Guinness PRO14


LA DIFESA DELLE ZEBRE CEDE SOLTANTO ALL'80': I BRISTOL BEARS TROVANO ALLO SCADERE IL PAREGGIO NEL 6° TURNO DI CHALLENGE CUP PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 18 Gennaio 2020 18:05

Bisegni Zebre BristolBears

[Bisegni trova un break nel 6° turno di Challenge Cup contro i Bristol Bears - Amarcord Fotovideo]

LA DIFESA DELLE ZEBRE CEDE SOLTANTO ALL'80': I BRISTOL BEARS TROVANO ALLO SCADERE IL PAREGGIO NEL 6° TURNO DI CHALLENGE CUP

Parma (Italia) – 18 gennaio 2020
EPCR Challenge Cup 2019/2020 – Pool 4, Round 6

Zebre Rugby Club Vs Bristol Bears 7-7 (p.t. 7-0)

Marcatori: 38’ Tuivaiti tr Canna (7-0); s.t. 80’ Randall tr Sheedy (7-7)

Zebre Rugby Club: Laloifi, Balekana, Bisegni (Cap), Boni, Bellini, Canna, Violi (64’ Renton), Tuivaiti (59’ Giammarioli), Meyer, Licata, Nagle (68’ Biagi), Sisi (52’ Kearney), Zilocchi (59’ Bello), Bigi (56’ Fabiani), Lovotti (52’ Fischetti); All. Bradley

Bristol Bears: Protheroe (62’ Purdy), Morahan, Leiua, Madigan, Fricker, Sheedy, Uren (55’ Randall), Hughes (33’ Luatua, 79’ Dawe), Heenan (Cap), Hamilton, Joyce (64’ Hawkins), Holmes, Thiede (72’ Thomas), Capon (52’ Thacker), Woolmore; All. Pat Lam

Arbitro: Thomas Charabas (Fédération Française de Rugby)
Assistenti: Laurent Cardona (Fédération Française de Rugby) e Vivien Praderie (Fédération Française de Rugby)

Calciatori: Carlo Canna (Zebre Rugby Club) 1/2, Callum Sheedy (Bristol Bears) 1/1
Cartellini: 38’ giallo a Callum Sheedy (Bristol Bears); 64’ rosso a Johan Meyer (Zebre Rugby Club)
Man of the Match:
Jimmy Tuivaiti (Zebre Rugby Club)

Punti in classifica: Zebre Rugby Club 2, Bristol Bears 2

Note: Cielo nuvoloso. Temperatura 8°. Campo pesante. Spettatori 1900. George Biagi e Oliviero Fabiani salgono al secondo posto nella classifica di presenze con le Zebre (117), superando Andrea De Marchi (116).

Cronaca: A distanza di 63 giorni dal loro ultimo incontro, Zebre e Bristol Bears sono tornate a sfidarsi. Entrambe inserite per il secondo anno consecutivo nel Girone 4 della Challenge Cup, le due squadre sono scese in campo al Lanfranchi per il 6° ed ultimo turno di coppa. Per le due squadre si è trattato del quarto scontro diretto di sempre, il secondo a Parma dopo la vittoria del 20 ottobre 2018 degli Italiani sugli Inglesi, vincitori viceversa delle altre due sfide disputate all’Ashton Gate Stadium nel 2018 e ancora nel 2019.

Le Zebre danno avvio ai propri 80’ col drop di Carlo Canna. I Bristol Bears risalgono il campo alla mano, aiutati da tre calci di punizione concessi dai padroni di casa nei primi 7’. La difesa italiana è però attenta e aggressiva e non concede nulla al XV di Pat Lam che all’11’ andrà a strappare un ulteriore fallo per un fuorigioco commesso dai multicolor a ridosso della linea di metà campo. Al 14’ gli Inglesi ci riprovano da una touche nei 22 offensivi dopo una penalità – la quinta delle Zebre – commessa questa volta da Paula Balekana, tardivo a rotolare via da una ruck. La squadra casalinga fa buona guardia, rubando anche il possesso del pallone e riprendendo a giocare da una mischia a favore nei loro 22, la prima della partita. I primi 20’ vedono gli ospiti padroni di possesso e territorio, ma proprio al giro di boa del primo tempo gli Inglesi concederanno il loro primo calcio di punizione in situazione di mischia chiusa. Canna si appoggia in touche nei 22 rivali, ma il lancio di Bigi è storto ed è nulla di fatto. I giocatori della franchigia federale difendono in maniera sontuosa e al 27’ si rendono autori del loro primo squillo offensivo con un break di capitan Bisegni; il passaggio per il centro della Nazionale era però irregolare e si riparte da una mischia chiusa, la terza della gara. I Bristol Bears vincono la battaglia col pack degli avanti, ma al 31’ si trovano per la prima volta schiacciati nei loro 10 metri per una penalità. Le Zebre alzano i giri del motore, forzando tre penalità consecutive agli ospiti. Al terzo lancio in touche la formazione di coach Bradley arriverà a schiacciare con la carica vincente di Jimmy Tuivaiti. Canna centra i pali e il XV di Pat Lam rientrerà nello spogliatoio sotto di 7 a 0 e penalizzato dell’espulsione temporanea del regista Callum Sheedy, rifiatando sull’ultimo assalto degli Italiani.

Un fallo per parte a inizio ripresa premia i Bristol Bears che al 44’ ripartono da un lancio in touche nei 22 avversari. Nagle ruba l’ovale in rimessa laterale e innesca l’azione offensiva dei suoi che si spegne però su un tenuto-a-terra. Spartiti invertiti in questo inizio secondo tempo, con gli atleti di coach Bradley costantemente nella metà campo inglese nel primo quarto d’ora di gioco e vicini al colpo del + 10 sul tentativo della piazzola di Carlo Canna. Al 56’ un fallo per proteste costerà 30 metri di campo alle Zebre che cominciano a mostrarsi anche più indisciplinate. Nei minuti centrali della ripresa la formazione d’Oltremanica prova a costruire alla mano, galvanizzata dalla nuova inerzia della gara, ma i padroni di casa sono solidi in difesa e al 61’ andranno a strappare un altro calcio di punizione a favore. Al 64’, nel momento di massimo equilibrio, cresce però il boato del pubblico del Lanfranchi per il cartellino rosso estratto ai danni di Joahn Meyer, il cui placcaggio alto è stato ritenuto da Charabas oltre un certo limite. Le Zebre non demordono e, nonostante l’uomo in meno, si rendono pericolose nelle loro manovre offensive, andando però a commettere al 75’ sealing-off col neoentrato George Biagi. I Bristol Bears si ripresentano nella metà campo italiana e, dopo aver forzato un’altra penalità per un placcaggio non chiuso, si appoggiano in touche nei 5 metri offensivi, perdendo però il lancio in rimessa laterale. Renton libera al piede ma i Bristol Bears risalgono il campo per i troppi calci di punizione commessi dalle Zebre. A tempo rosso Randall troverà il varco vincente e andrà a schiacciare. Sheedy trasforma e fissa il punteggio finale sul 7 a 7.

Nei prossimi tre fine settimana le Zebre saranno libere da gare ufficiali. I sedici atleti della franchigia federale convocati dal ct dell’Italia Franco Smith si ritroveranno domenica 19 gennaio a Roma per il prossimo ritiro della Nazionale in vista del Guinness Sei Nazioni 2020, mentre i rimanenti giocatori multicolor si raduneranno nuovamente alla Cittadella del Rugby di Parma mercoledì 29 gennaio.


Di seguito risultati e calendario della Pool 4 dell’European Rugby Challenge Cup 2019/20:

Round 1

Sabato 15 Novembre 2019, ore 20.45 – Stade Français 11 vs CA Brive 27 (0-4)

Sabato 16 Novembre 2019, ore 15.00 – Bristol Bears 59 vs Zebre Rugby Club 21 (5-0)

Round 2:

Venerdì 22 Novembre 2019, ore 20.00 – CA Brive 0 vs Bristol Bears 36 (0-5)

Sabato 23 Novembre 2019, ore 16.00 – Zebre Rugby Club 12 vs Stade Français 13 (1-4)

Round 3:

Sabato 7 Dicembre 2019, ore 15.00 – Bristol Bears 37 vs Stade Français 11 (5-0)

Sabato 7 Dicembre 2019, ore 16.00 – Zebre Rugby Club 27 vs CA Brive 24 (5-1)

Round 4:

Vendrdì 13 Dicembre 2019, ore 20.00 – CA Brive 24 vs Zebre Rugby Club 10 (4-0)

Sabato 14 Dicembre 2018, ore 21.00 – Stade Français 16 vs Bristol Bears 18 (1-4)

Round 5:

Sabato 11 Gennaio 2020, ore 15:00 – Stade Français 24 vs Zebre Rugby Club 29 (1-5)

Sabato 11 Gennaio 2020, ore 15.00 – Bristol Bears 52 vs CA Brive 3 (5-0)

Round 6:

18 Gennaio 2020, ore 15:00 – Zebre Rugby Club 7 vs Bristol Bears 7 (2-2)

18 Gennaio 2020, ore 15:00 – CA Brive 33 vs Stade Français 29 (5-2)

Quarti di finale: 3/4/5 Aprile 2020

Semifinali: 1/2/3 Maggio 2020

Finale 2020 – Stadio de Marsiglia, Francia

Finale European Rugby Challenge Cup – Venerdì 22 Maggio 2020

La classifica del girone 4 della Challenge Cup dopo il 6° turno: Bristol Bears 26, CA Brive 14, Zebre Rugby Club 13, Stade Français 8

 
A MONIGO LEINSTER SUPERA I LEONI 18 A 0 PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 18 Gennaio 2020 17:49

001-7D2 1184 1

Marcature: 35’ p. Byrne, 52’ p. Byrne, 60’ meta Doris, 65’ meta Tracy tr. Byrne

Note: 18’ cartellino giallo a Caelan Doris, 41’ cartellino giallo a Irné Herbst

Benetton Rugby:

15 Jayden Hayward (50’ Antonio Rizzi), 14 Angelo Esposito (76’ Marco Zanon), 13 Luca Morisi, 12 Marco Zanon (69’ Tommaso Benvenuti), 11 Monty Ioane, 10 Ian Keatley, 9 Tito Tebaldi, 8 Toa Halafihi (61’ Marco Lazzaroni), 7 Abraham Steyn, 6 Marco Barbini (C) (52’ Giovanni Pettinelli), 5 Eli Snyman, 4 Irné Herbst (66’ Alberto Sgarbi), 3 Simone Ferrari (52’ Cherif Traore), 2 Hame Faiva (61’ Tomas Baravalle), 1 Federico Zani (12’ Nicola Quaglio)

Head Coach: Kieran Crowley

Leinster Rugby:

15 Jordan Larmour (71’ Rob Kearney), 14 Dave Kearney, 13 Garry Ringrose, 12 Robbie Henshaw, 11 James Lowe, 10 Ross Byrne (69’ Ciaran Frawley), 9 Luke McGrath (C) (61’ Jamison Gibson-Park), 8 Caelan Doris, 7 Josh van der Flier, 6 Max Deegan (57’ Rhys Ruddock), 5 James Ryan, 4 Devin Toner (69’ Ross Molony), 3 Andrew Porter (52’ Tadhg Furlong), 2 Sean Cronin (52’ James Tracy), 1 Cian Healy (17’ Peter Dooley)

Head Coach: Leo Cullen

  

Allo Stadio Monigo, nel sesto round di Heineken Champions Cup, i Leoni ospitano il Leinster Rugby. Gli uomini di coach Crowley cominciano il match nella maniera migliore chiudendo gli avversari nella propria metà campo.

I Dubliners in almeno un paio di occasioni sono costretti a ricorrere al fallo per placare le avanzate dei Leoni, con quest’ultimi che preferiscono andare in touche per il bersaglio grosso invece di piazzare. Purtroppo la scelta non porta punti anche grazie ad un’astuta difesa di Leinster.

Al 18’ gli uomini di Cullen rimangono in 14 per il giallo a Doris, nonostante l’inferiorità riescono comunque a rendersi pericolosi ed entrare per la prima volta dentro i 22m dei padroni di casa merito delle giocate di McGrath. La difesa dei Leoni è comunque perfetta e non concede punti.

La gara è veramente molto combattuta e si sblocca soltanto al 35’ quando Byrne decide di andare per i pali ed aggiungere tre punti sul tabellino.

Le squadre vanno così al riposo sul punteggio di 3 a 0 in favore degli ospiti.

La ripresa comincia con Leinster pronta a mettere sotto pressione i Leoni, un avanti volontario di Herbst costa al seconda linea sudafricano il cartellino giallo.

Al 52’ Leinster trova il modo di allungare ancora con Byrne, ancora dalla piazzola. Il punteggio dice 6 a 0 in loro favore.

Coach Crowley prova a dare una scossa ai suoi cambiando qualche pedina, i neo entrati Traore e Pettinelli provano a portare avanti l’ovale tra la fitta difesa di Leinster, ma al 60’ il terza linea Doris trova la via della meta. Byrne non trasforma.

La stanchezza comincia a farsi sentire e cinque minuti più tardi, Leinster va nuovamente in meta da drive con il tallonatore Tracy, questa volta è precisa la trasformazione di Byrne.

Sono gli ultimi punti messi a segno nel match, nei minuti successivi non accade più nulla di significativo e così Leinster batte i Leoni 18 a 0.

 
DODICI AZZURRI IN UN XV RIVOLUZIONATO: LE ZEBRE SVELANO LA FORMAZIONE IN VISTA DELLA GARA DI RITORNO CONTRO I BRISTOL BEARS PDF Stampa E-mail
Campionati
Venerdì 17 Gennaio 2020 13:28

Tuivaiti Zebre Bristol

[Jimmy Tuivaiti in azione nell'ultimo precedente disputato a Parma tra Zebre e Bristol Bears - Amarcord Fotovideo]

DODICI AZZURRI IN UN XV RIVOLUZIONATO: LE ZEBRE SVELANO LA LORO FORMAZIONE IN VISTA DELLA GARA CASALINGA CONTRO I BRISTOL BEARS

GEORGE BIAGI E OLIVIERO FABIANI PRONTI A SALIRE AL SECONDO POSTO DELLA CLASSIFICA DI PRESENZE CON LA FRANCHIGIA FEDERALE

Parma, 17 gennaio 2020 – Dopo aver raccolto due successi pieni nelle ultime partite contro Cheetahs e Stade Français, le Zebre sono a caccia della loro terza vittoria consecutiva prima della sosta di tre settimane in vista dell’inizio del Guinness Sei Nazioni 2020. L’occasione può presentarsi sabato 18 gennaio, data in cui lo Stadio Lanfranchi di Parma ospiterà alle 15:00 gli Inglesi Bristol Bears, reduci anch’essi da un successo con punto di bonus ottenuto in casa sui Francesi del Brive.

La gara, valevole per il ed ultimo turno di Challenge Cup, non avrà copertura televisiva, ma sarà trasmessa in diretta streaming -previa registrazione- sul sito ufficiale del torneo. In alternativa, sarà possibile seguire la cronaca testuale del match sull’account Twitter delle Zebre con l’hashtag di giornata #ZEBvBRI.

Le due squadre torneranno a sfidarsi a distanza di 63 giorni dal loro ultimo incontro, vinto a Bristol dalla formazione inglese lo scorso 16 novembre nel match inaugurale di quest’edizione di coppa. La partita di sabato sarà invece il quarto scontro di sempre tra le due compagini, già affrontatesi in due occasioni nel corso della stagione 2018/19 ed entrambe vincitrici della rispettiva gara casalinga.

Per il secondo anno consecutivo Zebre e Bristol Bears si sono pertanto ritrovate nel Girone 4 della competizione e ad oggi occupano rispettivamente il e il posto nella classifica della “Pool” a quota 11 e 24 punti. Benché già qualificatasi ai quarti di finale del torneo, il XV allenato dal Neozelandese Pat Lam cercherà comunque di totalizzare quanti più punti possibile a Parma per passare la fase a gironi in qualità di testa di serie ed assicurarsi il prossimo match contro la terza miglior seconda ammessa alle fasi finali della Challenge Cup.

La franchigia federale dovrà di contro superare (meglio se con 5 punti) la squadra britannica e confidare in una sconfitta dell’Edinburgh Rugby, dei Worcester Warriors e di Pau, attualmente seconde nelle proprie “Pool a 16, 15 e 15 punti, ma anche in un passo falso commesso dagli Scarlets, dai Dragons e dai Cardiff Blues, tutte e tre sopra alle Zebre in termini di punti totalizzati nella classifica generale.

L’accesso ai quarti di finale del torneo rappresenta un traguardo mai raggiunto dalla formazione con sede a Parma che in vista dell’incontro di sabato ritroverà il terza linea Renato Giammarioli. Il 4 volte Azzurro originario di Marino nel Lazio ha infatti finito di scontare la squalifica di sei settimane, inferta dal comitato disciplinare del Guinness PRO14 in seguito all’episodio del morso dato ad un giocatore dei Dragons nel corso della 7° giornata di campionato celtico in scena a Newport.

A conclusione dell’allenamento di rifinitura odierno, lo staff tecnico presieduto dall’Irlandese Michael Bradley ha ufficializzato le sue scelte per la sfida casalinga contro il XV d’Oltremanica, attualmente quinto nella Premiership dopo otto fine settimana di gioco nel massimo campionato inglese.

Rispetto alla formazione schierata sei giorni fa a Parigi, è un XV rivoluzionato quello che scenderà in campo sabato a Parma, con dodici Azzurri pronti a partire dal 1’. Unica eccezione è il terza linea originario di Auckland Jimmy Tuivaiti che per l'occasione ritrova la maglia da titolare.

Tra i protagonisti della storica vittoria al Jean Bouin contro Stade Français trovano nuovamente spazio in lista gara Eduardo Bello, Mick Kearney, Joshua Renton, Edoardo Padovani, George Biagi ed Oliviero Fabiani, tutti e cinque pronti a subentrare a gara in corso, con quest’ultimi due in procinto di salire al secondo posto della classifica di presenze con le Zebre.

Nel caso dovessero entrare dalla panchina, il tallonatore romano e il seconda linea originario di Irvine in Scozia raggiungeranno infatti quota 117 apparizioni con la franchigia federale, una in più rispetto al pilone di Montebelluna Andrea De Marchi, il quale concluse nel 2018 la sua attività con il club con sede a Parma dopo 116 gare ufficiali con la maglia zebrata.

A dirigere l’incontro con i Bristol Bears sarà il Francese Thomas Charabas, alla sua seconda partita con i giocatori della franchigia federale in campo. Il 30enne di Bayonne aveva infatti già arbitrato la gara di Worcester del 16 gennaio 2016 tra Warriors e Zebre, vinta dagli Italiani sul 15 a 22 nel 5° turno della Challenge Cup 2015/16. Già primo fischietto di diverse gare internazionali del Sei Nazioni U20 e del Mondiale di categoria, il transalpino sarà coadiuvato per l’occasione dai connazionali Laurent Cardona e Vivien Praderie.

La formazione dello Zebre Rugby Club che sabato 18 gennaio alle ore 15:00 scenderà in campo contro i Bristol Bears allo Stadio Lanfranchi di Parma nel 6° turno di Challenge Cup:

15 Junior Laloifi (6)

14 Paula Balekana (22)

13 Giulio Bisegni (Cap) (95)

12 Tommaso Boni* (83)

11 Mattia Bellini (53)

10 Carlo Canna (89)

9 Marcello Violi* (62)

8 Jimmy Tuivaiti (23)

7 Johan Meyer (90)

6 Giovanni Licata* (35)

5 Ian Nagle (9)

4 David Sisi (52)

3 Giosué Zilocchi* (26)

2 Luca Bigi (7)

1 Andrea Lovotti* (93)

A disposizione:

16 Oliviero Fabiani (116)

17 Danilo Fischetti* (16)

18 Eduardo Bello (40)

19 Mick Kearney (12)

20 Renato Giammarioli* (38)

21 Joshua Renton (28)

22 Edoardo Padovani* (83)

23 George Biagi (116)

All. Michael Bradley

Non disponibili per infortunio: Paolo Buonfiglio*, Michelangelo Biondelli*, Francois Brummer, Tommaso Castello, Gabriele Di Giulio*, Marco Manfredi, Maxime Mbandà*, Samuele Ortis*, Charlie Walker

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

Arbitro: Thomas Charabas (Fédération Française de Rugby)

Assistenti: Laurent Cardona (Fédération Française de Rugby) e Vivien Praderie (Fédération Française de Rugby)

Diretta testuale del punteggio sull’account Twitter ufficiale delle Zebre Rugby con hashtag della gara #ZEBvBRI


Di seguito il costo dei biglietti del 6° turno di Challenge Cup tra Zebre e Bristol Bears allo stadio Lanfranchi di Parma:

TRIBUNA OVEST
* Tribuna riservata: € 40
* Intero e Promo web: € 20
* Ridotto Over 65: € 14
* Ridotto studenti, Under 18 e club affiliati alla franchigia “Zebre Family”: € 10
* Under 8: gratuito

TRIBUNA EST E CURVE
* Intero e Promo web: € 14
* Ridotto Over 65: € 10
* Ridotto studenti, Under 18 e club affiliati alla franchigia “Zebre Family”: € 6
* Under 8: gratuito

Puoi acquistare il tagliando per la partita in prevendita presso i punti vendita Ciaotickets attivi su tutto il territorio nazionale, online sul sito del servizio di biglietteria automatica www.ciaotickets.com/biglietti/zebre-bristol-bears e allo Stadio Lanfranchi il giorno gara a partire dalle ore 13:30.

 


Pagina 1 di 209

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

ticketing2018

banner sitofederugby

banner_pdf

 

banner-community-2019

seguici su Spotify


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito