2017/18, Round 8

Cardiff Blues Vs Zebre Rugby Club 37-8 (p.t. 18-3)

Marcatori: 6‘ m Williams L (5-0); 10’ cp Canna (5-3); 20‘ m Halaholo tr Shingler (12-3); 24’ cp Shingler (15-3); 28‘ cp Shingler (18-3); s.t. 11‘ m Rees (23-3); 22’ m Morgan tr Shingler (30-3); 27‘ m Scully tr Shingler (37-3); 36’ m Palazzani (37-8); 

Cardiff Blues: Morgan, James (31’ s.t. Williams R.), Smith (30’ s.t. Jones), Halaholo, Scully, Shingler, Williams L. (1’ s.t. Williams T.); Williams N. (24’ s.t. Earle),Robinson, Turnbull (36’ s.t. Bennett), Welch, Cook, Filise (1’ s.t. Assiratti), Rees (24’ s.t. Myhill), Jenkins (cap) (17’ s.t. Domachowski) All. Wilson

Zebre Rugby Club: Minozzi, Bisegni, Bellini, Castello (cap), Di Giulio (17’ s.t. Gaffney), Canna (16’ s.t. Bordoli), Violi (16’ s.t. Palazzani); Minnie, Meyer (1‘ s.t. Giammarioli), Licata, Bernabò (20’ s.t. Sarto), Krumov, Bello (16‘ s.t. Chistolini), Fabiani (16’ s.t. Luus), Panico (24‘ De Marchi) All. Bradley

Arbitro: Sean Gallagher (Irish Rugby Football Union)

Assistenti: David Wilkinson (Irish Rugby Football Union) e Mike English (Welsh Rugby Union)

TMO: Neil Hennessey (Welsh Rugby Union)

Calciatori: Shingler (Cardiff Blues) 5/7 , Canna (Zebre Rugby) 1/1, Palazzani (Zebre Rugby Club) 0/1

Man of the match: Robinson (Cardiff Blues)

Punti in classifica: Cardiff Blues 5, Zebre Rugby Club 0

Note: Cielo parzialmente nuvoloso.  Temperatura 7°. Terreno sintetico. Spettatori 5381. Centesima presenza ufficiale con le Zebre Rugby per il pilone sinistro Andrea De Marchi, primo centurione della storia del club fondato nel Dicembre del 1973.

Commento: Prima di lasciare spazio agli impegni delle nazionali che vedranno 10 bianconeri convocati dall’Italia che affronta Fiji, Argentina e Sudafrica a Novembre, le Zebre Rugby hanno affrontato la decima gara consecutiva di questa prima parte di campionato. Teatro dell’ottavo turno del Guinness PRO14 l’Arms Park di Cardiff, stadio gallese dove nel Settembre del 2013 arrivò la prima storica vittoria della nuova era celtica del XV del Nord-Ovest contro i Blues. La gara di questa sera ha messo di fronte due squadre del girone A del torneo, in piena lotta in classifica e divise solo da due punti dopo i primi sette turni. La sfida ha visto i padroni di casa sempre in vantaggio, a prendere il controllo del match a partire dalla metà del primo tempo quando l’indisciplina italiana ha dato pochissimo possesso alla franchigia di base a Parma. All’ora di gioco è arrivata la quarta meta per i blucelesti che sono tornati alla vittoria cogliendo i cinque punti che servono a superare i bianconeri anche in classifica dopo i primi 8 turni. Nel finale è arrivata la meta della bandiera delle Zebre a coronare una bella azione in avanzamento che ha portato in meta Palazzani. 

Cronaca: La prima mischia bianconera non è tallonata così è Williams ad introdurre in attacco ma l’ovale cade in avanti a Scully sui 22. Le Zebre attaccano alla mano dei propri 22: bravo Canna a recuperare il suo chip con Di Giulio e Castello che avanzano. Sul punto d’incontro Nick Williams ruba l’ovale a Minnie innescando la veloce azione di rimessa dei Blues che trovano spazio al largo sinistro per segnare col mediano Lloyd Williams. Rispondono subito le Zebre con un bel multifase innescato dall’attivo Di Giulio: questa volta in ruck arriva il primo fallo della sida contro i Blues. Canna lo sfrutta per accorciare dai 25 metri. I gallesi attaccano a testa bassa: break centrale di Robinson con Cardiff nei 22 grazie a Morgan. La pericolosa azione ai 5 metri vede avanzare la difesa ospite che costringe al fallo il sostegno gallese. Al 17°, dopo un errore di trasmissione di Canna, muovono l'ovale i gallesi ma cadono nella morsa di Minnie: il sudafricano costringe al tenuto l'avversario sui 22. I bianconeri non sfruttano una touche in attacco e subiscono la seconda meta gallese a metà primo tempo: Halaolo trova il break centrale e accelera verso la bandierina destra dell'Arms Park. Shingler trasforma portando i padroni di casa oltre il break. Il primo fallo contro le Zebre arriva al 22° con Di Giulio reo di un placcaggio aereo irregolare. Blues nei 22 dopo la touche con Fabiani che contesta da terra e riceve un fallo contro dall'arbitro irlandese. Entra De Marchi per Panico al 24°: il pilone sinistro nato a Montebelluna diventa così il primo atleta della storia delle Zebre Rugby a raggiungere le 100 presenze col XV del Nord-Ovest in gara ufficiale dalla fondazione del club. Il neo centurione riceve però subito un fallo contro sul punto d’incontro sfruttato dai Cardiff Blues che allungano con Shingler. Il XV di coach Bradley può attaccare sfruttando un fallo ma Violi pasticcia sulla rimessa in attacco di Fabiani perdendo il possesso. I bianconeri provano a rispondere avanzando sul sintetico di Cardiff ma ancora è l’indisciplina a fermare Castello e compagni. Questa volta è Bisegni a sostenere in modo irregolare Minozzi al 35°. I Blues chiudono il tempo in attacco: nei 22 un calcio di Scully non trova per poco un compagno sui 5 metri opposti col primo tempo che si chiude 18-3.

La ripresa inizia con un fallo contro Minnie che raccoglie un ovale in ruck entrando lateralmente. Difesa italiana sotto pressione nel difendere un lunghissimo multifase dei Blues chiuso con un in avanti. Dopo l’ingaggio Cardiff perde l’ovale in ruck recuperato dal neo entrato Giammarioli. L’azione si chiude sulla metà campo con un fallo sempre sul punto d’incontro ma contro gli ospiti. Il XV di coach Wilson ha sempre il possesso ma sbaglia alla mano nei 22 al 47°: Minozzi libera ma arriva una nuova ondata bluceleste. Molto fiscale il fischietto irlandese sui punti d’incontro: al 50° è Licata ad essere sanzionato per aver conteso l’ovale da una posizione non corretta. La rimessa gallese innesca la maul che porta in meta il tallonatore Rees con Shingler che centra il palo dell’Arms Park non trasformando. Al 55° è Fabiani a dare la scossa alle Zebre strappando 40 metri: a sostegno Canna e Bellini con l’offload di capitan Castello che è però intercettato. Al 56° arrivano quattro cambi per le Zebre che fanno entrare Bordoli, Palazzani, Chistolini e Luus. Dopo un avanzamento rimane a terra Di Giulio che è costretto a lasciare il campo per Gaffney per un colpo ad un ginocchio. Il XV del Nord-Ovest sfrutta un placcaggio in ritardo di Nick Williams su Bordoli per attaccare da una touche nella metà campo gallese. Dopo 10 fasi è lo stesso argentino a non controllare l’ovale perdendolo in avanti sulla metà campo all’ora di gioco. In mischia chiusa arriva il 10° fallo bianconero. La touche gallese nei 22 italiani innesca prima la maul con l’attacco di casa che muove velocemente l’ovale sull’altro fronte. E’ l’americano Skully a fissare l’ultimo difensore italiano riciclando per Morgan per la quarta meta dei Blues. Il possesso è sempre nelle mani dei gallesi: soffre la mischia bianconera che riceve un altro fallo contro al 64°. L’ovale è recuperato dalla difesa con Minozzi che libera al piede sui 22. La rimessa è battuta velocemente dai Blues con Scully che trova la quinta meta alla bandierina sinistra chiudendo il match. A 7 minuti dalla fine le Zebre si ripropongono alla mano nei 22 gallesi dopo un bel avanzamento di Bordoli, Licata e Minozzi. Dopo una rimessa ai 5 metri i bianconeri giocano un vantaggio non riuscendo a segnare: capitan Castello decide per giocare veloce con Palazzani che tocca al piede e supera la linea di meta. Lo stesso mediano prova a trasformare col drop ma la sua pedata è larga. L’ultimo possesso è bianconero: le Zebre risalgono alla mano sfruttando prima un fallo a favore in mischia e poi un altro piazzato guadagnato in ruck. La mediana muova bene il pallone che trova Gaffney in velocità sull’out sinistro ma l’irlandese non controlla, chiudendo il match sul 37-8.

Le Zebre si ritroveranno lunedì 13 Novembre 2017 alla Cittadella del Rugby di Parma per preparare la prossima gara ufficiale: domenica 26 Novembre alle ore 14:30 i bianconeri ospiteranno allo Stadio Lanfranchi di Parma gli irlandesi del Munster nel nono turno del Guinness PRO14. 

 

 
SCARLETS 20 BENETTON RUGBY 8, AI LEONI NON BASTANO I PUNTI DI MCKINLEY PDF Print E-mail
Campionati
Saturday, 04 November 2017 00:09
There are no translations available.

 

inpho 01284413

Marcatori: 4’ p. Jones, 12’ meta Jones tr. Jones, 17’ p. McKinley, 34’ Jones, 44’ meta McKinley, 68’ meta Williams tr. Jones

Note: 58’ giallo a Bronzini A.

Scarlets:

15 Johnny Mcnicholl, 14 Tom Prydie, 13 Hadleigh Parkes, 12 Scott Williams ©, 11 Paul Asquith, 10 Dan Jones, 9 Jonathan Evans, 8 John Barclay (63’ Josh Macleod), 7 Will Boyde, 6 Tadhg Beirne, 5 David Bulbring, 4 Lewis Rawlins (63’ Tom Price), 3 Werner Kruger (72’ Simon Gardiner), 2 Ryan Elias (73’ Taylor Davies), 1 Dylan Evans (73’ Rhys Fawcett)

A disposizione: 21 Declan Smith, 22 Rhys Jones, 23 Steff Hughes

Head coach: Wayne Pivac

Benetton Rugby:
15 Jayden Hayward, 14 Angelo Esposito (75’ Luca Sperandio), 13 Tommaso Benvenuti, 12 Ignacio Brex, 11 Andrea Bronzini, 10 Ian McKinley, 9 Giorgio Bronzini (47’ Edoardo Gori), 8 Robert Barbieri (C), 7 Nasi Manu (47’ Sebastian Negri), 6 Whetu Douglas (59’ Irne Herbst), 5 Federico Ruzza, 4 Alessandro Zanni (47’ Marco Lazzaroni), 3 Tiziano Pasquali (70’ Alberto De Marchi), 2 Tomas Baravalle, 1 Cherif Traore (63’ Federico Zani)

A disposizione:
18 Nicola Quaglio

Head Coach: Kieran Crowley

Prima di cominciare il Benetton Rugby perde Filippetto e Sgarbi, il primo viene sostituito da Quaglio, il secondo da Herbst.

Al Parc y Scarlets partono subito forte i padroni di casa che al 2’ vanno in touche dentro i 22 biancoverdi, due minuti dopo sugli sviluppi dell’azione offensiva i gallesi conquistano un calcio di punizione e siglano i primi punti del match con il piazzato di Jones.

Seguono attimi di ping pong tra le due squadre che si studiano senza affondare il colpo, ma al 12’ nel tentativo di raccogliere da terra l’ovale dentro i nostri 22m Giorgio Bronzini commette in avanti, è mischia in favore degli Scarlets. Proprio dalla fase statica, la palla finisce nelle mani di Jones che trova il varco per schiacciare in meta; lo stesso trasforma.

Al 17’ buona trasmissione biancoverde e calcio conquistato dai Leoni. Dalla piazzola va McKinley, il quale centra i pali. E’ buon momento per gli uomini di coach Crowley che portano pressione ai padroni di casa, quest’ultimi rispondono difendendosi bene nella loro metà campo.

Alla mezz’ora gli Scarlets, anche grazie ad alcune imprecisioni biancoverdi, si riportano in attacco entrando nei nostri 22m. I Leoni difendono reggendo ai numerosi attacchi gallesi ma al 34’ commettono fallo, così Jones da posizione favorevole fa +3 per i suoi.

Sul finale di primo tempo vanno segnalate due buone iniziative da parte di Hayward, prima un calcetto filtrante per cercare di infilare alle spalle la difesa gallese premiata poi da una scorrettezza biancoverde, e successivamente un’incursione palla in mano sino a dentro i 22 avversari vanificata dall’in avanti commesso da Baravalle.

La prima frazione di gioco termina 13 a 3 in favore dei padroni di casa.

Nella ripresa, errore Scarlets e Leoni che vanno in touche. L’ovale portato a terra finisce nelle mani di McKinley che sceglie il giusto angolo di corsa lasciando così sul posto il suo diretto avversario e volando di fatto in meta. Purtroppo la trasformazione termina fuori.

I Leoni, anche grazie alle forze fresche subentrate dalla panchina, provano in più occasioni di trovare la via della meta senza però riuscirci anzi al 58’ restano in 14 per il giallo estratto ad Andrea Bronzini.

Al 63’, nonostante il buon momento biancoverde, Jones sorprende la retroguardia biancoverde con un calcetto ben raccolto da Williams. L’apertura gallese trasforma portando il punteggio sul 20 a 8.

Nel finale Sperandio prova ad approfittare di un errore di trasmissione gallese portando l’ovale con un calcio dentro i loro 22m, ma isolato non riesce poi a recuperarlo spegnendo di fatto le speranze biancoverdi di conquistare il punto di bonus difensivo.

Il finale al Parc y Scarlets vede così sorridere i padroni di casa che sconfiggono i Leoni 20 a 8.

 

 
SCARLETS VS BENETTON RUGBY, I 23 LEONI SCELTI DALLO STAFF TECNICO BIANCOVERDE PDF Print E-mail
Campionati
Friday, 03 November 2017 11:33
There are no translations available.

 

2017 11 03-FORMAZIONE-SITO

Stamane i Leoni biancoverdi sono partiti per Bristol, da lì raggiungeranno Llanelli per giocare al Parc y Scarlets, stadio in cui venerdì sera alle 19.35 locali (20.35 italiane) si terrà il match tra Benetton Rugby e la squadra gallese locale che la passata stagione si è aggiudicata la competizione celtica. Il match valido per l’ottava giornata di Guinness PRO14, diretto dall’arbitro irlandese George Clancy e dai suoi assistenti Joy Neville e Justin Williams, verrà trasmesso sulla piattaforma Eurosport Player.

Lo staff tecnico biancoverde cambia ben dieci quindicesimi della formazione che lo scorso weekend ha affrontato l’Edimburgo allo Stadio Monigo.

La linea dei trequarti vedrà il triangolo allargato composto da Jayden Hayward ad estremo mentre sulle ali ci saranno Angelo Esposito ed Andrea Bronzini. La coppia di centri sarà formata da Tommaso Benvenuti ed Ignacio Brex. In mediana Giorgio Bronzini prenderà il posto di Tito Tebaldi, con Ian McKinley ad apertura.

Inedito, ad eccezione di Barbieri, il reparto degli avanti che vedrà la prima linea occupata dai piloni Cherif Traore e Tiziano Pasquali con Tomas Baravalle a tallonare. A seguire Alessandro Zanni farà coppia con Federico Ruzza. In terza linea rientra dall’infortunio Whetu Douglas, che insieme a Nasi Manu e capitan Robert Barbieri chiuderanno il pack biancoverde.

BENETTON RUGBY:
15 Jayden Hayward, 14 Angelo Esposito, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Ignacio Brex, 11 Andrea Bronzini, 10 Ian McKinley, 9 Giorgio Bronzini, 8 Robert Barbieri (C), 7 Nasi Manu, 6 Whetu Douglas, 5 Federico Ruzza, 4 Alessandro Zanni, 3 Tiziano Pasquali, 2 Tomas Baravalle, 1 Cherif Traore

A disposizione:
16 Federico Zani, 17 Alberto De Marchi, 18 Filippo Filippetto, 19 Marco Lazzaroni, 20 Sebastian Negri, 21 Edoardo Gori, 22 Alberto Sgarbi, 23 Luca Sperandio

Head Coach: Kieran Crowley

Indisponibili: Tommaso Allan, Marty Banks, Marco Barbini, Andrea Buondonno, Ornel Gega, Tommaso Iannone, Engjel Makelara, Luca Morisi, Marco Riccioni, Michael Tagicakibau, Matteo Zanusso.

Arbitro: George Clancy (IRFU)
Assistenti: Joy Neville (IRFU), Justin Williams (WRU)
Citing Commissioner: Chris Morgan (WRU), Alan Jones (WRU)
TMO: Tim Hayes (WRU)

LIVE – La partita potrà essere seguita testualmente sull’applicazione Benetton Rugby e sulla pagina Twitter ufficiale di Benetton Rugby.

Clicca qui per scaricare dall’App Store l’app ufficiale del Benetton Rugby per iOS

Clicca qui per scaricare da Google Play l’app ufficiale del Benetton Rugby per Android

 

 
  • «
  •  Start 
  •  Prev 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  7 
  •  8 
  •  9 
  •  10 
  •  Next 
  •  End 
  • »


Page 1 of 130

facebook bar2 Facebook Twitter Google plus YouTube Sound Cloud Rss Feed Dailymotion


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito