Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language

Guinness PRO14
Guinness PRO14


UNA GRANDE PROVA DI SQUADRA CONDUCE I LEONI AD UNA SPLENDIDA VITTORIA PDF Print E-mail
Campionati
Saturday, 08 December 2018 19:21
There are no translations available.

7D2 4734

Marcatori: 2’ meta Dombrandt, 6’ meta Sperandio tr. McKinkey, 11’ p. McKinley, 24′ meta Dombrandt tr. Lang, 30′ p. McKinley, 37′ meta Sperandio, 47′ p. Smith, 53′ p. McKinley, 58′ p. Smith, 75′ p. Smith, 80′ meta Ioane

Note: 71’ giallo a Negri

Benetton Rugby: 15 Jayden Hayward, 14 Luca Sperandio, 13 Tommaso Benvenuti (59’ Marco Zanon), 12 Luca Morisi, 11 Monty Ioane, 10 Ian McKinley, 9 Tito Tebaldi (50’ Dewaldt Duvenage), 8 Marco Barbini (68’ Alberto Sgarbi), 7 Braam Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd (c), 4 Marco Fuser (35’ Irné Herbst) (40’ Marco Fuser) (59’ Irné Herbst), 3 Simone Ferrari (66’ Tiziano Pasquali), 2 Luca Bigi (40’ Hame Faiva), 1 Nicola Quaglio (59’ Derrick Appiah)

A disposizione: 20 Giovanni Pettinelli

Head Coach: Kieran Crowley

Harlequins: 15 Mike Brown, 14 Nathan Earle, 13 Joe Marchant, 12 Francis Saili (59’ Paul Lasike), 11 Gabriel Ibitoye (50’ Cadan Murley), 10 James Lang (45’ Marcus Smith), 9 Charlie Mulchrone (35’ Niall Saunders), 8 James Chisholm (c), 7 Jack Clifford, 6 Alex Dombrandt, 5 Mat Luamanu (61’ Ben Glynn), 4 George Merrick, 3 Phil Swainston (40’ Will Collier), 2 Dave Ward (53’ Max Crumpton), 1 Joe Marler

A disposizione: 17 Lewis Boyce

Head Coach: Paul Gustard

Giornata speciale allo Stadio Monigo dove nel prepartita si è tenuta l’inaugurazione della copertura della Tribuna Est con il tradizionale taglio del nastro.

Dopo aver osservato un minuto di silenzio contro la violenza sulle donne, la gara ha inizio. Gli ospiti partono subito bene, l’ex biancoverde Luamanu serve Dombandt che va a marcare; Lang non è preciso dalla piazzola.

Gli uomini di coach Crowley non si scompongono ed al 6’ Hayward trova Barbini, il quale trova il varco dentro i 22 avversari e passa a Sperandio mandandolo di fatto in meta; McKinley dalla piazzola trasfroma.

Supportati da uno splendido Stadio Monigo, i Leoni portano pressione dentro la zona rossa degli inglesi conquistando un calcio di punizione poi capitalizzato da McKinley. Gli Harlequins rispondono ma i biancoverdi, oggi in tenuta blu, danno prova di una strepitosa fase difensiva che costringe gli ospiti al tenuto.

Nonostante lo standard difensivo elevato dei Leoni, al 24’ gli Harlequins trovano la seconda meta ancora con Dombrandt, il direttore di gara si consulta con il TMO e convalida la marcatura; Lang trasforma.

Al 30’ la pressione offensiva di capitan Budd e compagni produce un calcio di punizione che McKinley non sbaglia portando così i suoi in vantaggio. Sullo scadere di primo tempo, in un Monigo gasato da alcuni placcaggi di Ioane, i Leoni muovono velocemente l’ovale che giunge all’ala con Sperandio pronto a marcare. McKinley nel tentativo di trasformare colpisce il palo esterno.

La prima frazione di gioco vede il Benetton Rugby in vantaggio 18 a 12.

Nella ripresa, precisamente al 47’, fuorigioco commesso dai Leoni che concedono agli Harlequins la possibilità di andare per i pali, Smith accorcia così le distanze.

Al 53’ i Leoni hanno la possibilità di allungare conquistando una punizione in attacco sotto i pali avversari. Dalla piazzola McKinley non sbaglia portando il punteggio sul 21 a 15. Gli inglesi rispondono nella stessa maniera ancora con Smith.

A nove minuti dalla fine i Leoni restano in 14 per il giallo a Negri e come se non bastasse subiscono il pareggio di Smith ancora una volta dalla piazzola. Ma quando tutto sembra concluso, Sperandio serve con un offload Ioane che si invola verso la meta regalando ai suoi la meta della vittoria.

Il Benetton Rugby batte così gli Harlequins 26 a 21

 

 

 
LE ZEBRE RITROVANO IL SUCCESSO ESTERNO IN CHALLENGE CUP SUPERANDO I RUSSI DELL’ENISEI PDF Print E-mail
Campionati
Saturday, 08 December 2018 15:26
There are no translations available.

Enisei STM Zebre 1819

Le Zebre hanno aperto la seconda finestra delle coppe europee con la prima delle due sfide ravvicinate contro la formazione russa dell’Enisei-STM, mai affrontata prima. La gara d’andata valida per il 3° turno del girone 4 si è giocata sul “neutro” di Sochi sul Mar Nero, date le condizioni meteo troppo rigide di Krasnojarsk, la città siberiana sede della formazione che da tre anni è campione in carica del campionato russo. Per la gara lo staff tecnico diretto da coach Bradley ha potuto schierare otto Azzurri reduci dai test match di Novembre, tra cui il pilone Lovotti ed il capitano Castello, assenti in maglia bianconera dal successo contro Edimburgo a Parma del 26 Ottobre scorso. I bianconeri hanno aperto le marcature con un break centrale di Ceciliani che ha poi servito Palazzani per la facile meta al 3°. I russi hanno risposto subito sfruttando il pack zeppo di nazionali: dopo una maul l’ovale è schiacciato in meta al largo. Tornano subito avanti le Zebre con Canna che intercetta l’attacco di casa involandosi per 60 metri al 20°. Il primo tempo si chiude però in parità grazie all’Enisei che capitalizza il suo buon momento trovando la meta col drive avanzante dopo diverse azioni pericolose. Nella ripresa l’inerzia passa subito nelle mani di Castello e compagni: il piglio dei bianconeri è premiato prima col piazzato di Canna al 50° e subito dopo con la terza meta di Palazzani, imbeccato da una pregevole azione personale di Balekana. I siberiani provano a rientrare in partita ma il pack e la difesa italiana crescono chiudendo ogni varco e togliendo il possesso ai padroni di casa. Le Zebre legittimano così il dominio nel secondo tempo trovando la meta del bonus con Meyer dopo una bella giocata corale. Le Zebre chiudono la loro prima trasferta in Russia superando 31-14 l’Enisei e cogliendo 5 punti che tengono vive le ambizioni di passaggio del turno nel girone 4. La franchigia di base a Parma ritrova il successo esterno che mancava da oltre 2 anni nelle coppe europee ed attende proprio i russi il prossimo fine settimana al Lanfranchi.

Sochi (Russia) – 8 Dicembre 2018

EPCR Challenge Cup 2018/19 – Pool 4, Round 3

Enisei-STM vs Zebre Rugby Club 14-31 (p.t. 14-14)

Marcatori: 3‘ m Palazzani tr Canna (0-7); 7’ m Churashov tr Kushnarev(7-7); 21‘ m Canna tr Canna (7-14); 36‘ m Gachechiladze tr Kushnarev (14-14) s.t. 10‘ cp Canna (14-17); 11’ m Palazzani tr Canna (14-24); 36’ m Meyer tr Canna (14-31);

Enisei-STM: Churashov, Mikhaltsov (19’ s.t. Trishin), Baranovs (35’ s.t. Gerasimov), Gerasimov (27’ s.t. Kononov), Babaev, Kushnarev, Shcherban; Rudoi (19’ s.t. Krotov), Gargalic, Gachechiladze, Krasylnyk (13’ s.t. Orlov), Saulite (cap), Zykov (19’ s.t. Pronenko) Selskii (13’ s.t. Mamukashvili), Morozov (1’ s.t. Sekisov) (Non entrati: Uzunov) All.Valeev

Zebre Rugby Club: Padovani, Balekana, Bisegni (39’ s.t. Brummer), Castello (cap) (12’ s.t. Boni), Elliott, Canna, Palazzani (12‘ s.t. Renton); Giammarioli, Licata (21’ s.t. Meyer), Mbandà, Ortis (40’ s.t. Tauyavuca), Sisi, Zilocchi (37’ Chistolini), Ceciliani (1’ s.t. Luus), Lovotti (25’ s.t. Rimpelli) All. Bradley

Arbitro: Ian Tempest (Rugby Football Union)

Assistenti: Adam Leal e Hamish Smales (Rugby Football Union)

Calciatori: Kushnarev(Enisei-STM) 2/2, Canna (Zebre Rugby Club) 5/5,

Cartellini: al 39° s.t. giallo a Kononov (Enisei-STM)

Man of the match: Carlo Canna (Zebre Rugby Club)

Punti in classifica: Enisei-STM 0, Zebre Rugby Club 5

Note: Cielo parzialmente nuvoloso. Temperatura 8°. Terreno in buone condizioni. Spettatori 200 . Esordio nelle coppe europee per il mediano di mischia neozelandese delle Zebre Renton.

Cronaca: sul primo attacco c’è un break centrale delle Zebre che vengono fermate ai 10 metri. La prima mischia della gara introdotta dai russi vede i bianconeri ingaggiare anticipatamente. Sul secondo assalto è Ceciliani a trovare il break centrale: un riciclo trova Palazzani che segna sotto i pali. Dopo un fallo i russi provano rispondere con la maul che viene arginata: l’azione si sposta velocemente al largo opposto dove l’Enisei trova la segnatura con Kushnrev che pareggia dalla piazzola. I bianconeri rispondono subito avanzando alla mano ed entrando di nuovi nei 22 ma l’ovale è perso in avanti. Le Zebre non sfruttano due rimesse nei 22 per riportarsi avanti, fermate dall’attenta difesa siberiana. Al 20° i russi dopo una touche in attacco chiudono l'azione mettendo pressione al piede. Padovani chiama il mark e poi concede un’altra rimessa in attacco che vede poi Canna intercettare il lungo multifase involandosi solo a segnare dopo 60 metri di corsa. Lo stesso numero 10 realizza la trasformazione per il 7-14 ospite. Il 3° fallo della difesa italiana é calciato in touche ai 5 metri dai russi. Grande battaglia in ruck a pochi metri dalla meta con l'arbitro che torna sul fallo dei saltatori delle Zebre. I padroni di casa scelgono l'ingaggio e ricevono un altro fallo. Dopo un multifase nei 5 metri tiene la difesa di Castello e compagni che costringono la mediana russa al grubber che esce a fondo campo al 32°.  Spinge ancora l’Enisei-STM che entra nei 22 italiani con la difesa delle Zebre che costringe i padroni di casa all'in avanti. Sulla mischia per Palazzani sulla linea dei 22 arriva il terzo fallo sull'ingaggio per i padroni di casa che calciano in touche. La maul russa varca la linea di meta trovando la seconda segnatura della giornata. Da difficile posizione l'apertura di siberiani e nazionale russa Kushnarev pareggia il conto al 37°. Nell’ultima azione del primo tempo due falli consecutivi portano le Zebre alla rimessa ai 5 metri, difendono bene i russi che fanno scoppiare l’ovale all’attacco italiano. Le squadre tornano negli spogliatoi in parità.

Ad inizio ripresa le Zebre mettono subito pressione alla mischia russa con i nuovi entrati Luus e Chistolini trovando il fallo sull'introduzione di Shcherban. Muove l'ovale la mediana italiana con Giammarioli che fa valere le sue doti di ball carrier. Canna va oltre la linea e ricicla per Lovotti ma l'azione purtroppo sfuma sui 22 russi al 45°. Un altro lungo possesso offensivo italiano si chiude col fallo della difesa russa. Da 10 metri Canna va per i pali e riporta avanti le Zebre allo Yug Stadium di Sochi al 50°. Il XV di coach Bradley va oltre il break per la prima volta nell’azione successiva: Balekana recupera un ovale e s’invola sull’out di destra riciclando per la seconda meta di giornata di Palazzani. Canna trasforma per il 14-24. L'inerzia della gara ad inizio ripresa é nelle mani delle Zebre che trovano il fallo in ruck e mettono ancora pressione al piede in modo perfetto ai russi. L’Enisei prova a rispondere ma l’attacco russo è fermato col tenuto dall’attenta difesa italiana. Le Zebre possono così attaccare all’ora di gioco con una rimessa sui 22, ma questa volta il tenuto é fischiato all'attacco ospite. Il calcio non trova la rimessa così ri-attaccano i bianconeri alla mano con ottimi ricicli chiusi però da un altro fischio del direttore di gara su un punto d’incontro ai 5 metri. Il gioco riprende da una mischia sulla metà campo con Rimpelli che prende il posto di Lovotti. Dopo l'ingaggio arriva un fallo per le Zebre che, dopo la touche, provano con il drive che però è arginato dai russi. Renton può introdurre una mischia chiusa ai 10 metri dopo un errore di trasmissione dell’Enisei coi bianconeri che trovano il fallo, chiedendo mischia. Spingono le Zebre alla ricerca della 4a meta: dopo una serie di raccogli e vai degli avanti é bravo l'attacco italiano a trovare il varco sull'out destro con Meyer a 4 minuti dalla fine. Canna –votato migliore in campo dalla stampa russa presente allo stadio- trasforma fissando il finale sul 14-31.

Le Zebre si ritroveranno martedì 11 Dicembre 2018 alla Cittadella del Rugby di Parma per preparare la prossima gara ufficiale. Sabato 15 Dicembre alle ore 16 i bianconeri ospiteranno allo Stadio Lanfranchi i russi dell’Enisei-STM nel 4° turno del girone 4 della coppa europea EPCR Challenge Cup.


EPCR Challenge Cup 2018/19 Pool 4, il calendario: 

Round 1

Sabato 13 Ottobre 2018 – Bristol Bears vs Zebre Rugby Club 43-22 (5-0)

Sabato 13 Ottobre 2018 – Enisei-STM vs Stade Rochelais 21-82 (0-5)

Round 2: 

Venerdì 19 Ottobre 2019 - Stade Rochelais vs Enisei-STM 64-26 (5-1)

Sabato 20 Ottobre 2018 – Zebre Rugby Clubvs Bristol Bears 20-17 (4-1)

Round 3:

Sabato 8 Dicembre 2018, ore 15.00 – Enisei-STM vs Zebre Rugby Club 14-31 (0-5)

Sabato 8 Dicembre 2018, ore 15.00 – Bristol Bears vs Stade Rochelais 

Round 4: 

Sabato 15 Dicembre 2018, ore 16.00 – Zebre Rugby Clubvs Enisei-STM

Sabato 15 Dicembre 2018, ore 21.00 – Stade Rochelais vs Bristol Bears

Round 5: 

Venerdì 11 Gennaio 2019, ore 20.00 – Stade Rochelais vs Zebre Rugby Club

Sabato 12 Gennaio 2019, ore 15.00 – Enisei-STM vs Bristol Bears

Round 6: 

Sabato 19 Gennaio 2019, ore 16.00 – Zebre Rugby Clubvs Stade Rochelais

Sabato 19 Gennaio 2019, ore 15.00 – Bristol Bears vs Enisei-STM

La classifica del girone 4 della Challenge Cup dopo i primi tre turni:Stade Rochelais* 10, Zebre Rugby 9, Bristol Bears* 6, Clube Enisei-STM 1

* = una gara in meno

 
I LEONI PER LA GARA DI CHALLENGE CUP CONTRO GLI HARLEQUINS PDF Print E-mail
Campionati
Friday, 07 December 2018 13:28
There are no translations available.

benvhar

Domani pomeriggio alle ore 15:00, dopo oltre un mese di assenza dallo Stadio Monigo, i Leoni biancoverdi faranno ritorno nella propria casa. Una casa che si presenterà con un look diverso, più accogliente grazie alla realizzazione della copertura ed ampliamento della Tribuna Est, grazie al rifacimento della recinzione perimetrale ed infine grazie anche all’adeguamento dell’impianto di illuminazione. L’inaugurazione avverrà alle ore 14:45 a metà campo con il tradizionale taglio del nastro.

I Leoni, al ritorno dal tour sudafricano dal quale hanno raccolto 6 punti perdendo di misura contro i Cheetahs e battendo invece i Southern Kings, riprenderanno l’avventura in European Rugby Challenge Cup sfidando gli Harlequins.

Per affrontare la formazione inglese lo staff biancoverde sceglie una linea dei trequarti che ad estremo vedrà Jayden Hayward coadiuvato nel triangolo allargato dalle ali Luca Sperandio e Monty Ioane. I centri saranno Tommaso Iannone e Luca Morisi che vestiranno rispettivamente le maglie numero 13 e 12.

Apertura affidata a Ian McKinley e mediana a Tito Tebaldi.

Nel pacchetto di mischia la prima linea sarà composta da Nicola Quaglio, Luca Bigi e Simone Ferrari. Seconda linea con Marco Fuser e capitan Dean Budd. Infine in terza i flanker saranno Sebastian Negri e Abraham Steyn, chiuderà il pack con il numero 8 Marco Barbini.

BENETTON RUGBY:
15 Jayden Hayward, 14 Luca Sperandio, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Luca Morisi, 11 Monty Ioane, 10 Ian McKinley, 9 Tito Tebaldi, 8 Marco Barbini, 7 Abraham Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd (C), 4 Marco Fuser, 3 Simone Ferrari, 2 Luca Bigi, 1 Nicola Quaglio.

A disposizione:

16 Hame Faiva, 17 Derrick Appiah, 18 Tiziano Pasquali, 19 Irné Herbst, 20 Giovanni Pettinelli, 21 Dewaldt Duvenage, 22 Alberto Sgarbi, 23 Marco Zanon

Head Coach: Kieran Crowley

Indisponibili: Tommaso Allan, Tomas Baravalle, Robert Barbieri, Ornel Gega, Nasi Manu, Marco Riccioni, Federico Zani

Arbitro: Dan Jones (WAL)
Assistenti: Elgan Williams (WAL), Rhys Jones (WAL)
Citing Commissioner: Eddie Walsh (IRE)
TMO: Brian MacNeice (IRE)

LIVE – La partita potrà essere seguita testualmente sull’applicazione Benetton Rugby e sulla pagina Twitter ufficiale di Benetton Rugby con l’hashtag #BENvHAR

Clicca qui per scaricare dall’App Store l’app ufficiale del Benetton Rugby per iOS

Clicca qui per scaricare da Google Play l’app ufficiale del Benetton Rugby per Android

BIGLIETTERIA – Le biglietterie dello Stadio Monigo saranno aperte dalle 12:00

Clicca qui per acquistare i biglietti: https://goo.gl/wVms4f

EVENT SPONSOR – Event sponsor di giornata sarà COFILOC, che personalizzerà l’area hospitality e premierà i tifosi estratti al termine del match.

CORRIDOIO – A fare il corridoio nel pre partita e giocare nell’intervallo saranno le categorie Under 8-10-12 ASD Rugby Belluno e Rugby Club Pasian di Prato

BABYSITTING GRATUITO (2-10 ANNI) CON POLPETTA dalle ore 13.30 i bambini avranno la possibilità di partecipare ai laboratori ed alle attività con lo staff di Oro Basilico.

 

 
  • «
  •  Start 
  •  Prev 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  7 
  •  8 
  •  9 
  •  10 
  •  Next 
  •  End 
  • »


Page 1 of 167

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

ticketing2018

banner live TOP12 neg

banner sitofederugby

banner_pdf

 


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito