ECCELLENZA, CALVISANO PASSA 19-30 A VIADANA NELLA PRIMA SEMIFINALE PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 17 Maggio 2014 17:08

viacalDOMANI H. 16 DIRETTA RAI SPORT 1 PER IL DERBY VENETO TRA MOGLIANO E ROVIGO

Viadana (Mantova) – Il Cammi Calvisano espugna lo Zaffanella di Viadana nel turno d’andata della prima semifinale del Campionato Italiano d’Eccellenza ed appone la propria ipoteca sul passaggio alla Finale del 31 maggio, anche se il risultato di 19-30 lascia vive le speranze di rimonta la gara di ritorno di sabato prossimo al Peroni Stadium “San Michele”, con il mediano di mischia mantovano Giorgio Bronzini che, nelle battute conclusive, mette a segno la meta che tiene aperta la sfida di sabato prossimo.

Pronto alla lotta e trascinato dal solito pubblico di casa il Viadana, più solido in mischia il Cammi Calvisano che proprio con i primi otto uomini – Steyn e Costanzo su tutti – ha costruito la vittoria di questo pomeriggio, mettendo seriamente in difficoltà il pacchetto viadanese specialmente nella prima frazione di gioco.

Domani alle 16, in diretta Rai Sport 1, la seconda semifinale d’andata con i Campioni d’Italia in carica del Marchiol Mogliano che ricevono al “Quaggia” la Vea-FemiCZ Rovigo.

 

La cronaca

Il numero dieci del Cammi Calvisano Haimona calcia fuori la prima palla del match ed è subito mischia a centro campo, che Calvisano vince su introduzione viadanese: Griffen al piede mette sotto pressione il XV di casa, che sbaglia anche la touche che segue, perdendo palla in avanti.  

La seconda mischia del match, sui cinque metri mantovani, vede Blessano concedere una punizione che Haimona non sbaglia, portando gli ospiti in vantaggio 0-3.

Viadana soffre in mischia, perde un altro possesso ma riesce a rispedire indietro gli ospiti con il piede di Gennari ed al sesto mette in difficoltà la difesa calvina con una penetrazione di Pizzaro, vanificata da un in-avanti.

Ma è in prima linea che il XV di Gianluca Guidi si dimostra nettamente superiore nei primi dieci minuti di gioco, mentre gli uomini di Phillips devono ricorrere al piede per alleggerire la pressione.

All’undicesimo, una fiammata dei trequarti di casa porta Viadana sino sui cinque metri e dalla penaltouche che segue il maul timonato da Padrò va oltre la linea di meta con il tallonatore Bigi. Gennari, da posizione defilata, fallisce di un nulla la trasformazione.

Davanti, però, Pizarro e compagni continuano a soffrire, concedendo punizioni e possessi agli avversari. Ma al ventiduesimo è ancora Viadana a mettere in crisi con un’accelerazione improvvisa dai ventidue metri su palla di recupero: Gennari sembra avere spazio per un coast-to-coast ma il guardalinee segnala un in-avanti che ferma l’azione, riconsegnando palla a Griffen e compagni.

Al ventiseiesimo, inevitabile con Viadana in grave sofferenza in prima linea, arriva il giallo contro il pilone sinistro Cenedese: doppio cambio di possesso su introduzione e reset che si susseguono sulla linea dei cinque metri, poi Calvisano sfonda con Steyn che, però, viene tenuto alto.

Per il giovane numero otto sudafricano, miglior metaman della stagione regolare, è però la prova generale e, sulla mischia seguente, arriva la meta che riporta Calvisano in vantaggio. Haimona trasforma il 5-10. Sul calcio di ripresa, Calvisano ipoteca la partita e – forse – la Finale: Steyn riceve, serve Griffen che evita un avversario, trova il buco giusto e conquista spazio sino a metà campo prima di servire Haimona che inventa un cross-kick per Bergamo che, solo all’ala, raccoglie ed appoggia oltre la linea. Haimona fa 5-17.

Sul finire di primo tempo, dalla lunga distanza, Gennari prova ad accorciare dalla piazzola ma il tentativo dell’estremo viadanese si spegne a lato dei pali.

Calvisano riparte con l’acceleratore schiacciato, conquista subito palla dalla prima mischia e conserva il possesso sino alla linea dei cinque avversaria, dove Griffen cambia fronte di gioco dopo tre fasi, Haimona sfonda e serve Zdrilich che schiaccia alla bandiera. L’apertura neozelandese, vista anche in RaboDirect PRO12 con le Zebre, trasforma il 5-24.

