ITALRUGBY, DE CARLI: "CREDIAMO NEL NOSTRO PERCORSO: LA STRADA INTRAPRESA E' QUELLA GIUSTA" PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Lunedì 04 Marzo 2019 14:35

 

de carli mischia chicagoRoma – Primo giorno di lavoro sul campo per la Nazionale Italiana Rugby che al Centro di Preparazione Olimpica Giulio Onesti ha iniziato la marcia di avvicinamento verso il quarto match al Guinness Sei Nazioni 2019 in calendario contro l’Inghilterra a Twickenham sabato 9 marzo alle 16.45 locali (17.45 ITA), partita che sarà trasmessa in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre.

Nel consueto incontro stampa con i giornalisti il team manager dell’Italrugby, Luigi Troiani, ha fatto il punto sulla situazione infortunati in casa Azzurra: “Quaglio ha riportato una distorsione al ginocchio sinistro, resterà a Treviso per questa settimana e valuteremo se sarà convocabile per la prossima settimana. Sergio Parisse è in arrivo da Parigi, così come Leonardo Ghiraldini che raggiungerà il raduno in serata. Mbandà, Tuivaiti e Fabiani hanno svolto nuovi accertamenti medici e nelle prossime ore potremo avere maggiori informazioni sulle loro condizioni fisiche”.

 

Analisi dal punto di vista tecnico per Giampiero “Ciccio” De Carli: “Noi abbiamo la nostra strategia di gioco ben precisa. Chiaramente ci sono degli episodi in cui dobbiamo essere più pronti e sfruttare i momenti a nostro favore”.

“Quando hai un bacino da cui attingere molto ampio come l’Inghilterra, è chiaro che hai una varietà di scelte enorme. Noi non possiamo conoscere a monte la strategia di gioco dei nostri avversari, ma credo che cercheranno il possesso palla in modo da avere tante azioni da giocare. Dal canto nostro posso dire che daremo il massimo fino all’ottantesimo. Sarà importante cercare di non fare errori: a questi livelli basta poco per far cambiare l’andamento di una partita”.

“Il rugby è sicuramente cambiato nel tempo. Noi crediamo fermamente nel nostro percorso. Non è mai facile dopo tre sconfitte consecutive nel torneo in corso, ma le prestazioni offerte fanno intendere che la strada intrapresa è quella giusta” ha concluso l’allenatore degli Avanti dell’Italia.

 

 
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito