Guinness PRO14


LOTTA AL LANFRANCHI NEL DERBY ITALIANO DI RAINBOW CUP: GLI ULTIMI 10 MINUTI DECISIVI PER LA VITTORIA DEL BENETTON PDF Stampa E-mail
Campionati
Venerdì 07 Maggio 2021 20:42

 

Boni Zebre Benetton 2020-21

[Tommaso Boni in azione al Lanfranchi - Stefano Delfrate]

 

Parma (Italia) – 7 maggio 2021
Guinness PRO14 Rainbow Cup, Round 2
Zebre Rugby Club Vs Benetton Rugby 20-25 (p.t. 10-10)

Cronaca: Primi quindici minuti del match che sorridono alle Zebre, padrone delle percentuali di possesso e territorio grazie a ben quattro penalità concesse dal Benetton Rugby. I multicolor si mostrano di contro molto attenti e disciplinati nel loro gioco, ma i loro tentativi offensivi si spengono sulla solida difesa dei Leoni.
In una partita condizionata dal forte vento, il XV di coach Bradley fa fatica ad avanzare palla in mano, ma si trova comunque a giocare nella metà campo rivale approfittando dell’indisciplina degli ospiti. Al 23’ il sesto calcio di punizione dei trevigiani offre a Paolo Pescetto la chance di incamerare i primi punti della sfida. Il n° 10 genovese centra i pali ma al 26’ è costretto ad abbandonare il campo per un duro colpo alla testa. Al suo posto entra il neocenturione della franchigia federale Carlo Canna.
I biancoverdi sono comunque in partita e alla prima occasione concreta ne approfittano per andare a punti. Al 30’ le belle mani di Duvenage e compagni lanciano in meta l’ex di turno Edoardo Padovani. Dopo aver consultato il TMO invocato dal challenge arbitrale, Andrea Piardi aggiudica la marcatura che verrà trasformata da posizione defilata da Paolo Garbisi.
Nel finale di primo le Zebre risalgono il campo e portano tanta pressione in mischia chiusa, riuscendo a strappare il loro nono calcio di punizione a favore e l’espulsione temporanea del pilone sinistro Thomas Gallo. Boni e compagni si appoggiano in touche e vanno fino in fondo con la cassaforte avanzante. Els prova a disassare la maul ma il tentativo è illegale: il n° 2 riceverà cartellino giallo e i multicolor la meta di punizione a favore. Il primo tempo sembrerebbe chiudersi sul 10-7 per la squadra di casa, ma nell’ultima azione di gioco i Leoni ottengono il loro primo fallo a favore che verrà convertito allo scadere dal piede di Garbisi. Si rientra negli spogliatoi sul 10-10, con i padroni di casa forti della momentanea doppia superiorità numerica.


I primi 7’ minuti della ripresa trascorrono senza variazioni di punteggio, con le Zebre che non riescono ad approfittare del doppio cartellino giallo a favore, pur sfiorando la marcatura al 48’ con Federico Mori.
Il giovane centro Azzurro schiaccia l’ovale in area di meta sull’invenzione al piede di Canna, ma ostruisce il tentativo di salvataggio di Monty Ioane ed è nulla di fatto.
Ripristinata la parità numerica è il Benetton Rugby a marcare. Lo fa al 53’ dalla piazzola col solito Garbisi dopo l’annullamento della meta dei Leoni da parte del direttore di gara.
Al piede del giovane regista padovano risponderà però al 56’ quello di Canna che rettifica il parziale sul 13-13, punendo l’undicesima penalità dei rivali.
Negli ultimi 20 minuti del match i trevigiani salgono di colpi e schiacciano gli atleti della franchigia federale nella loro metà campo. La difesa dei multicolor regge fino al 69’ quando la carica vincente di Herbst porterà il seconda linea sudafricano a varcare la linea di meta. Da posizione centrale, Garbisi non può sbagliare e fa decollare il punteggio sul 13-20.
Le Zebre reagiscono d’orgoglio e risalgono il campo nel finale di gara, appoggiandosi in rimessa laterale dopo due calci di punizione commessi dal Benetton Rugby. Esce l’ovale e nello sviluppo dell’azione Canna trova il corridoio vincente per andare a marcare. La stessa apertura beneventana completa il gioco da 7 punti per il 20-20 quando siamo al 77’.
La partita sembrerebbe terminare in parità ma al 79’ i Leoni trovano la meta allo scadere col player of the match Toa Halafihi. Garbisi sbaglia la trasformazione, ma i biancoverdi si aggiudicano l’incontro sul 20-25.


Marcatori: 24’ cp Pescetto (3-0); 29’ Padovani tr Garbisi (3-7); 36’ meta di punizione per le Zebre Rugby (10-7); 40’ cp Garbisi (10-10); s.t. 53’ cp Garbisi (10-13); 56’ cp Canna (13-13); 69’ Ruzza tr Garbisi (13-20); 76’ Canna tr Canna (20-20); 79’ Halafihi (20-25)


Zebre Rugby Club: Biondelli, Bruno (43’ Lucchin, 52’ Bruno), Mori, Boni (Cap), Di Giulio, Pescetto (26’ Canna), Casilio (52’ Palazzani), Giammarioli, Meyer, Leavasa (57’ Bianchi), Nagle, Sisi (57’ Krumov), Bello (58’ Nocera), Bigi (69’ Fabiani, 75’ Bigi), Fischetti (58’ Buonfiglio); All. Bradley

Benetton Rugby: Hayward, Padovani (40’ Lucchesi), Brex, Zanon, Ioane, Garbisi, Duvenage (Cap), Halafihi, Lamaro (54’ Zuliani), Favretto (40’ Nemer, 44’ Favretto, 45’ Negri), Ruzza, Cannone (44’ Herbst), Alongi (24’ Riccioni), Els (47’ Padovani, 61’ Tavuyara), Gallo (64’ Nemer); All. Crowley

Arbitro: Andrea Piardi (Federazione Italiana Rugby);
Assistenti: Manuel Bottino (Federazione Italiana Rugby) e Riccardo Angelucci (Federazione Italiana Rugby)
TMO: Stefano Roscini (Federazione Italiana Rugby)
Calciatori: Paolo Pescetto (Zebre Rugby Club) 1/1; Paolo Garbisi (Benetton Rugby) 4/5; Carlo Canna (Zebre Rugby Club) 2/2
Cartellini: 35’ cartellino giallo a Thomas Gallo (Benetton Rugby); 37’ cartellino giallo a Corniel Els (Benetton Rugby)
Player of the match: Toa Halafihi (Benetton Rugby)
Punti in classifica: Zebre Rugby Club 1, Benetton Rugby 4
Note: Cielo parzialmente nuvoloso. Temperatura 19°. Terreno in ottime condizioni. Partita disputata in regime di porte chiuse al pubblico. 100esima presenza con le Zebre Rugby per Johan Meyer che diventa il decimo centurione della franchigia federale.

 

Sabato 15 maggio allo Stadio comunale di Monigo a Treviso il 4° ed ultimo atto stagionale del derby italiano di Guinness PRO14 tra Benetton Rugby e Zebre Rugby Club nel 3° turno di Guinness PRO14 Rainbow Cup

 

 
GUINNESS PRO14 RAINBOW CUP, LA PRESENTAZIONE DEL DERBY ZEBRE-BENETTON PDF Stampa E-mail
Campionati
Giovedì 06 Maggio 2021 14:09

garbisi boni benetton zebreRoma – Mancano poco più di ventiquattro ore al primo derby italiano della Guinness PRO14 Rainbow Cup con Zebre e Benetton che si affronteranno domani allo Stadio Lanfranchi di Parma nel match valido per la seconda giornata del torneo che sarà trasmesso alle 19 in diretta su DAZN.

Ventidue i precedenti tra le due franchigie italiane con un bilancio che pende verso i Leoni biancoverdi che hanno battuto i bianconeri in 15 occasioni contro le 7 vittorie della squadra di Bradley.

Nella stagione corrente – nel Guinness PRO14 – il doppio confronto sorride alle Zebre che hanno espugnato 24-15 lo Stadio Monigo il 2 gennaio bissando il successo una settimana più tardi a Parma per 22-18.

Leggi tutto...
 
CINQUE CAMBI NEL XV DELLE ZEBRE SCELTO PER IL DERBY DI ANDATA DI GUINNESS PRO14 RAINBOW CUP COL BENETTON RUGBY PDF Stampa E-mail
Campionati
Giovedì 06 Maggio 2021 11:30

Zebre BenettonRugby Meyer

[Johan Meyer in azione nell'ultima gara a Parma col Benetton Rugby - Amarcord Fotovideo]

CINQUE CAMBI NEL XV DELLE ZEBRE SCELTO PER IL DERBY DI ANDATA DI GUINNESS PRO14 RAINBOW CUP COL BENETTON RUGBY

JOHAN MEYER VICINO ALLE 100 PRESENZE CON LE ZEBRE: IL FLANKER AZZURRO SI APPRESTA A DIVENTARE IL DECIMO CENTURIONE DEL CLUB

Parma, 6 maggio 2021 – Venerdì 7 maggio Zebre e Benetton Rugby si affronteranno nel terzo derby della stagione 2020/21, il primo della Guinness PRO14 Rainbow Cup dopo le due sfide di campionato celtico vinte a gennaio dagli atleti della franchigia federale.

Si giocherà allo Stadio Lanfranchi di Parma nel match valevole per il 2° turno della nuova competizione internazionale che sarà trasmesso in diretta alle ore 19:00 sugli schermi di Dazn.

In alternativa sarà possibile seguire la cronaca testuale della partita sull’account Twitter delle Zebre con l’hashtag #ZEBvBEN.

I multicolor sono reduci da una sconfitta di misura in casa dell’Edinburgh Rugby che ha comunque fruttato il punto di bonus difensivo nel finale. Questo venerdì scenderanno in campo nel loro 23° incontro in gara ufficiale con i Leoni, i quali siedono invece al primo posto del girone unico del torneo dopo il successo pieno del Monigo sui Glasgow Warriors.

Clicca e scopri la classifica del girone unico della Guinness PRO14 Rainbow Cup

Rispetto alla formazione schierata due settimane fa a Murrayfield, coach Bradley opta per cinque cambi nel XV iniziale scelto per andare a collezionare l’ottava vittoria in gara ufficiale sui cugini biancoverdi.

Gradi di capitano per Tommaso Boni, fresco del raggiungimento delle 100 presenze con la maglia del club di base a Parma. Il centro 28enne è una delle novità sulla trequarti insieme al mediano di apertura genovese Paolo Pescetto e al giovane n° 9 aquilano Nicolò Casilio.

Confermato anche lo zoccolo duro della mischia dove si rivedono i due Azzurri Luca Bigi e Danilo Fischetti.

Seconda partita da titolare consecutiva per Johan Meyer che questo venerdì taglierà il traguardo delle 100 apparizioni ufficiali con le Zebre Rugby. Il flanker della Nazionale sarà il decimo centurione della franchigia federale dopo Andrea De Marchi, Guglielmo Palazzani, Dario Chistolini, Oliviero Fabiani, George Biagi, Giulio Bisegni, Andrea Lovotti, Tommaso Boni e Carlo Canna.

Oltre ai lungodegenti Giulio Bisegni, Tommaso Castello, Junior Laloifi, restano ai box anche Maxime Mbandà e Jimmy Tuivaiti, alle prese con i rispettivi infortuni al piede e al perone. Giosuè Zilocchi prosegue il suo percorso di recupero dopo l’intervento alla spalla di due settimane fa, mentre si uniscono alla lista degli indisponibili Mattia Bellini, Andrea Lovotti, Giovanni Licata e Joshua Renton. L’ala padovana è fuori per un problema al piede, su cui dovranno ancora effettuarsi valutazioni mediche. Il pilone piacentino ed il terza linea agrigentino sono stati invece fermati in settimana per un problema rispettivamente alla cervicale e alla schiena. Il n° 9 neozelandese è stato infine costretto allo stop pochi giorni fa dopo aver sofferto uno stiramento muscolare alla coscia.

Dirigerà l’incontro il bresciano Andrea Piardi, alla sua 13° partita in campionato celtico, la 7° con in campo le Zebre. Gli assistenti di gara sono Manuel Bottino e Riccardo Angelucci, mentre il TMO designato è Stefano Roscini.

La formazione dello Zebre Rugby Club che venerdì 7 maggio alle ore 19:00 scenderà in campo contro il Benetton Rugby allo Stadio Lanfranchi di Parma nel 2° turno della Guinness PRO14 Rainbow Cup:

15. Michelangelo Biondelli* (24)

14. Pierre Bruno (27)

13. Federico Mori* (13) permit player del Rugby Calvisano

12. Tommaso Boni* (100) (Cap)

11. Gabriele Di Giulio* (46)

10. Paolo Pescetto (10)

9. Nicolò Casilio* (18)

8. Renato Giammarioli* (56)

7. Johan Meyer (99)

6. Potu Junior Leavasa (8)

5. Ian Nagle (24)

4. David Sisi (62)

3. Eduardo Bello (62)

2. Luca Bigi (15)

1.Danilo Fischetti* (26)

A disposizione:

16. Oliviero Fabiani (128)

17. Paolo Buonfiglio* (9)

18. Matteo Nocera* (13)

19. Leonard Krumov* (60)

20. Iacopo Bianchi* (15)

21. Guglielmo Palazzani (144)

22. Carlo Canna (100)

23. Enrico Lucchin* (21)

All. Michael Bradley

Non disponibili per infortunio: Mattia Bellini, Giulio Bisegni, Tommaso Castello, Junior Laloifi, Giovanni Licata*, Andrea Lovotti*, Maxime Mbandà*, Joshua Renton, Jimmy Tuivaiti, Giosuè Zilocchi*

Squalificati: Marco Manfredi

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

Benetton Rugby: 15. Jayden Hayward, 14. Edoardo Padovani, 13. Ignacio Brex, 12. Marco Zanon, 11. Monty Ioane, 10. Paolo Garbisi, 9. Dewaldt Duvenage (Cap), 8. Toa Halafihi, 7. Michele Lamaro, 6. Riccardo Favretto, 5. Federico Ruzza, 4. Niccolò Cannone, 3. Filippo Alongi, 2. Corniel Els, 1. Thomas Gallo; All. Kieran Crowley
A disposizione: 16. Gianmarco Lucchesi, 17. Ivan Nemer, 18. Marco Riccioni, 19. Irné Herbst, 20. Sebastian Negri, 21. Manuel Zuliani, 22. Callum Braley, 23. Ratuva Tavuyara

Arbitro: Andrea Piardi (Federazione Italiana Rugby)

Assistenti: Manuel Bottino (Federazione Italiana Rugby) e Riccardo Angelucci (Federazione Italiana Rugby)

TMO: Stefano Roscini (Federazione Italiana Rugby)

La gara sarà prodotta da DAZN e sarà disponibile in diretta streaming all’indirizzo www.dazn.com

Cronaca testuale della sfida sull’account Twitter delle Zebre con l’hashtag #ZEBvBEN.

 


Pagina 1 di 246

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito