Cookie Consent by Free Privacy Policy website
TIKTOK WOMEN’S SIX NATIONS, COPERTURA SENZA PRECEDENTI PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Lunedì 21 Marzo 2022 15:30

 

Tappo Conferenza Stampa W6N22Parma - Un TikTok Women’s Six Nations 2022 senza precedenti per copertura televisiva, interesse del pubblico, attenzione del mondo digitale quello che per l’Italdonne di Andrea Di Giandomenico prenderà il via nel fine settimana a Grenoble, con il turno inaugurale contro la Francia.


Il CT azzurro, insieme alla capitano Manuela Furlan, è stato tra i protagonisti del lancio ufficiale del Torneo che, tra interventi in studio e da remoto, si è svolto lunedì 21 marzo presso la sala stampa ‘Leonardo Mussini’ dello Stadio S. Lanfranchi di Parma, che ospiterà le due gare interne di Italdonne del 3 aprile contro l’Inghilterra e del 23 aprile contro la Scozia.
 
Un’edizione, quella del Torneo 2022, che si preannuncia eccezionale, in virtù del format – per la prima volta in finestra separata nel formato esteso, e per copertura televisiva – tutte le partite della Nazionale femminile saranno trasmesse in diretta su Sky Sport Arena e in streaming su NOW.
 
Di pari passo con la messa in onda, a consolidare una manifestazione in continuo sviluppo, la presenza di TikTok come title partner, un ulteriore strumento per incrementare il coinvolgimento, la partecipazione, la visibilità e l'attenzione verso il movimento femminile, con le due partite interne dell’Italia che potranno contare anche su StudiOvale, l caratteristico format specifico di FIR per la piattaforma.

Ad accogliere gli ospiti, in presenza e da remoto, il Vice Sindaco del Comune di Parma Marco Bosi:  ‘Per noi è un grande onore che Parma sia stata riconofermata la ‘base’ dela Nazionale femminile, e che lo Stadio S. Lanfranchi possa ospitare le gare interne di Italdonne – lringraziamo la FIR per la rinnovata fiducia
Il sostegno del pubblico è fondamentale per chiunque scenda in campo, e credo che la presenza dei tifosi sugli spalti possa rappresentare un ulteriore sostegno per le atlete in campo.
Non esistono sport da maschi e sport da femminie, esiste solo lo sport che fa stare bene”.
 
Presenti anche le massime istituzioni del panorama sportivo nazionale, con Giampiero Pastore,Responsabile Istituto Scienza dello sport Coni, che ha portato il saluto del Presidente Malagò  - ‘Desidero ricordare il massimo sostegno da parte del Comitato Olimpico alla squadra e allo staff: facciamo un grande in bocca al lupo alla Nazionale per questo percorso, che si possa procedere al meglio e garantire i risultati degli ultimi anni. Ci auguriamo che gli exploit sportivi a cui abbiamo assistito lo scorso weekend siano di buon auspicio per tutte le Nazionali’ - e del Presidente ed AD di Sport&Salute, Vito Cozzoli, che ha dichiarato: ‘Sport e Salute, la Società dello Stato che per sua missione promuove lo sport di tutti e per tutti, e i corretti stili di vita, punta sulla popolarità del rugby tra le donne, e anche tra i giovanissimi,per la promozione dello sport come momento di educazione, di crescita, di impegno e aggregazione. Molte famiglie scelgono di far praticare il rugby ai propri figli e alle proprie figlie, senza timore della sua fisicità, proprio per le sue qualità educative e valoriali: il fairplay, il rispetto delle regole e la socializzazione. E questa è la vittoria più grande: la partecipazione, l’avviamento all’attività fisica, la passione dei praticanti. Sono i valori principali di Sport e Salute, la Società che fa crescere lo sport”.
 
Giorgio Morelli, Vice Presidente Vicario FIR e Capo Delegazione della Nazionale Maschile, ha ricordato come ‘la Nazionale femminile ci abbia dato grandi soddisfazioni negli ultimi anni, e l’impegno da parte della Federazione rimane invariato: garantire alle atlete le migliori condizioni affinchè abbiano la possibilità di affermarsi, consentendo loro di incrementare il livello prestativo tramite confronti sempre ad alto livello.
La FIR deve lavorare come una squadra, le atlete sul campo e noi fuori: questa sarà una stagione fondamentale in termini di opportunità, grazie alla garanzia di maggiore copertura al movimento femminile, e lavoreremo insieme per ottenere i migliori risultati”.
 
Concetti rafforzati da Francesca Gallina, Consigliera Federale FIR con delega al settore femminile: “Ho avuto il piacere e l’onore di vivere da diverse prospettive il mondo femminile del rugby, che si caratterizza per determinazione, attitudine al lavoro e all’ascolto.
Il nostro ruolo è quello di supportare giocatrici e staff per garantire la continuità dei risultati ma, ad ampio spettro, quello di lavorare con impegno per tutto il movimento femminile, così da garantire di tornare ai livelli pre-pandemici
Per atlete e staff si apre un periodo molto intenso, che culminerà quest’autunno con la Rugby World Cup: il lungo percorso è stato intrapreso da tempo, da parte di staff e atlete, che ci auguriamo di supportare”.

A certificare la crescita del prodotto TikTok Women’s Six Nations anche in ambito media e digital sono intervenuti Francesco Pierantozzi, voce del rugby azzurro per Sky Italia, e James Rothwell Head of Marketing Europa di TikTok.
 
“Siamo reduci da un bellissimo weekend di rugby. Ci sarà copertura non solo su Sky sport Arena e in streaming su Now TV, ma cercheremo anche tramite gli altri touchpoint di accompagnare il percorso, non solo sulla partite.
Confermiamo che tutte le partite del Torneo saranno disponibili sui nostri canali. I risultati televisivi, spesso, derivano dai risultati sul campo e desideriamo continuare sulla stessa strada del 2015 e del 2019. Possiamo promettere sostegno e passione, esattamente come la vostra” ha detto Pierantozzi, mentre Rothwell ha dichiarato: “Siamo davvero entusiasti di essere il Title Sponsor di quello che ora è il TikTok Women's Six Nations; siamo una piattaforma fondata sull’inclusione e parte del nostro impegno è offrire pari opportunità agli sport femminili come a quelli maschili. Diventare il primo Title Sponsor del Sei Nazioni femminile ci offre l'opportunità di coltivare l'incredibile community di creator e fan del rugby femminile presenti in piattaforma e, allo stesso tempo, di creare nuove connessioni con un pubblico ancora più ampio. Continueremo a impegnarci per rendere il rugby femminile sempre più visibile”.
 
Andrea Di Giandomenico, CT azzurro, al tredicesimo Women’s Six Nations, ha analizzato il Torneo che sta per prendere il via: “Stiamo attraversando una stagione particolare, da tempo è così. Quest’anno abbiamo a calendario anche la Coppa del Mondo, proiettando lontano i nostri impegni, e il Women’s Six Nations si conferma un appuntamento fondamentale.
Nelle prime due partite incontreremo Francia e Inghilterra, due squadre in ottima forma, entrambe hanno recentemente battuto la Nuova Zelanda: si tratta di partite molto sfidanti dal punto di vista tecnico, fisico e strategico, ma proprio questo genere di confronto ci ha fatto crescere negli anni. Tutte le squadre che affronteremo saranno di altissimo livello, affrontiamo il Torneo con lo stesso spirito, focalizzati sulla prestazione, poi – come sempre - il campo darà le risposte relative al nostro lavoro.
Abbiamo una grande opportunità nell’avere giocatrici duttili, possiamo riconoscerci in un gioco polivalente, che è uno degli obiettivi del nostro lavoro – la varietà è sempre una ricchezza, e un’arma in più”.
 
Manuela Furlan, Capitano della Nazionale femminile con 81 caps Azzurri, una delle veterane del gruppo che debutterà in Francia nel fine settimana, ha detto: “Sempre un’emozione e un un onore vestire questa maglia, così come ricoprire il ruolo di capitano. Sarà un Torneo che ci metterà alla prova, stiamo preparandoci da tempo per questo, a livello tecnico e di gruppo. Scendiamo sempre in campo per onorare la maglia e dare il massimo per rappresentare l’Italia. Estremo o ala? Il mio ruolo preferito è il secondo, ma nel come estremo mi trovo completamente a mio agio, amo scendere in campo in entrambi i ruoli”.

Venerdì 25 marzo alle ore 14 è previsto l’annuncio della formazione in campo a Grenoble.

Questa la lista delle 24 atlete convocate:

BARATTIN Sara – Villorba Rugby, 101 caps
BETTONI Melissa – Stade Rennais, 64 caps
BARRO Francesca – Valsugana Rugby Padova, esordiente 
D’INCA’ Alyssa – Villorba Rugby, 4 caps
DUCA Giordana – Valsugana Rugby Padova, 24 caps
FEDRIGHI Valeria – Stade Toulousain, 28 caps
FRANGIPANI Alessandra – Villorba Rugby, esordiente
FURLAN Manuela – Villorba Rugby, 81 caps
GAI Lucia – Valsugana Rugby Padova, 76 caps
GIORDANO Elisa – Valsugana Rugby Padova, 49 caps
LOCATELLI Isabella – Rugby Colorno, 28 caps
MADIA Veronica – Rugby Colorno, 25 caps
MAGATTI Maria – CUS Milano Rugby, 38 caps
MARIS Gaia - Valsugana Rugby Padova, 6 caps
MUZZO Aura – Villorba rugby, 20 caps
OSTUNI MINUZZI Vittoria - Valsugana Rugby Padova, 9 caps
RIGONI Beatrice - Valsugana Rugby Padova, 49 caps
SBERNA Francesca – Rugby Calvisano, 6 caps
SEYE Sara – Rugby Calvisano, 2 caps
SILLARI Michela – Valsugana Rugby Padova, 63 caps 
STECCA Emanuela – Villorba Rugby, esordiente 
STEFAN Sofia - Valsugana Rugby Padova, 62 caps
TOUNESI Sara – ASM Romagnat, 18 caps
VECCHINI Vittoria – Valsugana Rugby Padova, 3 caps

Questo il calendario delle partite dell’Italia:

I giornata – 27.03.22 – Grenoble, Stade des Alpes – Ore 16 CET
Francia v Italia
II giornata – 3.04.22 – Parma, Stadio S. Lanfranchi – Ore 16 CET
Italia v Inghilterra
III giornata – 10.04.22 – Cork, Musgrave Park – Ore 18 CET
Irlanda v Italia
IV giornata – 23.04.22 – Parma, Stadio S. Lanfranchi – Ore 20.20 CET
Italia v Scozia
V giornata – 30.04.22 – Cardiff, Arms Park – Ore 13 CET
Galles v Italia

 

 

community-fir