Guinness PRO14


IL CONNACHT TRAVOLGE LE ZEBRE ED ESPUGNA IL LANFRANCHI PDF Stampa E-mail
Campionati
Domenica 22 Novembre 2020 18:51

Zebre Connacht Renton

[Renton apre l'ovale da un punto di incontro - Inhpo]

IL CONNACHT TRAVOLGE LE ZEBRE ED ESPUGNA IL LANFRANCHI

GLI RILANDESI SEGNANO SETTE METE E SI AGGIUDICANO IL 7° TURNO DEL GUINNESS PRO14 SUL 12-47

Parma – 22 novembre 2020
Guinness PRO14 2020/21, Round 7

Zebre Rugby Club Vs Connacht Rugby 12-47 (p.t. 7-23)

Marcatori: 2’ Boni tr Rizzi (7-0); 7’ cp Carty (7-3); 14’ cp Carty (7-6); 22’ O’Brien (7-11); 35’ Wootton (7-16); 40’ Wootton tr Carty (7-23); s.t. 44’ Arnold (7-28); 49’ Daly (7-33); 59’ Manfredi tr Rizzi (12-33); 72’ meta di punizione (12-40); 80’ Daly tr Fitzgerald (12-47)

Zebre Rugby Club: Laloifi, D’Onofrio, Bisegni (Cap), Boni (57’ Pescetto), Di Giulio (66’ Biondelli), Rizzi, Renton (40’ Casilio), Sisi (51’ Ceciliani), Giammarioli, Masselli, Kearney, Krumov, Bello (60’ Nocera), Manfredi (60’ Fabiani), Lovotti (54’ Brugnara); All. Bradley

Connacht Rugby: Porch, Arnold, Farrell (54’ Sullivan), Daly, Wootton, Carty (60’ Fitzgerald), Reilly (60’ Kerins), Butler (Cap), Masterson S., O’Brien (51’ Papali’I), Thornbury (44’ Dillane), Masterson E., Aungier (57’ Robertson-McCoy), Delahunt (51’ Murphy), Buckley (57’ McAllister); All. Friend

Arbitro: Dan Jones (Welsh Rugby Union)
Assistenti: Marius Mitrea (Federazione Italiana Rugby) e Matteo Liperini (Federazione Italiana Rugby)
TMO: Stefano Pennè (Federazione Italiana Rugby)

Calciatori: Antonio Rizzi (Zebre Rugby Club) 1/2; Jack Carty (Connacht Rugby) 3/7; Conor Fitzgerald (Connacht Rugby) 1/1
Cartellini: 57’ cartellino rosso a Abraham Papali’I (Connacht Rugby); 72’ cartellino giallo a Renato Giammarioli (Zebre Rugby Club)
Player of the match:
Colm Reilly (Connacht Rugby)

Punti in classifica: Zebre Rugby Club 0, Connacht Rugby 5

Note: Cielo sereno. Temperatura 8°. Terreno in ottime condizioni. Partita disputata in regime di porte chiuse al pubblico.

Cronaca: Terzo ko consecutivo per le Zebre che escono sconfitte 12-47 al Lanfranchi dagli Irlandesi del Connacht che si mostrano estremamente efficaci nell’esecuzione delle loro giocate e padroni dei punti di incontro lungo tutti gli 80’ del match.

E’ comunque un avvio dirompente quello delle Zebre che ottengono una prima mischia a favore sul drop di inizio gara. Dopo aver introdotto e fatto uscire velocemente l’ovale e aver condotto un paio di buone cariche, capitan Bisegni ricicla per Tommaso Boni che va a schiacciare sotto i pali.

Rizzi completa il gioco da 7 punti, ma tempo qualche minuto e il n° 10 in maglia multicolor concederà agli Irlandesi il possesso del pallone su una giocata offensiva mal riuscita. Gli ospiti ne approfittano, risalgono il campo e firmano i loro primi 3 punendo un fuorigioco degli italiani.

Al 14’ l’apertura Jack Carty si ripeterà da posizione analoga, accorciando lo score sul 7-6 dopo il terzo fallo consecutivo del XV di coach Bradley.

Butler e compagni sembrano beneficiare del trend positivo e salgono di colpi quando siamo alla metà del primo tempo. Le Zebre si mostrano indisciplinate e si vedono sottrarre sempre più metri di campo fino al 22’, quando la carica vincente di O’Brien porterà il n° 6 in meta. Dopo aver consultato il TMO, Dan Jones convalida la marcatura che non verrà però trasformata da Carty.

Bisegni e compagni non ne vogliono sapere di demordere e prima del 30’ ottengono tre penalità a favore. I trequarti multicolor si muovono bene, ispirati dai buoni passaggi di Rizzi e dai guizzi di D’Onofrio e Laloifi, ma fanno fatica nei punti di incontro dove si vedono sottrarre troppi possessi.

Al 35’ il pallino del match passa nuovamente nelle mani dei verdi di Galway che, dopo aver trovato un break col n° 9 Reily, vanno in meta a largo in seconda fase con l’ala Wootton.

Nel finale del primo tempo le Zebre risalgono il campo ed ottengono una mischia a favore nei 22 metri offensivi. Esce l’ovale ma Wootton va all’intercetto siglando il coas-to-coast vincente. Da posizione centrale, Carty non può sbagliare e le squadre vanno a riposo sul 7-23.

Ripresa che inizia in salita per gli atleti della franchigia federale che al 42’ concedono una mischia nei loro 22 agli Irlandesi. Butler e compagni ne approfittano e volano in meta prima al 44’ con Arnold e poi al 49’ con Daly. Carty continua a litigare dalla piazzola: lo score non decolla ma al 49’ recita impietosamente 7-33 per gli ospiti.

Attimi di apprensione al 57’ quando Tommaso Boni uscirà dal campo in barella su un placcaggio pericoloso del neoentrato Papali’I, punito con un cartellino rosso. I padroni di casa si appoggiano in touche e al secondo tentativo vanno fino in fondo col giovane tallonatore Marco Manfredi.

Le Zebre approfittano della superiorità numerica e crescono di colpi, senza però riuscire a muovere ulteriormente il parziale di gara. Lo fanno gli Irlandesi che, dopo aver ottenuto un calcio di punizione a favore, siglano al 72’ una meta di punizione e chiudono il match con una meta a tempo rosso col centro Tom Daly.

La partita si chiude sul pesante punteggio finale di 12-47 per gli ospiti.

Le Zebre si ritroveranno alla Cittadella del Rugby di Parma mercoledì 25 novembre, aprendo la settimana di allenamenti in vista dell’8° turno di Guinness PRO14, in programma lunedì 30 novembre a Limerick alle ore 21:15 italiane contro gli Irlandesi del Munster.

 
LEONI AD UN PASSO DALL'IMPRESA, VINCONO GLI OSPREYS 24-22 PDF Stampa E-mail
Campionati
Domenica 22 Novembre 2020 17:05

comunicato-foto

Marcature: 3′ meta Phillips tr. Myler, 12′ meta Faiva tr. Keatley, 40′ p. Myler; 44′ meta Faiva, 49′ p. Keatley, 58′ meta Faiva tr. Keatley, 71′ meta Venter tr. Meyler, 77′ meta Lake tr. Myler.

Note: 2′ cartellino giallo a Hayward; 42′ cartellino giallo a Griffiths, 53′ cartellino rosso a Evans, 77′ cartellino giallo ad Alongi. Trasformazioni: Ospreys Rugby 3/3 (Myler 3/3); Benetton Rugby 2/3 (Keatley 2/3). Punizioni: Ospreys Rugby 1/1 (Myler 1/1); Benetton Rugby: 1/1 (Keatley 1/1). Man of the match: x.

Ospreys Rugby: 

15 Matt Protheroe, 14 George North, 13 Tiaan Thomas-Wheeler, 12 Kieran Williams, 11 Luke Morgan, 10 Stephen Myler, 9 Reuben Morgan-Williams (59′ Shaun Venter), 8 Gareth Evans, 7 Dan Lydiate (C) (55′ Olly Cracknell), 6 Will Griffiths, 5 Bradley Davies (68′ Lloyd Ashley), 4 Adam Beard, 3 Tom Botha (51′ Ma’afu Fia), 2 Ifan Phillips (51′ Dewi Lake), 1 Gareth Thomas (51′ Rhodri Jones).

A disposizione: 21 Sam Cross, 23 Josh Thomas.

Head Coach: Toby Booth.

Benetton Rugby:

15 Jayden Hayward, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Joaquin Riera, 12 Tommaso Benvenuti, 11 Monty Ioane, 10 Ian Keatley, 9 Dewaldt Duvenage (c) (37′ Callum Braley), 8 Marco Barbini (20′ Alberto Sgarbi), 7 Michele Lamaro, 6 Giovanni Pettinelli (71′ Riccardo Favretto), 5 Federico Ruzza, 4 Irné Herbst, 3 Tiziano Pasquali (64′ Filippo Alongi), 2 Hame Faiva (64′ Tomas Baravalle), 1 Cherif Traoré (53′ Thomas Gallo).

A disposizione: 22 Luca Petrozzi, 23 Leonardo Sarto.

Head Coach: Kieran Crowley.

Per il settimo round del Guinness PRO14 2020/2021 i Leoni fanno visita agli Ospreys al St Helen’s Rugby and Cricket Ground di Swansea nella gara domenicale. Dopo un avvio stagionale che ha visto i biancoverdi uscire sconfitti dalle gare contro Ulster, Leinster, Scarlets e Cardiff, la truppa di Kieran Crowley vuole provare a portare a casa il primo risultato utile contro i gallesi per smuovere il numero zero dalla casella delle vittorie e risalire la china nella Conference B. Gli Ospreys invece prima della gara occupavano la terza piazza nella Conference A.

Nel primo tempo i biancoverdi sono subito in inferiorità numerica per un’ammonizione rifilata dall’arbitro Andrew Brace a Jayden Hayward, reo di un in avanti volontario che ha impedito a George North e Kieran Williams di creare un’azione pericolosa nei 22 degli ospiti. Al 2′ arriva comunque la meta degli Ospreys con Ifan Phillips a seguito di un driving maul. Myler calcia per il 7-0 dei padroni di casa. Con un uomo in meno i Leoni vogliono subito reagire. Arrivano ben due turnover conquistati per il Benetton Rugby che decide di andare in touche dentro i 5 metri dei gallesi. Susseguono dalla touche una serie di mini-unit conclusi alla perfezione da Hame Faiva al 12′ che schiaccia l’ovale in meta. Keatley trasforma. Hayward rientra dalla panca puniti ed in parità numerica, gli uomini di Booth risalgono il campo e tornano nei 22 di Duvenage e compagni, ma la truppa di Crowley resiste fortemente agli attacchi del drive gallese ed un turnover prodigioso di Lamaro fa respirare i suoi. Sgarbi entra per Barbini infortunato. La gara prosegue ad intermittenza finché al 31′ un bellissimo cross-kick di Hayward riporta gli Ospreys dentro i loro 22 metri. Sempre da una scorribanda dell’estremo biancoverde i Leoni trovano un pertugio tra le linee difensive dei gallesi e solo un errore di handling impedisce ai trevigiani di andare a schiacciare la seconda meta. Braley deve subentrare per Duvenage che ha un problema fisico, dopodiché ribaltamento di fronte e al 40′ Lydiate e soci decidono di andare ai pali per un intervento irregolare in ruck da parte dei Leoni. Myler è affidabile all’intervallo il risultato è 10-7 per gli Ospreys.

Nella ripresa i Leoni desiderano subito rimettere la testa avanti. Un intercetto di Herbst costringe i gallesi nella loro aria difensiva, poi i trevigiani guadagnano una rimessa laterale dentro i 5 metri degli Ospreys. Dalla maul dirompente il Benetton Rugby costringe Griffiths a farsi ammonire per non far mandare gli ospiti a segno. Altra touche per i Leoni e dal carrettino avanzante è ancora Hame Faiva a siglare la seconda marcatura personale di giornata. Keatley non è preciso dalla piazzola.
Altro gran calcio di Hayward che riporta i gallesi nei loro 22 metri, inoltre Protheroe non riesce a districarsi da una situazione difficile e Herbst conquista un turnover preziosissimo. Stavolta il mediano di mischia del Benetton Rugby va per il piazzato e ingrassa il vantaggio dei suoi compagni, sopra 15-10. Si torna in parità numerica e un altro gran lavoro di Faiva nel breakdown fa conquistare ai suoi una punizione ossigenante. Altro cambio per Crowley che inserisce Gallo per Traoré, colpito duro da Evans in ruck, una pulizia irregolare per Brace che espelle proprio Evans. I biancoverdi sentono che bisogna ampliare il vantaggio e al 58′ Tavuyara si inventa un break con un calcetto meraviglioso, a pochi metri dalla meta prima il supporto di Riera è determinante e sarà ancora Hame Faiva a vidimare la terza meta per la sua tripletta. Keatley non sbaglia e il Benetton Rugby comanda 22-10. C’è spazio anche per Alongi e Baravalle in prima linea. Il XV di Booth non molla e il neontrato Venter al 71′ appoggia l’ovale per la seconda meta dei suoi e la conversione di Meyler vale il 22-17. Al 77′ Brace ammonisce Alongi, nasce una maul degli Ospreys che vanno in meta con Lake e Myler riporta i suoi con la testa avanti, per il 24-22 finale.

 

 
DAVID SISI RITORNA A PARMA PER LA SFIDA CON CONNACHT PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 21 Novembre 2020 12:36

Zebre Connacht Renton

[Renton in azione nell'ultimo match con Connacht - Stefano Delfrate]

DAVID SISI RITORNA A PARMA PER LA SFIDA CON IL CONNACHT

CINQUE CAMBI NEL XV DELLE ZEBRE, IN CAMPO DOMENICA AL LANFRANCHI NEL 7° TURNO DEL GUINNESS PRO14

Parma, 21 novembre 2020 – Domenica 22 novembre Zebre e Connacht scenderanno in campo allo Stadio Lanfranchi di Parma per il 7° turno del Guinness PRO14.

L’incontro – il 21° in gara ufficiale tra le due squadre rispettivamente inserite nel Girone A e B del torneo – è in programma alle ore 15:30 e sarà trasmesso in diretta sugli schermi di Dazn.

A margine dell’allenamento odierno, il capo allenatore della franchigia federale Michael Bradley ha ufficializzato la lista dei 23 giocatori scelti per il match con gli Irlandesi, già sconfitti in due occasioni a Parma al netto dei quattordici precedenti in campionato celtico.

La prima grande novità è il ritorno in squadra di David Sisi, unico atleta della Nazionale rientrato a Parma dal raduno di Roma. Con la cancellazione del 2° turno dell’Autumn Nations Cup tra Italia e Fiji, il seconda linea Azzurro ha potuto congedarsi temporaneamente dal gruppo di Bigi e compagni, allenandosi in settimana con i multicolor in vista della sfida con il XV di coach Friend.

Sisi partirà titolare questa domenica, proprio come Tommaso Boni che, dopo aver saltato le ultime due partite con Scarlets e Ulster, è pronto ad indossare nuovamente la maglia n° 12.

Sono stati invece trattenuti ai box Pierre Bruno e Ian Nagle, entrambi in campo per 80’ nella gara con i Nordirlandesi ed entrambi usciti doloranti dall’incontro. L’ala genovese ha subito un lieve trauma muscolare alla coscia e potrebbe già giocare il 30 novembre a Limerick con il Munster, mentre il seconda linea 32enne ha sofferto un colpo più acuto al calcagno e rischia di saltare almeno un fine settimana di gioco.

Complessivamente, sono cinque i cambi nel XV iniziale dove si rivedono dal primo minuto anche Junior Laloifi ad estremo, Giovanni D’Onofrio all’ala e Mick Kearney in seconda linea. Per la terza partita consecutiva viene riconfermata la mediana composta da Renton e Rizzi, quest’ultimo in campo in tutte e sei le sfide stagionali, così come Leonard Krumov e Lorenzo Masselli.

In panchina trova nuovamente spazio il permit player del Rugby Calvisano Riccardo Brugnara. Il pilone mantovano siederà in compagnia di Matteo Nocera e Massimo Ceciliani, pronti a subentrare a gara in corso rispettivamente come seconda e terza linea.

A dirigere l’incontro sarà il gallese Dan Jones, alla sua 31° apparizione in campionato celtico, la 7° con in campo gli atleti delle Zebre. Il 29enne di Cardiff – esordito nel torneo nell’ottobre del 2016 proprio nella trasferta dei bianconeri al Thomond Park – sarà coadiuvato per l’occasione dai due assistenti italiani Marius Mitrea e Matteo Liperini. Il TMO designato è invece il lodigiano Stefano Pennè.

La formazione dello Zebre Rugby Club che domenica 22 novembre alle ore 15:30 scenderà in campo contro gli Irlandesi del Connacht allo Stadio Lanfranchi di Parma nel 7° turno del Guinness PRO14:

15. Junior Laloifi (14)

14. Giovanni D’Onofrio* (6)

13. Giulio Bisegni (103) (Cap)

12. Tommaso Boni* (90)

11. Gabriele Di Giulio* (39)

10. Antonio Rizzi* (8)

9. Joshua Renton (35)

8. David Sisi (55)

7. Renato Giammarioli* (45)

6. Lorenzo Masselli* (11)

5. Mick Kearney (19)

4. Leonard Krumov* (49)

3. Eduardo Bello (49)

2. Marco Manfredi (16)

1.Andrea Lovotti* (98)

A disposizione:

16. Oliviero Fabiani (122)

17. Riccardo Brugnara (3) permit player del Rugby Calvisano

18. Alexandru Tarus (12)

19. Matteo Nocera* (5)

20. Massimo Ceciliani* (31)

21. Nicolò Casilio* (8)

22. Paolo Pescetto (3)

23. Michelangelo Biondelli* (15)

All. Michael Bradley

Non disponibili per infortunio: Iacopo Bianchi*, Pierre Bruno, Paolo Buonfiglio*, Tommaso Castello, Ian Nagle, Samuele Ortis*, Giovanni Licata*, Jimmy Tuivaiti

Convocati con la Nazionale: Luca Bigi, Mattia Bellini, Carlo Canna, Danilo Fischetti*, Maxime Mbandà*, Johan Meyer, Federico Mori* (permit player), Guglielmo Palazzani, Daniele Rimpelli*, Cristian Stoian* (permit player), Jacopo Trulla* (permit player), Marcello Violi*, Giosuè Zilocchi*

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

Arbitro: Dan Jones (Welsh Rugby Union)

Assistenti: Marius Mitrea (Federazione Italiana Rugby) e Matteo Liperini (Federazione Italiana Rugby)

TMO: Stefano Pennè (Federazione Italiana Rugby)

La gara sarà prodotta da DAZN e sarà disponibile in diretta streaming all’indirizzo www.dazn.com

Cronaca testuale della sfida sull’account Twitter delle Zebre con l’hashtag #ZEBvCON.

 
CARDIFF E' CINICA E SCONFIGGE I LEONI 22-5 PDF Stampa E-mail
Campionati
Lunedì 16 Novembre 2020 23:00

foto-gara

Marcature: 22′ p. Evans, 33′ meta Thornton; 61′ meta Lane tr. Evans, 68′ meta Baravalle, 79′ meta Thomas tr. Evans

Note: 62′ cartellino giallo a Barbini. Trasformazioni: Cardiff Rugby 2/3 (Evans 2/3); Benetton Rugby 0/1 (Keatley 0/1). Punizioni: Cardiff Rugby 1/2 (Evans 1/2); Benetton Rugby: 0/1 (Keatley 0/1). Man of the match: Josh Turnbull.

Cardiff Rugby: 

15 Matthew Morgan, 14 Owen Lane, 13 Garyn Smith, 12 Willis Halaholo (55′ Ben Thomas), 11 Hallam Amos, 10 Jarrod Evans, 9 Jamie Hill (70′ Lewis Jones), 8 Josh Turnbull, 7 Olly Robinson (45′ Alun Lawrence), 6 James Ratti , 5 Rory Thornton (74′ Teddy Williams), 4 Ben Murphy (x’ ), 3 Scott Andrews (63′ Kieron Assiratti ), 2 Kristian Dacey (c) (68′ Ethan Lewis), 1 Corey Domachowski (51′ Brad Thyer).

A disposizione: 23 Aled Summerhill.

Head Coach: John Mulvihill.

Benetton Rugby:

15 Jayden Hayward, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Joaquin Riera, 12 Ignacio Brex (40′ Angelo Esposito), 11 Monty Ioane, 10 Ian Keatley, 9 Callum Braley (68′ Luca Petrozzi), 8 Toa Halafihi, 7 Manuel Zuliani (40′ Michele Lamaro), 6 Giovanni Pettinelli (c) (50’ Marco Barbini), 5 Eli Snyman (x’), 4 Federico Ruzza (48′ Irné Herbst), 3 Filippo Alongi (40’ Tiziano Pasquali), 2 Hame Faiva (48’ Tomas Baravalle), 1 Nicola Quaglio (43’ Thomas Gallo).

Head Coach: Kieran Crowley.

Per il sesto round del Guinness PRO14 2020/2021 i Leoni fanno visita ai Cardiff Blues al Rodney Parade (casa dei Dragons di Newport che ospita i Blues data l’indisponibilità dell’Arms Park di Cardiff dove è ancora allestito il presidio ospedaliero per l’emergenza Covid-19) nel primo “Monday night” stagionale del Benetton Rugby. Dopo un avvio stagionale di buon livello contro Ulster, Leinster e Scarlets, che però ha visto i biancoverdi uscire dai tre difficili match iniziali con un solo punto di bonus iniziale in classifica, la truppa di Kieran Crowley vuole provare a portare a casa il primo risultato utile contro Cardiff per smuovere il punteggio nella Conference B, ancor di più a seguito delle due gare rinviate contro Connacht e Munster. La stessa Conference in cui militano i Blues, a 10 punti in graduatoria con cinque gare disputate. Nei primi 40′ le squadre si studiano e optano per un gioco al calcio predominante sul resto delle fasi statiche, anche se gli uomini di Mulvihill vanno all’intervallo in vantaggio grazie alla punizione di Evans e alla meta di Thornton. Nella seconda frazione i Blues si dimostrano più cinici dei Leoni e fissano altre due mete grazie ai trequarti della formazione gallese, mentre Pettinelli e compagni trovano una meta con Baravalle sugli sviluppi di una maul.

La pioggia batte intensa sul Rodney Parade e pure il vento insidia le traiettorie aeree al calcio dei giocatori. Il Benetton al 3′ tramite un’ottima prova in mischia chiusa guadagna un buon fallo e un piazzato. Si decide di andare alla piazzola, ma Keatley è sfortunato e l’ovale non centra i pali a causa del forte vento. Continua il gioco al piede tra le due formazioni, finché all’11’ Ruzza con un turnover conquista una punizione. Dopodiché Keatley con un grubber intelligente riallontana i gallesi dentro i loro 22. C’è un cambiamento di fronte e Cardiff supera la metà campo. A causa di un fallo in ruck i padroni di casa decidono di andare per i pali. Evans però prende proprio il montante e si è ancora sullo 0-0 a metà prima frazione. Ma al secondo tentativo – per una mischia che penalizza i biancoverdi – il numero 10 dei Blues non sbaglia da punizione. La gara procede intermittente, poi al 33′ dal drive dei Blues nasce la prima meta di gara firmata da Thornton. Evans non ingrassa il bottino dei suoi che sono sopra 8-0 al 40′.

All’uscita dagli spogliatoi tra le fila dei Leoni subentrano Pasquali, Lamaro ed Esposito. C’è anche spazio per il debutto in maglia trevigiana di Thomas Gallo. I biancoverdi risucchiano metri e campo ai Blues. Da una maul Ioane va vicinissimo alla meta per un soffio. I padroni di casa riescono a controbattere gli attacchi del Benetton Rugby. La gara procede poi a ritmo alternato, complici le condizioni metereologiche. Entrano anche Barbini, Snyman e Baravalle in casa dei Leoni. Marco Barbini al 57′ conquista una preziosa punizione tramite turnover. Il Benetton sembra un pochino pagare fisicamente le due settimane di stop per i rinvii contro Connacht e Munster e al 62′ Lane trova il pertugio nella linea difensiva degli ospiti e timbra la seconda meta di Cardiff; Evans trasforma. L’arbitro di gioco Frank Murphy ammonisce Barbini come colpevole di falli ripetuti. Il Benetton, con un uomo in meno, non ci sta. Hayward prende una punizione da metà campo per turnover guadagnato. Keatley va in touche e dal maul derivante ne consegue un carrettino avanzante debordante dei trevigiani che schiacciano l’ovale con Tomas Baravalle. Keatley colpisce il palo. I Leoni combattono e ci provano, ma è Thomas ad un minuto dal termine a sancire la terza meta di Cardiff, con Evans a portare il punteggio sul 22-5 per i Blues.

 

 
SELEZIONATO IL XV DEI LEONI PER LA TRASFERTA CONTRO I CARDIFF BLUES PDF Stampa E-mail
Campionati
Domenica 15 Novembre 2020 13:24

slide sito 6

Ritorna in campo il Benetton Rugby dopo più di tre settimane dall’ultima sfida giocata con gli Scarlets, a seguito delle gare rinviate contro Connacht e Munster. Lo fa domani (kick-off ore 20.45) al Rodney Parade contro Cardiff, una delle formazioni più attrezzate della Conference B, per il sesto round di Guinness PRO14 2020/2021.

Per la seconda trasferta del campionato – lo stadio è il Rodney Parade, casa dei Dragons di Newport che ospita i Blues data l’indisponibilità dell’Arms Park di Cardiff dove è ancora allestito il presidio ospedaliero per l’emergenza Covid-19 – i Leoni si scontreranno nel turno con i gallesi che nei primi cinque turni hanno raccolto due vittorie, ma vengono da tre sconfitte consecutive, l’ultima una settimana fa ad Edimburgo per 18-0. I Blues al momento occupano la seconda piazza della Conference B con 10 gettoni, lo stesso raggruppamento in cui militano i biancoverdi che hanno 1 gettone in graduatoria, bensì con due gare da recuperare, raccolto come bonus difensivo nell’ultima gara con gli Scarlets di tre settimane fa. Dopo tre passi falsi iniziali, gli uomini di Crowley vogliono provare a intraprendere la strada del primo successo stagionale.

Nella storia del campionato celtico il Benetton Rugby ha sconfitto i Cardiff Blues 4 volte su 18 precedenti, con 13 vittorie a favore dei gallesi ed un pareggio tra queste due formazioni.

La sfida di domani sarà diretta dall’arbitro irlandese Frank Murphy e dai suoi assistenti gallesi Adam Jones e Dan Jones. Al TMO il gallese Ian Davies.

Kieran Crowley e lo staff tecnico hanno disegnato il XV del match contro i Blues tenendo conto di varie indisponibilità di formazione, in particolare degli 11 Leoni impegnati con l’Italrugby. Il triangolo allargato sarà costituito da Jayden Hayward come estremo, mentre le ali saranno a destra Ratuva Tavuyara e a sinistra Monty Ioane. Al centro ci sono Ignacio Brex e il ristabilito Joaquin Riera. La mediana è diretta da Ian Keatley all’apertura e le chiavi della mischia sono gestite da Callum Braley.

Il pacchetto di mischia è fortificato in prima linea dai piloni Nicola Quaglio e Filippo Alongi, con tallonatore Hame Faiva. In sala macchine Federico Ruzza e Eli Snyman. Il pack si consolida con la terza linea formata dai flanker Giovanni Pettinelli – alla prima in veste di capitano dei Leoni – e Manuel Zuliani. Chiude il reparto degli avanti il numero 8 Toa Halafihi.

In panchina è presente Tiziano Pasquali, ritornato dal raduno con l’Italrugby, ed è pronto a giocare Michele Lamaro, al rientro dall’infortunio patito con le Zebre a fine agosto.

Benetton Rugby:

15 Jayden Hayward (106),
14 Ratuva Tavuyara (35),
13 Joaquin Riera (4),
12 Nacho Brex (35),
11 Monty Ioane (56),
10 Ian Keatley (16),
9 Callum Braley (3),
8 Toa Halafihi (27),
7 Manuel Zuliani (3),
6 Giovanni Pettinelli (C) (35),
5 Eli Snyman (18),
4 Federico Ruzza (57),
3 Filippo Alongi (7),
2 Hame Faiva (52),
1 Nicola Quaglio (54).

A disposizione: 16 Tomas Baravalle (41), 17 Cherif Traore (67), 18 Tiziano Pasquali (75), 19 Irné Herbst (48), 20 Michele Lamaro (11), 21 Marco Barbini (95), Luca Petrozzi (7), 23 Angelo Esposito (90).

*Tra parentesi le presenze in Benetton Rugby

Head Coach: Kieran Crowley.

Indisponibili: Derrick Appiah, Tommaso Allan (Nazionale), Niccolò Cannone (Nazionale), Matteo Drudi, Dewaldt Duvenage, Simone Ferrari (Nazionale), Paolo Garbisi (Nazionale), Marco Lazzaroni (Nazionale), Gianmarco Lucchesi (Nazionale), Luca Morisi (Nazionale), Sebastian Negri (Nazionale), Ivan Nemer, Edoardo Padovani, Marco Riccioni, Leonardo Sarto, Braam Steyn (Nazionale), Luca Sperandio (Nazionale), Federico Zani, Marco Zanon (Nazionale).

Arbitro: Frank Murphy (IRFU)

Assistenti: Adam Jones (WRU) e Dan Jones (WRU).

TMO: Ian Davies (WRU).

LIVE – La partita potrà essere seguita testualmente sulla pagina Twitter ufficiale di Benetton Rugby con l’hashtag #CARvBEN, o scaricando l’App ufficiale dei Leoni https://bit.ly/3jiDlLZ ed in diretta su DAZN.

 

 


Pagina 1 di 136

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

logo pro14

covid-faq-fir

Banner 300x150

banner cattolica

banner sitofederugby

 

banner-newsletter-2020

seguici su Spotify


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito