ITALIA, CANNA VERSO IL SECONDO TEST: “MAI PIU’ UNA GARA COME SABATO” PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Martedì 12 Giugno 2018 16:00

 

fotosportit 60566 pr


Kobe (Giappone) – Dopo un lunedì dedicato alla palestra e al completamento del recupero dalla prima partita contro il Giappone gli Azzurri sono tornati questa mattina a lavorare sul campo in vista del test-match che sabato 16 (ore 14 locali, 7 in Italia, diretta DMAX canale 52) darà a Ghiraldini e compagni l’opportunità di far dimenticare la sconfitta di Oita contro i Cherry Blossoms.

In mattinata, presso gli impianti dei Kobelco Steelers, uno dei Club di punta della Top League nipponica la cui guida tecnica è affidata all’ex tecnico degli All Blacks Wayne Smith, la Nazionale si è divisa tra campo e palestra, con i trentuno Azzurri che hanno lavorato divisi per reparti.

Seduta collettiva nel pomeriggio, per la prima messa in opera del piano di gioco per la partita di sabato, mentre nella rapida pausa pranzo che ha scandito una giornata carica di lavoro il mediano d’apertura Carlo Canna ha incontrato la sempre numerosissima stampa locale: “Ripartiamo dai primi quaranta minuti di Oita, dove nonostante tanti errori difensivi e imprecisioni in attacco siamo rimasti comunque in partita” ha dichiarato Canna, che divide con Tommaso Allan la maglia numero 10 nel gruppo di atleti convocati dal CT O'Shea.  

“Il nostro work-rate non è stato all’altezza del livello internazionale, può essere dovuto ad un aspetto fisico o mentale, ma resta il fatto che non possiamo permetterci, a questo livello, di essere al di sotto degli standard che ci vengono richiesti dallo staff e dalla scena internazionale” ha aggiunto Canna.

“Benetton e Zebre costituiscono l’ossatura di questo gruppo – ha proseguito il numero dieci beneventano – e sono reduci da una buona stagione, la migliore per entrambe nel Guinness PRO14: abbiamo sicuramente margini di crescita, ma non è possibile che noi, gli stessi atleti che hanno disputato un buon campionato con le proprie franchigie e conoscono il sistema di gioco dell’Italia, non riusciamo a replicare in campo con la Nazionale ciò che proviamo in allenamento. Dobbiamo correggere gli errori, arrivare in campo sabato a Kobe al meglio e dare il massimo per non ripetere mai più una prova come quella di sabato scorso. Siamo qui per vincere per noi stessi, ma anche per tutto il movimento italiano” ha concluso l’apertura delle Zebre.

Domani gli Azzurri osserveranno una giornata di riposo, mentre giovedì è in programma alle ore 7 italiane l’annuncio della formazione che scenderà in campo a Kobe contro il Giappone sabato 16. 

 

 
 


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito