I Club per il sociale


L’OSCAD INSIEME ALLE FIAMME ORO ED A UNA RAPPRESENTANZA DELLA NAZ. FEMMINILE PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Martedì 28 Giugno 2016 10:34

 

LRoma - Nella mattinata di giovedì 23 giugno,  presso la ludoteca dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, la Polizia di Stato ha incontrato i bambini in occasione dell’evento denominato “Insieme in Meta per la Legalità” con la partecipazione del gruppo sportivo della Polizia di Stato Fiamme Oro – Rugby e della coordinatrice del settore femminile della FIR, Maria Cristina Tonna.

L’incontro è stata l’occasione per ribadire ai ragazzi che il concetto di sportività, ovvero di competizione attraverso i canoni del rispetto dell’avversario e dei regolamenti, è assimilabile al concetto di legalità intesa come osservanza delle norme.

Gli atleti del gruppo sportivo della Polizia di Stato Fiamme Oro – Rugby e le atlete della Nazionale Femminile Rugby hanno entuusiasmato i presenti rispondendo alle loro domande e curiosità ed è stata particolarmente apprezzata la dimostrazione degli operatori dell’unità cinofila della Questura di Roma che hanno mostrato ai bambini come si addestra e come lavora un cane poliziotto.

All’evento ha partecipato personale della  Direzione Centrale della Polizia Criminale che ha illustrato i compiti e le finalità dell’OSCAD – Osservatorio per la Sicurezza contro gli Atti Discriminatori -, istituito presso il Dipartimento della P.S. e presieduto dal Direttore Centrale della Polizia Criminale.

L’Osservatorio è un ufficio interforze, composto da Polizia di Stato ed Arma dei Carabinieri, che ha il compito di prevenire e contrastare gli atti di discriminazione, curando anche la formazione degli appartenenti alla Forze dell’Ordine. E’ impegnato sul territorio per diffondere la cultura della legalità ispirandosi al pensiero del fondatore Prefetto Antonio Manganelli il quale sosteneva che “alle vittime di discriminazione viene impedito di vivere”.

Notevole è stata la partecipazione dei bambini e delle loro famiglie che hanno apprezzato l’iniziativa e ne hanno condiviso lo spirito.

 

 
L'AMATORI CATANIA UNITA PER UNA CAUSA PIÙ GRANDE PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Giovedì 23 Giugno 2016 10:35

amatori cataniaCatania - Lo sport, di qualunque disciplina si tratti, unisce, crea coesione, da speranza ed insegna a crescere, a migliorare se stessi, a dare una sterzata profonda nell'animo di ognuno di noi, senza distinzione. Lo sport non è un semplice hobby, è un motore sociale che, se ben oliato, fa muovere meccanismi apparentemente immobili, celati. Lo sport può fare questo e molto altro; può muoversi per cause di gran lunga più grandi dello sport stesso. Gli sportivi, in generale, aiutano a regalare sorrisi laddove motivi per sorridere, apparentemente, sono difficili da ritrovare. L'Amatori Catania Rugby, con in primis Massimiliano Vinti, da sempre attivo ed in prima linea per iniziative come queste, nell'ambito sopra descritto ha sempre fornito il proprio contributo, senza ma venire meno o tirarsi indietro.

Leggi tutto...
 
TRA CARCERE E CITTA', IL RUGBY PESARESE DIVENTA "EXTRA" PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Lunedì 20 Giugno 2016 14:39

 

lArteSprigionata ExtraTeam PesaroRugbyExtraTeam PerMetasAdMetam Sa19690615 gderosa1969 rugby pesarovale InsiemePesaro - “Conoscere il rugby giocando” è il titolo del laboratorio sportivo organizzato per martedì 21 giugno - dalle ore 17:30 alle 19:00 - nel parco adiacente la biblioteca comunale San Giovanni in via Passeri a Pesaro; rivolto a bambine/i dai 6 ai 14 anni, l'appuntamento è aperto gratuitamente a chiunque e prevede un tradizionale “Terzo Tempo” trasformato in una merenda condivisa, arricchita da premi e gadget.

Inserito tra le numerose attività della XIII edizione de “L'Arte Sprigionata - L'Errore”, in svolgimento dal 20 al 22 giugno, il laboratorio punta ad offrire un pomeriggio divertente, trascorso all'aperto e in luogo di cultura; si è scelto il parco come luogo privilegiato per il gioco, ma anche come teatro per la formazione dei più piccoli, con l'intenzione di avvicinarli ai valori che il Rugby veicola: rispetto, condivisione, disciplina, partecipazione, divertimento.
Nel corso dell'evento, sarà possibile correre, saltare e rotolare in tutta sicurezza, apprendendo i principi fondamentali del gioco; tecnici della “palla ovale” pesarese e i “piccoli grandi giocatori” dell'Asd Formiche Rugby Pesaro con i loro educatori, ne daranno dimostrazione, coinvolgendo i presenti.
Ad animare l'iniziativa, anche lo staff del corso “EXTRA: il Rugby per rieducare” che, ogni sabato mattina, propone attività motoria e conoscenza del gioco ai detenuti della Casa Circondariale Pesaro - Villa Fastiggi; riscuotendo il patrocinio della Federazione Italiana Rugby con il supporto tecnico/logistico dell'Asd Pesaro Rugby, il progetto è totalmente autofinanziato e reso possibile dalla collaborazione volontaria di un nutrito gruppo di appassionati.
Dal 27 febbraio scorso, la disponibilità di arbitri (Davide Gatta, Giacomo Gargamelli, Dario Merli), educatori (Andrea Nucci, Alberto Convertino, Vittorio Petretti, Luca De Angelis, Domenico Azzolini, Manuel Shao), tecnici locali (Giuseppantonio De Rosa, Marco Boccarossa, Annunzio Subissati, Ivan Federici), giocatori in attività (Andrea Salvatori, Matthias Canapini, Smail Jaouhari, Andrea Pozzi, Cristian Silvestri), allenatori nazionali (Massimiliano Zancuoghi, Ernesto Ballarini, Roland De Marigny), esperti di psico-motricità educativa (Pierpaolo Gambuti, Giancarlo D'Amen) operatori della comunicazione (Alessandro Vicario, Corrado Belli, Enrico Masi), valutatori (Matteo Diotalevi, Simone Mattioli) e fundraiser (Elena Storoni), dimostra la possibilità di uno sport veramente sociale, capace di sconfiggere pregiudizio e difficoltà.
Fornendo opportunità di riscatto, speranza e alternativa. Soprattutto in carcere.

#ConoscereIlRugbyGiocando #CasaCircondarialePesaro #ExtraTeam #PesaroRugbyExtraTeam #gderosa1969

 

 
"UN BEL CORAGGIO" PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Martedì 07 Giugno 2016 12:53

bel coraggioAssociazione Sportiva Rugby Milano
In collaborazione con Edison e Banca Popolare di Milano
È lieta di invitarvi all’evento

“Un bel coraggio”
Sabato 11 giugno, dalle 16,30 - Centro Sportivo “Prof. G.B. Curioni” – Circonvallazione Idroscalo 51, Milano

Partita tra AS Rugby Milano e Barbari Bollate, eccezionalmente impegnati in trasferta
Presentazione del documentario “Un Bel coraggio – Rugby al carcere di Bollate”

Regia di Marcello Pastonesi
Soggetto e sceneggiatura di Marcello Pastonesi e Giorgio Terruzzi

Leggi tutto...
 
AMATORI RUGBY TORRE DEL GRECO INSIEME ad A.I.M. PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Mercoledì 25 Maggio 2016 12:40

 

vesuv 1Domenica 22 maggio, sul campo Liguori di Torre del Greco si è svolta l’ultima giornata di Coppa Italia Seniores Femminile a sette del girone Campano - Calabro. Il risultato sportivo è passato in secondo piano, per molti sul campo e non solo, si conosceva per la prima volta una parola nuova “MIASTENIA”.

L’Amatori Rugby Torre del Greco, insieme con l’A.I.M. (Asssociazione Italiana Miastenia ,una giornata dedicata alla conoscenza della Miastenia.

La Miastenia Gravis è una malattia autoimmune, ciò significa che il corpo diventa nemico di stesso e colpisce il sistema neuromuscolare.

In Italia si stima che siano circa 10.000 i pazienti affetti da tale patologia e il 30% dei pazienti aspetta circa un anno per avere una diagnosi correttta. La Miastenia se riconosciuta in tempo può essere curata e circa il 70% dei pazienti conduce una vita sostanzialmente normale. Quando non viene riconosciuta può diventare anche letale.

I sintomi spesso possono venire confusi con altri tipi di patologie e solo esami specifici riescono a diagnosticare la malattia, anche alcuni medici tutt’ora non sono in grado di riconoscerlla subito.

L’A.I.M. È un associazione volontaria che intende divulgare sia al pubblico, sia alle itituzione e agli stessi operatori sanitari la conoscenza della Miastenia.

I sintomi più frequenti sono: caduta delle palpebre,visione doppia, voce nasale, difficoltà nella masticazione, nella deglutizione, nella deambulazione, nella respirazione o stanchezza generalizzata. Tali sintomi possono manifestarsi sia singolarmente che associati.

Lo scopo della giornata, era quello di far conoscere la malattia e il numeroso pubblico presente, sicuramente oggi “conosce” una nuova parola.

Leggi tutto...
 


Pagina 10 di 13
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito