Guinness PRO14


BENETTON RUGBY VS SCARLETS, LA FORMAZIONE DEI LEONI BIANCOVERDI PDF Stampa E-mail
Campionati
Venerdì 15 Dicembre 2017 14:39

2017 12 16-FORMAZIONE-SITO 003

Domani pomeriggio, dopo la vittoria sfiorata nel match di andata giocato la scorsa settimana al Parc Y Scarlets in 14 contro 15 per gran parte della gara, i Leoni biancoverdi affronteranno la formazione gallese nel quarto round di European Rugby Champions Cup.

La partita che andrà in scena allo Stadio Monigo, avrà inizio alle ore 14.00 e sarà arbitrata dal fischietto francese Romain Poite insieme agli assistenti Cyril Lafon e Francois Bouzac.

Lo staff tecnico biancoverde cambia otto pedine rispetto al XV sceso in campo lo scorso weekend con Barbieri e Sgarbi tenuti a riposo. La linea dei trequarti biancoverde vedrà il triangolo allargato composto da Jayden Hayward ad estremo mentre sulle ali ci saranno Angelo Esposito ed il neo acquisto Monty Ioane, all’esordio assoluto allo Stadio Monigo. La coppia di centri sarà formata da Tommaso Benvenuti e Luca Morisi, quest’ultimo per la prima volta schierato dall’inizio dopo il rientro dall’infortunio.
Linea mediana occupata dalla coppia Tommaso Allan e Tito Tebaldi.

Il reparto degli avanti per 6/8 modificato, vedrà la prima linea composta da Federico Zani, Luca Bigi e Tiziano Pasquali. Seconda linea occupata da Alessandro Zanni e capitan Dean Budd. Infine Sebastian Negri, Abraham Steyn e Nasi Manu completeranno il XV biancoverde.

BENETTON RUGBY:
15 Jayden Hayward, 14 Angelo Esposito, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Luca Morisi, 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan, 9 Tito Tebaldi, 8 Nasi Manu, 7 Abraham Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd (C), 4 Alessandro Zanni, 3 Tiziano Pasquali, 2 Luca Bigi, 1 Federico Zani.

A disposizione:
16 Tomas Baravalle, 17 Nicola Quaglio, 18 Cherif Traore, 19 Federico Ruzza, 20 Marco Barbini, 21 Edoardo Gori, 22 Ian McKinley, 23 Ignacio Brex

Head Coach: Kieran Crowley

Indisponibili: Alberto De Marchi, Whetu Douglas, Simone Ferrari, Ornel Gega, Engjel Makelara, Francesco Minto, Marco Riccioni, Michael Tagicakibau.

Arbitro: Romain Poite (FRA)
Assistenti: Cyril Lafon (FRA), Francois Bouzac (FRA)
Citing Commissioner: Paul Hull (ENG)
TMO: Brian MacNiece (IRE)

LIVE – La partita potrà essere seguita testualmente sull’applicazione Benetton Rugby e sulla pagina Twitter ufficiale di Benetton Rugby.

Clicca qui per scaricare dall’App Store l’app ufficiale del Benetton Rugby per iOS

Clicca qui per scaricare da Google Play l’app ufficiale del Benetton Rugby per Android

BIGLIETTERIA – Le biglietterie dello Stadio Monigo saranno aperte dalle 12.00, orario di apertura dei cancelli, compatibilmente con le indicazioni della Questura di Treviso.

EVENT SPONSOR – Event sponsor di giornata sarà SOLE MARKET, che personalizzerà l’area hospitality e premierà i tifosi estratti al termine del match.

CORRIDOIO – A fare il corridoio nel pre partita e giocare nell’intervallo saranno le categorie Under 10-12 dell’ASD Scuola Rugby Dosson di Casier e Rugby Alpago ASD

BABYSITTING GRATUITO (2-10 ANNI) CON POLPETTA dalle ore 12.30 i bambini avranno la possibilità di partecipare ai laboratori ed alle attività con lo staff di Oro Basilico.

SETTORI E PREZZI BIGLIETTI
SETTORE ARANCIO – C: Tribuna Centrale.
PREZZO UNICO: 45 EURO

SETTORE VERDE – A e B: Tribuna Laterale. Posto indicato sul biglietto.
INTERO: 25 EURO
OVER 65: 18 EURO
DONNA: 13 EURO
STUDENTE UNIVERISTARIO: 12 EURO
UNDER 18 (1999): 10 EURO
INGRESSO GRATUITO: nati dopo il 1° Gennaio 2009.

SETTORE BLU – A e B: Posto a libera scelta, non vincolato da quanto indicato sul biglietto.
INTERO: 23 EURO
OVER 65: 17 EURO
DONNA: 12 EURO
STUDENTE UNIVERSITARIO: 10 EURO
UNDER 18 (1999): 8 EURO
INGRESSO GRATUITO: nati dopo il 1° Gennaio 2009.

GRADINATA: Posto a libera scelta, non vincolato da quanto indicato sul biglietto.
INTERO: 15 EURO
OVER 65: 10 EURO
DONNA: 8 EURO
STUDENTE UNIVERSITARIO: 7 EURO
UNDER 18 (1999): 2 EURO
INGRESSO GRATUITO: nati dopo il 1° Gennaio 2009.

 

 
LE ZEBRE SOGNANO L’IMPRESA CONTRO IL GLOUCESTER CHE S’IMPONE A PARMA 33-26 PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 09 Dicembre 2017 19:41

 

Meyer Zebre Gloucester 1718 

[Johan Meyer in azione contro il Gloucester al Lanfranchi - Amarcord Fotovideo]

 

Parma, Stadio Lanfranchi – 9 Dicembre 2017

EPCR Challenge Cup 2017/18, Round 3

Zebre Rugby Club vs Gloucester 26-33 (p.t. 19-14)

Marcatori: 10‘ m Meyer tr Canna (7-0); 17‘ m Giammarioli tr Canna (14-0); 26‘ m Ackermann tr Williams (14-7); 37‘ m Thorley tr Williams (14-14); 40‘ m Boni (19-14); s.t. 4‘ m Thorley tr Williams (19-21); 10‘ m Williams tr Williams (19-28); 28‘ m Hibbard (19-33); 30‘ m Gaffney tr Palazzani (26-33);

Zebre Rugby Club: Minozzi, Gaffney, Bellini, Boni, Venditti, Canna (16‘ s.t. Bordoli), Violi (16‘ s.t. Palazzani); Giammarioli, Meyer (10’ s.t. Sarto), Mbandà, Biagi (cap), Sisi (11’ s.t. Krumov), Chistolini (14‘ s.t. Bello), Fabiani (16‘ s.t. Luus), Lovotti (14‘ s.t. Ah-Nau) (Non entrato: Pratichetti) All. Bradley

Gloucester: Hudson (34’ Thorley), Sharples (39’ s.t. Heinz), Symons (22’ s.t. Twelvetrees), Atkinson, Purdy, Williams, Vellacott; Ackermann, (22’ s.t. Ludlow), Polledri (14’ s.t. Ludlow, 19’ s.t. Polledri), Clarke, Galarza (22’ s.t. Thrush), Savage (cap) Afoa (29’ s.t. Orr), Hibbard (32’ s.t. Walker), McAllister (25’ s.t. Hohneck) All. Ackermann

Arbitro: Mike Adamson (Scottish Rugby Union)

Assistenti: Lloyd Linton e Bob Nevins (Scottish rugby Union)

Calciatori: Canna (Zebre Rugby Club) 2/3, Palazzani (Zebre Rugby Club) 1/1 Williams (Gloucester) 4/5

Cartellini: 15’ s.t. giallo a Bellini (Zebre Rugby)

Man of the match: Polledri (Gloucester)

Punti in classifica: Zebre Rugby Club 2, Gloucester 5

Note: Cielo sereno. Temperatura 5° .Terreno in ottime condizioni. Spettatori 2500 circa. Esordio nelle coppe europee per il pilone australiano delle Zebre Rugby Cruze Ah-Nau.

Commento: Le Zebre hanno ospitato per la terza volta nella loro storia gli inglesi del Gloucester allo Stadio Lanfranchi, alla ricerca della loro prima vittoria contro la formazione al momento seconda nel torneo d’Oltremanica. Due cambi per i bianconeri rispetto alla formazioni vittoriosa sabato scorso contro il Connacht sempre a Parma. La gara, valida per il terzo turno del girone 3 della coppa europea EPCR Challenge Cup, ha visto i bianconeri subito avanti 14-0 grazie ad un ottimo avvio. I bianco-rossi sono rientrati in partita a metà primo tempo grazie a due mete chiudendo però sotto all’intervallo 19-14 grazie alla terza meta italiana segnata da Tommaso Boni. La ripresa ha visto subito il primo vantaggio ospite con la seconda meta personale di Thorley con l’apertura Williams a chiudere il match con la meta del bonus al 50°. Dopo un giallo a Bellini la maul inglese ha segnato ancora con Hibbard prima della meta italiana segnata da Gaffney al 70° per il 26-33 parziale. Nel finale le Zebre hanno provato a riagguantare il risultato non riuscendo però a segnare ancora. Vittoria e 5 punti per Gloucester che rimane secondo nella classifica dietro a Pau e terza sconfitta su tre incontri per Biagi e compagni che proveranno a gioire nella gara di ritorno prevista tra sette giorni al Kingsholm Stadium.

Cronaca: Nei primi 5 minuti arrivano due fallo degli inglesi: uno giocato veloce porta però al tenuto di Biagi mentre il secondo in mischia chiusa viene calciato in touche ai 22. I bianconeri non riescono a rendersi pericolosi ma mantengono il pallino della sfida col piglio. I primi 10 minuti di superiorità portano alla meritata meta di Meyer alla bandierina destra trasformata da Canna. Monologo bianconero che prosegue con una bella lunga azione alla mano; il varco si apre sempre alla bandierina destra dove è l’altra terza linea Giammarioli a trovare la seconda meta delle Zebre. Canna è perfetto dalla piazzola per il 14-0 al 18° minuto. Provano a rispondere i cherry & white al 21° con una penal-touche che per poco non porta in meta la maul ospite. Spinge il XV di Ackermann con l’ex under 20 italiano Polledri fermato al 25° da Gaffney lanciato in meta. Un fuorigioco bianconero porta al piazzato giocato in rimessa, con il pack biancorosso che porta in meta Ackermann al 26°. La gara è equilibrata mentre cresce la rimessa delle Zebre che al ruba runa la rimessa di Hibbard in attacco. Gli inglesi mettono pressione ai padroni di casa al 34° ricevendo un fallo giocato in mischia ai 5 metri. La pericolosa azione si chiede con un velo dell’attacco. Un altro velo concede territorio al Gloucester che sfrutta la rimessa al 38° per segnare con l’ottimo riciclo del neo entrato Thorley. Prima dell’intervallo il XV di Bradley torna avanti: altra lunghissima azione alla mano che sfrutta la superiorità al largo sinistro trovando con Boni la terza meta italiana che manda le squadre negli spogliatoi sul 19-14.

Ad inizio ripresa gli ospiti ottengono il primo vantaggio della gara con la seconda meta trasformata di Thorley che finalizza una bella azione veloce in avanzamento degli inglesi oggi in maglia fucsia. Un tenuto di Gaffney al 49° riporta a difendere le Zebre nei propri 22: la rimessa innesca i trequarti inglesi che vanno in meta con Williams nonostante un probabile velo. I bianconeri rimangono anche in 14 a causa di un in avanti volontario di Bellini a cui viene sventolato un giallo; ma provano a risalire nel punteggio riportandosi nella metà campo inglese. All’ora di gioco un fallo inglese porta Luus alla rimessa ai 5 metri col XV del Nord-Ovest che però non riesce a pungere. Sull’altro fronte invece, nonostante il rientro in parità numerica, è ancora Gloucester a colpire con la meta della maul segnata da Hibbard, con Williams al primo errore dalla piazzola della giornata. A dieci minuti dal termine i bianconeri con orgoglio segnano la quarta meta che frutta un punto ai bianconeri: bella azione sll’out destro finalizzata dall’azione dell’irlandese Gaffney per il 24-33 parziale. La trasformazione di Palazzani riporta i padroni di casa a distanza di break. Negli ultimi sprazzi di gioco la gara non decolla con le due squadre che chiudono la contesa sul 26-33: vittoria col bonus al Gloucester e due punti di bonus per le Zebre al Lanfranchi.

Le Zebre riprenderanno gli allenamenti lunedì 11 Dicembre per preparare il quarto turno della EPCR Challenge Cup. Sabato 16 Dicembre 2017 alle ore 16 italiane i bianconeri giocheranno nuovamente contro Gloucester in Inghilterra al Kingsholm Stadium.

 


EPCR Challenge Cup 2017/18 Pool 3, il calendario: 

Round 1

12 Ottobre 2017 – Pau vs Gloucester Rugby 27-21 (4-1)

13 Ottobre 2017 – Agen vs Zebre Rugby Club 45-10 (5-0)

Round 2

19 Ottobre 2017 – Gloucester Rugby vs Agen (61-16)

21 Ottobre 2017 – Zebre Rugby Club vs Pau (33-38)

Round 3

8 Dicembre 2017 ore 20.00 – Agen vs Pau 20-41 (0-5)

9 Dicembre 2017 ore 14.30 – Zebre Rugby Club vs Gloucester Rugby 26-33 (2-5)

Round 4 

14 Dicembre 2017 ore 20.45 – Pau vs Agen

16 Dicembre 2017 ore 15.00 – Gloucester Rugby vs Zebre Rugby Club

Round 5

11/12/13/14 Gennaio 2018 – Pau vs Zebre

11/12/13/14 Gennaio 2018 – Agen vs Gloucester Rugby

Round 6 

18/19/20/21 Gennaio 2018 – Gloucester Rugby vs Pau

18/19/20/21 Gennaio 2018 – Zebre Rugby Club vs Agen

Quarti di finale

29/30/31 Marzo – 1 Aprile 2018

Semifinali 

20/21/22 Aprile 2018

Finale

venerdì 11 Maggio 2018, Stadio San Mamés, Bilbao (Spagna)

La classifica della Pool 3 della EPCR Challenge Cup: Pau 14, Gloucester Rugby 11, Agen 5, Zebre Rugby Club 3

 

 

 
IN INFERIORITA’ NUMERICA PER GRAN PARTE DEL MATCH I LEONI SFIORANO LA VITTORIA PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 09 Dicembre 2017 18:18

IMG 6684

Marcatori: 2’ meta G.Davies tr. Halfapenny, 6’ meta G.Davies tr. Halfapenny, 13’ meta Barbieri tr. Allan, 27’ meta Beirne tr. Halfpenny, 35’ meta Hayward tr. Allan, 55’ meta Esposito tr. Allan, 70’ meta Ruzza tr. Allan, 75’ meta Evans tr. Patchell, 78’ meta Asquith

Note: 25’ rosso a Minto, 63’ giallo a J.Davies

 

Scarlets:
15 Leigh Halfpenny (63’ Tom Prydie), 14 Johnny McNicholl, 13 Paul Asquith, 12 Hadleigh Parkes, 11 Steff Evans, 10 Rhys Patchell, 9 Gareth Davies (59’ Aled Davies), 8 John Barclay (65’ Joshua Macleod), 7 James Davies, 6 Tadhg Beirne, 5 David Bulbring, 4 Steven Cummins (54’ Lewis Rawlins), 3 Werner Kruger, 2 Ken Owens (C) (71’ Taylor Davies,), 1 Wyn Jones (59’ Rob Evans)

A disposizione:

18 Simon Gardiner, 22 Steff Hughes

Head coach: Wayne Pivac

 

Benetton Rugby:
15 Jayden Hayward 14 Angelo Esposito, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi (C) (74’ Luca Morisi), 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan (74’ Ian McKinley), 9 Giorgio Bronzini (40’ Tito Tebaldi), 8 Robert Barbieri (71’ Marco Fuser), 7 Sebastian Negri (54’ Whetu Douglas), 6 Francesco Minto, 5 Federico Ruzza, 4 Marco Lazzaroni, 3 Tiziano Pasquali (43’ Alberto De Marchi) (60’ Tiziano Pasquali), 2 Hame Faiva (51’ Luca Bigi), 1 Nicola Quaglio (40’ Federico Zani).

Head Coach: Kieran Crowley

 

Al Parc Y Scarlets il match non comincia nel migliore dei modi per i biancoverdi che al 2’ commetto fuorigioco. Patchell manda i suoi in touche e dalla rimessa laterale il n.9 gallese Davies trova il varco per andare in meta, Halfpenny trasforma da posizione molto favorevole.

Trascorrono pochi minuti ed i padroni di casa colpiscono ancora con Gareth Davies, segue un’altra trasformazione ad opera di Halfpenny.

All’11’ grubber di Allan, Halfpenny raccoglie l’ovale ma è costretto a portarlo fuori. Interessante touche per i Leoni sui 5 metri avversari, il lancio di Faiva è storto. Gli uomini di Crowley non demordono e ci riprovano al 13’, serie di pick and go e meta con Robert Barbieri; Allan è preciso dalla piazzola.

Al 17’ i Leoni vanno vicini alla seconda meta, ottima l’azione creata ma i gallesi intercettano il passaggio di Allan, Ioane è rapido a recuperare l’avversario e a portarlo fuori. Al 24’ l’episodio che condizionerà il resto del match per i biancoverdi, irregolarità di Minto e cartellino rosso.

Punizione per gli Scarlets che vanno in touche e successivamente trovano il varco per andare oltre la linea di meta con Beirne, Halfpenny trasforma. Sembra tutto finito per i Leoni ma non sarà così.

Infatti, nonostante le avanzate gallesi, la difesa biancoverde resiste e replica con un buono spunto personale di Esposito. Al 35’ grandiosa azione costruita dai Leoni: il tutto parte dalle mani di Hayward, questi serve Pasquali che a sua volta passa a Benvenuti. L’ovale torna nelle mani di Hayward che vola in meta, Allan non sbaglia dalla piazzola.

La prima frazione di gioco termina con i Leoni sotto 21 a 14.

Nella ripresa i Leoni biancoverdi partono bene e si rendono subito pericolosi, prima con De Marchi e poi con capitan Sgarbi. I minuti passano e gli Scarlets provano ad attaccare ma i Leoni, nonostante l’inferiorità numerica, difendono come meglio non potrebbero.

Al 55’, al termine di un’insistente azione, i Leoni vanno in meta con Angelo Esposito abile a battere il suo diretto avversario e schiacciare oltre a linea; Allan centra i pali da posizione non facile. Al 64’ anche gli Scarlets rimangono in 14 dopo il giallo a James Davies.

I Leoni premono il piede sull’acceleratore andando più volte in touche, gli sforzi vengono premiati al 70’ quando Federico Ruzza va in meta, Allan non sbaglia la trasformazione. E’ un incredibile sorpasso quello compiuto dagli uomini di coach Crowley.

Ma nei minuti finali si spegne il sogno dei Leoni, i gallesi al 75’ da una touche e 78’ da azione personale portano a casa la partita con le mete di Evans e Asquith. Al Parc y Scarlets termina 33 a 28 per i padroni di casa.

 


Pagina 8 di 141

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito