Italia


ITALRUGBY, O'SHEA SULL'ESORDIO MONDIALE: "RAGGIUNTO OBIETTIVO SENZA GIOCARE IL NOSTRO MIGLIOR RUGBY" PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Domenica 22 Settembre 2019 11:23

conor oshea conferenza namibia2019Osaka – Meteo altalenante tra sole, pioggia e vento hanno accompagnato la prima partita della Nazionale Italiana Rugby all’esordio nella Rugby World Cup 2019 contro la Namibia, partita vinta 47-22 dagli Azzurri in un Hanazono Stadium gremito per il primo incontro della rassegna iridata ad Osaka.

“Abbiamo raggiunto il primo obiettivo – ha commentato Conor O’Shea nella conferenza stampa post partita – vincendo la gara di esordio contro la Namibia. La nostra touche in tre occasioni non è stata contestata e sicuramente il meteo ha influenzato l’andamento del gioco in alcuni frangenti. Molti giocatori erano al primo mondiale e un po’ all’inizio siamo stati contratti: non è una scusante, è un dato oggettivo. Siamo riusciti a segnare 47 punti senza giocare al nostro vero livello”.

Su Tiziano Pasquali uscito verso la fine del primo tempo dopo uno scontro di gioco ha dichiarato: “Ha una contusione al braccio, nulla di grave”.

“L’energia di una gara è strana: nel primo tempo abbiamo avuto tre/quattro occasioni per andare in meta oltre a quelle segnate. Adesso testa al Canada: il gioco al piede sarà fondamentale nel prossimo match” ha concluso il ct Azzurro.

Leggi tutto...
 
MORISI, DAGLI INFORTUNI AL DEBUTTO MONDIALE: “LAVORATO DURO PER ESSERE QUI” PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 21 Settembre 2019 09:49

morrisDOMANI PRIMO CENTRO TITOLARE CON LA NAMIBIA: “PARTIAMO CON IL PIEDE GIUSTO”

Osaka – Il primo inciampo è nell’estate del 2011, mentre gli Azzurrini di Andrea Cavinato stanno preparando il Mondiale U20 che l’Italia ospita per la prima volta in Veneto: Luca Morisi, di quella squadra, è il mediano di apertura titolare. Un buon Sei Nazioni, in attesa di sfidare i Baby-Blacks a Treviso nel match inaugurale.

Solo che, una manciata di giorni prima del debutto, un guaio muscolare si mette di traverso: sembra una banalità, si rivela più complicato del previsto e alla fine in campo contro la Nuova Zelanda con la maglia numero dieci ci va Saverio Bruni. Il mondialino di Morisi non inizia, finisce lì e Cavinato, perso il suo numero dieci titolare, aggrega al gruppo e lancia all’apertura un ragazzino che si sta facendo notare in U18, Michele Campagnaro.

Ci resto male, perché un Mondiale in casa non hai la possibilità di giocarlo tutti i giorni, ma torno a casa e mi rimetto a lavorare sul mio rugby” racconta otto anni dopo il trequarti milanese dell’Italrugby dal raduno di Osaka. Finito il biennio a Tirrenia, che all’epoca ospita l’Accademia Nazionale intitolata a Ivan Francescato, Morisi sbarca nel massimo campionato nazionale con i Crociati all’alba della stagione 2011/2012.  

Da lì a qualche mese arrivano il debutto in Eccellenza e nel PRO12, come permit player della Benetton, e la prima convocazione – come centro – nel gruppo del neo-CT Brunel che prepara il 6 Nazioni: dove Morisi debutta, sotto una fitta nevicata, all’Olimpico di Roma contro l’Inghilterra, nei minuti finali di una delle sfide più avvincenti tra Azzurri e XV della Rosa.

E fin qui, il suo percorso non sembra poi molto dissimile da quello di tanti altri giovani di belle speranze, costretti a fare i conti con un infortunio fastidioso nei primi passi della propria carriera di alto livello.

La stagione successiva, 2012/2013, vede l’approdo in pianta stabile alla Benetton Rugby e una serie di prestazioni in PRO12 con la maglia biancoverde che convincono Brunel ad affidargli la maglia numero 12 di centro titolare della Nazionale per i test d’autunno.


Il 16 novembre 2013, a Cremona, la sfortuna torna a dire la sua nella carriera del trequarti scuola ASR: titolare contro Fiji, nei minuti iniziali rimedia un duro placcaggio, prova a rimanere in campo, alza bandiera bianca intorno al decimo minuto. Destino vuole che al suo posto entri Michele Campagnaro, all’esordio internazionale. L’Italrugby vince 37-31, a Morisi viene asportata d’urgenza la milza: “Stagione finita, un lungo recupero, rientro l’anno successivo con la Benetton e riesco a ritrovare un posto in Nazionale in vista della Rugby World Cup in Inghilterra, anche grazie a un buon Sei Nazioni. Un mondiale nella patria del rugby è il sogno di chiunque abbia preso in mano una palla ovale”. La preparazione estiva fila via liscia, Brunel lo inserisce nella lista dei 31 che voleranno a Londra per il debutto contro i francesi a Twickenham. Prima, però, ci sono gli ultimi test-estivi da disputare: due contro la Scozia a Torino e ad Edinburgo, uno al Millennium contro il Galles..

La sfortuna fa di nuovo capolino a Cardiff, nell’ultima partita pre-Mondiale: “Prima palla del match, il Galles calcia, io raccolgo il pallone sulla metà campo: raggruppamento, vado a terra, mi rompo il crociato”. Il suo posto in rosa va al compagno di franchigia Bacchin, la stagione ancora una volta finisce lì. “Torno ad aprile 2016, il tempo di riassaggiare il campo e mi faccio ancora male al ginocchio. Rientro a dicembre, due partite e mi rompo ancora. Direi una bugia se dicessi di non aver pensato che fosse finita lì”.

Tre anni lontano dalla maglia azzurra, poi il rientro in gruppo sotto la gestione di O’Shea nel 2018, dopo aver riconquistato stabilmente un posto nella linea dei trequarti della Benetton Rugby ed aver contributo a sfiorare la semifinale di Guinness PRO14. Domani, con quattro anni di ritardo, il debutto iridato: “E’ il coronamento di tanto lavoro, mio e dei compagni. In questi anni ho attraversato momenti difficili e la partita di domani contro la Namibia ha un valore speciale, ripaga di tanti sacrifici, di tanti momenti bui. Sono felice di essere in campo dal primo minuto, di aver finalmente raggiunto un obiettivo che ho inseguito a lungo. C’è voluto tanto, ma ne è valsa la pena. Ora, iniziamo il nostro Mondiale nel migliore dei modi”.

 
ITALRUGBY PRONTA ALLA SFIDA CONTRO LA NAMIBIA. DE CARLI: "VOGLIAMO ESORDIRE CON UNA VITTORIA" PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 21 Settembre 2019 09:31

 

de carli conferenzaOsaka – Sole caldo e un campo in perfette condizioni hanno accolto la Nazionale Italiana Rugby al Captain’s Run all’Hanazono Stadium di Osaka, stadio che domani ospiterà l’esordio alla Rugby World Cup 2019 degli Azzurri in programma alle 14.15 locali (7.15 italiane), match che sarà trasmesso in diretta su Rai 2 con collegamento a partire dalle 7.05 con telecronaca di Andrea Fusco e Andrea Gritti.

“Al Mondiale possono esserci sempre sorprese – ha dichiarato Giampiero De Carli durante la conferenza stampa a conclusione del consueto allenamento di rifinitura – e la partita inaugurale lo ha dimostrato, con la Russia in partita per gran parte del match. Non esistono partite facili: la Namibia ha andrà a caccia della vittoria. Noi vogliamo esordire nel migliore dei modi e mettere in campo il lavoro svolto nei mesi passati”.

Leggi tutto...
 
RWC 2019, LA FORMAZIONE DELLA NAMIBIA PER L'ESORDIO CONTRO L'ITALIA A OSAKA PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Venerdì 20 Settembre 2019 11:35

namibia rugby formazione 2019 italiaOsaka (Giappone) - Phil Davies, Commissario Tecnico della Namibia, ha ufficializzato la formazione che domenica alle 14.15 locali (7.15 italiane) affronterà l'Italia nel primo match del Girone B alla Rugby World Cup, partita in programma all'Hanazono Stadium di Osaka e che sarà trasmessa in Italia su Rai 2 a partire dalle 7.05.

Quarta Rugby World Cup per il mediano di mischia Eugene Jantjies che partirà inizialmente dalla panchina. Tornerà a guidare in campo da capitano la formazione africana la seconda linea Tjiuee Uanivi dopo l'ultima volta nel luglio del 2016.

Questa la formazione che scenderà in campo:
15 Johan Tromp
14 Chad Plato
13 Justin Newman
12 Darryl De La Harpe
11 JC Greyling
10 Cliven Loubser
9 Damian Stevens
8 Janco Venter
7 Wian Conradie
6 Rohan Kitshoff
5 Tjiuee Uanivi (capt.)
4 PJ Van Lill
3 Johannes Coetzee
2 Torsten George Van Jaarsveld
1 Andre Rademeyer
 
a disposizione:
 
16 Louis van der Westhuizen
17 AJ De Klerk
18 Nelius Theron
19 Johan Retief
20 Max Katjijeko
21 Eugene Jantjies
22 Helarius Axasman Kisting
23 Lesley Klim
 
ITALRUGBY, O'SHEA ANNUNCIA IL XV PER L'ESORDIO MONDIALE CONTRO LA NAMIBIA PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Venerdì 20 Settembre 2019 06:16

formazione italia v namibia jps Osaka (Giappone) – Conor O’Shea, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby, ha ufficializzato la formazione che domenica alle 14.15 (7.15 italiane) affronterà la Namibia nel primo incontro del Girone B alla Rugby World Cup 2019, partita in calendario all’Hanazono Stadium di Osaka e che verrà trasmessa in diretta su Rai 2 a partire dalle 7.05 con telecronaca di Andrea Fusco e Andrea Gritti.

Nel ruolo di estremo confermato Jayden Hayward – alla quarta presenza consecutiva – con il duo delle Zebre formato da Padovani e Bellini sulle ali e la coppia Morisi-Benvenuti – quest’ultimo alla sua terza Rugby World Cup raggiungendo quota 60 caps totali e 8 nella rassegna iridata – del Benetton Rugby che agirà al centro. Mediana con Tommaso Allan, al secondo Mondiale, e Tito Tebaldi che a trentadue anni conquista la prima apparizione sul massimo palcoscenico internazionale.

Leggi tutto...
 


Pagina 8 di 435
 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito