Cookie Consent by Free Privacy Policy website
[MULTIMEDIA] AZZURRI GIOVEDI’ AD AUCKLAND: DOMENICA SFIDA ALL'AUSTRALIA PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Martedì 06 Settembre 2011 12:16

GeldenhuysvIrlBARBIERI: “UNA GARA ALLA VOLTA, CONTRO I WALLABIES CE LA GIOCHEREMO”

GELDENHUYS: “A NORTH HARBOUR DIFESA, DISCIPLINA E UNA TOUCHE CONSISTENTE”

Nelson (Nuova Zelanda) – Penultima giornata di allenamento a Nelson per l’Italrugby che giovedì mattina volerà ad Auckland in vista dell’esordio nella Rugby World Cup “Nuova Zelanda 2011” fissato per le 15.30 di domenica 11 settembre (5.30 in Italia, diretta SkySport2 HD) al North Harbour Stadium contro l’Australia, due volte campione del mondo e vincitrice in agosto del Tri-Nations. 

Oggi l’Italia si è divisa tra una seduta in palestra in mattinata ed una seduta collettiva sul prato del Saxton Oval nel pomeriggio: Quintin Geldenhuys, seconda linea degli MPS Aironi infortunatosi al ginocchio il 13 agosto a Cesena contro il Giappone, è tornato oggi a lavorare con il gruppo dopo tre settimane di allenamenti differenziati mentre il solo giocatore che continua a svolgere sedute specifiche dopo i problemi muscolari dell’ultimo periodo è il pilone Salvatore Perugini.

Proprio Geldenhuys, capitano degli Aironi nella passata stagione, ha preso parte al quotidiano incontro con i media nella sala stampa del Rutherford Hotel, quartier generale dell’Italia in terra neozelandese: “Sono molto contento di essere tornato ad allenarmi con il gruppo, anche lo staff medico è contento di come ho recuperato ed io mi sento al massimo della condizione. Io mi alleno per poter essere in campo contro l’Australia, poi vedremo”.

CLICCA QUI PER LA VIDEO-INTERVISTA A QUINTIN GELDENHUYS

CLICCA QUI PER LA VIDEO-INTERVISTA A ROBERT BARBIERI

“La Nuova Zelanda è perfetta per ospitare il Mondiale, non si parla di altro che di rugby, è molto bello essere qui: io ho trent’anni, questa sarà probabilmente la mia unica occasione di prendere parte ad un evento di questa portate e di questo non posso che ringraziare l’Italia” ha detto il seconda linea di origini sudafricane.

“L’Australia – ha dichiarato Geldenhuys concentrandosi sul primo impegno iridato degli Azzurri – è una squadra forte con molte skills individuali, ha vinto il Tri-Nations ma noi dobbiamo pensare alla nostra prestazione. A Firenze lo scorso novembre contro di loro (vittoria 14-32 dei Wallabies ndr) la partita è stata segnata dai nostri tanti errori in touche, ci siamo fatti rubare il 50% delle rimesse su nostri lanci, questo non deve succedere e non succederà domenica a North Harbour. Difesa, disciplina e possesso in rimessa saranno le basi della nostra performance” ha concluso il trentenne seconda linea.

“Una gara per volta, inutile guardare all’Irlanda quando prima ci sono tre partite ed il primo avversario è l’Australia” è intervenuto il flanker della Benetton Treviso, Robert Barbieri. “Siamo molto concentrati per la sfida con i Wallabies, forse manca ancora un poco di ritmo partita dopo la preparazione ma domenica saremo al 100%, siamo molto in forma e anche sarà una gara difficile ce la giocheremo sino in fondo. All’Irlanda penseremo quando sarà il momento”.

 

banner-community-fir