LE DICHIARAZIONI DI O'SHEA DOPO IL 26 A 7 PER L'AUSTRALIA PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 17 Novembre 2018 18:30

 T3I0273

 

E' un Conor O'Shea particolarmente arrabbiato quello sceso in sala stampa dopo il fischio finale del Cattolica Test Match contro l'Australia di Michael Cheika. Decisioni arbitrale mal digerite ed errori evitabili in alcuni passaggi-chiave della gara hanno confezionato un risultato che poteva essere differente.

“La sfida era giocare il secondo tempo con la stessa decisione messa nel primo, ma con maggiore precisione in fase di possesso. Il match di oggi è un passo avanti per la squadra sotto molto punti di vista, soprattutto attitudinale, ma sono arrabbiato perché nel primo tempo abbiamo avuto 3-4 chance fondamentali, quella di Tebaldi in particolare era indubbiamente meta e questo avrebbe cambiato gli equilibri del match perché l’Australia aveva in quel momento molto pressione addosso. Dobbiamo certamente focalizzare il lavoro sui nostri errori, ma la strada è quella giusta”.

CLICCA QUI PER LA VIDEO CONFERENZA DI O'SHEA E LE INTERVISTE A GHIRALDINI E CASTELLO

“Riguardo rimessa laterale e punti d’incontro, al netto dei nostri errori concordo con Eddie Jones sul richiamo fatto alla necessità di trovare un unico metro interpretativo su certe situazione di gioco. Dobbiamo comunque guardare con lucidità a tutto quello che rientra nella nostra possibilità di controllo: le nostre decisioni di gioco, la disciplina, l’esecuzione, quelle sono le aree dove dobbiamo e possiamo migliorare, in vista degli All Blacks e del prossimo Sei Nazioni”.

“Con le nostre due franchigie di Pro14 c’è stato un incontro in settimana: lavorare allineati dal punto di vista degli obiettivi del gioco è fondamentale per il nostro successo a livello internazionale”

 

 

 
 


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito