Italia


O'SHEA "LA PRECISIONE IN ATTACCO HA FATTO LA DIFFERENZA" PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 16 Marzo 2019 16:49

ITALIAPARISSEIl CT dell’Italrugby Conor O’Shea insieme al capitano azzurro Sergio Parisse si sono ritrovati nella sala stampa dello Stadio Olimpico per rispondere alle domande dei giornalisti nella conferenza stampa post -partita.

“E’ davvero incredibile pensare che abbiamo perso la partita” ha dichiarato Conor O’Shea “Normalmente è facile ricordare quelle che sono state le cose che sono andate meno bene in un match, ma questa volta ricordo più le volte in cui abbiamo avute tante occasioni per andare a segnare. E’ molto duro adesso analizzare quelle che sono stati gli episodi che hanno segnato negativamente questa partita. Crediamo fortemente in quello che facciamo, questo gruppo ha dimostrato di avere una mentalità diversa dimostrando di essere vicini alle altre squadre a questo livello. Sono molto deluso per il risultato per i ragazzi e per i nostri tifosi, ma devo guardare avanti verso le prossime sfide che ci attendono. Con tutto il cuore volevamo vincere questa partita, i ragazzi sono stati davvero incredibili e quello che danno ogni volta per l’Italia è incredibile. In questa partita la nostra precisione ha fatto la differenza”.

“Prima dell’inizio del Torneo avevamo detto che questo sarebbe stato il 6 Nazioni più difficile da affrontare per il grande livello delle altre squadre che andavamo ad affrontare” parole del capitano azzurro Sergio Parisse  “Ci eravamo promessi di allenarci ogni settimana ad altissima intensità, il nostro lavoro è stato molto duro nella preparazione del 6 Nazioni e questo ci ha permesso di crescere tanto nella nostra intensità facendo crescere il nostro livello. Non trovo davvero le parole per analizzare la partita di oggi, usciamo con la sensazione che abbiamo dominato e che abbiamo avuto forse anche un po’ di sfortuna. Abbiamo perso tante occasioni, ma abbiamo dimostrato di essere fisicamente superiori a loro, questo vuol dire che la cultura del lavoro che abbiamo portato avanti è quello giusta ed è quella che dobbiamo portare verso la Coppa del mondo. A questo livello essere fisicamente pronti e lavorare con intensità è importante e lo abbiamo dimostrato. Nello sport bisogna però fare i complimenti anche a chi vince , quindi complimenti alla Francia per aver portato a casa questa partita”.

Il pensiero è poi rivolto al tallonatore azzurro Leonardo Ghiraldini e al cammino degli Azzurri verso la Coppa del mondo “Vedere Leonardo uscire dal campo e in stampelle a fine partita è stata dura, ma sono convinto che farà di tutto per essere con noi insieme a questo gruppo in Giappone per aiutarci a dare il massimo. Vi assicuro che io e tutto il gruppo siamo pronti ad affrontare questa prossima sfida e non vediamo l’ora di affrontarla”.

 

 
LA FRANCIA VINCE A ROMA CONTRO L’ITALIA 25-14 NEL QUINTO TURNO DEL GUINNESS 6 NAZIONI 2019 PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 16 Marzo 2019 15:31

 

italiafranciaguinness1Roma- Nel quinto turno del Guinness 6 Nazioni 2019 la Francia batte l’Italia 25-14 allo stadio Olimpico di Roma.

Parte subito bene l’Italrugby nella prima frazione, andando in vantaggio con due calci piazzati realizzati da Tommaso Allan al 6’ e all’11. Cinque minuti più tardi la Francia risponde con una meta al largo di Antoine Dupont e successivamente con un calcio piazzato trasformato da Romain Ntamack. Nonostante numerosi attacchi degli Azzurri a ridosso della linea di meta ospite il primo tempo si chiude con il punteggio di 10-6 in favore della Francia. Nella seconda frazione l’Italia accorcia subito le distanze al 43’ nuovamente con il piede di Tommaso Allan dalla piazzola, ma al 47’ la meta francese dell’ala Yoann Huget riporta gli ospiti sopra break. La reazione dell’Italrugby arriva prontamente al 54’, con la prima meta  dell’incontro azzurra realizzata dal mediano di mischia Tito Tebaldi su una ripartenza vicino ad una ruck, non trasformata però questa volta da Tommaso Allan. Dieci minuti dopo la Francia muove ancora il punteggio con il drop di Romain Ntamack che porta la Francia sul 14-20. Italrugby che anche nel secondo tempo attacca ripetutamente nei 22 francesi andando più volte vicina alla marcatura che avrebbe consentito il sorpasso, senza riuscire però a segnare. La meta finale in contrattacco dell’ala francese Damian Penaud consegna definitivamente la partita in mano dei francesi sul 25-14 conclusivo.

 

 

Roma, Stadio Olimpico – sabato 16 marzo, ore 13.30

Guinness 6 Nazioni, V giornata 

Italia v Francia 14-25 (6-10)

Marcatori: p.t. 6’ cp Allan (3-0), 11’ cp Allan (6-0), 16’ m. Dupont tr Ntamack (6-7), 20’ cp Ntamack (6-10); s.t. 43’cp Allan (9-10), 46 m. Huget tr Ntamack (9-17), 54’ m. Tebaldi (14-17), 63’ drop Ntamack (14-20), 78’ m. Penaud (14-25)

Italia: Hayward; Padovani, Zanon, Morisi, Esposito (68’ Sperandio); Allan, Tebaldi; Parisse (c), Polledri, Steyn (63’ Negri); Ruzza, Sisi (59’ Zanni); Pasquali (45’ Ferrari), Ghiraldini (57’ Bigi), Lovotti (68’ Traore’)

All. O’Shea

Francia: Medard; Penaud, Bastareaud, Doumayrou, Huget (69’ Ramos); Ntamack, Dupont (56’ Serin); Picamoles, Camara (75’ Aldegheri), Alldritt (57’ Iturria); Willemse (60’ Gabrillagues), Lambey; Bamba, Guirado (cap) (18’ Chat), Falgoux (65’ Priso)

All. Brunel

Arb. Carley (Inghilterra)

Assistenti: Owens (Galles), Brace (Irlanda)

TMO: Hughes (Inghilterra)

Calciatori: Tommaso Allan (Italia) 3/5, Romain Ntamack (Francia) 3/4

Cartellini: al 72’ cartellino giallo a Camille Chat (Francia)

Note: Spettatori presenti 48820.

Punti conquistati in classifica: Italia 0 – Francia 4

Man of The Match: Sergio Parisse (Italia)

 

 

LA CRONACA DEL MATCH

Il calcio d’inizio del mediano d’apertura francese Romain Ntamack apre il match tra Italia e Francia valido per il quinto ed ultimo turno del Guinness 6 Nazioni 2019.

Dopo 6 minuti di gioco sono gli Azzurri a muovere per primi il punteggio centrando i pali da calcio piazzato con Tommaso Allan dal centro dei 22.

All’11 è ancora Tommaso Allan a portare avanti l’Italrugby dalla piazzola, trasformando in punti un calcio di punizione concesso dal direttore di gara Matthew Carley a favore degli Azzurri.

Al 16’ la Francia marca la prima meta dell’incontro con il mediano di mischia Antoine Dupont servito all’interno dall’ala Yoann Huget. Il mediano d’apertura ospite Romain Ntamack non sbaglia nella trasformazione centrale, portando la Francia sul 7-6.

Tre minuti più tardi la Francia muove ancora il punteggio, questa volta trasformando un calcio piazzato di 30 metri con Romain Ntamack. Alla fine del primo quarto i francesi conducono a Roma per 10-6 contro gli Azzurri.

L’Italrugby si ripropone nella metà campo ospite e va vicinissima alla meta al 24’: su un assist kick di Tommaso Allan l’ovale si ferma però sulla base del palo, con l’arbitro che torna sul vantaggio precedente per gli Azzurri.

Dopo ripetuti attacchi a ridosso della linea di meta della Francia l’Italia non riesce a concretizzare. Mischia sui 5 metri a favore della squadra guidata da Jacques Brunel.

Nonostante numerosi attacchi degli Azzurri a ridosso della linea di meta ospite il primo tempo si chiude con il punteggio di 10-6 in favore della Francia.

La seconda frazione si apre con il piede di Tommaso Allan che porta ancora avanti gli Azzurri dopo 3’ di gioco dalla piazzola. Gli Azzurri accorciano così le distanze sul 9-10.

La Francia si riporta avanti andando sopra break al 47’ con l’ala Yoann Huget che schiaccia l’ovale in meta concretizzando un’apertura al largo su superiorità dei trequarti francesi. Romain Ntamack non sbaglia nella trasformazione, portando la Francia sul 17-9.

L’Italia non riesce ad accorciare le distanze al 50’ con Tommaso Allan, che non riesce nella trasformazione di un calcio piazzato concesso dal direttore di gara Matthew Carley.

La reazione dell’Italrugby arriva prontamente al 54’ con la marcatura pesante realizzata da Tito Tebaldi su una ripartenza vicino ad una ruck a ridosso della linea di meta. A Tommaso Allan non riesce la trasformazione della segnatura dalla piazzola: al 55’ gli Azzurri si riportano a meno tre lunghezze nel punteggio dai francesi.

Al 63’ gli ospiti allungano nello score concretizzando un’offensiva nei 22 italiani con il drop del mediano d’apertura Romain Ntamack.

Italia ancora vicina alla marcatura al 66’ con Tito Tebaldi, ma sulla chiamata del TMO la meta non viene assegnata per l’ovale perso in avanti dal mediano di mischia azzurro.

Al 72’ il direttore di gara punisce il pilone Camille Chat con un cartellino giallo per ripetuti falli francesi, consentendo così agli Azzurri di chiudere la gara in superiorità numerica.

Italia ripetutamente in attacco e vicina più volte alla meta nei 22 francesi, ma ancora una volta la chiamata del TMO annulla una meta azzurra per un pallone perso in avanti.

La meta finale in contrattacco dell’ala francese Damian Penaud consegna definitivamente la partita in mano dei francesi sul 25-14 conclusivo.

Eletto Guinness Man of the match il numero 8 e capitano degli Azzurri Sergio Parisse.

 

 

 

 
ITALRUGBY, PARISSE: "MIA ULTIMA PARTITA ALL'OLIMPICO? L'IMPORTANTE E' IL RISULTATO DELLA SQUADRA" PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Venerdì 15 Marzo 2019 14:11

 

parisse inno ghiraldini 2019Roma – Una giornata primaverile e un sole caldo hanno accompagnato la Nazionale Italiana Rugby durante il Captain’s Run di questa mattina allo Stadio Olimpico che nella giornata di domani alle 13.30 ospiterà il quinto ed ultimo match dell’Italrugby al Guinness Sei Nazioni 2019 contro la Francia, partita che sarà trasmessa in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre, a partire dalle 12.50.

“La Francia ha un settore giovanile importante – ha esordito Sergio Parisse durante la conferenza stampa a chiusura dell’allenamento di rifinitura – e il campionato domestico transalpino, che conosco molto bene, è uno dei migliori al mondo. Da parte della loro federazione c’è una volontà di premiare chi da spazio a giocatori francesi e, questi ultimi, giocando con atleti di livello internazionale sin da subito possono migliorare nel tempo”.

“Ci sono grandi chances che domani possa essere la mia ultima partita in Nazionale, ma del mio futuro in linea generale non adoro parlare. L’aspetto importante è la squadra e che domani magari vinca l’Italia. Sono fiero ed orgoglioso di essere qui a 35 anni e sono soprattutto molto motivato per la competizione che c’è nel mio ruolo ed essere sempre al meglio per questa squadra. Domani per me sarà emozionante per vari motivi. Il mio focus è incentrato sul fare una bella prestazione andando a caccia di una vittoria che vogliamo fortemente”.

Leggi tutto...
 
ITALRUGBY, O'SHEA: "FRANCIA SQUADRA FORTE. FOCUS SU NOI STESSI" PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Giovedì 14 Marzo 2019 16:49

oshea campo 2019Roma – Mancano poco meno di quarantotto ore all’ultimo match della Nazionale Italiana Rugby al Guinness Sei Nazioni 2019 contro la Francia, partita in calendario sabato 16 marzo alle 13.30 allo Stadio Olimpico di Roma che sarà trasmessa in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre a partire dalle 12.50.

“La Francia è una squadra molto forte – ha commentato Conor O’Shea durante la conferenza stampa di annuncio della formazione dell’Italia – come tutte le squadre che affrontiamo al Sei Nazioni ogni anno. Il nostro “viaggio” verso l’alto livello sta proseguendo sono sicuro che la strada è quella giusta. Sicuramente in Francia la pressione è diversa, ma noi abbiamo la stessa voglia di vincere e vogliamo chiudere il torneo nel migliore dei modi. Il focus sarà incentrato su noi stessi”.

Leggi tutto...
 
GUINNESS SEI NAZIONI, IL XV DELLA FRANCIA PER IL MATCH CONTRO L'ITALIA PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Giovedì 14 Marzo 2019 10:07

 

brunel jacques franciaParigi – Jacques Brunel, Commissario tecnico della Francia, ha ufficializzato la formazione che sabato affronterà l’Italia nell’ultimo turno del Guinness Sei Nazioni 2019 in calendario alle 13.30 allo Stadio Olimpico di Roma, match che sarà trasmesso in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre.

Questo il XV che scenderà in campo:

15 Maxime Medard (Stade Toulousain)
14 Damian Penaud (Clermont)
13 Mathieu Bastareaud (Toulon)
12 Wesley Fofana (Clermont)
11 Yoann Huget (Stade Toulousain)
10 Romain Ntamack (Stade Touloisain)
9 Antoine Dupont (Stade Toulosain)
8 Louis Picamoles (Montpellier)
7 Yacouba Camara (Montpellier)
6 Gregory Alldritt (Stade Rochelais)
5 Paul Willemse (Montpellier)
4 Felix Lambey (Lione)
3 Demba Bamba (Brive)
2 Guilhem Guirado (Toulon) (cap)
1 Etienne Falgoux (Clermont)

A disposizione:
16 Camille Chat (Racing 92)
17 Dany Priso (Stade Rochelais)
18 Dorian Aldegheri (Stade Toulousain)
19 Paul Gabrillagues (Stade Francais Paris)
20 Arthur Iturria (Clermont Auvergne)
21 Baptiste Serin (Bordeaux)
22 Camille Lopez (Clermont Auvergne)
23 Thomas Ramos (Stade Toulousain)

 

 


Pagina 5 di 409
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito