C.N.Ar. News


MARIA BEATRICE BENVENUTI ARBITRERÀ NELL’ULTIMA TAPPA DEL HSBC SEVENS WORLD SERIES 2017 FEMMINILE PDF Stampa E-mail
Venerdì 23 Giugno 2017 18:14

mbbenvenutiClermont-Ferrand (Francia) – All’ultima tappa del HSBC Sevens World Series 2017 in programma in questo fine settimana, sabato 24 e domenica 25 giugno, quella nella quale verrà consegnata la coppa che incoronerà la vincitrice di questo torneo, con molta probabilità la nazionale Seven Femminile della Nuova Zelanda, che si trova a gestire un vantaggio di ben 14 punti sulla seconda in classifica, attualmente al posto d’onore si trovano appaiate, ad 82 punti, le nazionali dell’Australia e del Canada, prenderà parte anche Maria Beatrice Benvenuti del Gruppo Arbitri di Roma.

Maria Beatrice che ha preso parte anche alla tappa di Kitakyushu in Giappone, il 22 e 23 aprile scorso, si è guadagnata con delle positive prestazioni la designazione per questa ultima fase della manifestazione 2016-2017, unica tappa nel vecchio continente, che si svolgerà con inizio alle ore 12 di domani, con i gironi di qualificazione ai quali parteciperanno 12 squadre suddivise in tre pool,  per terminare alle 19.00 di domenica 25 giugno, nelle quali le migliori otto squadre, sulla base dei risultati dei gironi di qualificazione, si giocheranno l’accesso alla finalissima allo stadio Montpied di Clermont-Ferrand.

Appuntamento importante per il quale la direttrice di gara romana, che ha diretto con personalità e attenzione la finalissima del Sevens Femminile della 16° edizione del Roma Sevens disputata sabato scorso, meritandosi le congratulazioni di tutte le partecipanti alla finale, si presenta carica e ben determinata a dare il massimo per cercare di ben figurare in questo ultimo appuntamento delle Sevens World Series Femminili 2016-2017.

Questi i gironi:
Gruppo A: Irlanda, Giappone, Nuova Zelanda e Stati Uniti
Gruppo B: Brasile, Canada, Inghilterra e Russia
Gruppo C: Australia, Fiji, Francia e Spagna

 

 
ANDREA PIARDI ASSISTENTE ARBITRALE NELLA FINALISSIMA DELLA WORLD RUGBY U20 CHAMPIONSHIP PDF Stampa E-mail
Venerdì 16 Giugno 2017 13:35

IMG-20170612-WA0000Tbilisi (Georgia) – Sarà Andrea Piardi a rappresentare l’Italia domenica 18 giugno al Mikheil Meskhi Stadium di Tbilisi nella finale della  World Rugby U20 Championship 2017: l’arbitro italiano è stato infatti designato dal responsabile arbitrale di World Rugby, l’irlandese Alain Rolland, come assistente arbitrale del match che assegnerà il titolo della Junior Rugby World Cup e che vedrà la Nuova Zelanda sfidare l’Inghilterra nella riproposizione della sfida del 2015, mondiali disputati in Italia, allo stadio Giovanni Zini di Cremona e che vide i Baby Blacks imporsi per 21 a 16 sugli inglesi.

Manifestazione che ha visto il fischietto azzurro del gruppo arbitri di Brescia impegnato in ben 7 incontri in questa JWRC, con prestazione sempre in crescita e che hanno convinto Rolland, selezionatore arbitrale di World Rugby, ad impiegare Andrea per la semifinale Inghilterra v Sud Africa come primo assistente arbitrale. Semifinale che è stata una bellissima e avvincente partita, dove lo scontro fisico è stato l’elemento caratterizzante del match, che ha visto la squadra inglese prevalere sugli avversari solo negli ultimi cinque minuti con il punteggio di 24 a 22, con una prestazione eccellente da parte di Andrea, appena diplomato, lo scorso 19 maggio, nell’Accademia Arbitrale dopo un percorso di sviluppo di tre anni, con una interpretazione corretta delle nuove regole sulla rimessa laterale – touch, che entreranno in vigore in Italia dal 1 luglio, che gli hanno aperto le porte della partecipazione alla finalissima. Finale che, fino ad ora, non aveva mai visto impiegato un rappresentante italiano e che Andrea con determinazione, impegno e umiltà ha raggiunto ben integrandosi con la squadra degli arbitri impegnati in questa manifestazione.

Comprensibile la soddisfazione di Andrea che ha detto: ”Ho cercato per tutto il torneo di fare sempre bene le cose facili, fornendo il giusto supporto all’arbitro, nell’ambito di una positiva collaborazione e senza mai ricercare esasperatamente la segnalazione”. “Mi sono riproposto di restare il più possibile tranquillo, senza farmi condizionare da eventuali episodi dubbi. Ho cambiato la zona nella quale opero di solito, da qui c’è un angolo di visione e una prospettiva ben diversa, ed ho cercato di adattarmi al metro di giudizio del direttore di gara, mandando messaggi chiari e fondamentali” ha aggiunto l’arbitro bresciano.

“In questo momento – ha concluso Andrea – il mio primo pensiero è rivolto a mio papà, il mio primo tifoso, che mi ha sempre supportato in questa scelta di lasciare il rugby giocato per intraprendere questa avventura, al mio gruppo arbitri di Brescia e a tutti gli istruttori e i ragazzi dell’accademia arbitrale”.

Questi gli ufficiali di gara impegnati nella finalissima della World Rugby U20 Championship in programma al Mikheil Meskhi Stadium di Tbilisi:

Inghilterra v Nuova Zelanda – 18.06.2017 – ore 18:00 locali (16:00 italiane)
La partita sarà trasmessa in diretta streaming sul sito World Rugby - worldrugby.org

Arbitro: Nic Berry (ARU)
Assistenti Arbitrali: Frank Murphy (IRFU), Andrea Piardi (FIR)
Television Match Official: Johan Greeff (SARU)

Ad Andrea Piardi vanno le felicitazioni della Commissione Nazionale Arbitri, del Gruppo Tecnico Arbitrale e dell’intero movimento arbitrale italiano per il prestigioso traguardo raggiunto.

 

 


Pagina 4 di 136

facebook bar2 Facebook Twitter Google plus YouTube Sound Cloud Rss Feed Dailymotion

kennet-street-logo-def

banner-ticketing

300x250

Banner Sito Federugby

HOF 2017

Commissione Nazionale Arbitri

cnar@federugby.it
Federazione Italiana Rugby
Stadio Olimpico - Foro Italico - 00135 - Roma
Tel. +39.06452131.38
Fax +39.06.452131.85

irb_law

 

Regolamento di Gioco 2017

Immagine-Copertina-Regolamento-2017


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito