FIR per il Sociale

Ogni anno FIR sostiene numerose iniziative sociali  collaborando con enti/associazioni che attraverso la loro attività danno espressione ai Valori che FIR promuove.



FIR E OPES, PROSEGUE LA COLLABORAZIONE PER IL SERVIZIO CIVILE PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Martedì 28 Settembre 2021 15:33

 

fir - opesRoma – Si rafforza e sviluppa il lavoro sinergico tra FIR e Opes, ente di Servizio Civile e di promozione sportiva senza scopi di lucro riconosciuto dal Coni.
La progettualità congiunta tra l’organo di governo del rugby italiano e l’Opes, iniziato in via sperimentale nel 2020, ha permesso ad alcune Società affiliate attive nell’ambito della responsabilità sociale di accedere al Servizio Civile Universale. Tra i progetti di CSR che hanno avuto modo di accedere ai volontari del Servizio Civile “Rugby Oltre le Sbarre” con La Drola di Torino – squadra nata all’interno della Casa Circondariale Lorusso e Cutugno – e Rugby Milano, impegnato a portare il rugby nelle carceri di Bollate e San Vittore e nell’Istituto Penale Minorile Beccaria. A Roma, Primavera Rugby e Unione Rugby Capitolina hanno invece potuto dedicare nuove risorse umane nelle progettualità di rugby integrato.

Dal 2021/22, con la nuova convenzione FIR/Opes, tutte le Società affiliate a FIR avranno facoltà di avvalersi delle progettualità legate ai diversi ambiti del servizio civile e – di conseguenza – dei volontari che sceglieranno di aderirvi.

Per partecipare i Club dovranno accreditarsi come “ente di accoglienza di servizio civile”, scaricando l’apposita documentazione disponibile su Federugby.it entro ottobre 2021 per poi, successivamente, avere la possibilità di presentare delle progettazioni sportive, o aderire a quelle promosse da FIR, che rientrino nei vari ambiti previsti dal Servizio Civile (Assistenza, Educazione e promozione colturale, ambientale e dello sport, ecc.). 

CLICCA QUI PER I DOCUMENTI UTILI NELL'AREA "IMPEGNO SOCIALE"

Le Società che aderiranno saranno costantemente supportate da FIR e da Opes nella progettazione delle attività, così come in tutta la parte relativa alla gestione burocratica del Servizio Civile.

Servizio Civile - Opes
Il servizio civile permette ai giovani tra i 18 e i 28 anni e 364 giorni di vivere un’esperienza unica, sia dal punto di vista professionale che umano, che li porta a valorizzare il patrimonio storico, artistico e culturale del nostro Paese, ad assistere i cittadini più fragili o ad avvicinarsi a settori come l’educazione, lo sport sociale ed il turismo sostenibile. 

Per qualsiasi informazione contattare l’ufficio Responsabilità Sociale al numero 06 45213153 o via e-mail ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ). 

QUI ulteriori informazioni sul servizio civile

 

 
#IOGIOCOALLAPARI: LA NAZIONALE FEMMINILE IN CAMPO CON TERRE DES HOMMES PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Domenica 19 Settembre 2021 08:18

 

terres des hommes maglia italdonne 2021Un ulteriore tassello posto dalla Federazione Italiana Rugby insieme a Terre des Hommes - Fondazione in prima linea dal 1960 per proteggere i bambini di tutto il mondo dalla violenza, dall’abuso e dallo sfruttamento - per rinforzare la partnership in corso.

In occasione delle prossime partite di qualificazione alla Coppa del Mondo - in programma nell’autunno del 2022 – che la Nazionale femminile disputerà a Parma il 19 e il 25 settembre contro Irlanda e Spagna, le Azzurre scenderanno in campo con una maglia speciale.

Proprio sopra i rispettivi numeri, al centro della schiena, sarà stampato #IoGiocoAllaPari, hashtag unificante delle iniziative di empowerment, prevenzione e contrasto alla violenza e discriminazione di genere rivolte alle più giovani.
Un segnale concreto dell’intenzione dell’attuale governance di ‘scendere in campo’ per promuovere un cambiamento positivo nelle nuove generazioni, rendendole protagoniste dell’abbattimento degli stereotipi che ancora, purtroppo, permeano la società contemporanea.

L’iniziativa si inserisce nell’alveo della Campagna Indifesa, grazie a cui da 10 anni Terre des Hommes mette al centro del proprio intervento la protezione delle bambine e delle ragazze, in Italia e nel mondo, impegnandosi a difendere il loro diritto alla vita, alla libertà, all’istruzione e all’uguaglianza.

Le attività congiunte che FIR e Terre des Hommes intendono portare avanti nel prossimo biennio hanno l’obiettivo di sensibilizzare la comunità del rugby tramite attività di informazione mirate, grazie al lavoro sul territorio di atlete e atleti, ambassador delle cause sposate, e tramite il coinvolgimento di dirigenti, formatori, allenatori, praticanti e le loro famiglie.

“Bastano poche parole, chiare, per affermare valori fondamentali come l'inclusione, il rispetto, le pari opportunità. "Io gioco alla pari" è questo: uno slogan che prende origine dai principi dello sport e riguarda tutti, maschi e femmine. E questa affermazione di principio diventa realtà concreta ogni giorno su centinaia di campi da rugby con bambine e bambini, ragazze e ragazzi che crescono tecnicamente e umanamente facendo propri questi valori per contribuire a costruire una società che non abbia più bisogno di declinazioni al femminile perché  inclusiva e rispettosa delle differenze e dei diritti. Le nostre azzurre sono eccezionali ed importanti testimonial della collaborazione tra Federazione Italiana Rugby e Terres des Hommes con cui si vuole dare sempre più forza alla parità di genere e l'empowerment di tutti”. Antonella Gualandri, Consigliere federale con delega alla Responsabilità Sociale

“Siamo estremamente felici di poter avere FIR al nostro fianco per promuovere la campagna indifesa, con la quale da dieci anni, cerchiamo di proteggere i diritti delle bambine e delle ragazze e favorire la loro partecipazione al fine di realizzare un reale cambiamento nelle nostre società, verso la parità di genere. Con l’hashtag #IoGiocoAllaPari, che oggi le Azzurre portano sulle loro maglie, insieme a FIR vogliamo ribadire che nello sport, come nella vita, ogni ragazza deve avere il diritto di coltivare i propri talenti e realizzare i propri sogni, senza essere ostacolata da pregiudizi e discriminazioni.” Paolo Ferrara, Direttore Generale Terre des Hommes.

 

 
FIR SENSIBILIZZA I PROPRI TESSERATI AD ADERIRE ALLA CAMPAGNA VACCINALE PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Lunedì 26 Luglio 2021 06:56

FB 1200x900PER RIPARTIRE TUTTI INSIEME, IN SICUREZZA, NELLA STAGIONE SPORTIVA 2021/22
La Federazione Italiana Rugby, visto il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 22 luglio in tema di misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche, ha rivolto a tutti i Presidenti di Società l’invito a garantire - in coerenza con le più recenti disposizioni governative - la piena copertura vaccinale dei propri tesserati, per un ritorno sui campi da gioco, nei mesi a venire, nella massima sicurezza.
 
Con una lettera ai dirigenti di tutti i Club affiliati, il Presidente federale Marzio Innocenti ha manifestato il pieno supporto della Federazione alla campagna vaccinale in atto quale strumento imprescindibile per poter tornare, con la Stagione 2021/22, a poter vivere appieno su tutti i campi d’Italia la passione per la palla ovale. 
 
Solo garantendoci la massima copertura contro il Coronavirus potremo vivere una Stagione Sportiva 2021/22 serena, capace di ricongiungerci al gioco che amiamo e che tutti vogliamo tornare a praticare dopo due anni incredibilmente difficili per il nostro sport.
Il Presidente del Consiglio ed il Ministro della Salute hanno esposto con chiarezza e autorevolezza come la campagna vaccinale costituisca, oggi, l’unico strumento adeguato per consentirci di fronteggiare con successo la pandemia. 
Da medico, prima che da Presidente della Federazione,  non posso che invitare tutti i nostri Club ad essere attori protagonisti della campagna di vaccinazione nel nostro Paese, sensibilizzando i tesserati di età superiore ai dodici anni a garantirsi la copertura contro il COVID-19. 
FIR farà la propria parte, in vista della ripresa dei campionati, con una campagna di sensibilizzazione verso tutti i nostri praticanti e incoraggiando i Club a proporsi, quando possibile, come HUB di vaccinazione sui propri territori” ha dichiarato il Presidente della FIR, Marzio Innocenti.

 
FIR E TERRE DES HOMMES INSIEME PER UN MONDO DELLO SPORT A MISURA DELLE BAMBINE E DELLE RAGAZZE PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Martedì 22 Giugno 2021 20:04

terredeshommesLa Federazione Italiana Rugby scende in campo al fianco di Terre des Hommes per la difesa dei diritti delle bambine e delle ragazze, per il loro empowerment e per la prevenzione e il contrasto alla violenza e discriminazione di genere. 

In coerenza con la propria visione di una disciplina capace, attraverso l'applicazione dei propri valori, di incidere concretamente sulla cultura del nostro Paese, la Federazione Italiana Rugby aderisce alla campagna indifesa con cui, da 10 anni, Terre des Hommes mette al centro del proprio intervento la protezione delle bambine e delle ragazze, in Italia e nel mondo, impegnandosi a difendere il loro diritto alla vita, alla libertà, all’istruzione e all’uguaglianza.

Parità di genere, empowerment ed eque opportunità sono i punti cardine della partnership biennale che vedrà le due realtà unite insieme per sensibilizzare il grande pubblico e gli appassionati del mondo del Rugby attraverso attività di informazione e sensibilizzazione e un percorso di formazione che coinvolgerà dirigenti, formatori, allenatori, nonché atleti e le loro famiglie. 

 Il Presidente della FIR, Marzio Innocenti, ha dichiarato: "Giocare alla pari fa parte dei principi dello sport e riguarda tutti, maschi e femmine. L'impegno del rugby italiano contro ogni forma di discriminazione è sancito dal nostro Statuto e trova oggi vita nell'opera di tutti i nostri Club che, quotidianamente, sui campi da gioco si impegnano a combattere gli stereotipi e a promuovere la parità di genere, tra ragazzi e ragazze. Dobbiamo lavorare ancora molto, siamo pienamente consapevoli che la parità di genere in Italia e nel mondo sportivo è un obiettivo ancora non completamente raggiunto. Offrirci quindi ulteriori strumenti che, attraverso il rugby, permettano di accrescere la nostra consapevolezza del gap ancora presente e contribuire a rendere la società di oggi e di domani più paritaria e inclusiva, fa parte dell'impegno di FIR verso la società civile, un impegno che la partnership con Terre des Hommes e la partecipazione ad indifesa ci aiuterà a sviluppare in modo ancor più concreto".

Leggi tutto...
 
FIR IN CAMPO CONTRO LA DISCRIMINAZIONE RISPETTO AGLI ORIENTAMENTI SESSUALI PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Martedì 22 Giugno 2021 09:15

 

FIR Rainbow logo

Roma - Il Consiglio Federale di FIR ha assunto nel corso della sua recente riunione del 12 giugno la determinazione di integrare, alla prima occasione utile, le proprie normative, assumendo una posizione istituzionalmente definita ed avversa  in rapporto ad ogni forma di discriminazione, anche rispetto agli orientamenti di sessuali.

La determinazione dell’organo di governo del rugby italiano giunge nel corso del Pride Month, sviluppandosi in coerenza con i principi di inclusione e diffusione dei valori istituzionali su cui l’attività rugbistica nazionale si fonda: la modifica normativa trova già applicazione concreta nell’operato di FIR e delle numerose agenzie e associazioni non governative con cui la Federazione collabora, al fine di garantire la piena salvaguardia dei diritti dei praticanti e, più in generale, dell’intera società.

La discriminazione rispetto agli orientamenti sessuali è, ancor oggi, un problema della nostra società, come del resto la disparità di genere. La FIR, entro le sue prerogative, vuole recitare un ruolo di rilievo nella vita sociale italiana, offrendo un contributo concreto. Ecco perchè, con il Consiglio Federale, abbiamo deciso di modificare le normative, rafforzando il nostro impegno anche contro questa forma di discriminazione, in precedenza non specificata. 
Un’azione tangibile, che non solo ci allinea pienamente al CONI per quanto riguarda il rifiuto di ogni forma di discriminazione, ma certifica la piena volontà di questa governance di contribuire, in qualità di istituzione sportiva e di movimento, alla vita ed al progresso della società civile” 
ha detto il Presidente della FIR, Marzio Innocenti.

 

 


Pagina 1 di 18
 

banner-newsletter-2020


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito