Nazionali Azzurre
ITALRUGBY, O'SHEA ANNUNCIA IL XV PER IL CANADA PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Martedì 24 Settembre 2019 05:51

 

formazione italia canadaFukuoka  (Giappone) – Conor O’Shea, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby, ha ufficializzato la formazione che giovedì alle 16.45 locali (9.45 italiane) affronterà il Canada all’Hakatanamori Stadium di Fukuoka nel secondo incontro valido per il Girone B della Rugby World Cup, partita che sarà trasmessa in diretta su Rai 2 con telecronaca di Andrea Fusco e Andrea Gritti.

Dieci i cambi nel XV iniziale rispetto alla gara d’esordio vinta contro la Namibia. Matteo Minozzi – entrato a partita in corso realizzando l’ultima meta del match contro la formazione africana – tornerà a vestire la maglia n.15 con Hayward spostato al centro insieme a Michele Campagnaro che conquisterà il suo quinto cap nella rassegna iridata dopo i 4 collezionati quattro anni fa in Inghilterra. Sulle ali agiranno Tommaso Benvenuti e Giulio Bisegni, all’esordio al Mondiale. Mediana inedita formata da Tommaso Allan – che dopo la partita contro la Namibia è diventato il terzo marcatore di sempre con 301 punti segnati – e Callum Braley.

Leggi tutto...
 
ITALIA E CANADA, QUASI QUARANT'ANNI DI SCONTRI DIRETTI: GLI AZZURRI GUIDANO 7-2 PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Martedì 24 Settembre 2019 03:28

 

fotosportit 39474 prFukuoka – La sfida di Fukuoka tra gli Azzurri e il Canada, secondo turno della Pool B della Rugby World Cup giapponese, segna il decimo scontro diretto tra le due Nazionali: la rivalità tra l’Italrugby e i Canucks oggi guidati dal flanker gallese Kingsley Jones affonda le proprie radici ai primi Anni ’80.

Il tour estivo del 1983 porta l’Italia allenata da Pierre Villepreux in tour tra Canada e Stati Uniti: il primo test-match a Burnaby, non lontano da Vancouver, il 25 giugno 1983 si chiude con una vittoria di misura dei nordamericani per 19-13. L’1 luglio, a Toronto, gli Azzurri trascinati dal numero dieci Bettarello, autore di 29 punti con una meta, due drop, cinque piazzati e due trasformazioni si impongono nettamente 37-9.

Bisogna aspettare diciassette anni per un nuovo confronto diretto: al “Battaglini” di Rovigo il Canada – che nel mentre, nel 1991, ha conquistato a sorpresa un posto nel quarti di finale della Rugby World Cup – restituisce la visita all’Italia reduce dal debutto invernale nel 6 Nazioni. 

La squadra di Brad Johnstone, a sorpresa, si arrende davanti al pubblico di casa per 17-22.

Sarà, quella di Rovigo, l’ultima vittoria canadese nei test-match contro l’Italia: i sei test che seguono negli anni seguenti vedono una nuova, accesissima sfida a Canberra il 21 ottobre del 2003 nella seconda giornata della Rugby World Cup australiana, con vittoria degli Azzurri targati Kirwan per 19-14. Decisiva la meta di Sergio Parisse, rookie del gruppo azzurro in quel Mondiale.

Tra il 2004 e il 2006 l’Italia riceve il Canada in due occasioni, ed in entrambi i casi l’affermazione azzurra è netta: a L’Aquila il 6 novembre 2004 finisce 51-6, a Fontanafredda due anni dopo Bortolami e compagni, sotto per 0-6 dopo il primo quarto di gara, rimontano con fatica andando a riposo per 13-6 ma allungano nella ripresa, senza concedere più nulla al XV con la foglia d’acero sul petto. Finisce 41-6.

Leggi tutto...
 
ITALRUGBY, ZANNI: “OBIETTIVO RAGGIUNTO. CON IL CANADA A CACCIA DI UNA PRESTAZIONE MIGLIORE” PDF Stampa E-mail
Nazionali Azzurre
Lunedì 23 Settembre 2019 13:14

inno italia namibiaOsaka – Esordio con vittoria alla Rugby World Cup 2019 per la Nazionale Italiana Rugby nel primo match del Girone B dove gli Azzurri hanno battuto 47-22 la Namibia all’Hanazono Stadium di Osaka conquistando 5 punti in classifica.

Una partita che ha visto la formazione africana sbloccare il risultato con l’Italia che, dopo aver ribaltato il passivo, ha creato e sprecato tante occasioni riuscendo ugualmente a centrare l’obiettivo prefissato. Tra i migliori in campo nell’esordio Mondiale figura Federico Ruzza, seconda linea in forza al Benetton Rugby eletto Man of The Match nella partita contro la Namibia: “Esordire a un Mondiale è un sogno da quando ero bambino. Ero molto teso all’inizio, forse più di altre volte. All’inizio del match eravamo un po’ contratti e si è visto. Siamo riusciti ugualmente a centrare l’obiettivo che ci eravamo prefissati: vittoria con bonus e 5 punti in classifica. Adesso bisogna guardare al Canada con positività”.

Sulla giocata che ha regalato a Tebaldi la palla per la terza meta e che, forse, ha modificato l’inerzia del match: “Ho seguito il mio istinto e vedendo il varco creatosi in seguito alla maul ho scelto di puntare dritto l’avversario. Ho sentito la voce di Tito che mi chiamava dall’esterno, ho puntato il difensore all’interno per lasciargli lo spazio e poi istinto e fortuna mi hanno aiutato”.

Sul rapporto con la sorella Valentina, seconda linea dell’Italdonne: “L’ho sentita il giorno prima della partita e mi ha augurato buona fortuna. Ho sentito i miei genitori e credo che questa sia una soddisfazione anche per loro e per tutta la mia famiglia” ha concluso Ruzza.

Leggi tutto...
 


Pagina 8 di 462

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

ticketing2018

banner-macron2020

banner sitofederugby

keep_rugby_clean
 

banner-community-2019

seguici su Spotify


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito