C.N.Ar. News


GIULIO DE SANTIS NOMINATO COMPONENTE DEL GRUPPO PER LE MODIFICHE DELLE REGOLE DELLA WORLD RUGBY PDF Stampa E-mail
Venerdì 20 Marzo 2015 13:44

desantisgiulionnRoma - Importante riconoscimento per Giulio DE SANTIS, Referee Development Officer della FIR, il responsabile dello sviluppo degli arbitri italiani, che è stato nominato componente del Gruppo di Lavoro per lo studio delle Regole della World Rugby; compito del  Gruppo sarà quello di fornire alla World Rugby un feedback sulle norme al fine di garantire il continuo sviluppo di questo sport. Il primo incontro di questo comitato, al quale parteciperà DE SANTIS, si svolgerà a Londra il prossimo 29 e 30 aprile 2015.

Dopo aver partecipato all’ultima Coppa del Mondo nel 2011, in Nuova Zelanda, arrivando a svolgere nella finale, Nuova Zelanda v Francia, il ruolo di TMO, il video arbitro, un altro importante incarico internazionale che viene a premiare le capacità e la preparazione di Giulio DE SANTIS, responsabile anche del Gruppo Tecnico Arbitrale della Commissione Nazionale Arbitri della FIR. Infatti, questo Gruppo di studio, definito dalla World Rugby con l’acronimo LRG, Law Representation Group, è composto da un gruppo di esperti, undici membri provenienti dalle Unions più importanti della World Rugby, che rappresentano gli allenatori, i giocatori e gli arbitri. Troviamo tra i membri nominati gli allenatori Pablo Bouza, allenatore dei Pumas argentini, e il neozelandese  Dave Rennie, Coach dei Chief,  giocatori, come Ryan Jones, nazionale gallese e giocatore dei British Lions, e Rachael Burford, giocatrice della nazionale inglese, arbitri, oltre al nostro DE SANTIS anche il sudafricano Andre Watson, e responsabili dello sviluppo del rugby, come l’inglese Rob Andrew e il francese Didier Retière.
Compito specifico del Gruppo, considerando che la World Rugby incoraggia le varie Federazioni a presentare idee e proposte per migliorare lo sviluppo del gioco, cercando d’incrementare il divertimento dei giocatori e dei tifosi, non dimenticando l’integrità fisica degli atleti, coordinato e presieduto da John Jeffrey, sarà quello di valutare tecnicamente le proposte provenienti dalle varie Federazioni prendendo in considerazione l’impatto che le modifiche suggerite potranno avere sullo sviluppo del gioco e sul tessuto di questo sport.

Questo processo di valutazione, che avviene dopo ogni Coppa del Mondo di Rugby, per assicurare un rugby più divertente e che si possa praticare a tutti i livelli in condizioni di sicurezza, è anche una occasione per fare il punto sullo sviluppo del gioco e apportare modifiche, ove necessario, che lo migliorino. Il precedente Gruppo aveva provveduto a revisionare, tra l’altro, la sequenza d’ingaggio della mischia, introducendo nuovi tempi di chiamata (“bassi” – “lega” – “via”) che hanno migliorato, nel rugby di alto livello, questo aspetto del gioco.

Soddisfatti per questa importante assegnazione tutto il settore tecnico e arbitrale della Federazione Italiana Rugby che, attraverso il contributo e il lavoro di DE SANTIS, avrà la possibilità e l’opportunità d'influenzare lo sviluppo futuro di questo gioco.

 

 
CLAUDIO BLESSANO E ROBERTO CARRA IMPEGNATI A MADRID E IN SCOZIA A MURRAYFIELD PDF Stampa E-mail
Giovedì 19 Marzo 2015 10:58

BlessanoClaudio BLESSANO di Montebelluna (TV), arbitro della Sezione di Treviso, è stato designato dal board della Rugby Europe per dirigere sabato prossimo, 21 marzo 2015, a Madrid, inizio alle ore 16.00, l’incontro Spagna v Germania per il Campionato Europeo per Nazioni, competizione che mette in palio il titolo di campione europeo di rugby. In questo incontro, valido per la 5° giornata della competizione continentale, definito anche il 6 Nazioni B, BLESSANO sarà assistito da un team arbitrale completamente italiano; infatti, opereranno come Assistenti Arbitrali il padovano Andrea SPADONI e Vittorio FAVERO, pure lui di Montebelluna, appartenente alla Sezione Arbitri di Treviso. Allo Stadio Complutense, nel polmone verde della capitale spagnola, sempre per questo incontro, con la funzione di Delegato della Rugby Europe e di Valutatore della prestazione arbitrale, è stato designato Rossano FACCIOLI, di Rovigo, componente del Gruppo Tecnico Arbitrale della Commissione Nazionale Arbitri.

Roberto CARRA, di Modena, sarà invece impegnato ad Edimburgo, in Scozia, come Commissario per le Citazioni, sempre sabato, un ricco fine settimana ovale quello che ci attende, dove sul tappetto verde di Murrayfield, uno stadio inespugnabile in altre annate, i padroni di casa proveranno a impedire ai verdi irlandesi di fare proprio il Torneo. Con ancora quattro squadre che si contendono la possibilità di vincere questo 6 Nazioni 2015, l’incontro che vedrà impegnato il nostro Ufficiale di Gara costituisce lo snodo per far proprio il torneo; Scozia v Irlanda che si giocherà dopo Italia v Galles e prima di Francia v Inghilterra contribuirà a chiarire meglio la situazione. I quattro punti che separano l’Irlanda dall’Inghilterra nella differenza punti, che determinerà il vincitore del Torneo, spingerà gli irlandesi a non risparmiarsi anche se dovranno fare i conti con la volontà degli scozzesi di vincere questa partita per evitare un Cucchiaio di legno che sembra essere sempre più vicino; quindi  una giornata intensa e impegnativa anche per CARRA che avrà il compito di rilevare e citare eventuali condotte di gioco violento commesse dagli atleti in campo e sfuggite alla valutazione dell’arbitro, il francese Jérôme Garcès, o dei suoi Assistenti Arbitrali.

 

 

 

 

 

 


Pagina 8 di 99

facebook bar2 Facebook Twitter Google plus YouTube Sound Cloud Rss Feed Dailymotion

Commissione Nazionale Arbitri

cnar@federugby.it
Federazione Italiana Rugby
Stadio Olimpico - Foro Italico - 00135 - Roma
Tel. +39.06452131.38
Fax +39.06.452131.85

irb_law

 

Regolamento di Gioco 2015

Copertina-Regolamento-di-Gioco-2015


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito