Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

Italia
Italia


PRESENTATO IL GUINNESS SEI NAZIONI 2019. O'SHEA: "TORNEO PIU' COMPETITIVO DI SEMPRE" PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Monday, 21 January 2019 16:33
There are no translations available.

 

conferenza sei nazioni 2019Roma – Presentata presso il Salone d’Onore del Coni di Roma la ventesima edizione del Guinness Sei Nazioni 2019.

Oltre alla squadra Nazionale Maggiore Maschile con lo staff al completo e allenatori e capitani della Nazionale Femminile e Italia U20, presenti anche il Presidente del CONI Giovanni Malagò, il Presidente federale Alfredo Gavazzi, l’AD di Cattolica Assicurazioni Alberto Minali e Alessandro Araimo, AD di Discovery Italia che manderà in onda tutto il Guinness Sei Nazioni maschile in diretta in chiaro su DMAX Canale 52 e le gare delle Azzurre nel Women’s Six Nations su Eurosport 2.

Read more...
 
GUINNESS 6 NAZIONI, TORNA IV TEMPO RUGBY E CULTURA PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Monday, 21 January 2019 16:07
There are no translations available.

 

97fffe2e-5b70-48a7-9822-45e53899380eRoma - Torna a Roma il consueto appuntamento con il Guinness Six Nations, il Torneo più antico del mondo, e il patrimonio culturale di Roma scende ancora una volta in campo al fianco degli Azzurri, andando ad arricchire l’offerta di eventi collaterali per i possessori di biglietti per le gare dell’Italrugby all’Olimpico legati al contenitore “IV Tempo Rugby e Cultura”.

Confermata la collaborazione con il MIBACT che apre ai fans della Nazionale le porte di alcuni tra i più interessanti Musei statali nella città, ai quali si aggiungono i Musei Civici di Roma Capitale che sostiene con grande impegno quello che è ormai divenuto uno degli appuntamenti sportivi più importanti nel calendario di Roma (la lista completa dei musei disponibili su www.federugby.it/IVTempo). 

Da questa edizione la collaborazione con Roma Capitale si arricchisce della possibilità di vendita diretta dei biglietti del Sei Nazioni all’interno dei Tourist Infopoint nei luoghi di maggior flusso turistico della Capitale, e di vantaggi sull’acquisto della ROMA PASS, strumento indispensabile per chi visita Roma, per i possessori dei biglietti. A queste iniziative si conferma la partnership con il FAI – Fondo Ambiente Italiano che con i volontari di Roma organizza visite guidate a siti solitamente chiusi al pubblico all’interno del Parco del Foro Italico il giorno delle partite. 

Il Sei Nazioni porta Roma migliaia di appassionati stranieri e italiani che colgono, grazie all’evento sportivo e al contenitore IV TEMPO – RUGBY E CULTURA, le grandi opportunità di arricchimento culturale offerte dalla Capitale.

Ma “IV Tempo Rugby e Cultura” è, anche, impegno sociale, promozione delle eccellenze nazionali e regionali, volontà di coinvolgere sempre più giovani e famiglie nell’evento, facendo conoscere loro la variegata gamma di valori che caratterizza lo sport italiano. 

In coerenza con questa visione, le aree Hospitality dello Stadio Olimpico (hospitality.federugby.it per maggiori dettagli) offriranno una particolare attenzione all’enogastronomia regionale, caratterizzando ogni singola gara con prodotti tipici dalle Regioni italiane, mentre giovani tesserati provenienti dal territorio saranno i testimoni del messaggio di accoglienza per la squadra ospite con degli striscioni ad hoc che daranno gara dopo gara il benvenuto alle squadre ed ai fans gallesi, irlandesi e francesi. 

Nella gara interna d’apertura, il 9 febbraio, il Coro di Torpignattara sfiderà idealmente quello del Principality Stadium, aggingendo calore al prepartita, mentre gli sbandieratori di Firenze ravviveranno il pregara contro l’Irlanda e i paracadutisti della Brigata Folgore scenderanno dall’alto sin sul prato dell’Olimpico per la 100esima partita del Torneo, il 16 marzo contro la Francia nel turno conclusivo, all’interno di una più ampia collaborazione con le Forze Armate che caratterizzerà l’intera edizione.

I Volontari FIR (http://fir.accreditationsystem.info/indicevolontari.asp) saranno, come sempre, impegnati a offrire servizi e accoglienza al pubblico, mentre l’iconico Stadio dei Marmi continuerà come nelle precedenti edizioni ad essere un polo di divertimento e promozione del gioco con attività legate al progetto “Rugby per tutti”

Questi i Musei accessibili ai possessori di biglietto: 

Musei Statali
Gallerie nazionali d'Arte antica - Palazzo Corsini - Roma (via della Lungara, 10)

Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea - Roma (via delle Belle Arti, 131)
Museo Archeologico nazionale Etrusco di Villa Giulia - Roma (piazzale di Valle Giulia, 9)
Museo delle Civiltà - Roma (piazza G. Marconi, 14)
Museo nazionale Romano - Crypta Balbi - Roma (via delle Botteghe Oscure, 31)
Polo  museale Lazio - Galleria Spada - Roma (piazza Capo di Ferro, 13)
Polo museale Lazio - Museo nazionale degli Strumenti Musicali - Roma (piazza Santa Croce in Gerusalemme, 9/A)

Musei Civici
Musei Capitolini – Piazza del Campidoglio 1
Centrale Montemartini – Via Ostiense 106
Mercati e Foro di Traiano – Via IV Novembre 94
Museo dell’Ara Pacis – Lungotevere in Augusta
Museo di Roma – Piazza Navona e Piazza San Pantaleo
Museo di Roma in Trastevere – Piazza Sant’Egidio 1/b
Musei di Villa Torlonia – Via Nomentana 70
Galleria Comunale di Arte Moderna – Via Crispi 24
Museo Civico di Zoologia – Via Aldrovandi 1

 

 

 
ITALRUGBY, INIZIATO IL RADUNO DI ROMA PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Sunday, 20 January 2019 16:27
There are no translations available.

oshea goosen 2018 allenamentoRoma – E’ iniziato oggi presso il Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” di Roma il primo raduno dell’anno dell’Italrugby in preparazione del Guinness Sei Nazioni 2019.

Gli Azzurri si sono ritrovati presso l’impianto romano dove sosterranno i primi allenamenti in vista del torneo di rugby più antico del mondo a partire da domani. Sempre nella mattinata di lunedì 21 gennaio, alle 11.30, è in programma la conferenza stampa di presentazione, in Italia, del Guinness Sei Nazioni presso il Salone d’Onore del Coni.

Martedì sono in calendario altre due sedute di lavoro e un incontro stampa, alle 13.30 presso il CPO Giulio Onesti, con due giocatori a disposizione dei media. Mercoledì 23 gennaio si chiuderà il primo raduno azzurro del 2019.

Confermata la rosa dell’Italrugby con le due varianti annunciate nel corso della settimana con Marco Fuser e Marco Zanon che hanno sostituito, per il raduno in esame, rispettivamente Dean Budd e Giulio Bisegni.

Gli Azzurri faranno il proprio esordio al Guinness Sei Nazioni sabato 2 febbraio alle 14.15 locali (15.15 italiane) contro la Scozia a Murrayfield, match che verrà trasmesso in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre.

Questa la lista degli Azzurri convocati:

Piloni
Simone FERRARI (Benetton Rugby, 17 caps)
Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby Club, 30 caps)*
Tiziano PASQUALI (Benetton Rugby, 13 caps)
Cherif TRAORE' (Benetton Rugby, 5 caps)*
Giosuè ZILOCCHI (Zebre Rugby Club, 2 caps)*
 
Tallonatori
Luca BIGI (Benetton Rugby, 15 caps)
Leonardo GHIRALDINI (Stade Toulousian, 99 caps)
 
Seconde Linee
Marco FUSER (Benetton Rugby, 33 caps)*
Federico RUZZA (Benetton Rugby, 7 caps)*
David SISI (Zebre Rugby Club, esordiente)
Alessandro ZANNI (Benetton Rugby, 109 caps)
 
Flanker/n.8
Marco BARBINI (Benetton Rugby, 2 caps)
Maxime MBANDA’ (Zebre Rugby Club, 15 caps)*
Sebastian NEGRI (Benetton Rugby, 12 caps)
Sergio PARISSE (Stade Francais, 134 caps) – capitano
Abraham Jurgens STEYN (Benetton Rugby, 25 caps)
Jimmy TUIVAITI (Zebre Rugby Club, 1 cap)
 
Mediani di Mischia
Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby Club, 28 caps)
Tito TEBALDI (Benetton Rugby, 29 caps)
 
Mediani di Apertura
Tommaso ALLAN (Benetton Rugby, 43 caps)
Carlo CANNA (Zebre Rugby Club, 32 caps)
Ian MCKINLEY (Benetton Rugby, 4 caps)
 
Centri
Michele CAMPAGNARO (Wasps, 38 caps)*
Tommaso CASTELLO (Zebre Rugby Club, 15 caps)
Luca MORISI (Benetton Rugby, 20 caps)*
Marco ZANON (Benetton Rugby, esordiente)*
 
Ali/Estremi
Tommaso BENVENUTI (Benetton Rugby, 55 caps)*
Angelo ESPOSITO (Benetton Rugby, 15 caps)
Jayden HAYWARD (Benetton Rugby, 12 caps)
Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby Club, 15 caps)*
Luca SPERANDIO (Benetton Rugby, 5 caps)*

*è/è stato membro dell’Accademia Nazionale “Ivan Francescato”

non considerati per infortunio: Mattia BELLINI (Zebre Rugby Club), Giulio BISEGNI (Zebre Rugby Club). Ornel GEGA (Benetton Rugby), Renato GIAMMARIOLI (Zebre Rugby Club), Matteo MINOZZI (Zebre Rugby Club), Jake POLLEDRI (Gloucester) Marcello VIOLI (Zebre Rugby Club), Federico ZANI (Benetton Rugby)

 
CASTELLO TRA ZEBRE, ITALIA E MONDIALE: "SAREBBE UN SOGNO. NESSUNO E' SICURO DEL POSTO IN SQUADRA" PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Friday, 18 January 2019 11:53
There are no translations available.

castello australia 2018Roma – Capitano delle Zebre e uno dei punti fermi della Nazionale Italiana Rugby. La crescita di Tommaso Castello negli ultimi due anni e mezzo – dal suo esordio in maglia Azzurra l’11 giugno del 2016 a Santa Fè, primo match per Conor O’Shea con l’Italrugby – è stata consistente. La stagione con la franchigia italiana, gli obiettivi, la Nazionale, il Sei Nazioni e il Mondiale sono i temi trattati con il centro genovese nell’intervista rilasciata a federugby.it.

“Ho recuperato da tutti gli acciacchi avuti nelle ultime settimane e sono pronto per dare il mio apporto in campo. L’obiettivo contro La Rochelle è quello di vincere. Giocheremo per centrare il bottino pieno e regalare ai nostri tifosi un successo importante contro un avversario di gran valore”.

La stagione delle Zebre e le prestazioni che non sempre hanno rispecchiato il risultato del campo: “Mi viene in mente la partita giocata in casa contro Treviso o l’ultima gara contro La Rochelle in Francia. Non credo nella fortuna o nella sfortuna, però posso ammettere che ultimamente alcuni episodi non ci stanno sorridendo. In ogni caso, noi dobbiamo cercare di essere più cinici e concretizzare maggiormente quello che creiamo. Le statistiche lo dimostrano che abbiamo dei dati importanti, come ad esempio sul possesso. Abbiamo tante possibilità di segnare e dobbiamo lavorare anche su questo lato, mettendo a segno più punti che possono cambiare il corso delle partite”.

La collaborazione tra staff Azzurro e le franchigie è uno dei punti chiave nella sua crescita personale: “E’ bello vedere sia lo staff tecnico che atletico collaborare a stretto contatto con Zebre e Benetton. C’è un lavoro costante che viene fatto e che, dal mio punto di vista personale, ha inciso in modo positivo sulla mia crescita e posso dire anche su quella dei miei compagni di squadra. Le prestazioni della Nazionale sono frutto anche di quello che viene fatto a Parma e Treviso. Zebre e Benetton hanno un modo diverso di esprimere il proprio rugby, ma l’approccio di base resta uguale. Da quando è arrivato Bradley tutti abbiamo fatto un passo in avanti e, allo stesso tempo, in Nazionale da quando c’è Conor O’Shea si è tracciato un percorso che può portare dei miglioramenti in futuro. Dal punto di vista della prestazione ci sono già stati: ora è importante portare a casa anche i risultati”.

Domenica è in calendario il primo raduno dell’Italrugby in vista del Guinness Sei Nazioni 2019: “Cercheremo di essere competitivi contro tutte le squadre. Ci manca da molto la vittoria e vogliamo portare a casa risultati importanti. Il prossimo Sei Nazioni sarà di altissimo livello: tutte le squadre stanno crescendo e ci attende sicuramente un torneo molto interessante”.

Zero il numero di punti realizzati in maglia Azzurra che coincide con il numero di preoccupazioni legate al non avere ancora scritto il suo nome alla voce “marcatori”: “Non mi condiziona assolutamente. Nella mia carriera, statisticamente, non sono mai stato un gran segnatore di mete. Penso a fare del mio meglio sia in attacco, cercando di “rompere”placcaggi  nelle retroguardie avversarie  guadagnando metri, che in difesa dove invece il mio obiettivo è di non sbagliare placcaggi. Io gioco sempre per la squadra. Sicuramente devo essere più bravo a concretizzare quando mi capita l’occasione, ma non è un fattore limitante non aver segnato con la maglia dell’Italia”.

Il 2019 per il Rugby non sarà un anno qualunque: “Andare al Mondiale è il sogno di chiunque, è innegabile e non lo nascondo. E’ da tanto che stiamo lavorando anche in quell’ottica. Il mio obiettivo è quello di dare il meglio step by step con le Zebre prima e, qualora dovessi essere chiamato in causa, con la maglia dell’Italia. E’ il mio sogno nel cassetto poter partecipare al Mondiale ma tutti dobbiamo dare il massimo per dimostrare di valere l’eventuale convocazione: nessuno è sicuro del posto”.

 
JONES SCEGLIE IL GRUPPO INGLESE PER IL TORNEO E AVVERTE: "IRLANDA LA MIGLIORE AL MONDO" PDF Print E-mail
Nazionali Azzurre
Thursday, 17 January 2019 20:05
There are no translations available.

eddiejonesTwickenham – Il Ct dell’Inghilterra Eddie Jones ha annunciato oggi il gruppo che preparerà nelle settimane, in Portogallo, il Guinness 6 Nazioni 2019 che, per il XV della Rosa, prenderà il via il 2 febbraio a Dublino contro l’Irlanda campione in carica.

L’Inghilterra, attuale quarta forza del ranking internazionale World Rugby, affronterà l’Italia nel quarto turno del Torne oil 9 marzo sul campo di casa di Twickenham.

“Siamo molto contenti della selezione effettuata e di aver recuperato alcuni atleti che mancavano da tempo per infortunio” ha detto Jones. “Non vediamo l’ora di volare in Portogallo e svolgere dieci giorni di ottima preparazione in vista della gara con l’Irlanda”.

Read more...
 
  • «
  •  Start 
  •  Prev 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  7 
  •  8 
  •  9 
  •  10 
  •  Next 
  •  End 
  • »


Page 1 of 391

SIX NATIONS 2019

SCOZIA VS ITALIA

 

SAB 2 FEB 15:15
BT Murrayfield

ITALIA VS GALLES

SAB 9 FEB 17:45
Stadio Olimpico

ITALIA VS IRLANDA

DOM 24 FEB 16:00
Stadio Olimpico

INGHILTERRA VS ITALIA

SAB 9 MAR 17:45
Twickenham Stadium

ITALIA VS FRANCIA

SAB 16 MAR 13:30
Stadio Olimpico

 

registrati-FIR


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito