O’SHEA “ORGOGLIOSO DI QUESTO GRUPPO. DOBBIAMO ABITUARCI A GIOCARE SEMPRE SU QUESTO LIVELLO” PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Domenica 24 Febbraio 2019 18:52

GHIRARoma – Il CT azzurro Conor O’Shea insieme al capitano Leonardo Ghiraldini si sono ritrovati nella sala stampa dello stadio Olimpico nel post partita per rispondere alle domande dei giornalisti presenti.

 “Come ho detto al termine della partita sono orgoglioso di questo gruppo al termine di una partita come questa” parole del CT azzurro Conor O’Shea “Abbiamo una grande sfida davanti a noi, dobbiamo continuare a lavorare abituandoci a giocare in questo modo e su questo livello. Se continuiamo a giocare prestazioni di livello, i risultati arriveranno. Ho visto una squadra in campo che purtroppo ha commesso errori sul alcune cose che potevamo controllare, come la meta subita da Jacob Stockdale nel primo tempo. Davanti a noi ora abbiamo una sfida non facile contro l’Inghilterra, ma stiamo crescendo e dobbiamo giocare sempre su questo livello lavorando sulle cose che possiamo controllare”.

“Credo che una delle chiavi della partita siano stati i calci di punizione suibiti nella ripresa nel loro metà campo” ha dichiarato Leonardo Ghiraldini “Abbiamo dimostrato che quando abbiamo il pallone veloce abbiamo delle qualità importanti, ed oggi lo abbiamo dimostrato rendendoci pericolosi in più occasioni. Davanti a noi c’era un avversario di grande livello, spesso alcune situazioni con alcuni errori non sono solo demerito nostro ma anche e soprattutto merito della squadra che avevamo davanti. Credo sia una partita che si sia giocata su alcuni dettagli, anche alla fine eravamo pronti per contrattaccare ancora nonostante fossimo sotto nel punteggio”.

 
L’IRLANDA VINCE A ROMA 26-16 CONTRO L’ITALIA NELLA TERZA GIORNATA DEL GUINNESS 6 NAZIONI PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Domenica 24 Febbraio 2019 17:54

 

tebaldiusRoma- L'Irlanda supera l'Italia per 26-16 allo stadio Olimpico di Roma nella terza giornata del Guinness 6 Nazioni 2019.

Nel primo tempo l’Italia parte col piede giusto muovendo subito il pallone nella metà campo ospite, ma al 12’ è l’Irlanda a trovare i primi punti del match con la meta realizzata da Quinn Roux e trasformata successivamente da Jonathan Sexton. Al 22’ è Tommaso Allan ad accorciare le distanze per l’Italrugby, ma alla ripresa del gioco sono ancora gli irlandesi a marcare, questa volta sfruttando una ricezione mancata da parte degli Azzurri. Cinque minuti più tardi è ancora Tommaso Allan a convertire un calcio piazzato per l’Italia, concretizzando le iniziative offensive azzurre per il 6-12. L’Italrugby continua però ad attaccare nella metà campo irlandese, trovando la prima marcatura del proprio incontro con l’ala Edoardo Padovani, che marca concretizzando ottimamente l’attacco azzurro. A meno due dal termine del primo tempo ancora grande contrattacco dell’Italia che va nuovamente in meta, questa volta con una segnatura realizzata da Luca Morisi non però trasformata da Tommaso Allan, che porta l’Italrugby a chiudere la prima frazione in vantaggio 16-12. Nel secondo tempo al 50’ l’Irlanda si riporta avanti nel punteggio, con un’azione prolungata a ridosso della linea di meta azzurra concretizzata da Keith Earls e poi trasformata da Jonathan Sexton. A tredici minuti dal termine dell’incontro gli ospiti trovano la marcatura che chiude definitivamente il match, finalizzata questa volta da Conor Murray su una rolling maul avanzante portata avanti dagli irlandesi. A tempo scaduto il subentrato mediano d’apertura azzurro Ian Mckinley non riesce a centrare i pali su un calcio di punizione che avrebbe concesso all’Italrugby di portare a casa un punto di bonus difensivo.

Prossimo appuntamento per l’Italrugby sabato 9 marzo in casa dell’Inghilterra nella quarta giornata del Torneo.

Roma, “Stadio Olimpico” – domenica 24 febbraio 2019

Guinness Sei Nazioni 2019, diretta su DMAX dalle 15.20

Italia v Irlanda 16-26 (16-12)

Marcatori: p.t. 11’ m. Roux tr Sexton (0-7), 20’ cp Allan (3-7), 21’ m. Stockdale tr Sexton (3-12), 25’ cp Allan (6-12),  32’ m. Padovani (11-12), 38’ m. Morisi (16-12); s.t. 50’ m. Earls tr Murray (16-19), 66’ m. Murray tr Murray (16-26)

Italia:
 Hayward; Padovani, Morisi, Campagnaro (72’ Castello), Esposito; Allan (74’ McKinley), Tebaldi; Steyn, Mbandà (43’ Zanni), Tuivaiti (51’ Sisi); Budd, Ruzza; Ferrari (51’ Pasquali), Ghiraldini (cap), Lovotti (60’ Traore’)

All. O’Shea

Irlanda: Kearney; Earls, Farrell, Aki (12’ Conway), Stockdale; Sexton (cap) (77’ Carty), Murray (71’ Cooney); Murphy, O’Brein (58’ Van Der Flier), O’Mahony; Roux (58’ Henderson), Dillane (31’-38’ Henderson); Furlong (62’ Ryan), Cronin (47’-74’ Scannel), Kilcoyne (62’ McGrath)

All. Schmidt

Arb. Glen Jackson (NZL)

AA1 Barnes (ENG), AA2 Dickson (ENG)

TMO: Hughes (ENG)

Cartellini:

Calciatori: Sexton (Irlanda) 1/2, Allan (Italia) 2/5, Murray (Irlanda) 2/2, McKinley (Italia) 0/1

Note: Giornata soleggiata. Spettatori: 49720

Punti conquistati in classifica: Italia 0 – Irlanda 5

Man of the Match: Peter O’Mahony (Irlanda)

LA CRONACA DEL MATCH

Il calcio d’inizio del mediano d’apertura azzurro Tommaso Allan apre il terzo turno del Guinness 6 Nazioni 2019 tra Italia ed Irlanda allo Stadio Olimpico di Roma.

E’ subito l’Italrugby a muovere il pallone nei 22 avversari con i propri uomini di mischia, ma l’Irlanda riesce a recuperare l’ovale grazie ad un calcio di punizione concesso dal direttore di gara Glen Jackson per una pulizia in ruck fallosa da parte degli azzurri.

Al 12’ è l’Irlanda a muovere per prima il tabellino, con la meta del seconda linea Quinn Roux che su una ripartenza assistita schiaccia il pallone alla base del palo per la prima segnatura ospite. Jonathan Sexton trasforma, per il 7 a 0 in favore del XV di Schmidt.

L’Italrugby non riesce ad accorciare le distanze dalla piazzola con il piede di Tommaso Allan, che manca la conversione su calcio di punizione da oltre 40 metri al 18’.

Due minuti più tardi l’Italia trova i primi 3 punti dell’incontro, con il mediano d’apertura Tommaso Allan che questa volta non sbaglia portando gli Azzurri sul 3-7 alla fine del primo quarto.

Alla ripresa del gioco l’Irlanda approfitta di una disattenzione in ricezione italiana per marcare ancora, questa volta con l’ala Jacob Stockdale che in volata muove ancora il tabellino per gli irlandesi.

Al 26’ è nuovamente il piede di Tommaso Allan ad accorciare le distanze, riportando l’Italrugby sotto break sul 6-12.

Cinque minuti più tardi è ancora l’Italia a premere sull’acceleratore nella metà campo irlandese, trovando la prima marcatura azzurra dell’incontro con Edoardo Padovani, che concretizza sull’out di destra una splendida azione corale da parte degli Azzurri. A Tommaso Allan questa volta non riesce la trasformazione da posizione defilata; a meno di cinque minuti dal termine del primo tempo il punteggio tra le due squadre è di 12-11 in favore degli ospiti.

A meno due dal termine del primo tempo ancora grande contrattacco dell’Italia che va nuovamente in meta, questa volta con una segnatura realizzata da Luca Morisi non trasformata però da Tommaso Allan, che porta l’Italrugby a chiudere la prima frazione in vantaggio 16-12.

Al 50’ l’Irlanda si riporta avanti nel punteggio, con un’azione prolungata a ridosso della linea di meta azzurra concretizzata su una ripartenza assistita da Keith Earls e poi trasformata da Jonathan Sexton.

Al 67’ il XV irlandese guidato da Joe Schmidt trova la quarta marcatura che vale il bonus per gli ospiti, che vanno oltre con una rolling maul finalizzata dal mediano di mischia Conor Murray. Jonathan Sexton trasforma ancora, per il 26-16 in favore degli ospiti con cui si concluderà il match.

A tempo scaduto il subentrato mediano d’apertura azzurro Ian Mckinley non riesce a centrare i pali su un calcio di punizione che avrebbe concesso all’Italrugby di portare a casa un punto di bonus difensivo.

 

 
ITALDONNE STORICA A PARMA: BATTUTA 29-27 L'IRLANDA E PRIMATO MOMENTANEO NEL WOMEN'S SIX NATIONS PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 23 Febbraio 2019 21:54

 

furlan barattin esulta 2019Parma – Storico risultato per l’Italdonne che nella cornice dello stadio “Lanfranchi” di Parma batte 29-22 l’Irlanda centrando anche il punto bonus offensivo nella terza giornata del Women's Six Nations. Nel giorno dell’87° cap in Azzurro di Sara Barattin (leader di presenze con la Nazionale assieme a Michela Tondinelli) le Azzurre di Andrea Di Giandomenico festeggiano così anche una memorabile vittoria che, in attesa di Galles – Inghilterra, le proietta in vetta alla classifica del torneo.

Avvio dirompente dell’Italia che recupera l’ovale sul drop di inizio gara. Barattin detta il ritmo, le irlandesi soffrono la pressione e al 3’ Sillari punisce la loro indisciplina con 3 punti. Continua a macinare gioco la formazione di Di Giandomenico che al 8’ trova la via della meta: Barattin innesca la corsa interna di Furlan, c’è il sostegno di Franco a destra, ma soprattutto quello di Muzzo che va a schiacciare . Sillari trasforma per il 10 a 0 per le Azzurre. Tempo un minuto e arriva però la reazione della squadra ospite con Considine che scippa in volo l’ovale dalla ricezione di Stefan su un calcio di Fowley, involandosi in area di meta. Il piede del numero 10 irlandese è però impreciso e si resta sul 10 a 5. Le italiane non ci stanno e lanciano la loro controffensiva da un calcio nel box stoppato da Franco. E’ la stessa numero 7 azzurra che andrà poi a siglare la seconda meta italiana. Da posizione defilata Sillari è impeccabile e allunga sul 17 a 5 al 16’. Gelo al Lanfranchi al 18’ quando un errore di trasmissione concede a Considine la possibilità di andare a segnare la sua doppietta personale. Fowley completa il gioco da 7 punti, accorciando lo score sul 17 a 12. Sale l’intensità verde nella parte finale del primo tempo e al 31’ Fowley incamera ulteriori 3 punti punendo un fuorigioco azzurro nei 22 metri difensivi. Quinto fallo italiano e touche in zona d’attacco per l’Irlanda. Il raccogli-e-vai di Caplice è quello vincente e al 35’ arriva la terza marcatura irlandese. Fowley centra i pali ed è controsorpasso Irlanda, avanti 17 a 22. Nelle ultime battute del primo tempo le Azzurre ritrovano la verve di inizio gara e, dopo aver rubato il possesso da mischia chiusa, vanno a marcare con Stefan. Il calcio di Sillari suona bene ma centra il palo e le squadre rientrano negli spogliatoi su un equilibrato 22-22.

Avvio a parti invertite quello del secondo tempo con l’Irlanda che prova a costruire per la marcatura nei primi minuti. Il calcio di Fowley per Considine è però lungo e si riparte da una mischia chiusa. Stefan buca la difesa ospite, trova la corsa di Sillari ma le irlandesi si salvano concedendo una penalità. Barattin beffa la guardie, trova anche un sostegno interno, ma è nulla di fatto e l’Irlanda libera al piede. Il tabellino si sblocca al 50’ sulla splendida giocata personale di Muzzo lungo l’out di destra che da placcata raccoglie nuovamente l’ovale da terra e firma l’assist per Franco. Sillari trasforma e al 52’ è Italia conduce 29 a 22 sull’Irlanda. Nei minuti  centrali della seconda frazione di gioco le ragazze di Di Giandomenico sono padrone del territorio, complici quattro falli irlandesi concessi nel giro di 10 minuti. Le Azzurre non riescono però ad approfittarne, vedendosi al contrario schiacciate nei loro 5 metri. Dalla ripartenza da touche Fowley calcia per Miller che sigla la meta che riporta a stretto contatto nel punteggio le avversarie. Il calcio di Fowley è però corto e si resta sul 29 a 27. Nel gelo di Parma si irrigidisce anche il gioco dei minuti finali del match. Ne approfittano le Azzurre che gestiscono bene il possesso nei punti di incontro. Da una touche in zona d’attacco al 79’ l’Italia non può far altro che aspettare lo scadere del tempo. Rigoni calcia infine fuori dal campo e il Lanfranchi esplode per la strepitosa impresa.

Parma, Stadio “Lanfranchi” – sabato 23 febbraio

Women’s Six Nations, III giornata

Italia v Irlanda 29-27 (22-22)

Marcatori: p.t. 3’ c.p. Sillari (3-0); 7’ m. Muzzo tr. Sillari (10-0); 12’ m. Considine (10-5); 14’ m. Franco tr. Sillari (17-5); 18’ m. Considine tr.Fowley (17-12); 31’ c.p. Fowley (17-15); 36’ M. Caplice tr. Fowley (17-22); 39’ m. Stefan (22-22).  s.t. 50’ m. Franco tr. Sillari (29-22); 69’ m. Miller (29-27)

 Italia: Furlan (cap.); Muzzo, Sillari, Rigoni, Stefan; Madia, Barattin; Giordano, Franco, Arrighetti (77’ Cammarano); Duca, Fedrighi (41’ Ruzza); Gai, Bettoni, Giacomoli (66’ Turani).

A disposizione non entrate: Tounesi, Sberna, Sgorbini, Busato, Sarasso

All. Andrea Di Giandomenico

Irlanda: Delany; Considine, Naoupu, Claffey (38’ Sheehan), Miller; Fowley, Dane; Griffin (cap.), Molloy, Caplice (66’ Boles); Fryday, McDermott; Lyons (51’ Reidi), Hooban (51’ Nic A Bhaird), Feely (51’ Peat).

A disposizione non entrate: McLaughlin, Hughes, Murphy

All. Adam Griggs

Arb. Laura Pettingale (Inghilterra);

AA1 Maria Beatrice Benvenuti (Italia), AA2 Aurélie Groizeleau (Francia)

TMO: Neil Patterson (Scozia)

Calciatori: Sillari (Italia) 4/5; Fowley (Irlanda) 3/5

Note: Cielo sereno. Temperatura 2 °. Terreno in ottime condizioni. Spettatori 2400 circa. 87° cap per Sara Barattin che eguaglia il record di presenze in Azzurro di Michela Tondinelli

Player of the match: Giada Franco (Italia)

Punti conquistati in classifica: Italia 5; Irlanda 2

Tabellino e cronaca a cura di Simone Del Latte, Staff Media Zebre Rugby Club

 

 
ITALRUGBY, GHIRALDINI VERSO L'IRLANDA: "FOCUS SULLA NOSTRA PRESTAZIONE" PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Sabato 23 Febbraio 2019 15:22

ghiraldini conferenza italia2019Roma – Una giornata di sole accompagnata da vento freddo hanno fatto da sfondo al captain’s run della Nazionale Italiana Rugby che allo “Stadio Olimpico” di Roma ha svolto il classico allenamento di rifinitura in vista del match contro l’Irlanda in calendario domani alle 16 nell’impianto romano. La partita, valida per la terza giornata del Guinness Sei Nazioni 2019, sarà trasmessa in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre a partire dalle 15.20.

“E’ stata una lunga settimana – ha esordito Leonardo Ghiraldini, diciassettesima volta capitano della Nazionale durante la conferenza stampa che precede Italia-Irlanda – con un giorno in più di preparazione che ci ha dato modo di lavorare in più rispetto al classico periodo di preparazione con la partita al sabato. Prima volta di Ruzza da titolare? Sicuramente si è meritato questo traguardo. Ha ottime qualità in touche e in fase d’attacco”.

Leggi tutto...
 
SEI NAZIONI U20, A RIETI GLI AZZURRINI BATTUTI DALL’IRLANDA 14-34 PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Venerdì 22 Febbraio 2019 20:49

AG4I6739


Rieti – Tanta grinta, sprazzi di ottimo gioco ma anche troppa indisciplina e qualche errore di handling per l’Italia U20, fermata sul 14-34al “Manlio Scopigno” di Rieti dai pari età dell’Irlanda nella terza giornata del 6 Nazioni di categoria.

Gli Azzurrini di Fabio Roselli, davanti agli oltre tremila spettatori presenti sugli spalti dell’impianto reatino, tengono testa sul piano del gioco e della fisicità agli avversari in verde, ma finiscono per pagare una serie di perdite di possesso in momenti chiave della gara, che indirizzano il match lungo i binari voluti dalla squadra ospite, che lascia il centro d’Italia con cinque punti, utili a mantenere il primato in classifica e l’imbattibilità stagionale.

Per l’Italia U20, alla seconda sconfitta interna consecutiva dopo il successo all’esordio sulla Scozia in trasferta, il prossimo impegno è venerdì 8 marzo a Bedford contro l’Inghilterra.  

La cronaca
L’Irlanda inizia in attacco, conquista due piazzati in rapida successione per fuorigioco italiano, decide di giocare e sfonda dopo una serie di pick-and-go poco prima del decimo minuto, con il numero nove Casey che va a marcare dopo un raggruppamento a ridosso della linea di meta: Byrne trasforma lo 0-7. 

Gli Azzurrini reagiscono subito, attaccano a metà campo, ottengono una penaltouche e con un maul avanzano, costringendo gli ospiti ad una nuova infrazione, optando ancora per la rimessa. Ancora maul, ancora fallo ma sul nuovo raggruppato penetrante italiano arriva calcio contro Ruggeri e compagni. Tutto da rifare. 

Il primo quarto di gara se ne va al termine di una serie di lunghi capovolgimenti di fronte e scambi al piede, ma al ventiseiesimo è ancora l’Irlanda a smuovere il tabellone, questa volta con un piazzato di Byrne: 0-10. 

Gli Azzurrini poco prima della mezzora accelerano su una palla di recupero con Mori, che dai propri ventidue buca sin oltre la metà campo, ma una perdita di possesso mette in difficoltà la retroguardia italiana, riportando il gioco nella metà campo azzurra. Altro pallone recuperato e Citton risale al piede in profondità nel campo avversario, costringendo l’estremo Flannery a portare fuori l’ovale sotto pressione. Il maul italiano che segue la rimessa viene sospinto oltre la linea. 

Serie di penalità contro gli Azzurrini, e la situazione si capovolge in pochi istanti, con gli irlandesi in rimessa sui cinque metri del XV di Roselli: la seconda meta irlandese è la fotocopia della prima, con il tallonatore che questa volta tocca il pallone oltre la linea. Byrne fa 0-17. 


Si riparte e ancora Byrne, dalla piazzola dopo un nuovo fallo italiano, allunga sullo 0-20 dopo appena due minuti. Ma gli Azzurrini non intendono alzare bandiera bianca e tornano a proporsi in attacco, anche se i loro sforzi sono vanificati da una nuova palla persa che permette agli ospiti di allontanare la pressione. 

Poco dopo il quarto d’ora, Evans ammonisce il pilone Franceschetto, appena entrato, per ingresso anticipato su mischia ad introduzione italiana, lsciando gli Azzurrini a difendere in quattordici: ancora Casey, dalla base della mischia, segna la terza meta irlandese che il solito Braley trasforma, 0-27. 

L’ultimo quarto di gara regala all’Italia una marcatura di Nocera, che finalizza un’azione degli avanti scaturita da rimessa laterale nei ventidue irlandesi, ma è l’Irlanda a chiudere definitivamente i conti al trentacinquesimo con capitan Hakshaw che resiste ad un placcaggio per andare a siglare la quinta marcatura verde smeraldo della serata prima che Butturini, allo scadere, realizzi la seconda meta italiana, utile solo a rendere meno pesante il passivo della serata.

Rieti, Stadio “Manlio Scopigno” – venerdì 22 febbraio
6 Nazioni U20, III giornata
Italia v Irlanda 14-34
Marcatori: p.t. 9’ m. Casey tr. Byrne (0-7); 26’ cp.Byrne (0-10); 38’ m. Tierney-Martin tr. Byrne (0-17);s.t. 2’ cp. Byrne (0-20); 20’ m. Casey tr. Byrne (0-27); 33’ m. Nocera tr. Garbisi (7-27); 35’ m. Hakshaw tr. Healey (7-34); 40’ m. Butturini tr. Garbisi (14-34)
Italia: Da Re (26-28’ st. Drudi); Mastandrea (10’ st. Trulla), Moscardi, Mori (29’ st. Mazza), Mba; Garbisi, Citton; Koffi, Ruggeri (cap), Chianucci (10’ st. Zuliani); Parolo (24’ st. Butturini), Stoian; Alongi (10’ st. Nocera), Marinello (35’ st. Bonanni), Drudi (15’ st. Franceschetto)
all.Roselli
Irlanda:Flannery (26’ st. Russell); Kernohan, Turner, Hakshaw (cap), Wren; Byrne (33’ st. Healey), Casey (33’ st. Healey); Hodnett, Penny, Moloney (33’ st. Watters); Murray (24’ st. Deeny), Ryan; Clarkson (28’ st. Milne), Tierney-Martin (26’ st. Scannell), Wychjerley (26’ st. Reid)
all.McNamara
arb. Evans (Galles)
Cartellini: 18’ st. giallo Franceschetto (Italia), 39’ st. Trulla (Italia)
Calciatori: Garbisi (Italia) 2/2; Byrne (Irlanda) 5/5; Healey (Irlanda) 1/1
Note: serata fredda e umida. 3000 spettatori circa.

 


Pagina 9 di 434

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

SIX NATIONS 2019

SCOZIA VS ITALIA

 

SAB 2 FEB
33 - 20
BT Murrayfield

ITALIA VS GALLES

SAB 9 FEB
15 - 26
Stadio Olimpico

ITALIA VS IRLANDA

DOM 24 FEB 
16 - 26
Stadio Olimpico

INGHILTERRA VS ITALIA

SAB 9 MAR 
57-14
Twickenham Stadium

ITALIA VS FRANCIA

SAB 16 MAR 13:30
14-25

Stadio Olimpico

sondaggio-MVP-2019

  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

ticketing2018

banner sitofederugby

 

registrati-FIR


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito