Guinness PRO14


CINQUE CAMBI NEL XV DELLE ZEBRE SCELTO PER IL DERBY DI ANDATA DI GUINNESS PRO14 RAINBOW CUP COL BENETTON RUGBY PDF Stampa E-mail
Campionati
Giovedì 06 Maggio 2021 11:30

Zebre BenettonRugby Meyer

[Johan Meyer in azione nell'ultima gara a Parma col Benetton Rugby - Amarcord Fotovideo]

CINQUE CAMBI NEL XV DELLE ZEBRE SCELTO PER IL DERBY DI ANDATA DI GUINNESS PRO14 RAINBOW CUP COL BENETTON RUGBY

JOHAN MEYER VICINO ALLE 100 PRESENZE CON LE ZEBRE: IL FLANKER AZZURRO SI APPRESTA A DIVENTARE IL DECIMO CENTURIONE DEL CLUB

Parma, 6 maggio 2021 – Venerdì 7 maggio Zebre e Benetton Rugby si affronteranno nel terzo derby della stagione 2020/21, il primo della Guinness PRO14 Rainbow Cup dopo le due sfide di campionato celtico vinte a gennaio dagli atleti della franchigia federale.

Si giocherà allo Stadio Lanfranchi di Parma nel match valevole per il 2° turno della nuova competizione internazionale che sarà trasmesso in diretta alle ore 19:00 sugli schermi di Dazn.

In alternativa sarà possibile seguire la cronaca testuale della partita sull’account Twitter delle Zebre con l’hashtag #ZEBvBEN.

I multicolor sono reduci da una sconfitta di misura in casa dell’Edinburgh Rugby che ha comunque fruttato il punto di bonus difensivo nel finale. Questo venerdì scenderanno in campo nel loro 23° incontro in gara ufficiale con i Leoni, i quali siedono invece al primo posto del girone unico del torneo dopo il successo pieno del Monigo sui Glasgow Warriors.

Clicca e scopri la classifica del girone unico della Guinness PRO14 Rainbow Cup

Rispetto alla formazione schierata due settimane fa a Murrayfield, coach Bradley opta per cinque cambi nel XV iniziale scelto per andare a collezionare l’ottava vittoria in gara ufficiale sui cugini biancoverdi.

Gradi di capitano per Tommaso Boni, fresco del raggiungimento delle 100 presenze con la maglia del club di base a Parma. Il centro 28enne è una delle novità sulla trequarti insieme al mediano di apertura genovese Paolo Pescetto e al giovane n° 9 aquilano Nicolò Casilio.

Confermato anche lo zoccolo duro della mischia dove si rivedono i due Azzurri Luca Bigi e Danilo Fischetti.

Seconda partita da titolare consecutiva per Johan Meyer che questo venerdì taglierà il traguardo delle 100 apparizioni ufficiali con le Zebre Rugby. Il flanker della Nazionale sarà il decimo centurione della franchigia federale dopo Andrea De Marchi, Guglielmo Palazzani, Dario Chistolini, Oliviero Fabiani, George Biagi, Giulio Bisegni, Andrea Lovotti, Tommaso Boni e Carlo Canna.

Oltre ai lungodegenti Giulio Bisegni, Tommaso Castello, Junior Laloifi, restano ai box anche Maxime Mbandà e Jimmy Tuivaiti, alle prese con i rispettivi infortuni al piede e al perone. Giosuè Zilocchi prosegue il suo percorso di recupero dopo l’intervento alla spalla di due settimane fa, mentre si uniscono alla lista degli indisponibili Mattia Bellini, Andrea Lovotti, Giovanni Licata e Joshua Renton. L’ala padovana è fuori per un problema al piede, su cui dovranno ancora effettuarsi valutazioni mediche. Il pilone piacentino ed il terza linea agrigentino sono stati invece fermati in settimana per un problema rispettivamente alla cervicale e alla schiena. Il n° 9 neozelandese è stato infine costretto allo stop pochi giorni fa dopo aver sofferto uno stiramento muscolare alla coscia.

Dirigerà l’incontro il bresciano Andrea Piardi, alla sua 13° partita in campionato celtico, la 7° con in campo le Zebre. Gli assistenti di gara sono Manuel Bottino e Riccardo Angelucci, mentre il TMO designato è Stefano Roscini.

La formazione dello Zebre Rugby Club che venerdì 7 maggio alle ore 19:00 scenderà in campo contro il Benetton Rugby allo Stadio Lanfranchi di Parma nel 2° turno della Guinness PRO14 Rainbow Cup:

15. Michelangelo Biondelli* (24)

14. Pierre Bruno (27)

13. Federico Mori* (13) permit player del Rugby Calvisano

12. Tommaso Boni* (100) (Cap)

11. Gabriele Di Giulio* (46)

10. Paolo Pescetto (10)

9. Nicolò Casilio* (18)

8. Renato Giammarioli* (56)

7. Johan Meyer (99)

6. Potu Junior Leavasa (8)

5. Ian Nagle (24)

4. David Sisi (62)

3. Eduardo Bello (62)

2. Luca Bigi (15)

1.Danilo Fischetti* (26)

A disposizione:

16. Oliviero Fabiani (128)

17. Paolo Buonfiglio* (9)

18. Matteo Nocera* (13)

19. Leonard Krumov* (60)

20. Iacopo Bianchi* (15)

21. Guglielmo Palazzani (144)

22. Carlo Canna (100)

23. Enrico Lucchin* (21)

All. Michael Bradley

Non disponibili per infortunio: Mattia Bellini, Giulio Bisegni, Tommaso Castello, Junior Laloifi, Giovanni Licata*, Andrea Lovotti*, Maxime Mbandà*, Joshua Renton, Jimmy Tuivaiti, Giosuè Zilocchi*

Squalificati: Marco Manfredi

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

Benetton Rugby: 15. Jayden Hayward, 14. Edoardo Padovani, 13. Ignacio Brex, 12. Marco Zanon, 11. Monty Ioane, 10. Paolo Garbisi, 9. Dewaldt Duvenage (Cap), 8. Toa Halafihi, 7. Michele Lamaro, 6. Riccardo Favretto, 5. Federico Ruzza, 4. Niccolò Cannone, 3. Filippo Alongi, 2. Corniel Els, 1. Thomas Gallo; All. Kieran Crowley
A disposizione: 16. Gianmarco Lucchesi, 17. Ivan Nemer, 18. Marco Riccioni, 19. Irné Herbst, 20. Sebastian Negri, 21. Manuel Zuliani, 22. Callum Braley, 23. Ratuva Tavuyara

Arbitro: Andrea Piardi (Federazione Italiana Rugby)

Assistenti: Manuel Bottino (Federazione Italiana Rugby) e Riccardo Angelucci (Federazione Italiana Rugby)

TMO: Stefano Roscini (Federazione Italiana Rugby)

La gara sarà prodotta da DAZN e sarà disponibile in diretta streaming all’indirizzo www.dazn.com

Cronaca testuale della sfida sull’account Twitter delle Zebre con l’hashtag #ZEBvBEN.

 
ZEBRE RUGBY, FIR ANNUNCIA LA NUOVA GOVERNANCE DELLA FRANCHIGIA FEDERALE PDF Stampa E-mail
Campionati
Lunedì 26 Aprile 2021 12:38

CdaZebre2021MICHELE DALAI PRESIDENTE, CARLO CHECCHINATO AMMINISTRATORE DELEGATO

Parma - La Federazione Italiana Rugby, in qualità di socio unico della franchigia Zebre Rugby Club, ha svolto oggi a Parma presso la Cittadella del Rugby l’Assemblea societaria per definire la nuova governance a seguito delle dimissioni da Amministratore Unico del dott. Andrea Dalledonne. 

La FIR, nel ringraziare Dalledonne per il lavoro svolto nel corso del proprio mandato, ha ribadito l’impegno a proseguire nello sviluppo sportivo, organizzativo e commerciale della Società, aspetto quest’ultimo essenziale per garantire la piena sostenibilità della franchigia attraverso il reperimento di nuove risorse economiche a supporto degli stanziamenti federali. 

L’Assemblea ha nominato il nuovo Consiglio d’Amministrazione, conferendo il ruolo di Amministratore Delegato a Carlo Checchinato e nominando membri del CDA Michele Dalai e Franco Tonni. 
Il Consiglio d’Amministrazione ha successivamente proceduto alla nomina del dott. Michele Dalai quale Presidente di Zebre Rugby Club. 

Leggi tutto...
 
I LEONI INIZIANO AL MEGLIO LA RAINBOW CUP VINCENDO 46-19 CONTRO GLASGOW PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 24 Aprile 2021 15:51

comunicatogarbisi

Marcature: 2' meta Ioane tr. Garbisi, 5' meta Cannone tr. Garbisi, 23' meta Cannone tr. Garbisi; 52' p. Garbisi, 59' meta Halafihi tr. Garbisi, 63' meta Lamaro tr. Garbisi, 68' meta Forbes tr. Keatley, 73' meta Lucchesi, 77' meta Keatley, 79' meta Grigg tr. Keatley, 80' p. Padovani.

Note: 75' cartellino giallo a Paolo Garbisi. Trasformazioni: Benetton Rugby 5/6 (Garbisi 5/6); Glasgow Warriors 2/3 (Keatley 2/3). Punizioni: Benetton Rugby 2/2 (Garbisi 1/1, Padovani 1/1). Man of the match: Niccolò Cannone (BEN).

Benetton Rugby:

15 Jayden Hayward, 14 Leonardo Sarto, 13 Ignacio Brex, 12 Marco Zanon (68' Edoardo Padovani), 11 Monty Ioane, 10 Paolo Garbisi, 9 Dewaldt Duvenage (c) (59' Luca Petrozzi), 8 Toa Halafihi (65' Alberto Sgarbi), 7 Michele Lamaro, 6 Riccardo Favretto, 5 Federico Ruzza (51' Manuel Zuliani), 4 Niccolò Cannone (61' Irné Herbst), 3 Filippo Alongi (40' Ivan Nemer, 71' Filippo Alongi), 2 Corniel Els (61' Gianmarco Lucchesi), 1 Thomas Gallo (61' Tomas Baravalle).

Head Coach: Kieran Crowley.


Glasgow Warriors:

15 Cole Forbes, 14 Rufus McLean, 13 Nick Grigg, 12 Sam Johnson, 11 Kyle Steyn (58' Ollie Smith), 10 Ross Thompson (50' Ian Keatley), 9 George Horne (47' Ali Price), 8 Ryan Wilson (c), 7 Fraser Brown, 6 Fotu Lokotui (63' Rory Darge), 5 Rob Harley, 4 Richie Gray (64' Leone Nakarawa), 3 Zander Fagerson (68' D'Arcy Rae), 2 George Turner (54' Grant Stewart), 1 Oli Kebble (14' Tom Lambert).

Head Coach: Danny Wilson.

Benetton Rugby-Glasgow Warriors apre la Guinness PRO14 Rainbow Cup dei Leoni. La franchigia biancoverde a Monigo compie quindi il debutto in questa nuova competizione di stampo celtico. La truppa di Kieran Crowley aspetta tra le mura amiche la formazione scozzese e vuole provare ad iniziare bene il cammino nella nuova coppa.

Nel primo tempo i Leoni scendono in campo con la faccia tosta e agguerrita. Difatti segnano tre mete, marchiate dalla doppietta di Cannone e dalla meta iniziale di Ioane. Importante anche la difesa dei biancoverdi che nel finale non fanno segnare Glasgow, in particolare grazie al lavoro in breakdown di Halafihi.
Nella ripresa i biancoverdi si dimostrano ancora feroci e completano una partita impressionante, andando in meta altre tre volte. Prima con Halafihi, per il punto di bonus offensivo, poi con Lamaro e Lucchesi. Glasgow reagisce firmando tre marcature, quando ormai la partita è ampiamente in ghiaccio. Quindi il Benetton Rugby esordisce alla grande in Rainbow Cup, battendo i Warriors 46-19.

CRONACA PARTITA

Pronti, via e i Leoni trovano subito il sussulto per andare avanti. Gli ospiti effettuano diverse fasi, ma in una trasmissione di ovale è molto abile Zanon a recuperare il pallone, a scattare in velocità e a servire Monty Ioane che alza le marce, si beve metà campo e schiaccia la prima meta dei Leoni. Garbisi trasforma. I padroni di casa sono carichi e al 5' trovano la doppietta. Favretto sciorina un gran gioco di gambe e con un offload lancia Niccolò Cannone che esibisce uno scatto sontuoso, andando a fissare la seconda marcatura del pomeriggio dei Leoni. Garbisi ingrassa dalla piazzola. I Leoni si difendono, con un pregevole turnover conquistato da Halafihi e un grande calcio tattico di Hayward a risalire il campo. Poi al 23' arriva la terza meta del Benetton Rugby. Ruzza ruba un pallone prezioso in touche, l'azione dei biancoverdi prosegue e Duvenage imbecca il corridoio perfetto per Niccolò Cannone che sguscia ai difensori scozzesi e timbra la doppietta. Garbisi dalla piazzola converte. I Warriors vogliono la reazione, ma due turnover energici di Halafihi e un placcaggio rimarchevole di Sarto bloccano le avanzate di Glasgow. Così i Leoni vanno all'intervallo sopra 21-0.

All’uscita dall’intervallo Nemer prende il posto di Alongi e Glasgow trova immediatamente un contrattacco rapido con Horne, però Garbisi è bravo ad annullare in area di meta. I Warriors attaccano, ma i Leoni continuano a difendere con ordine. Poi Ruzza deve lasciare il campo a Zuliani per un colpo subito. Il Benetton dopo guadagna una punizione da buona posizione e Paolo Garbisi è preciso ai pali. Poi Glasgow andrebbe in meta con Forbes, ma Duvenage chiama il challenge per un precedente placcaggio pericoloso ai danni di Sarto. Challenge accolto e Warriors ancora a 0 punti. Dalla conseguente touche nei 22 degli scozzesi i Leoni battono una furba, e  Toa Halafihi lascia sul posto l'ultimo difensore ospite e schiaccia la quarta meta che vale il punto di bonus offensivo. Entrano Baravalle, Lucchesi e Herbst per Gallo, Els e Cannone. Poi arriva un'altra marcatura dei trevigiani, stavolta siglata da Michele Lamaro in mezzo ai pali. Garbisi è ancora puntuale dalla piazzola. E' il momento anche di Sgarbi per Halafihi. Poi Sarto sfiora la meta in due occasioni, ma da un tenuto in area di meta Glasgow batte veloce e Forbes segna la meta della bandiera per gli scozzesi. L'ex Keatley converte. C'è spazio anche per Padovani al posto di Zanon con i Leoni sopra 38-7. E al 73' i biancoverdi sfoderano un devastante carretto avanzante guidato da Gianmarco Lucchesi che va in meta, la sesta del fantastico pomeriggio del Benetton Rugby. Garbisi sbaglia per la prima volta nel suo splendido incontro. Il numero 10 biancoverde poi è ammonito al 75' per un in avanti volontario e i Warriors ne approfittano con l'uomo in più segnando con Keatley e Grigg. Ma ormai è tarda la reazione di Glasgow, con Edoardo Padovani che vidima la punizione all'80 per la grande vittoria dei Leoni per 46-19 contro gli scozzesi. Biancoverdi che si prendono cinque punti per la classifica.

Per non perderti nessuna notizia in arrivo dal pianeta biancoverde, iscriviti al canale Telegram del Benetton Rugby!

 


Pagina 8 di 253

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito