GLI EUROPEI UNDER 18 SBARCANO IN VENETO PER LA QUARTA VOLTA PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Mercoledì 24 Marzo 2010 09:01
itairlu182E' stata presentata presso la Provincia di Treviso la decima edizione dei Campionati Europei under 18 di rugby, che tornano per la quarta volta in Veneto. Da sabato prossimo fino al 3 aprile, data delle finali, saranno 24 le squadre che si confronteranno su cinque campi del Trevigiano e del Veneziano, coinvolgendo circa 800 partecipanti fra atleti, tecnici, allenatori ed arbitri. In questi giorni le nazionali stanno giungendo ad Jesolo, dove alloggeranno gran parte delle delegazioni

Il presidente della Provincia, Leonardo Muraro, ha sottolineato la vocazione sportiva del territorio trevigiano anche in relazione all'assegnazione della Junior Rugby World Cup, in programma nel giugno 2011. "Gli eventi in calendario dimostrano come lo sport sia di primaria importanza nella Marca", ha dichiarato Muraro, intervenuto assieme all'assessore allo sport Paolo Speranzon e al presidente del consiglio provinciale Fulvio Pettenà,"è in particolare la sinergia che si instaura tra società, volontari, mondo imprenditoriale e amministrazioni rende possibile l'organizzazione di manifestazioni importanti come i campionati europei under 18".

"Treviso è la provincia più rugbistica d'Italia", ha confermato il vice-presidente della Federazione Italiana Rugby, Zeno Zanandrea, rivolgendo quindi il suo pensiero alla Nazionale azzurra under 18: "I nostri ragazzi affronteranno un esordio difficile contro la Francia, ma sono motivati e ben consapevoli del fatto che la manifestazione rappresenta un'occasione per dimostrare il proprio valore. I migliori di loro nel giro di qualche anno potrebbero già vestire la maglia dell'Italia".

La Francia, avversaria degli azzurrini nel primo turno (domenica alle 18,30 a Casale sul Sile) è la squadra favorita, assieme alla forte Irlanda. Ma al di là dei contenuti tecnici gli Europei segnano una significativa opportunità di crescita per giovani atleti di tutta Europa, oltre ad essere un momento di aggregazione per il rugby veneto di base. "Il torneo, approdando in luoghi con grande tradizione come ad esempio Casale sul Sile e San Donà di Piave, vuole anche riconoscere il ruolo di società che fanno sport con grande passione e competenza, pur lontano dalla vetrina del rugby di vertice", ha detto Tullio Rosolen, responsabile dell'organizzazione. Si giocherà anche a Conegliano e San Michele al Tagliamento, mentre le finali saranno ospitate dallo stadio trevigiano di Monigo.

 
 

banner-community-2019

seguici su Spotify


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito