Guinness PRO14


I LEONI SONO IMPRECISI ED I BLUES NE APPROFITTANO: A MONIGO TERMINA 28-31 PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 30 Novembre 2019 20:00

001-7D2 8908

Marcature: 11’ p. Allan, 16’ meta Botham tr. Tovey, 28’ meta Riccioni tr. Allan, 32’ p. Tovey, 35’ Tavuyara, 46’ p. Allan, 51’ meta Williams tr. Tovey, 56’ meta Ioane, 60’ meta Zani, 67’ meta Lawrence tr. Tovey, 80’ meta Harries tr. Tovey.

Benetton Rugby:
15 Jayden Hayward, 14 Ratuva Tavuyara (72’ Luca Sperandio), 13 Ignacio Brex (59’ Ian Keatley), 12 Alberto Sgarbi (C), 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan, 9 Dewaldt Duvenage, 8 Toa Halafihi, 7 Abraham Steyn, 6 Marco Lazzaroni (51’ Niccolò Cannone), 5 Eli Snyman, 4 Irné Herbst (69’ Federico Ruzza), 3 Marco Riccioni (57’ Tiziano Pasquali), 2 Hame Faiva (57’ Federico Zani), 1 Nicola Quaglio (51’ Cherif Traore)

A disposizione: 21 Tito Tebaldi

Head Coach: Kieran Crowley

Cardiff Blues:

15 Matthew Morgan, 14 Aled Summerhill, 13 Rey Lee-Lo, 12 Garyn Smith, 11 Hallam Amos, 10 Jason Tovey, 9 Lloyd Williams (c), 8 Will Boyde (29’ Shane Lewis-Hughes), 7 James Botham (47’ Shane Lewis-Hughes), 6 Josh Turnbull, 5 Macauley Cook, 4 James Ratti, 3 Scott Andrews (57’ Keiron Assiratti), 2 Kirby Myhill, 1 Brad Thyer (57’ Rhys Gill)

Head Coach: John Mulvihill

Partono bene i Leoni che sin dai primi minuti del match riescono a chiudere i Blues nei propri 5m. Gli ospiti provano a reggere alle avanzate ma gli uomini di coach Crowley non demordono ed al 11’ grazie all’ottimo lavoro si portano in vantaggio con il piazzato di Allan.

Cardiff cerca comunque di reagire andando in touche sui 5m biancoverdi al 16’, gli ospiti riescono a costruire una maul ed a spingere sino ad oltrepassare la linea di meta con Botham; Tovey trasforma dalla piazzola.

Dopo la meta gallese, i biancoverdi riprendono il possesso dell’ovale con i Blues abili a chiudere gli spazi. Al 22’ mischia vinta dai Leoni a metà campo ed Allan trova la touche in zona pericolosa; purtroppo negli sviluppi dell’azione Faiva per il pallone in avanti.

Tre minuti più tardi gli uomini di coach Crowley ci riprovano con un break di Tavuyara, dopo alcune fasi l’ovale arriva a Ioane che viene portato fuori a pochi centimetri dalla meta. Cardiff non riesce ad uscire dai propri 22 m, i biancoverdi recuperano il possesso e dopo alcune cariche trovano la meta con Riccioni; Allan dalla piazzola aggiunge i due punti riportando i suoi in vantaggio. Quest’ultimo però dura poco, infatti Tovey con un piazzato ristabilisce la parità in campo.

Al 35’ un nuovo allungo da parte di capitan Sgarbi e compagni: da mischia Halafihi serve Tavuyara sull’out di destra, l’ala figiana accelera e va in meta. Allan calcia fuori la trasformazione.

La prima frazione di gioco termina quindi con i Leoni in vantaggio per 15 a 10.

Nella ripresa le cose sembrano non cambiare ed al 46’ i Leoni allungano con un piazzato di Allan. I Leoni però nonostante vadano vicini al chiudere il match non ci riescono ed al 53’ Cardiff trova la meta con Williams, la trasformazione è di Tovey.

Trascorrono alcuni minuti, i Leoni si riportano in avanti: Sgarbi e Brex dialogano nello stretto con il centro italoargentino che riesce a bucare la linea difensiva gallese. Duvenage inventa un grubber che manda letteralmente in meta Ioane, Allan è impreciso dalla piazzola ed il risultato va sul 23 a 17.

Al’ 60’ arriva anche la quarta meta dei biancoverdi con l’appena entrato Zani che si stacca dalla maul e schiaccia oltre la linea. Allan non trasforma.

Nonostante il -11 Cardiff non si arrende ed al 67’ con un drive ben costruito trovano la terza meta con Lawrence; preciso Tovey nel trasformare. I Blues insistono cercando anche di approfittare degli errori biancoverdi ma se al 74’ sprecano tutto con un’ostruzione, al 78’ costringono Halafihi al tenuto e si portano in touche. La rolling maul organizzata non porta punti ma l’azione continua sino a tempo scaduto quando con la meta di Harries e la trasformazione di Tovey fissano il risultato sul 31 a 28 in loro favore.

 
I 23 LEONI SCELTI PER AFFRONTARE I CARDIFF BLUES ALLO STADIO MONIGO PDF Stampa E-mail
Campionati
Venerdì 29 Novembre 2019 13:10

slide sito 6

Seconda gara casalinga consecutiva per i Leoni che domani pomeriggio allo Stadio Monigo ore 16:00 affronteranno i Cardiff Blues.

Gli uomini di coach Crowley, dopo i due incontri di Heineken Champions Cup contro Leinster e Northampton, tornano quindi in Guinness PRO14. La competizione internazionale vede al momento i biancoverdi al quinto posto della conference B ad appena sette lunghezze da Connacht ed Edimburgo che con 19 punti condividono la terza e quarta posizione. 10 punti invece per i Cardiff Blues che inseguono.

Il match sarà diretto dall’arbitro irlandese Andrew Brace che verrà assistito da Manuel Bottino e Paul Haycock.

Il XV iniziale dei Leoni vedrà sulle ali Ratuva Tavuyara e Monty Ioane, a chiudere il triangolo allargato ad estremo ci sarà Jayden Hayward. Reparto dei centri composto da Ignacio Brex e capitan Alberto Sgarbi. In mediana Tommaso Allan sarà affiancato da Dewaldt Duvenage.

Il pacchetto di mischia vedrà in prima linea i piloni Nicola Quaglio e Marco Riccioni insieme al tallonatore Hame Faiva. Seconda linea tutta sudafricana composta dalla coppia: Irné Herbst ed Eli Snyman. In terza linea agiranno i flanker Marco Lazzaroni ed Abraham Steyn, chiuderà il reparto degli avanti il numero 8 Toa Halafihi.

Benetton Rugby:
15 Jayden Hayward, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Ignacio Brex, 12 Alberto Sgarbi (C), 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan, 9 Dewaldt Duvenage, 8 Toa Halafihi, 7 Abraham Steyn, 6 Marco Lazzaroni, 5 Eli Snyman, 4 Irné Herbst, 3 Marco Riccioni, 2 Hame Faiva, 1 Nicola Quaglio

A disposizione: 16 Federico Zani, 17 Cherif Traore, 18 Tiziano Pasquali, 19 Niccolò Cannone, 20 Federico Ruzza, 21 Tito Tebaldi, 22 Ian Keatley, 23 Luca Sperandio

Head Coach: Kieran Crowley

Indisponibili: Derrick Appiah, Tomas Baravalle, Dean Budd, Angelo Esposito, Simone Ferrari, Ornel Gega, Michele Lamaro, Engjel Makelara, Nasi Manu, Luca Morisi, Sebastian Negri, Alessandro Zanni, Marco Zanon

Arbitro: Andrew Brace (IRFU)
Assistenti: Manuel Bottino (FIR) e Paul Haycock (IRFU)
Citing Commissioner: Alberto Recaldini (FIR)
TMO: Brian MacNeice (IRFU)

LIVE – La partita potrà essere seguita testualmente sulla pagina Twitter ufficiale di Benetton Rugby con l’hashtag #BENvCAR

Clicca qui per scaricare dall’App Store l’app ufficiale del Benetton Rugby per iOS

Clicca qui per scaricare da Google Play l’app ufficiale del Benetton Rugby per Android

BIGLIETTERIA – Le biglietterie dello Stadio Monigo saranno aperte dalle 14:30, orario di apertura dei cancelli, compatibilmente con le indicazioni della Questura di Treviso.

Clicca qui per acquistare i biglietti: http://bit.ly/2nIznFi

EVENT SPONSOR – Event sponsor di giornata saranno Gilbert e The Rugby Catalog che personalizzeranno l’area hospitality e premierà i tifosi estratti al termine del match.

CORRIDOIO – A fare il corridoio nel pre partita e giocare nell’intervallo saranno le categorie Under 8-10-12 del Grifoni Rugby Oderzo e del Vittorio Veneto Rugby ASD

BABYSITTING GRATUITO (2-10 ANNI) CON POLPETTA dalle ore 15.00 i bambini avranno la possibilità di partecipare ai laboratori ed alle attività con lo staff di Oro Basilico.

 
SCELTA LA FORMAZIONE DELLE ZEBRE PER LA TRASFERTA DI NEWPORT CONTRO I DRAGONS PDF Stampa E-mail
Campionati
Venerdì 29 Novembre 2019 12:54

Licata Zebre Dragons

[Giovanni Licata carica contro i Dragons - Amarcord Fotovideo]

SCELTA LA FORMAZIONE DELLE ZEBRE PER LA TRASFERTA DI NEWPORT: QUATTRO CAMBI NEL XV MULTICOLOR AVVERSARIO DEI DRAGONS NEL 7° TURNO DEL GUINNESS PRO14

Parma, 29 novembre 2019 – Archiviata la prima finestra di Challenge Cup che ha visto le Zebre sfidare gli Inglesi Bristol Bears e i Parigini dello Stade Français, si ritorna a giocare sui campi del Guinness PRO14.

Sabato 30 novembre Bisegni e compagni saranno attesi a Newport in Galles nel match valevole per il turno torneo. Avversari di giornata saranno i Dragons, reduci da due successi pieni nei primi due fine settimana di gioco della coppa cadetta. Il calcio di inizio della sfida è fissato alle ore 18:15 italiane al Rodney Parade, storico impianto di oltre 11 mila posti inaugurato nel 1877.

La partita sarà trasmessa in diretta televisiva su Dazn, ma sarà anche possibile seguire la cronaca testuale del match sull’account Twitter delle Zebre con l’hashtag #DRAvZEB.

Due le vittorie stagionali in campionato celtico raccolte sin qui dalla formazione casalinga, attualmente 5° nel Girone A del torneo a quota 9 punti. La “Conference” è la stessa della franchigia federale, benché quest’ultima alberghi al 7° ed ultimo posto con appena 2 punti totalizzati.

Clicca e scopri la classifica del Guinness PRO14

Le due squadre torneranno ad affrontarsi dopo essere già scese in campo da rivali lo scorso 5 ottobre a Parma, data in cui i Gallesi ebbero la meglio sui padroni di casa, aggiudicandosi il 2° turno del Guinness PRO14 per 28 a 52. Complessivamente, sono invece 13 i precedenti disputati tra le due compagini, con i Dragons usciti vittoriosi in otto occasioni distribuite dal 2012 ad oggi. Nel bilancio degli scontri anche un pareggio, ottenuto il 29 marzo 2014 nel 18° fine settimana di gioco dell’allora “RaboDirect PRO12”.

L’ultimo incontro tra Zebre e Dragons cadde in concomitanza con lo svolgimento della nona edizione della Coppa del Mondo. Per l’occasione la formazione italiana ha dovuto fare a meno di dieci dei suoi giocatori impegnati con Parisse e compagni in Giappone, laddove la squadra di Newport scontava l’assenza di tre soli Nazionali impiegati nella rosa gallese che ha concluso la propria avventura nella Rugby World Cup 2019 in semifinale.

Questa volta, a parti invertite, se da un lato la franchigia federale ha potuto già da tempo riabbracciare il rientro dei propri Azzurri, lo staff tecnico presieduto dall’Inglese Dean Ryan non potrà contare per la gara di questo fine settimana su cinque atleti inseriti dal neo ct dei Dragoni Wayne Pivac nella formazione gallese scelta per affrontare il club ad inviti dei Barbarians. Si tratta dei quattro avanti Elliot Dee, Leon Brown, Ollie Griffiths e Aaron Wainwright e della giovane apertura Sam Davies.

Il match andrà in scena al Principality Stadium di Cardiff alle ore 15:45 italiane e vedrà tra i suoi protagonisti anche il centurione delle Zebre George Biagi, convocato per l’occasione dall’allenatore dei bianconeri Warren Gatland e pronto a subentrare a gara in corso.

Rispetto alla formazione scesa in campo sabato scorso al Lanfranchi, sono quattro i cambi nel XV multicolor scelto per affrontare i Dragons. Le novità riguardano il pack degli avanti, dove partiranno dal 1’ il pilone sinistro Danilo Fischetti, il tallonatore reggiano Luca Bigi e il n° 8 Renato Giammarioli, e il ruolo di mediano di mischia, con il nocetano Marcello Violi che ritrova per l’occasione la maglia da titolare.

In panchina si rivede infine Johan Meyer, tornato nuovamente arruolabile una volta scontata la squalifica di due settimane inferta al flanker sudafricano a seguito del cartellino rosso ricevuto al 55’ della sfida con i Glasgow Warriors.

A dirigere l’incontro sarà il veterano irlandese George Clancy, alla sua 119° apparizione in campionato celtico. Per il 42enne di Limerick si tratterà inoltre della decima gara arbitrata con in campo i giocatori della franchigia federale, l’ultima delle quali proprio nel 1° turno del torneo di quest’anno, in scena a Murrayfield contro l’Edinburgh Rugby. Gli assistenti designati sono il Gallese Simon Rees e l’Irlandese Mark Patton, mentre il TMO nominato è Colin Stanley.

Clicca e scopri la formazione delle Zebre

 
I LEONI VENGONO SCONFITTI DAI SAINTS SOLTANTO A TEMPO SCADUTO PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 23 Novembre 2019 18:37

001-7D2 8601

Marcature: 4’ p. Biggar, 7’ meta Faiva tr. Allan, 10’ meta Collins, 13’ p. Allan, 19’ meta Tavuyara, 26’ meta Brex tr. Allan, 35’ p. Allan, 40’ meta Reinach tr. Biggar, 52’ p. Biggar, 56’ meta Sleightholme tr. Biggar, 65’ meta Collins tr. Biggar, 70’ meta Faiva tr. Allan, 80’ p. Biggar

Note: 24’ cartellino giallo a Biggar, 40’ cartellino giallo a Steyn

Benetton Rugby:

15 Jayden Hayward, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Ignacio Brex, 12 Tommaso Benvenuti (24’ Ian Keatley) (34’ Tommaso Benvenuti) (58’ Ian Keatley), 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan (C), 9 Dewaldt Duvenage (64’ Tito Tebaldi), 8 Toa Halafihi (57’ Federico Ruzza) (62’ Toa Halafihi), 7 Abraham Steyn, 6 Giovanni Pettinelli (50’ Marco Lazzaroni), 5 Federico Ruzza (47’ Eli Snyman), 4 Irné Herbst (47’ Niccolò Cannone), 3 Marco Riccioni (62’ Tiziano Pasquali), 2 Hame Faiva, 1 Federico Zani (53’ Cherif Traore)

A disposizione:

16 Michele Mancini Parri

Head Coach: Kieran Crowley

Northampton Saints:

15 Ahsee Tuala (27’ George Furbank), 14 Ollie Sleightholme, 13 Matt Proctor (66’ Fraser Dingwall), 12 Rory Hutchinson, 11 Tom Collins, 10 Dan Biggar, 9 Cobus Reinach (73’ James Mitchell), 8 Teimana Harrison (C), 7 Lewis Ludlam (75’ Mitch Eadie), 6 Jamie Gibson, 5 Api Ratuniyarawa, 4 Alex Moon (61’ Lewis Bean), 3 Owen Franks (61’ Paul Hill), 2 Mikey Haywood, 1 Francois van Wyk (62’ Alex Waller)

Head Coach: Chris Boyd

Allo Stadio Monigo la gara parte subito su ritmi elevati: dopo una serie di pick and go dei Saints, Herbst commette fallo in ruck e Biggar dalla piazzola sigla i primi punti del match.

I Leoni si riorganizzano e replicano immediatamente, buon turnover vinto da Riccioni e si preferisce andare in touche invece di piazzare. Il coraggio di capitan Allan e compagni viene premiato perché dalla maul si va in meta con Faiva; Allan trasforma.

Northampton non smentisce le aspettative e dimostra tutte le proprie qualità, arriva così la seconda meta inglese con Collins; Biggar sbaglia la trasformazione. Trascorrono appena tre minuti ed Allan porta i suoi nuovamente in vantaggio con un piazzato.

Al 19’ gli uomini di coach Crowley approfittano della mischia vinta per andare in touche sui 5m dei Saints. Maul impostata, Faiva si porta in coda al drive portando l’ovale prima di lasciarlo a Duvenage che gioca un due contro uno servendo Tavuyara abile a schiacciare in meta. Allan non trasforma ed il risultato rimane sul 15 a 8.

Cinque minuti più tardi i Saints rimangono temporaneamente in 14 per il giallo a Biggar colpevole di un placcaggio pericoloso su Herbst. Nell’azione successiva i Leoni vanno vicini a marcare la meta ma Ioane viene portato fuori poco prima di marcare.

I Leoni sono aggressivi ed al 26’ Keatley serve Brex che rompe il muro difensivo avversario e corre a schiacciare in mezzo ai pali, Allan aggiunge due punti dalla piazzola. Al 33’ altra bella azione creata dai biancoverdi, oggi in divisa bianca a scacchi multicolor, che chiudono i Saints dentro i propri 22m.

Al 35’ si allungano le distanze con il piazzato di Allan che porta il punteggio sul 25 a 8. Nei minuti finali Northampton prova più volte a rendersi pericoloso, per ben tre occasioni si porta in touche sui 5m dei Leoni ed è proprio a ridosso della fine del primo tempo che trova la meta con Reinach; Biggar trasforma. Purtroppo oltre alla marcatura arriva anche il giallo a Steyn.

Il primo tempo si chiude sul 25 a 15 in favore dei Leoni.

Nella ripresa i Saints provano da subito ad approfittare della superiorità numerica ma è ottima la difesa degli uomini di coach Crowley.

Al 52’ per un placcaggio in anticipo di Benvenuti su Proctor, Northampton va sulla piazzola con Biggar che fa +3. Gli inglesi continuano a provarci sprecando per due volte l’occasione con Sleightholme che commette in avanti. Ma al 56’ proprio l’ala avversaria sigla la terza meta per la propria squadra, nonostante una sospetta ostruzione su Ioane.

Ad un quarto d’ora dal termine, un errore difensivo di Tavuyara consente ai Sants  di penetrare la difesa dei Leoni con Furbank e poi andare in meta con Collins. Biggar non sbaglia la trasformazione.

Quando tutto sembra ormai scritto, Ludlam concede un calcio di punizione per mani in ruck. Allan calcia l’ovale sui 5m avversari, il lancio di Faiva è perfetto, quest’ultimo corre a chiudere la maul e si va in meta. Allan trasforma riportando la partita in parità, 32-32.

Nel finale i Leoni hanno un’opportunità in attacco per un placcaggio alto di Bean su Pasquali, altra touche ed altro drive organizzato. Purtroppo negli sviluppi dell’azione Gibson costringe Keatley al tenuto.

A tempo scaduto arriva la beffa, l’arbitro Adamson giudica il tocco di Tavuyara in avanti volontario e concede ai Saints il calcio di punizione poi trasformato da Biggar.

La gara si chiude così 35 a 32 in favore di Northampton; i Leoni raccolgono soltanto due punti.

 
BUONA PROVA DEI LEONI CHE PROVANO SINO ALLA FINE AD INSIDIARE LEINSTER PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 16 Novembre 2019 20:32

RB3 0850

Marcature: 5’ meta Ringrose, 9’ meta Budd tr. Keatley, 14’ meta Ringrose tr. Sexton, 30’ meta Kelleher tr. Sexton, 43’ meta Sexton tr. Sexton, 50’ meta Faiva tr. Keatley, 68’ meta Ringrose tr. Byrne, 79’ meta Sperandio

Note: 28’ giallo a Quaglio

Leinster Rugby:

15 Jordan Larmour, 14 Dave Kearney, 13 Garry Ringrose, 12 Rory O’Loughlin (64’ Robbie Henshaw), 11 James Lowe, 10 Johnny Sexton (C) (55’ Ross Byrne), 9 Luke McGrath (70’ Jamison Gibson-Park), 8 Caelan Doris (16’ Max Deegan), 7 Josh van der Flier, 6 Rhys Ruddock (64’ Scott Fardy), 5 James Ryan, 4 Devin Toner, 3 Andrew Porter (55’ Michael Bent), 2 Ronan Kelleher (55’ James Tracy), 1 Cian Healy (55’ Peter Dooley)

Head Coach: Leo Cullen

Benetton Rugby:
15 Jayden Hayward, 14 Angelo Esposito (64’ Alberto Sgarbi) (72’ Angelo Esposito), 13 Ignacio Brex, 12 Alberto Sgarbi (C) (52’ Tommaso Allan), 11 Luca Sperandio (28’ Federico Zani) (38’ Luca Sperandio), 10 Ian Keatley, 9 Dewaldt Duvenage (58’ Tito Tebaldi), 8 Nasi Manu (40’ Toa Halafihi), 7 Abraham Steyn, 6 Giovanni Pettinelli, 5 Dean Budd (40’ Marco Fuser) (70’ Irnè Herbst), 4 Irnè Herbst (65’ Marco Lazzaroni), 3 Marco Riccioni (28’ Tiziano Pasquali) (40’ Marco Riccioni) (70’ Tiziano Pasquali), 2 Hame Faiva (52’ Engjel Makelara) (72’ Engjel Makelara), 1 Nicola Quaglio (55’ Federico Zani)

Head Coach: Kieran Crowley

Alla RDS Arena la gara comincia con i Leoni che commettono fallo dopo tre minuti di gioco consentendo a Sexton e compagni di andare in touche dentro i 22m. Ovale portato a terra, alcune fasi ed assist del 10 di casa per Ringrose che schiaccia in meta; è la prima delle tre che metterà a segno durante il pomeriggio. Sexton dalla piazzola sbaglia la trasformazione.

I Leoni si riorganizzano e rispondono immediatamente, al 7’ dopo aver conquistato un calcio di punizione scelgono di andare in touche anziché piazzare. La scelta è coraggiosa e li premia perché dopo alcune fasi Budd va in meta; Keatley trasforma portando i suoi in vantaggio.

Sul contrattacco, i Dubliners trovano la punizione che da metà campo li porta nuovamente in touche. Un po’ come accaduto in occasione della prima meta, la difesa dei Leoni in un primo momento regge ma poi è costretta a cedere alla nuova incursione di Ringrose che sigla la doppietta personale. Questa volta Sexton trasforma portando il punteggio sul 12-7.

Al 20’ buon possesso recuperato dai Leoni che sfruttano una punizione in loro favore per andare in touche dentro i 22m avversari. Serie di fasi e vantaggio per gli uomini di coach Crowley che ne approfittano per avvicinarsi alla linea di meta andando in rimessa laterale sui 5m, purtroppo l’ovale viene rubato.

A ridosso della mezz’ora di gioco il momento è favorevole a Leinster, gli irlandesi costruiscono fasi su fasi nella metà campo dei Leoni che riescono a reggere alle loro avanzate. Purtroppo al 28’, a causa di un placcaggio alto su Kelleher, Quaglio riceve un cartellino giallo lasciando così i propri compagni in 14. Leinster approfitta immediatamente dell’inferiorità numerica e va in meta con il tallonatore Kelleher, Sexton aggiunge i due punti trasformando.

Negli ultimi minuti del primo tempo capitan Sgarbi e compagni provano ad accorciare le distanze, prima costruiscono una buona azione che purtroppo non porta punti perché Zani si fa rubare palla e successivamente proprio grazie ad un tenuto conquistato dallo stesso Zani, Keatley ha possibilità di andare per i pali. Il calcio da quasi metà campo però è leggermente corto.

Il primo tempo si chiude così sul punteggio di 19 a 7 in favore dei padroni di casa.

Nella ripresa Leinster allunga le distanze dopo appena tre minuti, e lo fa con una meta del proprio capitano. Lo stesso Sexton trasforma.

Al 49’ punizione in favore dei Leoni per un in avanti volontario dei Dubliners a metà campo. Keatley, grazie ad un ottimo calcio, manda i propri compagni in touche sui 5m avversari. Dalla rimessa, maul organizzata dai Leoni e dopo un paio di fasi si va in meta con Faiva. La trasformazione di Keatley porta il punteggio sul 26 a 14.

Buon momento dei Leoni che pochi minuti più tardi portano alta la pressione riuscendo a chiudere Leinster dentro i loro 5m, purtroppo il duro lavoro viene vanificato da qualche errore che non porta punti.

Al 68’ il divario però si allunga, quando da una touche rubata da Toner si arriva alla terza marcatura di Garry Ringrose, nominato Heineken Man of the Match. Ross Byrne, entrato per Sexton, trasforma portando il punteggio sul 33 a 14.

I Leoni non ci stanno e cercano a tutti i costi di ridurre lo svantaggio, trovando magari il punto di bonus difensivo. Alla fine arriverà soltanto la meta sulla bandierina di Sperandio non trasformata da Keatley.

Il punteggio finale alla RDS Arena vedere Leinster battere i Leoni 33 a 19.

 

 


Pagina 2 di 120

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

ticketing2018

banner sitofederugby

 

banner-community-2019

seguici su Spotify


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito