Cookie Consent by Free Privacy Policy website
Italia


SIMONE FERRARI: PREPARIAMO OGNI PARTITA COME FOSSE UNA FINALE PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Martedì 07 Febbraio 2023 15:50

Ferrari SimoneUna grande iniezione di fiducia e la consapevolezza di poter fare ancora meglio: questi sono i principali segnali arrivati dalla prima partita dell’Italia al Sei Nazioni 2023, persa 29-24 contro la Francia in uno Stadio Olimpico che per larghi tratti ha sognato di poter assistere all’impresa contro i campioni in carica. E soprattutto, questa prestazione aumenta la fiducia verso la prossima sfida, domenica 12 febbraio a Twickenham contro l’Inghilterra, come spiega il pilone destro dell’Italrugby Simone Ferrari.

Simone, cosa vi ha lasciato la partita di domenica?

“Questa partita ci lascia tanta confidenza, ci siamo fatti trovare pronti nel punto d’incontro e nelle fasi statiche contro un pacchetto superesperto e competente. Il fatto che ci siano ancora altre cose che possiamo migliorare ci dà ancora più fiducia in vista di Twickenham: sappiamo che quello che abbiamo fatto domenica possiamo replicarlo e migliorarlo nelle prossime partite. Al di là del risultato dobbiamo valutare la nostra crescita, ogni partita vogliamo mettere un mattoncino in più e non fare mai passi indietro a livello di prestazione, lavorando sui particolari e sui dettagli”

C’è stata una grande reazione, dopo che sul 19-6 sembrava essersi messa male. È stata una questione mentale?

“Penso sia stata più una questione di esecuzione. Avevamo preparato la partita in un certo modo ma all’inizio non riamo riusciti ad eseguire le cose come avremmo dovuto. Dovevamo essere più concreti, ma è una cosa che per fortuna si può sistemare. Anzi, è positivo l’essere stati vicini alla partita nonostante gli errori. Come ha detto anche Michele (Lamaro, ndr) ci abbiamo creduto e non abbiamo permesso che la partita ci sfuggisse di mano. siamo cresciuti tanto e diventati più competitivi. Non ci siamo fatti abbattere dalla facilità con la quale i francesi hanno segnato 3 mete, abbiamo pensato solo a quello che dovevamo fare noi e questo ci ha permesso di rimetterci in partita”.

La battaglia davanti è stata furiosa, ma la mischia ha tenuto bene, questo vi dà fiducia per Twickenham?

“Abbiamo rivisto le mischie. Se pensiamo alla prima dove siamo stati avanzanti forse potevamo anche ottenere un calcio di punizione a favore, ma in generale anche sulle mischie in difesa abbiamo lavorato bene. Peccato solo per quel calcio contro su introduzione nostra, ma abbiamo fatto bene. A Londra affronteremo un pacchetto diverso, forse meno pesante ma di grande esperienza”.

Una mischia meno pesante ma molto smaliziata, pensiamo a Genge e Sinckler…

“Esatto, sono giocatori che sanno bene come si lavora in mischia, hanno grande esperienza e sarà una gran bella battaglia. In generale l’Inghilterra è una squadra molto più cinica, non ti perdona niente. Sarà fondamentale sbagliare poco”.

Già prima del Sei Nazioni si parlava della possibilità di giocarsela a Twickenham, dopo questo weekend la consapevolezza è aumentata?

“Noi dobbiamo rimanere umili e scalare questa montagna un passo alla volta, ma stiamo preparando ogni partita come una finale, e per quello che stiamo facendo vedere possiamo giocarcela, anche se non sarà facile. Anche perché se prima qualcuno poteva sottovalutarci, adesso non c’è più nessun effetto sorpresa: loro lavoreranno sapendo che possiamo metterli in difficoltà e non ci sottovaluteranno. Poi vengono da una sconfitta in casa contro la Scozia e quindi sarà ancora più dura perché vorranno riscattarsi”.

Il ritorno di Marco Riccioni rende ancora più tosta la battaglia per il ruolo di pilone destro: ora siete in 3 per 2 posti. Come vivi questa concorrenza?

“Secondo me è un momento fantastico per questo ruolo. Siamo 3 giocatori dello stesso livello, come ha detto anche Kieran Crowley. Tra noi c’è tanto rispetto e tanta amicizia. Questa concorrenza è solo positiva, perché giova sia alla nostra crescita personale sia alla squadra che ha più ragazzi che possono giocarsi il posto in squadra”.

 
ITALRUGBY, INVITATO MONTEMAURI PER IL RADUNO DI ROMA VERSO L'INGHILTERRA PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Martedì 07 Febbraio 2023 11:35

crowley allenamento pergine 2022Roma – Lo staff Tecnico della Nazionale Italiana Rugby Maschile ha invitato Giovanni Montemauri per il raduno di Roma in preparazione della seconda giornata del Guinness Sei Nazioni 2023 in calendario domenica 12 febbraio contro l’Inghilterra a Twickenham alle 15 locali (16 italiane), partita che sarà trasmessa in diretta su Sky Sport Uno e in chiaro su TV8.

Il trequarti proveniente dal Rovigo si è aggregato al gruppo Azzurro e ha iniziato insieme ai suoi compagni di squadra il lavoro odierno: mattinata divisa tra palestra e riunioni, mentre nel pomeriggio è in calendario un allenamento collettivo.

Nella giornata di domani l’Italia si allenerà presso il CPO Giulio Onesti a Roma, mentre la partenza per l’Inghilterra è prevista nella mattinata di venerdì. L’annuncio della formazione è in calendario alle 14 di venerdì 10 febbraio via comunicato stampa.

Leggi tutto...
 
CAPITAN LAMARO: “PRESTAZIONE NON DEL TUTTO SODDISFACENTE, LA SCONFITTA BRUCIA MA STIAMO PROGREDENDO" PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Domenica 05 Febbraio 2023 19:43

CrowleyRoma – In conferenza stampa è un Michele Lamaro lucido ma visibilmente insoddisfatto quello che si presenta davanti ai giornalisti presenti in sala all’Olimpico. “Siamo qui a commentare una sconfitta perché la nostra performance è stata molto buona ma poteva essere migliore”, le sue prime parole mentre il c.t. Crowley ascolta al suo fianco. “Abbiamo giocato bene in difesa, ma non siamo stati accurati come avremmo dovuto, specie nella prima parte di gara, mettendoci a volte in difficoltà da soli. Il rammarico c’è, ma l’analisi del match dice che anche oggi abbiamo fatto un passo in avanti”.

Leggi tutto...
 
PASSA LA FRANCIA DI MISURA, MA L'ITALIA È DA APPLAUSI NELL’ARENA INFUOCATA DELL’OLIMPICO PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Domenica 05 Febbraio 2023 18:34

 

ita v fra 2023Roma – All’Olimpico di Roma l’Italia gioca una partita di altissima qualità, mette alle corde la Francia e va vicinissima alla vittoria. I francesi passano 29-24 dopo un secondo tempo di grandissima sofferenza, e in generale una partita nella quale gli azzurri hanno dimostrato qualità, talento e carattere, oltre a una struttura di gioco solida e fondamentale per tenere testa al meglio del rugby mondiale.

Leggi tutto...
 
ITALRUGBY, LAMARO VERSO LA FRANCIA: "CONFIDENZA E CONSAPEVOLEZZA NEI NOSTRI MEZZI" PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 04 Febbraio 2023 15:55

lamaro conferenza 2023Roma – Una giornata dal sapore primaverile ha accompagnato la Nazionale Italiana Rugby Maschile durante il Captain’s Run presso il Centro di Preparazione Olimpica Giulio Onesti di Roma. Gli Azzurri nella giornata di domani, domenica 5 febbraio, alle 16 saranno protagonisti allo Stadio Olimpico che ospiterà l’esordio della squadra guidata da Kieran Crowley al Guinness Sei Nazioni 2023. L’avversario sarà la Francia campione in carica: diretta del match su Sky Sport Uno e TV8.

“Il Sei Nazioni è uno dei tornei più importanti al mondo nel nostro sport. E’ un privilegio poterlo giocare. La preparazione – ha esordito Michele Lamaro nella consueta conferenza stampa pre-partita – fa la differenza tra l’essere competitivi o meno. Hai tante sfide davanti. Ci approcciamo a questo nuovo inizio con tanta confidenza e consapevolezza di voler migliorare le prestazioni e il livello della nostra competitività all’interno del torneo”

“Siamo migliorati nella comprensione del nostro gioco: su questo abbiamo fatto passi in avanti. Abbiamo rivisitato il nostro piano di gioco. C’è più consapevolezza nei nostri obiettivi. E’ stata migliorata tanto la cura dei dettagli: è stato un lungo percorso che abbiamo cambiato step by step e questa è stata la chiave. La Francia ha un gioco molto semplice ed efficace. Sanno di essere molto fisici e proveranno a sfruttare questo aspetto”

CLICCA QUI PER LA CONFERENZA STAMPA DI MICHELE LAMARO

“Hanno terze linee di altissimo livello. In generale ci saranno delle piccole sfide tra ogni reparto. Loro sono molto competitivi, da parte nostra abbiamo ball carrier importanti come Lorenzo Cannone e Negri. Vogliamo dire la nostra su questo punto di vista. Come pacchetto degli avanti dovremo essere tutti uniti per provare a stoppare la loro fisicità” ha concluso il capitano Azzurro.

 


Pagina 1 di 530

banner-community-fir