Cookie Consent by Free Privacy Policy website
RABODIRECT PRO12, IL SECONDO DERBY ITALIANO E’ DELLE ZEBRE PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 04 Gennaio 2014 17:07

fotoderbyBENETTON TREVISO BATTUTO 14-12 AL “XXV APRILE” DI PARMA

Parma – Una meta di Palazzani e tre calci piazzati di Orquera consegnano alle Zebre Rugby il secondo derby stagionale di RaboDirect PRO12 e la prima vittoria interna della propria giovane storia.

La Benetton Treviso lascia il “XXV Aprile” di Parma battuta per 14-12, al termine di ottanta minuti che confermano l’equilibrio della gara d’andata vinta dai biancoverdi a Monigo per 20-15.

Oltre trenta gli internazionali italiani oggi in campo, tutti impegnati a dimostrare di meritare un posto nella lista dei trenta che verrà annunciata la prossima settimana dal CT Brunel per le prime due giornate dell’RBS 6 Nazioni e che, dopo essersi dati battaglia sul campo, hanno salutato gli oltre 4500 spettatori presenti oggi alla Cittadella del Rugby.

 

La cronaca

La Benetton inizia in attacco, provando a muovere la linea con Berquist, ma sono le Zebre a sfiorare il primo vantaggio al quarto minuto con Orquera, che sbaglia un drop dopo una buona penetrazione di Van Schalkwyk.

Treviso vince una mischia ad introduzione Zebre intorno al sesto minuto ed innesca un pericoloso contrattacco con Botes ma Palazzani riesce a  recuperare ed il XV di casa può allontanare la pressione.

All’undicesimo le Zebre recuperano palla a centro campo con Chistolini, muovono velocemente al largo, trovano la difesa trevigiana in inferiorità ed è bravo Van Schalkwyk a calciare il pallone per Palazzani, che apre le marcature dopo l’intervento del TMO: 5-0 per i padroni di casa.

Al quarto d’ora la Benetton lancia un maul da metà campo, costringendo le Zebre al fallo per limitare l’avanzata del pacchetto biancoverde e, dalla punizione che ne nasce, Berquist cerca e trova i pali dalla distanza per il 5-3.

Al ventesimo ancora la Benetton si rende pericolosa nei ventidue avversari, ma l’azione cozza contro una ben organizzata difesa del XV di Andrea Cavinato che costringe Rizzo al tenuto: sulla ripartenza Venditti trova un varco prezioso nella difesa ospite, ma la sfida individuale con il compagno di azzurro McLean lo costringe a sua volta al tenuto.


Benetton si porta in vantaggio al ventiseiesimo, su piazzato di Berquist, che non sbaglia la punizione concessa per un fallo in touche del capitano delle Zebre Bortolami: è 5-6 ed i veneti non riescono ad allungare al trentatreesimo su una punizione per placcaggio in ritardo che Berquist, dalla metà campo, questa volta non trasforma.

Le Zebre perdono al trentaseiesimo l’ala Venditti, che esce dal campo zoppicando dopo un tentativo di penetrazione centrale, sostituito da un altro dei tanti Azzurri di scena oggi a Parma, Giulio Toniolatti.

Il primo tempo si chiude con un lungo ping-pong tattico al piede, poi un fuorigioco della difesa parmense a tempo scaduto  regala a Berquist la chance – concretizzata – per mandare le squadre a riposo sul 5-9.

Si riparte e dopo una manciata di secondi le Zebre conquistano una punizione che Orquera, da facile posizione, trasforma riportando il XV di casa ad una sola lunghezza dai cugini veneti mentre inizia a cadere una pioggia insistente.

 

La squadra di Marius Goosen spinge sull’acceleratore dopo il calcio bianconero, ma la difesa bianconera è attenta e le Zebre recuperano palla e campo con il piede di Orquera, avanzando poi da maul e costringendo al decimo minuto al fallo su propria introduzione il pack biancoverde: Orquera prova ad andare per i pali e riporta in vantaggio il XV di casa, 11-9.

Ma la Benetton non ci sta e si riporta immediatamente al comando del match con Berquist che non sbaglia da facile posizione, 11-12.  

Pavanello e compagni insistono nella metà campo avversaria, alla ricerca dell’azione del possibile KO, ma prima perdono il possesso e dopo sono costretti al tenuto, con gli uomini di Cavinato che risalgono il campo mentre si entra nell’ultimo quarto di gara e si riportano a loro volta in vantaggio al ventiquattresimo, con Orquera che centra ancora i pali da posizione defilata per il 14-12 bianconero.

Si riparte e sul calcio d’invio Berryman commette in avanti sui ventidue, offrendo agli ospiti una splendida piattaforma d’attacco che però non viene sfruttata, ma ci pensa McLean a riportare pressione sulle Zebre, la cui difesa però riesce ancora una volta a resistere all’attacco trevigiano.

La Benetton insiste ma perde possesso in più di un’occasione e Toniolatti piazza un placcaggio fondamentale su Botes a cinque minuti dalla fine, costringendo il numero nove azzurro dell’Italia alla perdita di possesso nei propri ventidue. Sulla mischia che segue, Perugini manda in crisi la prima linea veneta e regala un piazzato prezioso a Luciano Orquera, che svirgola.

L’ultimo brivido per le Zebre arriva a novanta secondi dalla fine, con McLean che gioca veloce un mark, muove al largo e lancia Esposito che trova spazio all’ala ma, sul placcaggio di Palazzani, perde l’ovale riconsegnandolo alle Zebre che, da mischia, calciano fuori e possono festeggiare la loro prima vittoria interna dopo la vittoria autunnale di Cardiff.

 

Parma, Stadio “XXV Aprile” – sabato 4 gennaio

RaboDirect PRO12, XII giornata

Zebre Rugby v Benetton Treviso 14-12

Marcatori: p.t. 11’ m. Palazzani (5-0); 15’ cp. Berquist (5-3); 26’ cp. Berquist (5-6); 40’ cp. Berquist (5-9); s.t. 1’ cp. Orquera (8-9); 11’ cp. Orquera (11-9); 14’ cp. Berquist (11-12); 24’ cp. Orquera (14-12)

Zebre: Palazzani; Berryman, Ratuvou, Garcia, Venditti (36’ pt. Toniolatti) ; Orquera, Chillon; Vunisa, Van Schalkwyk, Bergamasco Ma. (33’ st. Ferrarini); Bortolami (cap, 33’ st. Biagi), Geldenhuys; Chistolini (16’ st. Redolfini), Giazzon (31’ st D’Apice), Aguero (16’ st. Perugini)

a disposizione: D’Apice, Perugini, Redolfini, Biagi, Cattina, Quartaroli, Toniolatti, Ferrarini

all. Cavinato

Benetton Treviso: McLean; Nitoglia, Loamanu, Sgarbi, Esposito; Berquist, Botes; Barbieri, Zanni (1’ st. Bernabò), Budd (26’ pt. Filippucci); Van Zyl (28’ st. Fuser), Pavanello A. (cap); Cittadini (37’ st. Rouyet), Ghiraldini, Rizzo (24’ st. De Marchi Al.)

all. Goosen

arb. Ruiz (Francia)

RaboDirect PRO12 Man of the Match: Giazzon (Zebre)

Calciatori: Orquera (Zebre) 3/5; Berquist (Benetton Treviso) 4/5

Note: pomeriggio freddo ed umido, terreno in buone condizioni. In tribuna il Presidente federale Alfredo Gavazzi ed i membri del Consiglio. 

 

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

logo-urc-2021-300

Banner 300x150

banner-ticketing-2021

banner sitofederugby

banner-community-fir