Viadana non rinuncia a lottare, ma paga carissimo il tentativo di reazione perdendo per infortunio prima il flanker Andrea Denti, poi il centro Sanchez, infine il tallonatore Bigi: il pack dei leoni mantovani sfonda intorno al ventesimo da rolling-maul, ma il portatore di palla è tenuto alto.

Si entra nell’ultimo quarto di gara con Calvisano al comando ma in inferiorità numerica per un giallo per fuorigioco al pilone destro Violi ed al trentunesimo Viadana muove al largo lanciando Sintich che viene fermato a pochi passi dalla meta che potrebbe riaprire la sfida in vista del match di ritorno.

A riaccendere le speranze del Viadana e del pubblico di casa, una manciata di istanti dopo, ci pensa il seconda linea Liviu Pascu che dimostra di meritare la candidatura ad MPV per i gialloneri mantovani chiudendo in mezzo ai pali una bella percussione. Gennari fa 12-24 per il primo centro personale di giornata.

Il sigillo sul match – e sulla qualificazione alla Finale del 31 maggio –  sembra arrivare nel finale con un doppio centro dalla piazzola di Marcello Violi, entrato da poco per Calvisano in sostituzione di capitan Griffen, che fissa il risultato sul 12-30 ma, in pieno recupero, dopo un giallo a De Jager, Bronzini marca la meta che tiene accesa la fiammella della speranza per Viadana.

Tra una settimana, al “San Michele”, il Cammi Calvisano potrà amministrare un consistente vantaggio di 11 punti rendendo di fatto obbligatorio, per Viadana, provare ad espugnare con il bonus il campo di casa dei bresciani tra sette giorni.

Viadana, Stadio “Luigi Zaffanella” – sabato 17 maggio

Eccellenza, semifinali andata

Rugby Viadana v Cammi Calvisano 19-30

Marcatori: p.t. 3’ cp. Haimona (0-3); 14’ m. Bigi  (5-3); 33’ m. Steyn tr. Haimona (5-10); 35’ m. Bergamo tr. Haimona (5-17); s.t. 3’ m. Zdrilich tr. Haimona (5-24); 33’ m. Pascu tr. Gennari (12-24); 40’ cp. Violi M. (12-27); 43’ cp. Violi M. (12-30); 47’ m. Bronzini tr. Gennari (19-30)

Rugby Viadana: Gennari; Robertson, Pizarro (cap), Sanchez (12’ st. Pavan G.), Sintich (26’-36’ pt. Denti Ant.); Apperley K., Bronzini; Padrò, Denti And. (6’ st. Minari), Du Plessis (4’ st. Moreschi); Pascu, Barbieri An.; Cagna (40’-42’ st. Cenedese), Bigi (17’ st. Marchini), Cenedese (4’ st. Denti Ant.)

all. Phillips

Cammi Calvisano: De Jager; Bergamo, Vilk, Castello, Visentin (36’ st. Chiesa); Haimona, Griffen (cap, 25’ st. Violi M.); Steyn, Zdrilich (14’ st. Salvetti), Belardo (26’ st. Costanzo); Hehea (40’ st. Beccaris), Cavalieri; Costanzo (1’ st. Violi E.) , Ferraro (42’ st. Gavazzi A.), Lovotti
(45’ st. Panico)

all. Guidi

arb. Blessano (Treviso)

g.d.l. Spadoni (Padova), Traversi (Treviso)

quarto uomo: Franzoi (Venezia)

TMO: Falzone (Padova)

Cartellini: 26’ pt. Giallo Cenedese (Rugby Viadana); 23’ st. giallo Violi E. (Cammi Calvisano); 45’ st. giallo De Jager (Cammi Calvisano)

Calciatori: Haimona (Cammi Calvisano) 4/4; Violi M. (Cammi Calvisano) 2/2; Gennari (Viadana) 2/4

Punti conquistati in classifica: Rugby Viadana 0; Cammi Calvisano 4

Man of the Match: Costanzo (Cammi Calvisano)

Nota: giornata di sole, terreno in ottime condizioni, 2100 spettatori circa

 

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

ticketing2018

banner live TOP12 neg

banner sitofederugby

 


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito