ANCONA NUOVAMENTE CASA DELLE FESTE DEL RUGBY: FIR IN CAMPO INSIEME A POLFER E ANSF PDF Stampa E-mail
Campionati
Martedì 14 Maggio 2019 12:25

FB PostAncona – Il Rugby e i propri valori veicolati e promossi in modo concreto all’interno del mondo scolastico, con il duplice obiettivo di promuovere il Gioco presso un numero crescente di potenziali praticanti, sensibilizzando al tempo stesso i più giovani al rispetto delle regole, in campo e fuori, con un impegno concreto al servizio della società civile: rendere sempre più sicure le stazioni e la loro fruizione da parte del pubblico, grazie al transfer valoriale sviluppato dalla FIR in sinergia con il Servizio Polizia Ferroviaria e con l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria.

E’ questo il focus delle “Feste del Rugby” 2019 che, sabato 18 e domenica 19 maggio, verranno celebrate ad Ancona, già in passato sede di un evento capace di coinvolgere migliaia di giovani tra i dieci e i quindici anni. Una due-giorni che vedrà protagonisti il capoluogo marchigiano ed i giovani sul campo: sabato il primo giorno di gara culminerà nella Cerimonia di Apertura al PalaIndoor anconetano, dove le delegazioni regionali sfileranno tutte insieme, colorando la pista e gli spalti della struttura, per poi tornare a confrontarsi sul campo l’indomani nella seconda e conclusiva giornata di gara sui campi dell’impianto polivalente “Nelson Mandela”.

 “Le Feste del Rugby da anni rappresentano un momento chiave di verifica delle attività che FIR svolge presso oltre duemila istituti scolasticiIl target a cui è rivolto il progetto – ha dichiarato Tullio Rosolen, responsabile del progetto scolastico per la Federazione Italiana Rugby - è rappresentato da bambini e ragazzi che vanno dai 10 ai 15 anni in uno dei momenti chiave della loro formazione umana e motoria. Cercare di trasmettere loro nozioni, tramite i valori dello sport, che possano essere utili nella loro crescita è l’inizio di un percorso che ha come obiettivo quello di formare a 360 gradi sia la persona che il rugbista di domani. In questo progetto la collaborazione con Polfer e ANSF è fondamentale ed è svolta in totale sintonia. Ringrazio personalmente e a nome di FIR l’ing. Antonio Pagano dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria e il dott Vincenzo Macrì, dirigente Polfer. Grazie all’amministrazione comunale di Ancona per ospitarci nuovamente e alle società coinvolte che hanno reso possibile la realizzazione, anche per la stagione corrente, di un evento sul territorio marchigiano importante per la Federazione Italiana Rugby”.

"ANSF continua il programma di sensibilizzazione culturale - ha dichiarato Antonio Pagano, funzionario dell'Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie - volto a combattere i comportamenti errati da parte di chi usa il treno che rappresentano la maggior parte degli incidenti sui binari: lo scorso anno il 90% dei decessi sulla ferrovia era imputabile a investimenti di pedoni o a cadute da treni in movimento. Crediamo che gli eventi  sportivi giovanili costituiscono utili  momenti di aggregazione  per trasmettere il messaggio della necessità del rispetto delle regole. Siamo grati a Polfer e Fir nostri partner in queste iniziative per il grande supporto che prestano alla divulgazione dell'educazione in ambito ferroviario rivolta in particolari ai giovani e alle loro famiglie”.

“Da diversi anni siamo orgogliosamente tra i promotori delle Feste del Rugby – ha dichiarato Vincenzo Macrì, Dirigente del Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, Umbria e Abruzzo – un’iniziativa che unisce sport e sicurezza. Come Polizia Ferroviaria da tempo siamo impegnati nelle scuole per promuovere la cultura della legalità e l’adozione di comportamenti sicuri nelle stazioni e sui treni. Spesso sono infatti i più giovani a rimanere vittima di imprudenze o distrazioni: sono 13 lo scorso anno i minori di 20 anni che hanno perso la vita o subito lesioni gravi a seguito di investimento. E’ ai giovani che ci rivolgiamo in particolare: sono oltre 60.000 gli studenti incontrati lo scorso anno e più di 295.000 dall’inizio delle nostre campagne di sensibilizzazione”.

“Sono certa che anche quest'anno la tappa anconetana delle Feste del Rugby avrà un grande successo e che la due giorni di puro sport che vedrà impegnati tanti giovani studenti nei campi sportivi di Ancona lascerà nel loro cuore un ricordo indelebile. Penso che si tratterà anche di una preziosa opportunità per riflettere sul valore educativo dello sport e in particolare del rugby, una disciplina che propone un importante lavoro di squadra e sa unire il divertimento all'osservanza delle regole, il rispetto dell'avversario al fair play anche fuori dal campo. Ci tengo quindi a ringraziare tutti coloro che hanno collaborato all'iniziativa e auspico che possa rappresentare anche una bella occasione per interessare tanti altri ragazzi alla pratica di un'attività sportiva” ha dichiarato Valeria Mancinelli, Sindaco di Ancona.

 

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito