C.N.Ar. News

cnar



MAURIZIO VANCINI CITING COMMISSIONER NELLA FINALE DEL RABODIRECT PRO12 A DUBLINO PDF Stampa E-mail
Venerdì 30 Maggio 2014 12:16

VanciniM

Maurizio VANCINI, Presidente della Commissione Nazionale Arbitri, sarà il Citing Commissioner nella finalissima del Rabodirect Pro12, programmata domani sera, sabato 31 maggio 2014, a Dublino che vedrà di fronte gli irlandesi del Leinster Rugby, campione in carica della Celtic League, e gli scozzesi dei Glasgow Warriors. Quella di domani sera sarà per VANCINI la 70° designazione in questa delicata funzione, incaricato della citazione di giocatori colpevoli di falli di antigioco non rilevati dal team arbitrale, e che viene a premiare il lavoro di tutto il gruppo dei Citing Commissioner della Federazione Italiana Rugby che in questa stagione sportiva sono stati utilizzati in campo internazionale con impegni di elevato profilo. Gruppo composto, oltre che da Maurizio VANCINI, da Roberto CARRA, Marco CORDELLI, Stefano MARRAMA, Achille REALI e Alberto RECALDINI.

Partita con il pronostico che pende a favore degli irlandesi, alla loro quinta finale in questa manifestazione, vittoriosi nella stagione sportiva 2001/2002, 2007/2008 e nella scorsa stagione, che cercheranno così di festeggiare degnamente Brian O’Driscoll alla sua ultima partita. Con gli scozzesi dei Glagow Warriors alla loro prima volta in assoluto in finale, arrivati a quest’ultimo atto con una progressione finale incredibile, ben decisi a rovinare la festa degli irlandesi ed a portare in Scozia il primo successo celtico.

L’incontro sarà trasmesso, dallo stadio del Royal Dublin Society di Dublino,  in diretta esclusiva, inizio alle ore 19:00, ora italiana, dall’emittente televisiva Mediaset Italia 2 e la direzione di gara sarà affidata ad un team arbitrale tutto gallese. Arbitro dell’incontro l’esperto Nigel OWENS, alla sua 111° direzione di gara in questa competizione, assistenti arbitrali Leighton HODGES e Ian DAVIES, TMO Derek BEVAN.

 
BENVENUTI, DA MANTOVA A RIO DE JANEIRO: "PUNTO ALLE OLIMPIADI" PDF Stampa E-mail
Venerdì 30 Maggio 2014 10:24

mb benvenutiRoma- Nella finale del campionato di Serie A femminile che sabato 31 maggio alle ore 17, in quel di Mantova, metterà contro Sitam Riviera del Brenta e Rugby Monza, c’è un altro personaggio che aspira a diventare un protagonista nel panorama del rugby internazionale. Si tratta di Maria Beatrice Benvenuti che con i suoi 20 anni sarà la direttrice di gara più giovane della storia in una finale di Serie A femminile. Frequenta l’accademia arbitrale della FIR e ha un grande obiettivo in futuro: arbitrare alle Olimpiadi di Rio del 2016 e, un giorno, coronare il suo sogno di dirigere una gara al 6 Nazioni. Ecco l’intervista che ha rilasciato a www.federugby.it .

Sarai l’arbitro più giovane di una finale di Serie A femminile: senti la pressione di questo appuntamento?

Le pressioni ci sono sicuramente, ma è proprio quello che mi da lo spirito per divertirmi e di vivermi la partita. Sento il peso ma ne faccio una forza.

Com’è nata la passione per questo ruolo?

Ho iniziato un po’ per gioco. La mia famiglia è molto coinvolta a livello rugbistico: ho due fratelli che giocano, mio padre ha fatto per tanti anni il dirigente. Seguivo loro sul campo e un giorno ho conosciuto un arbitro che quest’anno smetterà di arbitrare e che mi ha dato lo spunto per arbitrare.

Come riesci ad abbinare l’attività che svolgi con l’università?

Studiavo medicina, ma ho dovuto cambiare i miei piani di studio e sono passata a Scienze Motorie. Ora studio Sport e Management. Ho dovuto scegliere se puntare sulla vita universitaria o sull’arbitraggio e ho scelto l’indirizzo sportivo che mi da anche la possibilità di continuare ad arbitrare.

Ti è pesato questo cambiamento?

No, perché ho scelto un indirizzo molto più vicino a quello che faccio. Allenandomi riesco anche a coniugare entrambe le cose.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Nel rugby a 15 è quello di arbitrare un giorno nel 6 Nazioni. Ci sono buone possibilità di arbitrare alle Olimpiadi di Rio nel 2016 nel rugby a 7. Il mio sogno però è puntato al 6 Nazioni.

Cosa vorresti fare da grande?

Lavorare per la federazione a livello arbitrale. Mi piacerebbe molto rimanere nell’ambiente. Poi vorrei crearmi una famiglia e i miei figli giocheranno probabilmente a rugby.

 


Pagina 3 di 86

facebook bar http://soundcloud.com/federugby

Instagram

Commissione Nazionale Arbitri

cnar@federugby.it
Federazione Italiana Rugby
Stadio Olimpico - Foro Italico - 00135 - Roma
Tel. +39.06452131.38
Fax +39.06.452131.85

irb_law

irb_sperimentale

 

Regolamento di Gioco 2013

copertina-regolamento-2013--fir