ECCELLENZA, CAMMI CALVISANO E’ LA PRIMA FINALISTA 2013/2014 PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 24 Maggio 2014 17:02

fotosportit 21675-1AL “SAN MICHELE” BATTUTO IL RUGBY VIADANA PER 65-14 NEL DERBY DI RITORNO

DOMANI VEA-FEMICZ ROVIGO v MARCHIOL MOGLIANO, ORE 16 DIRETTA RAI SPORT 1

Calvisano (Brescia) – Il Cammi Calvisano è la prima finalista del Campionato Italiano d’Eccellenza 2013/2014. I gialloneri bresciani allenati da Gianluca Guidi centrano l’accesso al match clou della stagione archiviando in appena venti minuti la semifinale di ritorno contro il Rugby Viadana, aggiudicandosi il derby lombardo 65-14: mai, nei tanti scontri diretti che hanno caratterizzato la lunga rivalità tra le due Società, era stato registrato un divario tanto ampio.

Con un XV ospite in difficoltà tra gli avanti – tanti gli assenti tra le prime scelte mantovane - il Calvisano chiudono il match nel primo quarto di gara con una combinazione di mischie, maul e penaltouche che piegano la resistenza degli uomini di Rowland Phillips.

Al giro di boa del match, sopra per 41-7, Calvisano ha già ampiamente chiuso il discorso qualificazione - già ipotecato allo “Zaffanella” una settimana fa con la vittoria per 30-19 – e fatto proprio il diritto a disputare sul campo del Peroni Stadium San Michele, la settimana prossima, la gara che assegnerà l’ottantaquattresimo titolo di Campione d’Italia.

Domani alle 16, al “Battaglini” di Rovigo, derby veneto tra i padroni di casa della Vea-FemiCZ Rovigo ed i Campioni in carica del Marchiol Mogliano, chiamati a ribaltare il 19-22 dell’andata per poter difendere sino all’ultimo atto di stagione.

La cronaca

Subito una mischia per Calvisano a metà campo e subito una punizione contro il pack ospite, Haimona opta per una penaltouche in profondità che mette subito sotto pressione gli ospiti. Calvisano muove ed avanti sino sui cinque metri, Viadana ricorre al fuorigioco ed il XV bresciano chiede un’altra mischia: la superiorità in spinta è evidente e Vivarini va in mezzo ai pali assegnando la meta tecnica. Haimoma fa 7-0.

Viadana, già in difficoltà in prima linea nei primi minuti e con alcune assenze importanti in mischia, perde per infortunio all’ottavo minuto il numero tre Cagna.

Calvisano insiste in attacco, ha una grande opportunità nuovamente da penaltouche ma questa volta gli ospiti, con fatica, riescono ad allontanare il pericolo.

Ma il copione del match non cambia e prima del quarto d’ora Calvisano allunga dalla piazzola con capitan Griffen dopo l’ennesima penalità fischiata contro Pizarro e compagni.

La gara appare a senso unico nel primo quarto di gara, con i bresciani che risalgono ancora il campo dopo un fallo ospite su punto d’incontro: al diciassettesimo, Calvisano chiude i conti muovendo ancora da rimessa laterale con Haimona che salta Vilk e serve De Jager che va sino in fondo per la seconda meta del match, che Griffen trasforma per il 17-0.

Si riparte, Viadana prova a portarsi nella metà campo avversaria ma perde possesso su una ruck, Griffen vede scoperta la profondità e calcia verso l’area di meta mantovana: un rimbalzo tradisce Apperley che tenta di recuperare e la palla finisce nelle mani del flanker Zdrilich che deve solo toccare in meta. Griffen non sbaglia ed una manciata di minuti dopo va ancora per i pali dopo un tenuto a terra di Viadana: 27-0 dopo ventisei minuti.

Alla mezzora, Calvisano conquista il bonus e sigilla il match. Nuova mischia sui cinque metri viadanesi, dominio del pack calvino e seconda meta tecnica di giornata. E’ 34-0 e la gara è, di fatto, conclusa.

Viadana passa al primo affondo di giornata, dopo trentasei minuti, con Pizarro bravo a servire Sintich al largo evitando il placcaggio di De Jager. Gennari trasforma il 34-7, ma sul finire di primo tempo c’è ancora tempo, per la squadra di casa, per ripetere lo stesso canovaccio già visto: fallo contro il pack ospite, penaltouche, avanzamento degli avanti sulla conquista e meta – questa volta di Haimona – sugli sviluppi al largo. Griffen manda le squadre al riposo sul 41-7.

Guidi fa quattro cambi in avvio di ripresa, cambiando tutta la prima linea e dando mezza partita di riposo al numero otto Steyn, metaman dell’Eccellenza, ma gli equilibri non cambiano e dopo due minuti arriva, da rolling maul, la sesta meta bresciana con il flanker Belardo.


Viadana costruisce una splendida manovra, innescata come sempre da una penetrazione di capitan Pizarro, al quinto minuto e Robertson vola in mezzo ai pali per il 48-14, subito prima che il “San Michele” tributi un lungo applauso a capitan Griffen, sostituito in vista della Finale di sabato prossimo.

Ancora, Calvisano va oltre la meta dopo il quarto d’ora con il pilone Panico – entrato ad inizio ripresa per Lovotti – bravo ad arpionare un brutto pallone servitogli al largo da Hehea e ad accelerare sin oltre la linea. E segna anche l’ex Azzurro Canavosio, entrato da poco, che rinifisce una nuova manovra al largo in velocità: per Viadana, sostenuta sino in fondo dai propri tifosi, il passivo assume i contorni del tracollo nonostante i mantovani continuino a lottare su ogni pallone.  

Negli ultimi dieci minuti il ritmo inevitabilmente si abbassa ma, nel finale, c’è ancora spazio per la decima meta del Calvisano a firma di Hehea. Finisce 60-14 ed il Calvisano, tra una settimana (ore 20.30, diretta Rai Sport 2) potrà disputare davanti al proprio pubblico la Finale contro la vincente di Rovigo v Mogliano nel match che mette in palio lo scudetto 2013/2014.

Calvisano (BS), Peroni Stadium “San Michele” – sabato 24 maggio

Eccellenza, semifinali ritorno

Cammi Calvisano v Rugby Viadana 65-14

Marcatori: p.t. 3’ m. tecnica Calvisano tr. Haimona (7-0); 14’ cp. Griffen (10-0); 17’ m. De Jager tr. Griffen (17-0); 20’ m. Zdrilich tr. Griffen (24-0); 26’ cp. Griffen (27-0); 30’ m. tecnica Calvisano tr. Griffen (34-0); 36’ m. Sintich tr. Gennari (34-7); 41’ m. Haimona tr. Griffen (41-7); s.t. 2’ m. Belardo tr. Griffen (48-7); 5’ m. Robertson tr. Gennari (48-14); 16’ m. Panico (53-14); 24’ m. Canavosio tr. Violi M. (60-14); 45’ m. Hehea (65-14)

Cammi Calvisano: De Jager; Bergamo, Vilk, Castello (19’ st. Canavosio), Visentin; Haimona (3’ st. Chiesa), Griffen (cap, 7’ st. Violi M.); Steyn (1’ st. Hehea), Zdrilich, Belardo; Beccaris, Cavalieri (39’ pt. Andreotti); Romano (1’ st. Costanzo), Ferraro (1’ st. Gavazzi), Lovotti (1’ st. Panico)

all. Guidi

Rugby Viadana: Gennari (18’ st. Amadasi); Robertson, Pizarro (cap), Sanchez (8’ st. Pavan G.), Sintich; Apperley K., Bronzini (26’ st. Travagli); Padrò, Moreschi (26’ st. Manuini), Du Plessis (15’ st. Minari); Pascu, Barbieri; Cagna (8’ pt. Greco), Denti Ant. (43’ st. Gatti), Marchini (43’ st. Manghi)

all. Phillips

arb. Vivarini (Padova)

g.d.l. Liperini (Livorno), Boaretto (Rovigo)

quarto uomo: Laurenti (Bologna)

TMO: Damasco (Napoli)

Citing Commisioner: Marrama (Padova)

Punti conquistati in classifica: Cammi Calvisano 5; Rugby Viadana 0

andata: Rugby Viadana v Cammi Calvisano 19-30 (0-4)

Calciatori: Haimona (Cammi Calvisano) 1/1, Griffen (Cammi Calvisano) 7/7, Gennari (Rugby Viadana) 2/2; Violi (Cammi Calvisano) 1/3 

Man of the match: Zdrilich (Cammi Calvisano)

Note: campo in ottime condizioni, giornata soleggiata e calda. 2500 spettatori circa.  

 

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

ticketing2018

banner live TOP12 neg

banner sitofederugby

 


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito