FESTE DEL RUGBY, A ROVIGO OLTRE 1000 STUDENTI PER LA SECONDA TAPPA PDF Stampa E-mail
varie
Giovedì 06 Giugno 2019 08:45

DSC 1562Rovigo – Le Feste del Rugby, l’ormai immancabile appuntamento organizzato da FIR, Polfer e ANSF e che unisce la promozione del Gioco in ambito scolastico ad un progetto di responsabilità sociale e sensibilizzazione alla sicurezza ferroviaria, hanno fatto tappa oggi a Rovigo per il secondo appuntamento del 2019.

In occasione del Rovigo Rugby Festival organizzato dalla società polesana oltre mille studenti provenienti da elementari, medie e superiori si sono ritrovati sui campi del “Battaglini”, uno degli impianti simbolo del movimento rugbistico nazionale, per sfidarsi sul campo e per andare alla scoperta del villaggio allestito dall’organizzazione per veicolare, con giochi e supporti multimediali, messaggi rivolti al rispetto delle regole nelle stazioni per la propria sicurezza.

Dopo la due-giorni inaugurale di Ancona, la tappa in giornata singola di Rovigo ha confermato la vasta partecipazione a cui le Feste hanno ormai abituato, unendo al confronto sul campo anche una marcata componente di formazione dei giovani atleti: una missione che unisce i tre partner del progetto.

“Le Feste del Rugby – ha dichiarato Tullio Rosolen, coordinatore del progetto per FIR – sono ormai una realtà consolidata, un momento conclusivo del lavoro che la Federazione svolge in oltre duemila istituti in tutto il Paese e che porta ogni anno migliaia di giovani alla scoperta del nostro sport. La collaborazione con Polfer e ANSF si è consolidata, anno dopo anno, aggiungendo un prezioso elemento di formazione dei giovani, pienamente in linea con quella che è la nostra visione del gioco. Desidero ringraziare la Società Rugby Rovigo Delta per l’ospitalità e per averci aiutato nel realizzare il sogno di molti giovani di vivere una giornata di sport e formazione in uno degli stadi più iconici del rugby italiano”. 

"È stata una bellissima giornata di sport all'insegna dell'allegria ed allo stesso tempo della sicurezza - ha dichiarato Domenico De Falco del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto- Spiegare i comportamenti corretti  da adottare quotidianamente nelle stazioni è stato più facile scendendo in campo e giocando con i ragazzi. Siamo convinti, grazie a questa splendida festa, di aver contribuito a rendere i giovani partecipanti più consapevoli dei pericoli, spesso poco noti, presenti sullo scenario ferroviario e di averli aiutati a segnare una meta importante per la propria sicurezza".

 

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

ticketing2018

banner sitofederugby

 

registrati-FIR


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito