Guinness PRO14


PRIMA SCONFITTA INTERNA PER LE ZEBRE IN EUROPA: LO STADE ROCHELAIS PASSA 22-10 PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 19 Gennaio 2019 19:09

Meyer Zebre La Rochelle 1819

Parma (Italia) – 19 Gennaio 2019

EPCR Challenge Cup 2018/19 – Pool 4, Round 6

Zebre Rugby Club vs Stade Rochelais 10 - 22 (p.t. 10-10)

Marcatori: 3’ cp Canna(3-0); 10’ m Biagi tr Canna (10-0); 29’ m Retiere tr West (10-7); 40’ cp West (10-10); 42’ cp West (10-13); 51’ cp West (10-16); 55’ cp West (10-19); 73’ cp West (10-22);

Zebre Rugby Club: Padovani, Balekana, Elliott, Castello (cap) (60’ Boni), Di Giulio, Canna, Renton (65’ Palazzani), Tuivaiti (60’ Licata), Meyer, Mbandà, Biagi (59’ Tauyavuca), Sisi, Chistolini (47’ Bello), Luus (59’ Ceciliani), Lovotti (59’ Rimpelli)  All.Bradley

Stade Rochelais:Rattez, Retiere , Doumayrou (70’ Plessis), Sinzelle (67’ Favre), Roudil, West, Kerr-Barlow (75’ Goillot), Alldritt (70’ Kieft), Gourdon, Liebenberg, Tanguy (56’ Qovu), Sazy (cap), Joly (60’ Puafisi), Bourgarit (60’ Forbes), Corbel (64’ Pelo)  All. Gibbes

Arbitro: Tom Foley (Rugby Football Union)

Assistenti: Dean Richards e Steve Lee (Rugby Football Union)

TMO: Stuart Terhegge (Rugby Football Union)

Calciatori: Iahia West (Stade Rochelais) 6/8, Canna (Zebre Rugby Club) 2/3,

Cartellini: 

Man of the match: Arthur Retiere (Stade Rochelais)

Punti in classifica:Zebre Rugby Club 0Stade Rochelais 4

Note:Cielo coperto. Temperatura  4°. Terreno in buone condizioni. Spettatori 1800.

Commento: Otto giorni dopo la gara di andata in terra francese, le Zebre ospitano al Lanfranchi lo Stade Rochelais, nel sesto e ultimo turno del girone 4 della coppa europea Challenge Cup. Castello e compagni cercheranno di superare i gialloneri, ottenendo la quarta vittoria in sei giornate e mantenendo inviolato lo stadio di Parma in questa stagione europea. Per tenere aperte le speranze di passaggio del turno i bianconeri devono vincere con bonus con i francesi e sperare in un passo falso del Bristol Bears contro i russi dell’ Enisei-STM. Partono forte le zebre che si portano i un vantaggio con il piazzato di Canna e allungano poco dopo con la meta di Biagi trasformata dallo stesso Canna. I francesi cercano di rientrare subito in partita e trovano la meta con l’ala Retiere, pareggiando allo scadere di tempo con il piazzato di West. Finisce 10-10 il primo tempo. Il secondo tempo è un monologo francese: le Zebre non riescono a colpire e pagano a caro prezzo i troppi falli in fase difensiva e le touche perse. Quattro piazzati di West regalano la vittoria agli ospiti, con i bianconeri che non riescono a fare punti nella ripresa, nonostante un buon primo tempo.

Cronaca: Calcio d'inizio al Lanfranchi di Parma con le Zebre subito nei ventidue francesi. Al 2' primo tentativo fallito di andare ai pali per i padroni di casa, ma dopo due minuti Canna si fa perdonare e porta in vantaggio i bianconeri sul 3 a 0. Dopo 8' prima possibilità di calciare per i francesi, ma West manca il bersaglio. 11’ meta delle zebre con Biagi, bravo a sfruttare un’azione multifase dei bianconeri in fase offensiva. Canna trasforma per il momentaneo 10-0. Le Zebre sembrano riuscire a contenere l’attacco degli ospiti, ma al 30’ una controffensiva rapida e precisa porta in meta l’ala francese Retiere. Trasforma West e si va sul 10-7. Allo scadere di tempo le Zebre trovano la touche vicina ai cinque metri, ma sbagliano il lancio. Sazy ruba e riporta il gioco oltre la metà campo. Un fallo in ruck di Castello concede ai francesi di andare ai pali e dalla lunghissima distanza West realizza i tre punti (40') che concedono allo Stade Rochelais di chiudere in parità i primi quaranta minuti. 10-10. Nella ripresa francesi subito avanti, subiscono un fallo al limite dei ventidue e scelgono di andare ai pali: West trasforma per il primo vantaggio francese. Al 51’ secondo fallo in mischia delle Zebre, che concedono agli avversari di andare ai pali da posizione quasi centrale. Impossibile sbagliare per West che fa salire lo score a 10-16 e si ripete 5 minuti più tardi trovando nuovamente i pali. Segue una fase di partita spezzettata dai falli e dalla girandola di cambi da ambedue le parti. Al 75’ ancora West mette a segno l’ennesimo calcio di punizione che fissa il punteggio sul 10-22.  I francesi vincono il girone e affronteranno nei quarti di finale gli inglesi Bristol Bears allo Stade Deflandre.

Le Zebre si ritroveranno lunedì 21 Gennaio 2019 alla Cittadella del Rugby di Parma per preparare la prossima gara ufficiale. Sabato 26 Gennaio alle 16 i bianconeri giocheranno a Bloemfontain, in Sudafrica, contro i Cheetas, nel quattordicesimo turno del Guinness PRO14


EPCR Challenge Cup 2018/19 Pool 4, il calendario:

Round 1

Sabato 13 Ottobre 2018 – Bristol Bears vs Zebre Rugby Club 43-22 (5-0)

Sabato 13 Ottobre 2018 – Enisei-STM vs Stade Rochelais 21-82 (0-5)

Round 2:

Venerdì 19 Ottobre 2019 – Stade Rochelais vs Enisei-STM 64-26 (5-1)

Sabato 20 Ottobre 2018 – Zebre Rugby Club vs Bristol Bears 20-17 (4-1)

Round 3:

Sabato 8 Dicembre 2018, ore 15.00 – Enisei-STM vs Zebre Rugby Club14-31 (0-5)

Sabato 8 Dicembre 2018, ore 15.00 – Bristol Bears vs Stade Rochelais 22-35 (1-5)

Round 4:

Sabato 15 Dicembre 2018, ore 16.00 – Zebre Rugby Club vs Enisei-STM 58-14 (5-0)

Sabato 15 Dicembre 2018, ore 21.00 – Stade Rochelais vs Bristol Bears 3-13 (0-4)

Round 5:

Venerdì 11 Gennaio 2019, ore 20.00 – Stade Rochelais vs Zebre Rugby Club32-12 (5-0)

Sabato 12 Gennaio 2019, ore 15.00 – Enisei-STM vs Bristol Bears 9-65 (0-5)

Round 6:

Sabato 19 Gennaio 2019, ore 16.00 – Zebre Rugby Club vs Stade Rochelais 10-22 (0-4)

Sabato 19 Gennaio 2019, ore 15.00 – Bristol Bears vs Enisei-STM 107-19 (5-0)

La classifica finale del girone 4 della Challenge Cup: Stade Rochelais 24, Bristol Bears 21, Zebre Rugby Club 14, Enisei-STM 1

 
I LEONI RIFILANO UN SECCO 39 A 7 AI FRANCESI DEL GRENOBLE PDF Stampa E-mail
Campionati
Venerdì 18 Gennaio 2019 22:59

CM3 5124

 

 

Marcatori: 8’ meta Baravalle tr. Allan, 13’ p. Allan, 18’ meta Tavuyara tr. Allan, 25’ meta Ioane tr. Allan, 31’ meta Dussartre tr.  Glenat 40’ p. Allan, 52’ meta Negri tr. Allan, 69’ meta Tavuyara

Note: 58’ giallo a Zanon

Benetton Rugby:
15 Jayden Hayward, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Marco Zanon, 12 Luca Morisi (68’ Tommaso Iannone), 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan (C) (70’ Ian McKinley), 9 Dewaldt Duvenage (54’ Edoardo Gori), 8 Toa Halafihi (55’ Marco Lazzaroni), 7 Abraham Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Federico Ruzza, 4 Alessandro Zanni (47’ Marco Fuser), 3 Simone Ferrari (49’ Tiziano Pasquali), 2 Tomas Baravalle (47’ Hame Faiva), 1 Nicola Quaglio (48’ Alberto De Marchi)

Head Coach: Kieran Crowley

Grenoble:

15 Bastien Guillemin (46’ Gervais Cordin), 14 Lucas Dupont, 13 Pablo Uberti (56’ Junior Rasolea), 12 Etienne Dussartre, 11 Teiva Jacquelain, 10 Corentin Glénat, 9 Lilian Saseras (50’ Theo Nanette), 8 Clément Ancely, 7 Steeve Blanc-Mappaz (70’ Thibaut Martel), 6 Antonin Berruyer, 5 Hans Nkinsi (56’ Mickaël Capelli), 4 Francois Uys, 3 Ali Oz (34’ Davit Kubriashvili), 2 Mike Tadjer (70’ Alexandre Savonnet), 1 Mihaïta Lazar (54’ JC Janse Van Rensburg)

Head Coach: Stephen Glas

La gara inizia con i francesi che provano ad entrare dentro i 22 biancoverdi ma una buona difesa da parte di Ioane permette ai Leoni di recuperare il possesso. Nei minuti successivi, con entrambe le squadre che non vogliono rischiare, il gioco rimane sulla linea di metà campo.

All’8’ ottimo lavoro di Halafihi che costringe Grenoble al tenuto e si va in touche dentro i 22 m avversari. Dalla rimessa laterale, viene impostata una consistente maul che va dritta in meta con Baravalle. Allan dalla piazzola trasforma.

Un secondo tenuto a terra questa volta provocato da Ruzza conduce i Leoni in zona rossa dei francesi, il direttore di gara concede una punizione ai Leoni e Allan aggiunge tre punti con un piazzato. Poco dopo Grenoble prova ad accorciare le distanze dalla piazzola con l’apertura Glenat che calcia fuori.

Al 18’ Uberti, a ridosso della metà campo, prova ad allargare il gioco ma Tavuyara capisce tutto e con un ottimo intercetto si impossessa della palla e corre andando a siglare la seconda meta degli uomini di coach Crowley; Allan trasforma. I Leoni insistono e così dopo essere entrati ancora una volta dentro i 22 francesi, Steyn e Morisi provano con una doppia carica prima di spostare l’ovale sull’out di sinistra dove Ioane si fa trovare pronto per marcare la terza meta biancoverde. Allan è preciso dalla piazzola.

Grenoble prova a reagire portandosi sui 5 biancoverdi. Al 31’ i Leoni fermano con un fallo la maul francese e si porta in touche; al secondo tentativo i padroni di casa vanno in meta con Dussartre, Glenat trasforma.

Al 35’ i Leoni vanno in meta con Duvenage ma il direttore di gara annulla tutto per un in avanti commesso nella parte iniziale dell’azione. Allo scadere di primo tempo i biancoverdi aggiungono tre punti con il piazzato di Allan.

Il primo tempo si chiude con i Leoni in vantaggio 27 a 7.

Nella ripresa i biancoverdi si rendono subito pericolosi nel tentativo di andare in meta, è Negri il più attivo dei suoi che ci prova prima al 47’ senza successo e poi al 52’ andando oltre la linea, siglando quindi la marcatura che vale il punto di bonus offensivo; Allan dalla piazzola aggiunge i due punti.

Al 58’ i Leoni rimangono in 14 per giallo a Zanon, ammonito per in avanti volontario. Nonostante l’inferiorità, i biancoverdi non sembrano risentirne e dilagano con Tavuyara che realizza così la doppietta personale.

Nel finale ancora gli uomini di Crowley tentano di marcare la sesta meta ma Negri perde il controllo dell’ovale prima di schiacciarlo oltre la linea.

Allo Stade des Alpes la gara termina quindi 39 a 7 in favore dei Leoni.

 

 
SCELTI I LEONI CHE DOMANI AFFRONTERANNO FC GRENOBLE RUGBY PDF Stampa E-mail
Campionati
Giovedì 17 Gennaio 2019 12:46

grevbens

Dopo la convincente vittoria dello scorso weekend ottenuta in casa contro Agen, domani sera allo Stade des Alpes i Leoni affronteranno Grenoble nell’ultima gara della fase a gironi.

Il match che andrà in scena alle 19:45, verrà diretto dall’arbitro inglese Christophe Ridley, dagli assistenti Luke Pearce e Wayne Falla e trasmesso in diretta su DAZN.

Lo staff tecnico biancoverde cambia otto pedine rispetto al XV sceso in campo sabato a Monigo.

La formazione dei Leoni vedrà quindi un triangolo allargato formato da Jayden Hayward ad estremo mentre sulle ali agiranno Ratuva Tavuyara e Monty Ioane. La coppia dei centri sarà composta da Marco Zanon e Luca Morisi.

Mediana occupata da capitan Tommaso Allan e da Dewaldt Duvenage.

Il pacchetto di mischia vedrà una prima linea formata dai piloni Nicola Quaglio e Simone Ferrari con Tomas Baravalle a tallonare. In seconda linea ci saranno Alessandro Zanni e Federico Ruzza. Chiuderanno il pack i flanker Sebastian Negri, Abraham Steyn insieme al numero 8 Toa Halafihi.

 

Benetton Rugby:
15 Jayden Hayward, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Marco Zanon, 12 Luca Morisi, 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan (C), 9 Dewaldt Duvenage, 8 Toa Halafihi, 7 Abraham Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Federico Ruzza, 4 Alessandro Zanni, 3 Simone Ferrari, 2 Tomas Baravalle, 1 Nicola Quaglio.

 

A disposizione: 16 Hame Faiva, 17 Alberto De Marchi, 18 Tiziano Pasquali, 19 Marco Fuser, 20 Marco Lazzaroni, 21 Edoardo Gori, 22 Ian McKinley, 23 Tommaso Iannone

 

Head Coach: Kieran Crowley

 

Indisponibili: Derrick Appiah, Robert Barbieri, Marco Barbini, Dean Budd, Ornel Gega, Irné Herbst, Nasi Manu, Giovanni Pettinelli, Marco Riccioni, Federico Zani.

 

Arbitro: Christophe Ridley (ENG)
Assistenti: Luke Pearce (ENG), Wayne Falla (ENG)
TMO: David Grashoff (ENG)

 

LIVE – La partita potrà essere seguita in diretta su DAZN su www.dazn.com.

Diretta testuale del match su www.benettonrugby.it, App Benetton Rugby e account twitter ufficiale Benetton Rugby all’hashtag #GREvBEN

 

Clicca qui per scaricare dall’App Store l’app ufficiale del Benetton Rugby per iOS

Clicca qui per scaricare da Google Play l’app ufficiale del Benetton Rugby per Android

 
I LEONI DANNO SPETTACOLO BATTENDO L’AGEN 38 A 24 PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 12 Gennaio 2019 18:47

021-7D2 6296

Marcatori: 4’ meta Tebaldi, 14’ meta Tebaldi tr. McKinley, 31’ p. Verdu, 38’ meta Hocquet tr. Verdu, 43’ meta Ioane tr. McKinley, 48’ meta Tavuyara, 59’ meta Tavuyara tr. McKinley, 65’ meta Tebaldi tr. McKinley, 70’ meta Vaka tr. Vincent, 74’ meta Tetrashvli tr. Vincent

Note: 22’ giallo a Vaka, 68’ giallo a Fuser

Benetton Rugby:
15 Luca Sperandio, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Marco Zanon, 12 Luca Morisi (60’ Tommaso Iannone), 11 Monty Ioane, 10 Ian McKinley (66’ Antonio Rizzi), 9 Tito Tebaldi (66’ Giorgio Bronzini,), 8 Toa Halafihi (60’ Marco Fuser), 7 Marco Lazzaroni, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd (C) (52’ Federico Ruzza), 4 Irné Herbst, 3 Tiziano Pasquali (46’ Simone Ferrari), 2 Luca Bigi (40’ Tomas Baravalle), 1 Nicola Quaglio (60’ Alberto De Marchi)

Head Coach: Kieran Crowley

Agen:

15 Loris Tolot, 14 Benito Masilevu (67’ Nicolas Metge), 13 Johann Sadie (60’ Thomas Vincent), 12 Sam Vaka, 11 Fouad Yaha, 10 Léo Berdeu, 9 Hugo Verdu (46’ Lucas Rubio), 8 Loic Hocquet, 7 Yoan Tanga (50’ Romain Briatte), 6 Facundo Bosch, 5 Tom Murday (C), 4 Andrès Zafra (50’ Mickael De Marco), 3 Alex Burin (34’ Xérom Civil) (75’ Maxime Radaeli), 2 Paula Ngauamo (46’ Marc Barthomeuf), 1 Giorgi Tetrashvli)

Head coach: Philippe Sella

Arbitro: Ben Blain (SRU)
Assistenti: Finlay Brown (SRU), Hollie Davidson (SRU)
TMO: Neil Patterson (WRU)

Allo Stadio Monigo questo pomeriggio è andata in scena la quinta giornata di European Rugby Challenge Cup con i Leoni di coach Crowley che hanno sconfitto l’Agen Rugby 38 a 24.

Dopo appena quattro minuti di gioco calcio in favore dei biancoverdi che preferiscono giocarlo veloce con McKinley. Ovale che giunge nelle mani del neo acquisto Halafihi che serve Tebaldi consentendogli di andare in meta. Il n.10 dei Leoni non aggiunge i due punti.

Al 14’ mischia per i Leoni sulla linea dei 22 m dell’Agen, Tebaldi dopo una spinta anticipata dei francesi gioca rapidamente e trova il varco che lo conduce dritto in meta, è preciso McKinley dalla piazzola.

Qualche minuto dopo, fallo commesso dai Leoni per una scorrettezza di Bigi: il tentativo di piazzato da parte di Verdu si stampa sul palo. L’azione così si sposta nella metà campo avversaria, precisamente in touche sui 5 m, con i biancoverdi che provano a giocare una furba ma Bigi perde l’ovale in avanti.

Al 22’ Zanon intercetta un pallone perso dai francesi, calcia a seguire ma viene fermato con uno sgambetto sui 10 m dell’Agen, il direttore di gara estrae il cartellino giallo ai danni di Vaka. Alla mezz’ora Budd ferma un avversario con un placcaggio senza palla, Verdu decide ancora di andare per i pali e questa volta il suo calcio è dentro.

Il finale di primo tempo vede l’Agen provare ad accorciare le distanze, i tentativi degli ospiti vanno a buon fine al 38’ quando in seguito agli sviluppi di una touche in loro favore, Hocquet trova la meta poi trasformata da Verdu.

La prima frazione di gioco termina 12 a 10 in favore del Benetton Rugby.

Il secondo tempo comincia con i Leoni desiderosi di trovare le due mete valide per il punto di bonus offensivo. I biancoverdi conquistano subito una punizione con McKinley che calcia sui 5 m di Agen. Purtroppo il neo entrato Baravalle sbaglia il lancio ed i francesi recuperano l’ovale calciandolo direttamente fuori.

Così poco dopo uno splendido grubber di Tebaldi trova pronto Ioane che raccoglie l’ovale e lo schiaccia oltre la linea. McKinley trasforma da posizione defilata.

Al 47’ mischia vinta dai Leoni con l’apertura biancoverde che manda i suoi in touche, dalla rimessa laterale gli uomini di coach Crowley provano prima a costruire una maul e successivamente aprono il gioco con l’ovale che giunge nelle mani di Tavuyara abile a portarlo oltre la linea. McKinley dalla piazzola non è preciso.

Al 59’ i Leoni sono autori di una meta spettacolare: serie di scambi in rapida successione che terminano con il break di Halafihi, passaggio per Zanon che a sua volta serve con un offload Tavuyara per la doppietta personale dell’ala figiana; McKinley aggiunge i due punti dalla piazzola.

Trascorrono alcuni minuti e Monigo può nuovamente gioire: calcio alto di Tavuyara ben raccolto al volo da Ioane, palla interna per Iannone che serve l’accorrente Tebaldi permettendogli di siglare la tripletta personale; McKinley non sbaglia.

Nel finale di gara i Leoni, in 14 uomini per il giallo a Fuser, subiscono due mete dei francesi con Vaka e Tetrashvli entrambe trasformate da Vincent.

Allo Stadio Monigo il finale dice: Benetton Rugby 38 Agen 24

 
ZEBRE CAPARBIE A LA ROCHELLE MA I FRANCESI TROVANO IL BONUS ALL’83° MINUTO E SI QUALIFICANO PDF Stampa E-mail
Campionati
Venerdì 11 Gennaio 2019 23:05

La Rochelle Zebre 1819 

Dopo tre sconfitte consecutive nel Guinness PRO14, le Zebre sono tornate in campo questa sera allo Stade Deflandre de La Rochelle nella sfida del girone 4 della Challenge Cup. Per tenere aperte le speranze di passaggio del turno i bianconeri dovevano cercare il successo o comunque punti in riva all’Oceano Atlantico nell’ultima trasferta della fase a gironi della competizione che ha visto la franchgia federale cogliere tre successi nei primi 4 turni. L’aria della coppa europea fa bene a Biagi e compagni che riescono ad imbastire una gara di sacrificio in difesa e di azioni pericolose in attacco, che fruttano il meritato vantaggio 12-6 all’intervallo con le mete di Di Giulio e Mbandà. Nella ripresa l’indisciplina ed alcuni errori di trasmissione hanno concesso troppi palloni ai francesi che hanno ribaltato il parziale trovando tre mete ad inizio secondo tempo con una meta di maul e due segnature arrivate da palloni di recupero. Negli ultimi 20 minuti le Zebre vanno vicino a segnare la meta che avrebbe tenuto aperte le speranze per la gara del Lanfranchi si sabato prossimo, ma un dubbio tenuto bianconero con Botia che non rotola mai via da il la all’azione che porta la maul francese a segnare all’83° la meta che vale i cinque punti. Con questo successo i giallo-neri si qualificano ai quarti di finale mentre le encomiabili Zebre –uscite tra gli applausi dei 14000 del Deflandre- vedono quasi svanire le loro speranze di passaggio del turno; ora in mano ai russi dell’Enisei-STM che domani ospitano gli inglesi Bristol Bears a Sochi.

La Rochelle (Francia), Stade Deflandre – 11 Gennaio 2019

EPCR Challenge Cup 2018/19 – Pool 4, Round 5

Stade Rochelais vs Zebre Rugby Club 32-12 (p.t. 6-12)

Marcatori: 12’ cp West (3-0); 16’ cp West (6-0); 30’ m Di Giulio (6-5); 38’ m Mbandà tr Palazzani (6-12); s.t. 7’ m Priso tr West (13-12); 14’ m Retiere (18-12); 18’ m Botia tr Lafage (25-12); 40’ m Forbes tr Lafage (32-12)

Stade Rochelais:Murimurivalu, Retiere, Plessis-Couillaud, Doumayrou (22’ s.t. Barry), Andreu (25’ s.t. Lafage), West, Bales (33’ s.t. Goillot); Vito (cap), Gourdon (1’ s.t. Sazy), Liebenberg, Qovu (15’ s.t. Botia), Tanguy (36’ s.t. Corbel), Atonio (22‘ s.t. Joly), Orioli (12‘ s.t. Forbes), Priso (‘ s.t. Corbel) All.Gibbes

Zebre Rugby Club: Padovani, Balekana, Boni, De Battista (1’ s.t. Elliott), Di Giulio (22‘ s.t. Canna), Brummer, Palazzani (19‘ s.t. Renton); Tuivaiti (25‘ s.t. Meyer), Licata, Mbandà, Biagi (cap), Ortis (24’ s.t. Tauyavuca), Bello (22‘ s.t. Zilocchi, 40’ s.t. Bello), Luus (24‘ s.t. Ceciliani), Ah-Nau (19’ s.t. Rimpelli) All.Bradley

Arbitro: Craig Maxwell-Keys (Rugby Football Union)

Assistenti: Adam Leal e Paul Dix(Rugby Football Union)

TMO: Trevor Fisher(Rugby Football Union)

Calciatori: West (Stade Rochelais) 3/3, Reteire (Stade Rochelais) 0/1, Lafage (Stade Rochelais) 1/1, Brummer (Zebre Rugby Club)  0/1 , Palazzani (Zebre Rugby Club) 1/1,

Man of the match: Priso (Stade Rochelais)

Punti in classifica: Stade Rochelais 5,Zebre Rugby Club 0

Note: Cielo nuvoloso. Temperatura 7°. Terreno in buone condizioni. Spettatori 14000.

Commento e cronaca: Dopo tre sconfitte consecutive nel Guinness PRO14, le Zebre sono tornate in campo questa sera allo Stade Deflandre de La Rochelle nella sfida del girone 4 della Challenge Cup. Per tenere aperte le speranze di passaggio del turno i bianconeri dovevano cercare il successo o comunque punti in riva all’Oceano Atlantico nell’ultima trasferta della fase a gironi della competizione che ha visto la franchgia federale cogliere tre successi nei primi 4 turni. L’aria della coppa europea fa bene a Biagi e compagni che riescono ad imbastire una gara di sacrificio in difesa e di azioni pericolose in attacco, che fruttano il meritato vantaggio 12-6 all’intervallo con le mete di Di Giulio e Mbandà. Nella ripresa l’indisciplina ed alcuni errori di trasmissione hanno concesso troppi palloni ai francesi che hanno ribaltato il parziale trovando tre mete ad inizio secondo tempo con una meta di maul e due segnature arrivate da palloni di recupero. Negli ultimi 20 minuti le Zebre vanno vicino a segnare la meta che avrebbe tenuto aperte le speranze per la gara del Lanfranchi si sabato prossimo, ma un dubbio tenuto bianconero con Botia che non rotola mai via da il la all’azione che porta la maul francese a segnare all’83° la meta che vale i cinque punti. Con questo successo i giallo-neri si qualificano ai quarti di finale mentre le encomiabili Zebre –uscite tra gli applausi dei 14000 del Deflandre- vedono quasi svanire le loro speranze di passaggio del turno; ora in mano ai russi dell’Enisei-STM che domani ospitano gli inglesi Bristol Bears a Sochi.

Cronaca: due rapidi falli per le Zebre che premono nei 22 francesi  con la touche ai 5 metri: i bianconeri perdono l'ovale in avanti, prima mischia dei francesi che trova il fallo.  Il pallone é calciato in touche con i padroni di casa che avanzano con la maul: sui 22 l'ovale é perso in avanti anche dal pack dei transalpini. Palazzani introduce il pallone e l'arbitro inglese questa volta sanziona la mischia francese. La rimessa italiana sulla metà campo é però storta e l'ovale passa nelle mani di Orioli. Il secondo fallo italiano é calciato ai pali da West per il 3-0 dai 40 metri. Provano a rispondere le Zebre ma l'attacco italiano é portato fuori dal campo a 15 metri dalla meta. Arriva poi il terzo fallo per i francesi e, da posizione centrale, West centra ancora i pali dello Stade Deflandre. Rispondono le Zebre al 17° con una bell'azione avanzante con Licata, Boni e Di Giulio fermato sulla linea dei 22. L'azione sfuma su un fuorigioco dell'attacco di Biagi e compagni, ma un in avanti frutta una mischia sul centro campo a Palazzani. E’ ancora Boni al 20° a dare la carica alle Zebre con un bel break che porta i bianconeri sui 22 con De Battista ad avanzare. Tanti raccogli e vai ai 10 metri ma é brava la difesa francese ad ottenere un altro fallo. Le Zebre Rugby non contestano la touche né la maul, ma l'avanzamento francese vede il fischietto inglese sanzionare per la 6a volta gli ospiti. La rimessa in attacco non produce problemi alla difesa che raccoglie un chip e libera. Tanta l’indisciplina del XV di coach Bradley sanzionato nella difesa della maul francese. Il fallo é girato a causa di un colpo proibito al collo da parte di Qovu su un avanti delle Zebre. La touche ai 5 metri per Luus vede il drive fermato ma proseguono le fasi bianconere ai 5 metri con Bello che porta l'ovale sulla linea di meta. L'arbitro inglese vede una mano francese tra l'ovale e la linea, e comanda una mischia. Ottimo l’ingaggio del pack italiano che avanza, l'ovale é aperto al largo sinisto dove é Di Giulio a segnare la prima meta della gara. Brummer non trasforma dalla linea laterale ma ottime Zebre allo Stade Deflandre di La Rochelle sotto 6-5 al 30°. I bianconeri giocano dai loro 22 metri ma l'azione del pilone della nazionale francese Priso porta al tenuto italiano. Lo Stade Rochelais va in touche ai 5 metri ma la rimessa é rubata dalla franchigia di base a Parma. Altro attacco francese e 8° fallo italiano con nuova rimessa ai 5 metri. Spinge La Rochelle ma é brava la difesa delle Zebre a tenere alto Bales e trovare il turnover sotto i pali. L'ovale é liberato al piede da Padovani al 36°. Rimessa francese in attacco ma ancora l'ovale é rubato e giocato veloce dalle Zebre sull'altra ala, dove é perso. Bravo Boni ad intercettare West e strappare 50 metri con De Battista. L'azione prosegue con break di Mbandà che segna! Palazzani trasforma la seconda meta italiana con le squadre negli spogliatoi con gli ospiti meritatamente avanti sulla terza forza del Top14.

Ad inizio ripresa attacca lo Stade Rochelais da una mischia a metà campo che si trasforma in una maul, fermata sui 22. Avanzano i francesi che trovano il fallo per placcaggio alto, calciato in touche. Crolla la maul francese ed arriva un altro fallo delle Zebre. Il nuovo drive é fermato a pochi cm dalla meta. L'arbitro chiede aiuto al TMO che assegna la meta a Priso. West trasforma e riporta avanti i francesi 13-12 al 48°. Il primo attacco alla mano delle Zebre nella ripresa vede avanzare la difesa francese che porta fuori Tuivaiti sulla metà campo. Sull'azione seguente un fallo dello Stade Rochelais fa risalire il XV del Nord-Ovest. Rimessa italiana a metà campo: la maul avanza prima che Tuivaiti trovi metri sulla sinistra. L'ovale é perso sul placcaggio, con West abile sul filo della linee laterale ad innescare Retiere che con uno scambio con un compagno brucia la difesa e segna una bella meta. Provano a rispondere le Zebre che però perdono un altro pallone con un errore di trasmissione. Gioca veloce La Rochelle col calcio passaggio ed il break centrale di Sazy. La battaglia sulla linea di meta vede segnare Botia che capitalizza un altro pallone di recupero francese ad ipotecare il successo dei transalpini. West trasforma la terza meta francese con i gialloneri che vanno oltre il break allo Stade Deflandre. Altro pallone perso da Renton e altro veloce contrattacco di casa, fermato da un in avanti. Attaccano le Zebre col possesso nei 22 francesi. Il multifase si chiude con un pallone perso in avanti: la mischia italiana -con Ceciliani e Tauyavuca forze fresche- mette pressione e Murimurivalu libera al piede su Balekana. Al 65° arriva il 2° fallo della ripresa contro il XV di Gibbes. Il gioco si ferma alcuni minuti per un giocatore dei francesi rimasto a terra e si riparte, ma sul lancio di gioco Canna perde l'ovale recuperato dai padroni di casa nei loro 22. Renton introduce in mischia chiusa con le Zebre vicine alla meta con la sgroppata sulla destra di Balekana: il calcetto a seguire per se stesso é però raccolto dalla difesa francese che libera al piede a 10 dal termine. Pallone perso da Licata e La Rochelle gioca alla mano dai propri 22 ma concede una mischia per in avanti. Padovani entra nei 22 col possesso ma il riciclo di Meyer trova...l'arbitro! I francesi risalgono grazie al fallo fischiato a Ceciliani per fuorigioco ma le Zebre riconquistano il possesso nei propri 22 e trovano territorio col gioco al piede, mettendo pressione al triangolo allargato francese. A due dal termine un dubbio tenuto italiano con Botia che non rotola mai via, da a La Rochella la touche per cercare la meta del bonus. Maul respinta, si giocano le fasi a tempo scaduto con un placcaggio molto basso di Zilocchi su Vito, sanzionato dall'arbitro inglese. Touche francese ai 5 m contestata da Tauyavuca. La maul trova lo spazio alla bandierina e segna con Forbes la meta del bonus all’83°. La trasformazione di Lafage é corretta e chiude il match dello Stade Deflandre a favore dei padroni di casa che, coi 5 punti, ipotecano il passaggio del turno quasi azzerando le speranze italiane di passaggio del turno, in mano ora ai russi dell’Enisei-STM che domani ospitano gli inglesi Bristol Bears a Sochi.

Le Zebre si ritroveranno lunedì 14 Gennaio 2019 alla Cittadella del Rugby di Parma per preparare la prossima gara ufficiale. Sabato 19 Gennaio alle 16 i bianconeri ospiteranno i francesi dello Stade Rochelais allo Stadio Lanfranchi di Parma nel sesto ed ultimo turno del girone 4 della EPCR Challenge Cup


EPCR Challenge Cup 2018/19 Pool 4, il calendario: 

Round 1

Sabato 13 Ottobre 2018 – Bristol Bears vs Zebre Rugby Club 43-22 (5-0)

Sabato 13 Ottobre 2018 – Enisei-STM vs Stade Rochelais 21-82 (0-5)

Round 2: 

Venerdì 19 Ottobre 2019 - Stade Rochelais vs Enisei-STM 64-26 (5-1)

Sabato 20 Ottobre 2018 – Zebre Rugby Clubvs Bristol Bears 20-17 (4-1)

Round 3:

Sabato 8 Dicembre 2018, ore 15.00 – Enisei-STM vs Zebre Rugby Club 14-31 (0-5)

Sabato 8 Dicembre 2018, ore 15.00 – Bristol Bears vs Stade Rochelais 22-35 (1-5)

Round 4: 

Sabato 15 Dicembre 2018, ore 16.00 – Zebre Rugby Clubvs Enisei-STM 58-14 (5-0)

Sabato 15 Dicembre 2018, ore 21.00 – Stade Rochelais vs Bristol Bears 3-13 (0-4)

Round 5: 

Venerdì 11 Gennaio 2019 – Stade Rochelais vs Zebre Rugby Club 32-12 (5-0)

Sabato 12 Gennaio 2019, ore 15.00 – Enisei-STM vs Bristol Bears

Round 6: 

Sabato 19 Gennaio 2019, ore 16.00 – Zebre Rugby Club vs Stade Rochelais

Sabato 19 Gennaio 2019, ore 15.00 – Bristol Bears vs Enisei-STM

La classifica del girone 4 della Challenge Cup dopo i primi cinque turni: Stade Rochelais* 20, Zebre Rugby Club* 14, Bristol Bears 11, Enisei-STM 1

*= una gara in più

 

 


Pagina 8 di 113
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito