ITALDONNE STORICA A PARMA: BATTUTA 29-27 L'IRLANDA E PRIMATO MOMENTANEO NEL WOMEN'S SIX NATIONS PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 23 Febbraio 2019 21:54

 

furlan barattin esulta 2019Parma – Storico risultato per l’Italdonne che nella cornice dello stadio “Lanfranchi” di Parma batte 29-22 l’Irlanda centrando anche il punto bonus offensivo nella terza giornata del Women's Six Nations. Nel giorno dell’87° cap in Azzurro di Sara Barattin (leader di presenze con la Nazionale assieme a Michela Tondinelli) le Azzurre di Andrea Di Giandomenico festeggiano così anche una memorabile vittoria che, in attesa di Galles – Inghilterra, le proietta in vetta alla classifica del torneo.

Avvio dirompente dell’Italia che recupera l’ovale sul drop di inizio gara. Barattin detta il ritmo, le irlandesi soffrono la pressione e al 3’ Sillari punisce la loro indisciplina con 3 punti. Continua a macinare gioco la formazione di Di Giandomenico che al 8’ trova la via della meta: Barattin innesca la corsa interna di Furlan, c’è il sostegno di Franco a destra, ma soprattutto quello di Muzzo che va a schiacciare . Sillari trasforma per il 10 a 0 per le Azzurre. Tempo un minuto e arriva però la reazione della squadra ospite con Considine che scippa in volo l’ovale dalla ricezione di Stefan su un calcio di Fowley, involandosi in area di meta. Il piede del numero 10 irlandese è però impreciso e si resta sul 10 a 5. Le italiane non ci stanno e lanciano la loro controffensiva da un calcio nel box stoppato da Franco. E’ la stessa numero 7 azzurra che andrà poi a siglare la seconda meta italiana. Da posizione defilata Sillari è impeccabile e allunga sul 17 a 5 al 16’. Gelo al Lanfranchi al 18’ quando un errore di trasmissione concede a Considine la possibilità di andare a segnare la sua doppietta personale. Fowley completa il gioco da 7 punti, accorciando lo score sul 17 a 12. Sale l’intensità verde nella parte finale del primo tempo e al 31’ Fowley incamera ulteriori 3 punti punendo un fuorigioco azzurro nei 22 metri difensivi. Quinto fallo italiano e touche in zona d’attacco per l’Irlanda. Il raccogli-e-vai di Caplice è quello vincente e al 35’ arriva la terza marcatura irlandese. Fowley centra i pali ed è controsorpasso Irlanda, avanti 17 a 22. Nelle ultime battute del primo tempo le Azzurre ritrovano la verve di inizio gara e, dopo aver rubato il possesso da mischia chiusa, vanno a marcare con Stefan. Il calcio di Sillari suona bene ma centra il palo e le squadre rientrano negli spogliatoi su un equilibrato 22-22.

Avvio a parti invertite quello del secondo tempo con l’Irlanda che prova a costruire per la marcatura nei primi minuti. Il calcio di Fowley per Considine è però lungo e si riparte da una mischia chiusa. Stefan buca la difesa ospite, trova la corsa di Sillari ma le irlandesi si salvano concedendo una penalità. Barattin beffa la guardie, trova anche un sostegno interno, ma è nulla di fatto e l’Irlanda libera al piede. Il tabellino si sblocca al 50’ sulla splendida giocata personale di Muzzo lungo l’out di destra che da placcata raccoglie nuovamente l’ovale da terra e firma l’assist per Franco. Sillari trasforma e al 52’ è Italia conduce 29 a 22 sull’Irlanda. Nei minuti  centrali della seconda frazione di gioco le ragazze di Di Giandomenico sono padrone del territorio, complici quattro falli irlandesi concessi nel giro di 10 minuti. Le Azzurre non riescono però ad approfittarne, vedendosi al contrario schiacciate nei loro 5 metri. Dalla ripartenza da touche Fowley calcia per Miller che sigla la meta che riporta a stretto contatto nel punteggio le avversarie. Il calcio di Fowley è però corto e si resta sul 29 a 27. Nel gelo di Parma si irrigidisce anche il gioco dei minuti finali del match. Ne approfittano le Azzurre che gestiscono bene il possesso nei punti di incontro. Da una touche in zona d’attacco al 79’ l’Italia non può far altro che aspettare lo scadere del tempo. Rigoni calcia infine fuori dal campo e il Lanfranchi esplode per la strepitosa impresa.

Parma, Stadio “Lanfranchi” – sabato 23 febbraio

Women’s Six Nations, III giornata

Italia v Irlanda 29-27 (22-22)

Marcatori: p.t. 3’ c.p. Sillari (3-0); 7’ m. Muzzo tr. Sillari (10-0); 12’ m. Considine (10-5); 14’ m. Franco tr. Sillari (17-5); 18’ m. Considine tr.Fowley (17-12); 31’ c.p. Fowley (17-15); 36’ M. Caplice tr. Fowley (17-22); 39’ m. Stefan (22-22).  s.t. 50’ m. Franco tr. Sillari (29-22); 69’ m. Miller (29-27)

 Italia: Furlan (cap.); Muzzo, Sillari, Rigoni, Stefan; Madia, Barattin; Giordano, Franco, Arrighetti (77’ Cammarano); Duca, Fedrighi (41’ Ruzza); Gai, Bettoni, Giacomoli (66’ Turani).

A disposizione non entrate: Tounesi, Sberna, Sgorbini, Busato, Sarasso

All. Andrea Di Giandomenico

Irlanda: Delany; Considine, Naoupu, Claffey (38’ Sheehan), Miller; Fowley, Dane; Griffin (cap.), Molloy, Caplice (66’ Boles); Fryday, McDermott; Lyons (51’ Reidi), Hooban (51’ Nic A Bhaird), Feely (51’ Peat).

A disposizione non entrate: McLaughlin, Hughes, Murphy

All. Adam Griggs

Arb. Laura Pettingale (Inghilterra);

AA1 Maria Beatrice Benvenuti (Italia), AA2 Aurélie Groizeleau (Francia)

TMO: Neil Patterson (Scozia)

Calciatori: Sillari (Italia) 4/5; Fowley (Irlanda) 3/5

Note: Cielo sereno. Temperatura 2 °. Terreno in ottime condizioni. Spettatori 2400 circa. 87° cap per Sara Barattin che eguaglia il record di presenze in Azzurro di Michela Tondinelli

Player of the match: Giada Franco (Italia)

Punti conquistati in classifica: Italia 5; Irlanda 2

Tabellino e cronaca a cura di Simone Del Latte, Staff Media Zebre Rugby Club

 

 


Pagina 11 di 435
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito