Slide


CONSIGLIO FEDERALE, IL "FONDO-COVID19" AUMENTATO A DUE MILIONI DI EURO PDF Stampa E-mail
Slide
Venerdì 17 Aprile 2020 06:35

 

FB 1200x900

Roma - Si è svolta giovedì 16 aprile, in video-conferenza, una riunione del Consiglio Federale FIR.
 
Il Consiglio, in coerenza con l’impegno assunto a garantire il maggior numero di risorse economiche a supporto del movimento, ha deliberato su suggerimento del Presidente di portare a due milioni di euro il fondo a sostegno del rugby domestico. La disponibilità delle risorse costituenti il fondo potrà essere ulteriormente incrementata.
 
L’incremento si è reso possibile in virtù di una serie di contribuzioni volontarie del Consiglio e della dirigenza e dal reperimento di risorse liberate dalla mancata partecipazione di Squadre Nazionali a manifestazioni continentali Rugby Europe nella finestra di aprile-giugno.
 
Il Consiglio ha successivamente analizzato e approvato all’unanimità la proposta del Settore Tecnico per la definizione dei criteri di distribuzione delle risorse del fondo per i Club nazionali, confermando in ogni caso la piena corresponsione dei contributi chilometrici previsti sulla base dell’attività svolta al momento della delibera di sospensione definitiva dell’attività 2019/20 del 26 marzo scorso per i Campionati di Serie A Maschile e Femminile, Serie B, Under 18 e Serie C, girone sardo. 
 
La distribuzione delle risorse a disposizione del fondo avverrà tramite l’applicazione di un moltiplicatore dell’indicatore di performance e partecipazione di ogni Club all’attività domestica, ad esclusione dell’attività Seniores del Peroni TOP12, per la quale già il Consiglio aveva confermato i contributi previsti alle Società partecipanti. 
 
Sulla base dell’applicazione dei criteri definiti, il Consiglio Federale in occasione della prossima riunione fissata per giovedì 23 aprile, delibererà la tabella definitiva di attribuzione dei contributi straordinari per la gestione dell’emergenza pandemica da COVID-19.
 
Il Consiglio ha inoltre deliberato la sospensione straordinaria, per la Stagione Sportiva 2019/2020, di tutti i criteri dell’obbligatorietà così come normati dai regolamenti vigenti e la sospensione della corresponsione delle tasse di tesseramento 2020/21 da parte dei Club che saranno compensate con un corrispondente contributo. 
 
In ultimo, sono stati deliberati i contributi a fondo perduto sull’impiantistica, su indicazione della Commissione Impianti, per un totale di quattrocentoquarantamila euro, secondo la seguente tabella: 
 
Rimanenza dei contributi per l’impiantisca deliberati il 19.12.2019
Rugby Roma Olimpic 40.000€ (Campo erba naturale, spogliatoi)
Bassa Bresciana 20.000€ (Spogliatoi)
Stade Valdotain 20.000€ (Spogliatoi)
Amatori Napoli 65.000€ (Campo sintetico, illuminazione)
Rugby Jesi 20.000€ (Spogliatoi)
 
Nuovi contributi per l’impiantisica per opere già completate e verificate
Rugby Parma 40.000€ (Campo erba naturale)
Amatori Union Milano 25.000€ (illuminazione)
Fiamme Oro 40.000€ (Spogliatoi)
Rugby Biella 40.000€ (Spogliatoi)
Rugby Borgo Poncarale 40.000€ (Spogliatoi)
Rugby Udine 65.000€ (Campo erba naturale, illuminazione)
Rugby Sile 25.000€ (illuminazione)

 

 
WORLD RUGBY, LE ELEZIONI MARTEDI’ 12 MAGGIO PDF Stampa E-mail
Slide
Mercoledì 15 Aprile 2020 09:02

worldrugbylogo
Dublino -
World Rugby, la Federazione internazionale, ha annunciato oggi le candidature per i ruoli di Presidente e Vice-Presidente dell’organo di governo del rugby mondiale.

Le votazioni si terranno alla riunione annuale del Consiglio, fissata per il 12 maggio in videoconferenza.

Tutte le candidature, come previsto dai regolamenti vigenti, sono state proposte da una federazione membra con il supporto di una seconda Federazione o di una associazione continentale.

Beaumont e Pichot candidati alla Presidenza
Il Presidente in carica Bill Beaumont è candidato a un secondo mandato ed è stato candidato su proposta della Federazione francese, con il supporto di quella figiana.

Il Vice-Presidente Agustin Pichot è stato candidato su proposta della Federazione argentina, con il supporto di Rugby Australia e della confederazione sudamericana. 

Bernard Laporte candidato alla vice-Presidenza
Il Presidente della Federazione francese Bernard Laporte è stato candidato su proposta della federazione inglese, con il supporto della Federazione rumena.

Per l’elezione del Presidente e del Vice-presidente, in presenza di più candidati, sarà necessario il raggiungimento della maggioranza semplice. 

Sono state inoltre ricevute otto candidature per i sette posti disponibili all’interno del Comitato Esecutivo di World Rugby. Questi i candidati:

Mark Alexander (Sudafrica)
Khaled Babbou (Rugby Africa)
Bart Campbell (Nuova Zelanda)
Gareth Davies (Galles)
John Jeffrey (Scozia)
Ratu Vilikesa Bulewa Francis Kean (Fiji)
Bob Latham (USA)
Brett Robinson (Rugby Australia)

Saranno eletti nel Comitato Esecutivo i sette candidati che riceveranno il maggior numero di voti.

In considerazione dell’attuale pandemia da COVID-19 che rende impossibile programmare riunioni fisiche, World Rugby ha confermato che il Comitato elettivo di Maggio si terrà da remoto.

Presidente, Vice-Presidente e Comitato esecutivo saranno eletti per un periodo di quattro anni, che avrà inizio immediatamente dopo la conclusione delle votazioni e l’annuncio del risultato, nella stessa giornata del 12 maggio.

 
VENT'ANNI DI SEI NAZIONI: VOTA IL XV IDEALE DELL'ITALIA PDF Stampa E-mail
Slide
Martedì 14 Aprile 2020 10:20

FIR Fanize XVideale

 

Roma - Dal 5 febbraio 2000 al 22 febbraio 2020, centonovanta atleti hanno indossato la maglia azzurra nel Sei Nazioni. 

Dalle sessantanove apparizioni di Sergio Parisse ai centosessantadue punti realizzati nel Torneo da Diego Dominguez, dalla tre mete in meno di sette minuti marcate a Murrayfield nel 2007 senza dimenticare lo storico debutto del Flaminio contro la Scozia, ogni singolo atleta ha contribuito a scrivere momenti indimenticabili nella storia del rugby italiano. 

Leggi tutto...
 
COMUNICATO STAMPA DEL CONSIGLIO FEDERALE DEL 9 APRILE PDF Stampa E-mail
Slide
Venerdì 10 Aprile 2020 11:23

 

FB 1200x900Il Consiglio Federale FIR si è riunito giovedì 9 aprile in video-conferenza.

L’organo di governo del rugby italiano ha approvato all’unanimità il Bilancio Preventivo 2020, deliberando al contempo la costituzione di un fondo a sostegno al movimento, per una quota minima di 1.650.000€ - i cui criteri e modalità d’accesso saranno quanto prima comunicate - ribadendo quale priorità della Federazione il sostegno alle attività del rugby domestico.

Tale fondo sarà integrato da successive variazioni al Bilancio Preventivo 2020, partendo dalle contribuzioni volontarie manifestate dal Presidente e dai Consiglieri in auto-riduzione dei propri gettoni di partecipazione, dalle riduzioni salariali volontarie dei dirigenti, dal ricorso - ove possibile - agli ammortizzatori sociali previsti per legge in applicazione dell’emergenza COVID-19 per i dipendenti federali, per i quali FIR si è resa disponibile a garantire eventuali differenziali di stipendio e rispetto dei normali tempi di pagamento.

Leggi tutto...
 
CURA ITALIA, IL DECRETO ATTUATIVO PER I COLLABORATORI SPORTIVI PDF Stampa E-mail
Slide
Lunedì 06 Aprile 2020 16:21

Sport e Salute

 

È stato emanato il Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, sulla base del quale sono definite le modalità di presentazione delle domande a Sport e Salute per ricevere l’indennità di 600 euro prevista dal Decreto Legge “Cura Italia” per il mese di marzo 2020 a favore dei collaboratori sportivi (art. 96, decreto-legge 17 marzo 2020, n.18).

Possono richiedere l’indennità i titolari di rapporti di collaborazione, già in essere alla data del 23 febbraio 2020 e ancora pendenti al 17 marzo 2020, data di entrata in vigore del Decreto Legge “Cura Italia”. È inoltre espressamente prevista una priorità per i collaboratori sportivi che nel periodo d’imposta 2019 non abbiano percepito compensi superiori a 10.000 euro complessivi.

Possono accedere all’indennità i lavoratori titolari di un rapporto di collaborazione ai sensi dell’art. 67, comma 1, lettera m), del D.P.R. 22 dicembre 1986 n. 917, che possiedano i seguenti requisiti:

  1. non devono rientrare nell’ambito di applicazione dell’art. 27 del Decreto Legge “Cura Italia”;
  2. non devono aver percepito altro reddito da lavoro per il mese di marzo 2020;
  3. non devono aver percepito, nel mese di marzo 2020, il Reddito di Cittadinanza;
  4. non possono cumulare l’indennità con le altre prestazioni e indennità di cui agli articoli 19, 20, 21, 22, 27, 28, 29, 30, 38 e 44 del Decreto Legge “Cura Italia”.

Il rapporto di collaborazione per cui si presenterà la domanda:

  1. deve essere con Federazioni Sportive Nazionali, Enti di Promozione Sportiva, Discipline Sportive Associate nonché con Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche; si sottolinea che le Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche devono essere iscritte, alla data di entrata in vigore del Decreto Legge “Cura Italia”, nel Registro delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche tenuto dal CONI e che gli Organismi Sportivi devono essere riconosciuti, ai fini sportivi, dal CONI;
  2. doveva esistere già alla data del 23 febbraio 2020 ed essere in corso alla data del 17 marzo 2020 (data di entrata in vigore del Decreto Legge “Cura Italia”);
  3. non deve rientrare nell’ambito di applicazione dell’art. 27 del Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 (liberi professionisti titolari di Partita Iva attiva alla data del 23 febbraio 2020 e lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi alla medesima data, iscritti alla Gestione Separata INPS di cui all'articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335). 

La domanda dovrà essere compilata esclusivamente attraverso la piattaforma informatica che sarà attiva dalle ore 14:00 di martedì 7 aprile sul sito di Sport e Salute.

La procedura prevede tre fasi:

  • la prenotazione: per prenotarsi è necessario inviare un SMS con il proprio Codice Fiscale al numero che sarà disponibile da martedì 7 aprile su www.sportesalute.eu, (leggi qui l’informativa relativa alla privacy). Dopo aver inviato l’SMS, si riceverà un codice di prenotazione e l’indicazione del giorno e della fascia oraria in cui sarà possibile compilare la domanda sulla piattaforma;
  • l’accreditamento: per accreditarsi è necessario disporre di un proprio indirizzo mail, del proprio Codice Fiscale e del codice di prenotazione ricevuto a seguito dell’invio dell’SMS;
  • la compilazione e l’invio della domanda: subito dopo l’accreditamento, sarà possibile accedere alla piattaforma, compilare la domanda, allegare i documenti e procedere con l’invio.
  • In attesa della pubblicazione della piattaforma, ti consigliamo di:

  • caricare sul tuo computer, tablet o telefono il pdf dei documenti che andranno allegati (documento identità, contratto di collaborazione o lettera di incarico o prova dell’avvenuto pagamento della mensilità febbraio 2020);
  • avere a disposizione i tuoi dati essenziali, tra cui: Codice Fiscale, recapiti di posta elettronica e telefonici, residenza e IBAN per l’accredito della somma;
  • disporre dei dati relativi alla tua collaborazione sportiva, tra cui: nominativo delle parti contraenti, decorrenza, durata, compenso e tipologia della prestazione;
  • conoscere l’ammontare complessivo dei compensi sportivi ricevuti nel periodo d’imposta 2019;
  • accertarti che il rapporto di collaborazione per cui intendi presentare la domanda di indennità rientri, ai sensi dell’art. 2 del Decreto Ministeriale, nell’ambito di cui all’art. 67, comma 1, lettera m), del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917 e che sia presso Federazioni Sportive Nazionali, Enti di Promozione Sportiva, Discipline Sportive Associate, oppure presso Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche;
  • verificare che sussistano tutti gli altri requisiti di legge richiesti (esempio: non avere diritto a percepire altro reddito da lavoro per il mese di marzo 2020, non essere pensionato, non essere co.co.co iscritto alla gestione separata INPS, non essere percettore del Reddito di Cittadinanza, etc.);
  • disporre del codice fiscale o della Partita Iva della Associazione/Società/Organismo Sportivo per cui si presta la collaborazione;
  • verificare, se collabori con un’Associazione o una Società Sportiva Dilettantistica, che sia iscritta al Registro del CONI;
  • verificare, se collabori con una Federazione Sportiva Nazionale, una Disciplina Sportiva Associata o un Ente di Promozione Sportiva, che sia riconosciuto dal CONI.
  • L’indennità sarà erogata direttamente da Sport e Salute sul conto corrente indicato dal richiedente in fase di presentazione della domanda. Le indennità saranno erogate sino a concorrenza del fondo di 50 milioni di euro riconosciuti alla Società per l’erogazione delle indennità.

    Per ricevere informazioni ulteriori, in attesa che la piattaforma sia online, puoi scrivere all’indirizzo mail  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  e seguire il canale Telegram: https://t.me/SporteSalute.

    Consulta qui il Decreto

     

     


    Pagina 7 di 50

    facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR
    • Sponsor FIR

    covid-faq-fir

    allenati-con-fir

    banner cattolica

    ticketing2018

    banner sitofederugby

     

    banner-community-2019

    seguici su Spotify


    I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

    Ho letto e accetto i cookies di questo sito