Eccellenza
SUE VERSO LA SFIDA DI SAN DONA': "CONFERMATO IL BLOCCO CHE HA BATTUTO PADOVA" PDF Stampa E-mail
Campionati
Venerdì 06 Marzo 2015 18:00

Viadana 6 marzo 2015 – Il decimo confronto tra Viadana e San Donà è il big match della terza giornata del girone di ritorno in programma Domenica allo stadio Pacifici alle ore 15:00 su cui saranno puntate le telecamere di RAI Sport. I gialloneri cercheranno la continuità sul difficile terreno di gioco in riva al Piave sul quale solo le Fiamme Oro sono uscite trionfanti. A questo punto della stagione il confronto prende un peso importante in ottica play-off in quanto i ragazzi di Regan Sue precedono il club veneto di un solo punto. I numeri dicono che Viadana ha un attacco leggermente più produttivo e concede meno in difesa, ma Erasmus e soci hanno mostrato in più occasioni di essere una formazione più che temibile soprattutto nel reparto avanzato. La linea dei trequarti sarà composta da Gennari estremo, le due ali Buondonno ed Amadasi, i centri Pavan e Quartaroli, mentre in mediana Khyam Apperley ed McKinley vestiranno rispettivamente la maglia numero nove e dieci. Il pacchetto di mischia è confermato in gran parte rispetto a quello sceso in campo con il Petrarca con il rientro di Gamboa in prima linea insieme a capitan Santamaria e Cenedese. In seconda linea Ruzza e Barbieri daranno altezza e forza al pack mentre davanti a loro Du Plessis, Andrea Denti ed il numero otto Whitaker proveranno ad alzare il livello e la competitività sui punti di incontro. La sfida sarà arbitrata dal Sig. Carlo Damasco e gli scontri diretti vedono in vantaggio il Viadana con sette vittorie e due sconfitte.

REGAN SUE: “Siamo intervenuti il meno possibile sulla formazione che si è ben comportata contro il Petrarca. Per noi sarà fondamentale presentarci in casa del San Donà con grande fiducia e pronti a dare battaglia, ma servirà anche l’intelligenza nel gestire al meglio ogni situazione di gioco. Pertanto dovremo conquistarci con il sacrificio il diritto di poter giocare al largo e poi sfruttare al meglio il nostro possesso in linea con i nostri principi di gioco. San Donà ha la mischia forte? Certo ed abbiamo lavorato molto sulle fasi statiche su cui, a dire il vero, già da Natale era aumentato ulteriormente il focus. In settimana ho potuto apprezzare ancora più energia e concentrazione vista l’importanza della sfida su cui sarà fondamentale, mi ripeto, l’atteggiamento determinato e la volontà di non concedere nulla fisicamente e mentalmente”.

RUGBY VIADANA 1970: 15 Gennari; 14 Buondonno, 13 Pavan, 12 Quartaroli, 11 Amadasi; 10 McKinley, 9 Khyam Apperley, 8 Whitaker, 7 Andrea Denti, 6 Du Plessis; 5 Ruzza, 4 Barbieri; 3 Gamboa, 2 Santamaria (cap), 1 Cenedese. A disp.: Scalvi, Cavallero, Traore, Civetta, Anello, Righi Riva, Manganiello, Biasuzzi.   

 
LA FORMAZIONE DI SAN DONA' PER IL BIG MATCH CON VIADANA PDF Stampa E-mail
Campionati
Venerdì 06 Marzo 2015 17:54

La XII. Giornata del Campionato di Eccellenza, terza partita del girone di ritorno, vede Lafert Rugby San Donà impegnata in uno scontro diretto per la conquista di un posto in zona playoff con Rugby Viadana 1970 nel posticipo di Eccellenza (diretta Rai Sport) che si giocherà domenica 8 marzo, alle 15 presso lo Stadio Pacifici di San Donà di Piave, nel giorno della Festa della donna, in cui il Rugby San Donà scenderà in campo per dire No alla violenza sulle donne e sostenere l’attività del Centro antiviolenza e antistalking “La Magnolia” di San Donà di Piave.  Per l’occasione l’ingresso allo stadio sarà gratuito per tutte le donne.

Lafert San Donà ritorna al Pacifici, dopo la storica vittoria nel derby con Mogliano, l’ultima di una serie di 4 vittorie consecutive, fermata solo dal Rovigo Delta nella nebbia dell’inespugnabile Battaglini, l’8 febbraio scorso. Dopo un mese di pausa, dovuta agli impegni della Nazionale, che ha permesso a molti giocatori biancocelesti di recuperare alcuni infortuni, il rientro in campo di Lafert San Donà (quinta in classifica con le Fiamme Oro a 29 punti) coincide con la sfida più determinante per conquistare un posto al sole dei playoff, contro i gialloneri del Viadana (davanti ai biancocelesti di 1 punto e reducI dalla vittoria sul Petrarca), che all’andata allo Zaffanella avevano superato per 28 a 6 gli uomini di Wright e Dal Sie, al termine di una partita molto dura.  C’è aria di rivincita quindi allo Stadio Pacifici, dove alla vigilia della partita evento internazionale Italia -  Francia U20, quarto turno del 6 Nazioni 2015, che si giocherà nello stesso campo venerdì 13 marzo alle 19, i tifosi sandonatesi si stanno scaldando da tempo, scalpitando per rivedere il grande rugby e la propria squadra d’Eccellenza, con ancora negli occhi la meta tecnica nel finale mozzafiato contro Mogliano, galvanizzati dai successi azzurri dei suoi concittadini più illustri (Enrico Bacchin e Alberto De Marchi), e dalle prestazioni in Guinness Pro12 di alcuni elementi preziosi di Lafert San Donà, Bernini e Giovanchelli, aggregati alle Zebre come permit players e reduci dalla vittoria sui Dragons.  

A rendere questo 8 marzo ancor più significativo per entrambe le squadre, la motivazione comune di scendere in campo per dire “NO alla violenza sulle donne… difendersi non è impossibile”. Nel giorno della Festa della Donna, Lafert Rugby San Donà scende in campo per supportare l’attività del Centro antiviolenza e antistalking “La Magnolia” di San Donà di Piave. Per dare voce a chi opera ogni giorno nel silenzio drammatico di storie senza parole, schierandosi in difesa di un universo, quello femminile, sempre troppo spesso vittima di soprusi e prevaricazioni, sostenendo una realtà riconosciuta dalla Regione del Veneto e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in quanto afferente alla rete del numero telefonico nazionale di emergenza 1522, che offre consulenza gratuita e specializzata al contrasto della violenza domestica e dello stalking. "Difendersi non è impossibile" è lo slogan del Centro antiviolenza e antistalking “la Magnolia”. Difendersi è possibile con l'aiuto di una squadra di rugby che a dispetto, e proprio in virtù, della propria "fisicità", si schiera in difesa delle donne, facendosi testimonial e portavoce di un messaggio mai abbastanza urlato e ribadito, grazie ai valori di rispetto, condivisione e sacrificio che contraddistinguono da sempre questo sport. L’equipe del Centro antiviolenza e antistalking “la Magnolia” sarà presente all'incontro e interverrà nel corso del match per sensibilizzare il pubblico su una tematica che merita attenzione e visibilità ben oltre l'unicità della Festa dedicata alla Donna. (Info: www.fondazioneferriolibo.it )

All’ingresso in campo, i piccoli campioni del Rugby Educativo Under 14 formeranno un corridoio per l’ingresso in campo delle due squadre per permettere all’unica “rugbista” donna tra i piccoli campioni del Rugby San Donà, Susanna Bertozzi, di ricevere un mazzo di mimose dai capitani delle due formazioni in campo. Un gesto simbolico, ma significativo, per dare valore a una piccola grande donna, e dimostrare il sostegno del rugby nei confronti dell’universo femminile.

Lafert San Donà scenderà in campo anche per ricordare la prematura scomparsa di Vittorio Pilla, grande giocatore del Rugby San Donà, padre di Umberto e figlio di Adriano Pilla, figura storica del rugby biancoceleste. In sua memoria verrà osservato un minuto di silenzio.

Per questo match i coach Wright e Dal Sie  avranno a disposizione quasi l’intera rosa, tranne Giorgio Bacchin, infortunato alla schiena. Ecco il probabile XV di Lafert San Donà che scenderà in campo domenica 8 marzo alle 15, contro Rugby Viadana 1970 allo Stadio Pacifici di San Donà di Piave per la dodicesima Giornata del Campionato di Eccellenza: 15 Dotta (cap), 14 Furlan, 13 Iovu, 12 Bertetti, 11 Damo, 10 Cornwell, 9 Patelli, 8 Bernini, 7 Vian Gianmarco, 6 Preston, 5 Erasmus, 4 Koroi, 3 Filippetto, 2 Giovanchelli, 1 Zanusso.   A disp: 16 Vian Gianluca, 17 Coletti, 18 Masarin, 19 Rorato, 20 Seno, 21 Cincotto Gianmaria, 22 Sala, 23 Pesce.

 
CAMMI CONTRO IL PRATO PER INIZIARE IL RUSH FINALE PDF Stampa E-mail
Campionati
Giovedì 05 Marzo 2015 18:06

La Coppa vinta a Parma lo scorso 22 febbraio nella Finale di Trofeo Eccellenza contro Mogliano è ancora sul tavolo della sede del Rugby Calvisano, ma, archiviati i festeggiamenti, la testa del team del Rugby Calvisano è già proiettata sui prossimi tre mesi. Una partita a settimana senza sosta fino alla fine del Campionato, con nel mezzo la trasferta del 4 aprile in Spagna contro El Salvador per le qualificazioni alla Challenge Cup con conseguenti, in caso di vittoria, due semifinali da disputare contro Rovigo il 18 aprile e il 2 maggio. Rovigo rappresenta anche il primo degli ostacoli da superare in campionato in ottica playoff. Ci si penserà il prossimo 14 marzo al Battaglini. L'appuntamento più prossimo è ora contro il Prato che sabato 7 marzo farà visita ai gialloneri di Calvisano. Arbitrerà l'incontro il Sig. Pennè.

Sulla carta si tratta di una partita facile per i Campioni d'Italia contro gli ultimi della classe, ma in infermeria non tira una buona aria. Tra le terze linee Stefano  Scanferla è bloccato da ernie cervicali, Maxime Mbandà ha riportato una contusione al polpaccio, Augustin Cavalieri è sotto terapia antibiotica per un'allergia, mentre migliorano le condizioni di Alessio Zdrilich.

Questa la formazione annuncia da coach Gianluca Guidi:

Rokobaro, De Jager, Bergamo, Chiesa, Susio, Buscema, Ambrosio, Steyn, Salvetti, Kalou, Beccaris, Andreotti, Biancotti, Morelli, Gavazzi.
A disp. Scarsini, Zdrilich, Panico, Belardo, Violi M., Castello, Di Giulio, Violi E.

 


Pagina 1 di 222

Instagram

eccellenza_calendario

banner_pdf

Rss Mobile

feed-image Feed Entries