FIR per il Sociale

Ogni anno FIR sostiene numerose iniziative sociali  collaborando con enti/associazioni che attraverso la loro attività danno espressione ai Valori che FIR promuove.



IV TEMPO RUGBY&CULTURA: LA FIR SCENDE IN CAMPO PER L'INTEGRAZIONE PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Giovedì 15 Marzo 2018 10:07

 

Tre-Rose-Casale-11.10.2015-1024x681TRE ROSE, DIAVOLI ROSSI E LIBERI NANTES PORTANO TOUCH E TAG RUGBY AL 6 NAZIONI

Roma - La Federazione Italiana Rugby conferma il proprio sostegno  a favore di ogni tipo di inclusione, con l’evento Rugby per Tutti di sabato allo Stadio dei Marmi, uno dei tanti “hot spot” del 6 Nazioni romano.

In occasione del match di chiusura del Torneo NatWest Sei Nazioni 2018, che vedrà la Nazionale Italiana Rugby affrontare la Scozia alle ore 13:30 allo Stadio Olimpico di Roma il 17 marzo, FIR ha coinvolto tre importanti realtà sportive che da diversi anni sono impegnate in prima linea nell’integrazione nel tessuto sociale italiano di giovani extracomunitari attraverso i valori sani dello sport: Le Tre Rose Nere di Casale Monferrato, i Diavoli Rossi di Varese – due squadre formate da richiedenti asilo che partecipano a pieno titolo ai Campionati FIR, in virtù della modifica regolamentare destinata alle squadre che operano nei Progetti sociali federali- e la squadra di calcio Liberi Nantes di Roma che milita nella Terza Categoria FIGC.

L’appuntamento si svolge con il sostegno e la collaborazione dell’associazione ExTraZone, partner dell’evento, che ha aderito ritrovando nelle attività di Rugby Sociale piena coerenza con la propria vocazione, racchiusa nel Progetto “ExTra Win Oltre la vittoria”. Un progetto dedicato al mondo dello sport che integra consulenza, formazione e coaching con aspetti sociali e valori etici propri del movimento sportivo.

CLICCA QUI PER IL PROGETTO “RUGBY PER TUTTI”
CLICCA QUI PER TUTTE LE INIZIATIVE LEGATE A “IV TEMPO, RUGBY&CULTURA”

All’interno dell’evento GRATUITO “RUGBY PER TUTTI” dedicato alla promozione del rugby e dei suoi valori, Tecnici Federali FIR e della Lega Touch coinvolgeranno i ragazzi delle tre associazioni e gli appassionati giunti allo Stadio Olimpico per assistere alla partita della Nazionale italiana, facendoli giocare a Rugby attraverso forme semplificate e senza placcaggio quali il Touch Rugby e il Tag Rugby.

“Rugby per tutti – ha dichiarato il Presidente della FIR, Alfredo Gavazzi – è non solo uno strumento di promozione del nostro sport, ma anche un mezzo di inclusione attraverso la pratica della nostra disciplina, a ogni livello. Dare concretezza ai valori istituzionali della nostra Federazione attraverso iniziative come questa è coerente con la missione sociale di FIR, che abbiamo voluto attuare effettivamente tramite le deroghe del Consiglio, per consentire alle formazioni di giovani rifugiati di potersi confrontare nei nostri campionati. Siamo emozionati all’idea di ricevere questi giovani e far vivere loro una giornata che ci auguriamo indimenticabile allo Stadio Olimpico e al 6 Nazioni che per noi, grazie al Progetto IV Tempo Rugby e Cultura, costituisce sempre più un’opportunità di veicolazione del nostro sport e dei valori che lo contraddistinguono”.

oltreLV

 

 
IN CAMPANIA IL TOUR LOTO DELLA PREVENZIONE FEMMINILE PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Martedì 13 Marzo 2018 19:31

 

A Boscotrecase e Napoli due incontri con la Onlus partner FIR

Napoli – Arriva in Campania “Donne d’azione”, il tour organizzato dalla Federazione Italiana Rugby e da LOTO Onlus, associazione per la lotta al tumore ovarico. Due serate informative dedicate alle donne che si terranno a Boscotrecase domani mercoledì 14 marzo, ed a Napoli giovedì 15.

L’iniziativa, partita nell’aprile 2016, coinvolge in via diretta le formazioni che prendono parte al campionato di Serie A Femminile: gli incontri di sensibilizzazione si tengono infatti nelle città dove sono radicati i numerosi club di categoria in modo da coprire in maniera capillare tutto il territorio del movimento ovale in rosa. LOTO è al fianco della Nazionale Femminile da anni in qualità di partner etico e le atlete azzurre ne sono le testimonial: “Questa iniziativa s’inquadra nel protocollo di intesa firmato tra le parti, che prevede per l’appunto una visita informativa presso le squadre che partecipano al Campionato a XV Femminile, presenza con banchetto presso le sedi del 6 Nazioni Femminile ed altro” – commenta Maria Cristina Tonna, Responsabile del Settore Femminile della F.I.R. – “Spesso si ha paura anche solo di sentir parlare delle malattie, se riusciremo a fare squadra così come in campo, sono certa che tutto farà meno paura. Non intendiamo coinvolgere soltanto le atlete, ma tutta la comunità che gravita intorno ai Club: dalle mamme dei piccoli rugbisti, alle mogli dei giocatori fino alle donne che vorranno partecipare agli incontri ed entrare
in contatto con il personale Loto presente a Boscotrecase e Napoli”.

Leggi tutto...
 
PROGETTO MIX.A.R., FIR GUIDA IN EUROPA PER UN RUGBY INCLUSIVO PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Sabato 03 Febbraio 2018 09:53

mixed2PARTNERSHIP CON IMAS, “PER FORMARE”, UNIVERSITA’ DI SALAMANCA E UNIONE EUROPEA

Roma – Un rugby sempre più inclusivo, mirato a rendere ancor più concreti i valori su cui il Gioco si fonda, a formare una nuova generazione di atleti e tecnici in grado di appianare le diversità tra i singoli praticanti, contribuendo ad allargare la base.

La Federazione Italiana Rugby propone, da sempre, la pratica di un rugby di base in grado di affiancare atleti normodotati ad atleti con disabilità fisiche o mentali, un gioco non competitivo ma, al tempo stesso, in nulla diverso da quello dei grandi appuntamenti internazionali.

Leggi tutto...
 
“OVALE OLTRE LE SBARRE”, FIRMATO IL PROTOCOLLO FIR/DAP PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Venerdì 02 Febbraio 2018 18:09

 

DVCYoLvXUAAquNR.jpg-large

RUGBY IN CARCERE PER REINSERIMENTO SOCIALE E CRESCITA PERSONALE
SQUADRE DEGLI ISTITUTI PENITENZIARI PARTECIPANO AL CAMPIONATO DI SERIE C
Roma – La Federazione Italiana Rugby, attiva da anni attraverso i propri Club e con un impegno diretto all’interno di numerosi istituti di pena di tutta Italia, ha sottoscritto oggi un protocollo d’intesa con il Dipartimento di Amministrazione Penitenziaria (DAP), denominato “Ovale Oltre le Sbarre”, che porterà ad ampliare ulteriormente la presenza del gioco nelle strutture di detenzione del Paese.

Lo sport è un importante strumento di trattamento rieducativo e di crescita personale per le persone detenute, per re-integrarsi nella società civile, acquisire o ritrovare l’abitudine al rispetto delle regole e dell’avversario.

Oggi, il progetto di FIR legato alle case circondariali vede due Club direttamente collegati agli istituti penitenziari per partecipare al Campionato Italiano di Serie C, grazie a una apposita normativa garantita dal Consiglio Federale, mentre numerose altre Società sono impegnate a diffondere il gioco ed il modo di essere tipico della palla ovale in numerosi istituti per adulti e minorili di tutta Italia. 

L’impegno nelle carceri ha un ruolo centrale nel programma di responsabilità sociale della Federazione Italiana Rugby, un impegno a cui oggi si affianca in via formale anche quello del DAP: a sottoscrivere il protocollo presso il Centro di Preparazione Olimpica del CONI di Roma, alla presenza del Presidente del CONI Giovanni Malagò, il Capo Dipartimento del DAP, Santi Consolo e il Presidente della Federazione Italiana Rugby Alfredo Gavazzi. 

Presenti all’appuntamento anche il Consigliere Federale Stefano Cantoni, coordinatore di “Ovale oltre le sbarre” per la FIR, gli Azzurri Carlo Canna e Giovanni Licata in rappresentanza della Nazionale, l’ex internazionale Walter Rista e Stefano Cavallini in rappresentanza de La Drola di Torino e La Dozza di Bologna, due delle squadre di Serie C direttamente collegate ad istituti carcerari.

“Il rugby è uno sport straordinario, capace come nessun altro di appianare ogni differenza sociale, di far percepire a chi lo pratica il senso di rispetto per il regolamento. Non è un caso che il nostro sport, nonostante le sue nobili origini, rappresenti oggi un formidabile strumento per agevolare il percorso di recupero dei detenuti. Siamo fieri del nostro progetto ‘Ovale oltre le sbarre” – ha dichiarato il Presidente della FIR, Alfredo Gavazzi – e felici che il Dipartimento di Amministrazione Penitenziaria vi abbia aderito con entusiasmo, conferendogli una legittimità ancora maggiore. Il Consiglio Federale è l’organo eletto dalle Società di tutta Italia non solo per amministrare il nostro sport, ma per promuovere i valori istituzionali su cui il rugby

italiano si fonda, e siamo orgogliosi del percorso avviato e delle determinazioni assunte per far sentire a pieno titolo le squadre degli istituti di pena parte integrante del nostro movimento”.

Il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria sostiene e promuove i progetti sportivi nelle carceri italiane ed è impegnato in un attento recupero degli impianti affinché in tutti gli istituti penitenziari in modo che lo sport possa diventare una pratica diffusa e occasione di una sempre maggiore partecipazione della società alla vita detentiva” ha dichiarato Santi Consolo, Capo Dipartimento Amministrazione Penitenziaria. “Lo sport in carcere offre alle persone detenute la possibilità di curare il benessere psico-fisico e di apprendere il rispetto per le regole e per l’avversario. Grazie al contributo di società e associazioni sportive, del Coni e delle Federazioni, nelle carceri italiane nel tempo si sono costituite vere e proprie squadre sportive, dal calcio, al volley al rugby, che partecipano a campionati ufficiali e che gareggiano con squadre esterne nelle strutture sportive degli istituti penitenziari. La sottoscrizione del protocollo con la FIR conferma e rafforza l’impegno per rendere il tempo della detenzione un’opportunità di cambiamento”

Per info

Daniela De Angelis

Coordinatrice Responsabilità Sociale FIR
+39.06.45.21.31.25

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Assunta Borzacchiello

Direttore Ufficio Stampa DAP

+39.06.66.59.13.38

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Andrea Cimbrico

Responsabile Comunicazione & Relazioni Media FIR

+39.32078.77.687

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 
IV TEMPO RUGBY E CULTURA: RINNOVATA LA PARTNERSHIP FIR/MIBACT PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Domenica 21 Gennaio 2018 18:40

Roma - Torna a Roma il consueto appuntamento con il Guinness Six Nations, il Torneo più antico del mondo, e il patrimonio culturale di Roma scende ancora una volta in campo al fianco degli Azzurri, andando ad arricchire l’offerta di eventi collaterali per i possessori di biglietti per le gare dell’Italrugby all’Olimpico legati al contenitore “IV Tempo Rugby e Cultura”.

Confermata la collaborazione con il MIBACT che apre ai fans della Nazionale le porte di alcuni tra i più interessanti Musei statali nella città, ai quali si aggiungono i Musei Civici di Roma Capitale che sostiene con grande impegno quello che è ormai divenuto uno degli appuntamenti sportivi più importanti nel calendario di Roma (la lista completa dei musei disponibili su www.federugby.it/IVTempo). 

Leggi tutto...
 


Pagina 5 di 13
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito