Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

Guinness PRO14
Guinness PRO14


DRAGONS VS BENETTON RUGBY, 200 PRESENZE PER CAPITAN SGARBI CHE GUIDERA’ I LEONI PDF Print E-mail
Campionati
Friday, 16 February 2018 16:10
There are no translations available.

2018 02 18-FORMAZIONE- dravben

Dopo il settimo successo stagionale, quarto di fila, il quindicesimo round di Guinness PRO14 dei Leoni andrà in scena al Rodney Parade di Newport e vedrà i biancoverdi affrontare i padroni di casa. Il match in programma domenica alle 15.30 locali (16.30 italiane) sarà trasmesso in diretta sulla piattaforma streaming Eurosport Player. Direzione dell’incontro affidata all’arbitro sudafricano Quinton Immelman ed ai suoi assistenti gallesi Ian Davies e Simone Rees.

Ancora una volta scelte obbligate per lo staff tecnico biancoverde che dovrà fare a meno dei 12 atleti convocati dalla Nazionale Italiana, ai quali si aggiungono anche le indisponibilità per infortunio di Robert Barbieri, Ignacio Brex, Angelo Esposito, Alberto De Marchi, Ornel Gega, Engjel Makelara, Michael Tagicakibau e Marco Riccioni che si è fermato questa mattina durante la rifinitura in Ghirada.

Coach Crowley conferma quindi, quasi completamente, la formazione che lo scorso weekend allo Stadio Monigo ha sconfitto Scarlets, campioni in carica della competizione, 22 a 12 conquistando anche il punto di bonus offensivo.

Una delle due novità sarà rappresentata dalla presenza in campo di Ian McKinley ad estremo coadiuvato nel triangolo allargato dalle ali Luca Sperandio e Monty Ioane, reparto dei centri occupato da Tommaso Iannone e da Luca Morisi. Mediana e apertura saranno affidate quindi a Tito Tebaldi e Marty Banks.

Nel reparto degli avanti la prima linea sarà composta da Matteo Zanusso, Tomas Baravalle e Tiziano Pasquali, secondo cambio in formazione rispetto a quella che ha disputato la gara contro gli Scarlets. Seconda linea occupata da Marco Lazzaroni ed Irné Herbst. Capitan Alberto Sgarbi alla sua 200esima presenza in biancoverde e 100esima in Guinness PRO14 insieme a Marco Barbini e Whetu Douglas completeranno il XV dei Leoni.

Infine saranno due le novità anche tra gli uomini che siederanno inizialmente in panchina, ovvero Federico Zani costretto al rientro anticipato dopo l’infortunio al polpaccio sinistro ed Andrea Bronzini. Confermati invece Hame Faiva, Cherif Traore, Marco Fuser, Francesco Minto, Giorgio Bronzini e Marco Zanon, permit player proveniente dal Mogliano Rugby.

Benetton Rugby:
15 Ian McKinley, 14 Luca Sperandio, 13 Tommaso Iannone, 12 Luca Morisi, 11 Monty Ioane, 10 Marty Banks, 9 Tito Tebaldi, 8 Whetu Douglas, 7 Marco Barbini, 6 Alberto Sgarbi (C), 5 Irné Hebst, 4 Marco Lazzaroni, 3 Tiziano Pasquali, 2 Tomas Baravalle, 1 Matteo Zanusso.

A disposizione:
16 Hame Faiva, 17 Federico Zani, 18 Cherif Traore, 19 Marco Fuser, 20 Francesco Minto, 21 Giorgio Bronzini, 22 Marco Zanon, 23 Andrea Bronzini

Head Coach: Kieran Crowley

Indisponibili Tommaso Allan, Robert Barbieri, Tommaso Benvenuti, Luca Bigi, Ignacio Brex, Angelo Esposito, Alberto De Marchi, Simone Ferrari, Ornel Gega, Edoardo Gori, Jayden Hayward, Engjel Makelara, Sebastian Negri, Nicola Quaglio, Marco Riccioni, Federico Ruzza, Abraham Steyn, Michael Tagicakibau, Alessandro Zanni

Arbitro: Quinton Immelman (SARU)
Assistenti: Ian Davies (WRU), Simon Rees (WRU)
Citing Commissioner: Chris Morgan (WRU)
TMO: Neil Hennessey (WRU)

La gara verrà trasmessa in streaming su Eurosport player all’indirizzo www.eurosportplayer.it .

La partita potrà inoltre essere seguita testualmente sull’applicazione Benetton Rugby e sulla pagina Twitter ufficiale di Benetton Rugby con l’hashtag della gara #DRAvBEN

Clicca qui per scaricare dall’App Store l’app ufficiale del Benetton Rugby per iOS

Clicca qui per scaricare da Google Play l’app ufficiale del Benetton Rugby per Android

 
I LEONI VINCONO 22 A 12 CONTRO GLI SCARLETS E CONQUISTANO IL PUNTO DI BONUS PDF Print E-mail
Campionati
Sunday, 11 February 2018 19:10
There are no translations available.

7D2 3834

Marcatori: 24’ meta Ioane, 38’ meta Ioane, 52’ meta Ioane tr. Tebaldi, 63’ meta Baldwin tr. Jones, 65’ meta Zanon, 76’ meta Beirne

Benetton Rugby:
15 Luca Sperandio, 14 Andrea Bronzini (40’ Marco Zanon), 13 Tommaso Iannone, 12 Luca Morisi, 11 Monty Ioane (78’ Simone Rossi), 10 Marty Banks, 9 Tito Tebaldi (74’ Giorgio Brozinini), 8 Whetu Douglas, 7 Marco Barbini, 6 Alberto Sgarbi (C), 5 Irné Hebst (64’ Marco Fuser), 4 Marco Lazzaroni (73’ Francesco Minto), 3 Matteo Zanusso (34’ Marco Riccioni), 2 Tomas Baravalle (40’ Hame Faiva), 1 Alberto De Marchi (60’ Cherif Traore)

Head Coach: Kieran Crowley

Scarlets:

15 Johnny Mcnicholl, 14 Tom Prydie (70’ Tom Williams), 13 Paul Asquith, 12 Steff Hughes (C), 11 Ioan Nicholas (49’ Corey Baldwin), 10 Dan Jones, 9 Jonathan Evans, 8 Will Boyde (50’ Josh Macleod), 7 James Davies, 6 Tadhg Beirne, 5 David Bulbring, 4 Lewis Rawlins (53’ Steve Cummins), 3 Werner Kruger (70’ Simon Gardiner), 2 Ryan Elias (53’ Taylor Davies) 1 Dylan Evans (70’ Rhys Fawcett)

A disposizione: 21 Declan Smith

Head Coach: Wayne Pivac

Questo pomeriggio, dopo oltre un mese di assenza, i Leoni sono tornati allo Stadio Monigo per il 14° round di Guinness PRO14.

L’inizio di gara vede i gallesi attaccare ed andare in touche sui 5 metri dei Leoni, maul costruita e draghi che provano ad andare in meta; i biancoverdi sono autori di una gran difesa e recuperano l’ovale con Banks. Lazzaroni per Barbini ma l’ovale scivola per terra e si riparte con una mischia in favore degli Scarlets.

Buona tenuta dei Leoni nella fase statica, gallesi costretti a giocare l’ovale che viene poi perso. Al decimo minuto primo affondo dei Leoni che entrano nei 22 avversari senza però riuscire a marcare per un tenuto fischiato dall’arbitro Wilkinson.

Al 13’ altra buona azione degli uomini di coach Crowley che grazie ad un’ottima giocata di Barbini trovano il varco per portarsi dentro i 22 avversari con Morisi. Negli sviluppi dell’azione purtroppo l’ovale termina fuori.

Poco dopo altro ottimo scambio Ioane-Morisi con seguente calcio di punizione conquistato. Banks calcia in touche sui 5 gallesi. Ovale portato a terra dai biancoverdi ma un’irregolarità permette agli Scarlets di recuperare il possesso della palla.

Al 23’ ancora i biancoverdi, con il calcio di punizione di Banks, si portano dentro i 22 gallesi. Touche vinta, palla che finisce nelle mani dell’apertura di Treviso che con un calcio sull’out di sinistra apre per Ioane che è lesto ad approfittare dell’errore commesso da McNicholl e marcare la prima delle tre mete di giornata. Banks sbaglia, di poco, la trasformazione.

Sono sempre i Leoni ad attaccare, ancora una punizione conquistata, ancora una volta si va sui 5 metri avversari. Purtroppo l’ovale viene poi perso in avanti nella trasmissione tra Douglas e Morisi. Al 38’ arriva la seconda meta di Ioane abile a raccogliere un preciso calcio di Banks, quest’ultimo sbaglia la trasformazione.

La prima frazione di gioco termina quindi con i Leoni avanti 10 a 0 sugli Scarlets.

Buon avvio di secondo tempo per i biancoverdi che sfiorano la meta con Ioane tenuto alto sulla linea di meta. Al 47’ fallo in mischia dei gallesi, dalla touche sui 5 metri avversari Riccioni prova poi ad entrare in meta ma l’ovale scivola dalle sue mani.

Al 52’ tripletta dell’ala biancoverde Ioane che ben servito da un ottimo break di Morisi vola indisturbato dentro l’area di meta. Dalla piazzola questa volta si presenta Tebaldi che centra i pali portando il punteggio sul 17 a 0 in favore dei Leoni.

Dieci minuti più tardi gli ospiti provano a riaprire l’incontro con la meta dell’appena entrato Baldwin ben servito da McNicholl; dalla piazzola Jones è preciso. Nell’azione successiva i Leoni però ne approfittano per allungare nuovamente le distanze, al termine di un’ottima azione di squadra cominciata da Luca Morisi, con il permit player Marco Zanon. Questa volta Tebaldi dalla piazzola sfiora la trasformazione.

Nel finale di gara arriva la seconda meta dei gallesi con il flanker Beirne, sbaglia la trasformazione Jones. I Leoni battono così gli Scarlets 22 a 12 portando a casa anche il punto di bonus lasciando invariati i punti di distanza da Edimburgo.

 
NEL SESTO TURNO DI CHAMPIONS CUP IL BATH RUGBY SUPERA I LEONI 47 A 28 PDF Print E-mail
Campionati
Saturday, 20 January 2018 22:48
There are no translations available.

 

CM3 8227

Marcatori: 12’ meta Sperandio tr. Allan, 16’ meta Dunn tr. Burns, 22’ meta tecnica Bath, 29’ meta Banahan tr. Burns, 33’ meta Watson tr. Burns, 40’ meta Joseph tr. Burns, 43’ meta Negri tr. Allan, 47’ meta Benvenuti tr. Allan, 60’ meta Mercer tr. Burns, 78’ meta Charteris, 80’ meta Ioane tr. Allan

Note: 23’ giallo a Gori

Benetton Rugby:
15 Ian McKinley, 14 Luca Sperandio, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi, 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan, 9 Edoardo Gori (62’ Giorgio Bronzini), 8 Robert Barbieri (34’ Abraham Steyn), 7 Sebastian Negri (69’ Tommaso Iannone), 6 Whetu Douglas, 5 Dean Budd (C) (54’ Federico Ruzza), 4 Irné Herbst (40’ Alessandro Zanni), 3 Marco Riccioni (34’ Simone Ferrari), 2 Tomas Baravalle (40’ Hame Faiva), 1 Nicola Quaglio (40’ Alberto De Marchi)

Head Coach: Kieran Crowley

Bath Rugby:

15 Anthony Watson, 14 Matt Banahan (73’ James Wilson), 13 Jonathan Joseph, 12 Ben Tapuai, 11 Aled Brew, 10 Freddie Burns (76’ Josh Lewis), 9 Kahn Fotuali'i (73’ Darren Allinson), 8 Zach Mercer, 7 Sam Underhill, 6 Matt Garvey (C) (52’ Paul Grant), 5 Elliott Stooke (61’ Luke Charteris), 4 James Phillips, 3 Henry Thomas (73’ Sam Nixon), 2 Tom Dunn (73’ Michael Van Vuuren), 1 Lucas Noguera Paz (49’ Nick Auterac)
Head coach: Todd Blackadder

Allo Stadio Monigo si è chiusa questo pomeriggio l’avventura dei Leoni biancoverdi nell’European Rugby Champions Cup 2017/2018. Coach Crowley, prima del calcio d’inizio, è costretto ad un cambio: dentro Luca Sperandio al posto di Luca Morisi (out a causa di un virus intestinale) con Benvenuti spostato centro; in panchina con il numero 23 viene chiamato Tommaso Iannone.

Buon inizio da parte dei Leoni che mostrano tanta qualità nelle numerose fasi che caratterizzano i primi minuti del match. Al 12’ azione personale di Sperandio che con un calcetto alto supera il suo diretto avversario e dopo aver approfittato di un errore di ricezione avversario, raccoglie l’ovale e corre a depositarlo oltre la linea di meta portando in vantaggio i suoi. Dalla piazzola Tommaso Allan centra i pali.

La risposta del Bath è immediata, il tallonatore Dunn (al termine della gara verrà nominato man of the match, ndr) sigla la prima marcatura degli inglesi; Burns dalla piazzola è preciso.

Al 19’ McKinley, ricevendo palla, commette in avanti. Si riprende con una mischia in favore degli ospiti che sugli sviluppi dell’azione conquistano un vantaggio, Burns prova un calcetto per Banahan che manca la presa dell’ovale prima di schiacciare in meta. Possesso ancora in favore del Bath che questa volta decide in andare in touche, segue la costruzione di una maul avanzante con Gori che commette fallo. Il direttore di gara assegna la meta tecnica in favore degli inglesi ed estrae il giallo ai danni del mediano di mischia biancoverde.

Alla mezzora gli ospiti trovano la terza marcatura con l’ala Banahan, Burns trasforma da posizione defilata. Prima dello scadere del primo tempo, doppia meta del Bath: prima con l’estremo Watson e poi con Joseph, Burns trasforma in entrambe le occasioni.

La prima frazione di gioco termina 7 a 35 in favore degli uomini di Blackadder.

Nella ripresa, come accaduto in avvio di gara, sono i Leoni ad andare in meta per primi. L’autore questa volta è Negri, Allan trasforma. Trascorrono appena quattro minuti e Benvenuti è abile a sfuggire alla linea difensiva avversaria e fare metà campo palla in mano prima di schiacciare in mezzo ai pali, Allan trasforma ancora.

Nonostante il buon momento dei Leoni ed i numerosi tentativi di accorciare le distanze, al 60’ Bath al termine di una maul avanzante da touche costruita sui 5 metri biancoverdi trova la meta con Mercer. Burns non sbaglia.

Nel finale di match arrivano altre due mete, una per parte, prima gli inglesi con il seconda linea Charteris e poi i Leoni con Ioane; Allan trasforma da posizione defilata.

Allo Stadio Monigo il risultato finale sorride al Bath che vince 47 a 28.

 

 


Page 6 of 145

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

banner-ticketing-107

Banner Sito Federugby

banner_pdf

 

Iscriviti alla newsletter FIR

* campi obbligatori

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito