RWCQ 2021, L'IRLANDA SUPERA 15-7 L'ITALIA NEL SECONDO TURNO PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Domenica 19 Settembre 2021 16:16

 

rwcq 2021 barattin italiaParma – Termina con il risultato di 15-7 per l’Irlanda il match contro l'Italia valido per il secondo turno del torneo di qualificazione alla Rugby World Cup. Nella giornata in cui Sara Barattin ha toccato quota 100 caps in Nazionale – prima giocatrice dell’Italdonne a raggiungere questo traguardo – le Azzurre vengono superate dalle avversarie in un match molto  combattuto con le irlandesi che hanno sfruttato al meglio la momentanea superiorità numerica nel secondo tempo vincendo il match e raggiungendo in classifica l’Italia a quota 5 punti.

Inizio di partita molto combattuto con tanti placcaggi e con entrambe le difese che chiudono bene gli spazi. Al 18’ le Azzurre alzano il ritmo e con un’azione prolungata guadagnano campo prima di essere fermate a circa 10 metri dalla linea di meta. Sul ribaltamento di fronte è l’Irlanda ad andare vicina segnare i primi punti con Flood che centra il palo su calcio piazzato al 25’ da circa 20 metri in posizione defilata. Pochi istanti dopo la squadra di Griggs sblocca il risultato con un’azione corale finalizzata da Parsons che schiaccia l’ovale in meta accanto alla bandierina sul lato destro d’attacco. La reazione dell’Italdonne è immediata con la squadra di Andrea Di Giandomenico che gioca bene e va ad un passo dal pareggio con Gai e Bettoni che vengono placcate a pochi centimetri dalla linea di meta.

 

L’Italia attacca e costringe l’Irlanda al fallo con Considine che rimedia un cartellino giallo al 46’ per un placcaggio alto su Sillari. Al 51’ le Azzurre alzano nuovamente il ritmo e sfruttano la superiorità numerica ribaltando il risultato con una meta di Rigoni che finalizza al meglio l’azione in solitaria di Furlan e – sulla successiva trasformazione – Sillari centra i pali per il momentaneo 7-5. Al 55’ arriva il secondo giallo del match proprio per Beatrice Rigoni e – tre minuti più tardi – Flood centra i pali su calcio piazzato riportando avanti l’Irlanda sul 7-8. La squadra di Griggs sfrutta il momento del match favorevole per segnare la seconda meta con Murphy Crowe – trasformata da Flood – che vale il 7-15 al 61’. Le irlandesi difendono bene il vantaggio acquisito e nei successivi 20 minuti l’Italia non riesce ad accorciare il divario dalle avversarie.

Prossimo impegno per le Azzurre in calendario sabato 25 settembre alle 15 allo Stadio Lanfranchi di Parma nella terza ed ultima giornata del torneo di qualificazione alla Rugby World Cup.

Parma, Stadio Lanfranchi – domenica 19 settembre ore 15

Rugby World Cup Qualifier, II giornata

Italia v Irlanda 7-15 (0-5)

Marcatrici: p.t. 29’ m. Parsons (0-5); s.t. 51’ Rigoni tr Sillari (7-5); 58’ c.p. Flood (7-8); 61’ m. Murphy Crowe tr. Flood (7-15);

Italia: Ostuni Minuzzi (72’ Muzzo); Furlan (cap), Sillari (76’ D’inca’), Rigoni, Magatti; Madia, Barattin (76’ Stefan); Giordano, Sborgini (76’ Locatelli), Arrighetti (66’ Franco); Duca, Fedrighi; Gai, Bettoni (66’ Vecchini), Maris

A disposizione non entrate: Merlo, Seye

All. Di Giandomenico

Irlanda: Considine; Murphy Crowe, Higgins, Naoupu, Parsons; Flood (78’ Breen), Dane (65’ Lane); Griffin (cap) (72’ Hogan), McMahon (59’ Molloy), Wall; Monaghan, Fryday; Djougang, Moloney, Feely (52’ Peat)

A disposizione non entrate: Jones, Lyons, Delany

All. Griggs

Arb. Hollie Davidson (SRU)

Cartellini: al 46’ giallo per Considine (Irlanda); al 55’ giallo per Rigoni (Italia).

Calciatrici: Flood (Irlanda) 2/4; SIllari (Italia) 1/1

Note: Giornata soleggiata, campo in buone condizioni. Sara Barattin diventa la prima giocatrice azzurra a raggiungere i 100 caps con la Nazionale Italiana Femminile. Presenti circa 1500 spettatori

Punti conquistati in classifica: Italia 0, Irlanda 4

 

 
 

banner-newsletter-2020


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito