TOP12: DEFINITI I POSTICIPI DOMENICALI FINO AL IX TURNO DI GARA PDF Stampa E-mail
Campionati
Martedì 25 Settembre 2018 14:44

logo top12

 

Roma - In considerazione delle gare casalinghe di Benetton Treviso e Zebre Rugby in Guinness Pro14, la Commissione Organizzatrice Gare della FIR ha comunicato i postici domenicali delle gare di Top12 in programma fino al 3 novembre (VI turno di gara) precisando, inoltre, che gli incontri della settima e dell’ottava giornata di andata, concomitanti con la disputa dei Cattolica Test Match 2018, Italia Vs Georgia e Italia vs Australia, saranno programmati tutti alla domenica.

La programmazione delle gare a partire dal decimo turno sarà soggetta a nuove comunicazioni.

Di seguito i postici domenicali dal terzo al sesto turno di gara.

III Turno

30/09/18, ore 16.00

Rugby Viadana 1970 vs Argos Rugby Petrarca

V Turno

28/10/18, ore 15.00

Valsugana Rugby Padova vs Fiamme Oro Rugby

FEMI-Cz Rovigo vs Toscana Aeroporti I Medicei

Verona Rugby vs Rugby Mogliano 1969

Lafert San Donà vs Argos Rugby Petrarca

VI Turno

4/11/18, ore 15.00

Argos Rugby Petrarca vs POL. S.S. Lazio R. 1927

Rugby Mogliano 1969 vs Lafert San Donà

 

 
SERIE C GIRONE 1: UFFICIALIZZATO IL CALENDARIO 2018/19 PDF Stampa E-mail
Campionati
Lunedì 24 Settembre 2018 11:18

 

fir logo def rRoma - La Commissione Organizzatrice Gare della FIR ha reso noto il calendario del Campionato Nazionale di Serie C Girone 1, al via il prossimo 14 ottobre.

Centodue squadre ai nastri di partenza, suddivise in otto gironi che si contenderanno le otto promozioni messe in palio per disputare la stagione sportiva 2019/2020 inserite nel Campionato di Serie B.

SCARICA IL CALENDARIO DELLA SERIE C, GIRONE 1

LA FORMULA

Il Campionato Nazionale di Serie C, Girone1 2018/2019 determinerà otto promozioni in Serie B e undici passaggi nella Serie C Girone 2.

La struttura del Campionato di Serie C Girone 1 prevede:

  1. Cinque Gironi a dodici squadre (A-B-C-D-E) suddivisi in due Pool territoriali da sei squadre, con sviluppo in due fasi. Ogni singolo Girone promuove una squadra in Serie B, mentre due squadre per ogni singolo girone passano al Girone 2 della Serie C 2019/2020.
  1. Un Girone (F) a dodici squadre, diviso in due Pool territoriali con partite di andata e ritorno tra le componenti di ciascuna Pool. Finale con partite di andata e ritorno tra le vincenti delle singole Pool per determinare una promozione nella Serie B 2019/2020.
  1. Un girone (G) a dodici squadre, articolato in fase unica con gare di andata e ritorno che promuove una squadra in Serie B, mentre una squadra passerà in Serie C Girone 2 2019/2020.
  1. Un Girone (H) a diciotto squadre suddiviso in tre Pool territoriali (6 squadre nella Pool campana, 6 nella Pool pugliese/calabrese, 6 nella Pool siciliana/calabrese). Seconda fase con girone a sei con le prime due di ciascuna Pool per una promozione diretta in Serie B 2019/2020.
Leggi tutto...
 
AL LIBERTY STADIUM VINCONO I PADRONI DI CASA 27 A 10 PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 22 Settembre 2018 23:44

ioane

Marcatori: 12’ p. S.Davies, 23’ p. Rizzi, 33’ meta Evans tr. S.Davies, 44’ meta Tipuric tr. S.Davies, 54’ meta Steyn tr. McKinely, 58’ p. S.Davies, 72’ meta S.Davies tr. S.Davies

Note: 44’ giallo a Sperandio, 51’ giallo a Tipuric

Ospreys:

15 Dan Evans, 14 George North (19’ Cory Allen) (26’ George North) (77′ Cory Allen), 13 Joe Thomas, 12 Owen Watkin (74′ James Hook), 11 Luke Morgan, 10 Sam Davies, 9 Aled Davies (64′ Tom Habberfield), 8 James King, 7 Justin Tipuric (Capt), 6 Dan Lydiate, 5 Alun Wyn Jones, 4 Bradley Davies (43′ Adam Beard), 3 Tom Botha (40′ Ma’afu Fia), 2 Scott Otten (73′ Ifan Phillips), 1 Nicky Smith (59′ Rhodri Jones)

Head coach: Allen Clarke

Benetton Rugby:
15 Luca Sperandio, 14 Tommaso Benvenuti, 13 Marco Zanon (58’ Tommaso Iannone), 12 Alberto Sgarbi (C), 11 Monty Ioane, 10 Antonio Rizzi (48’ Ian McKinley), 9 Dewaldt Duvenage (73’ Edoardo Gori), 8 Marco Barbini (58’ Marco Lazzaroni), 7 Abraham Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Federico Ruzza, 4 Alessandro Zanni (48’ Marco Fuser), 3 Simone Ferrari (61’ Giuseppe Di Stefano), 2 Luca Bigi (40’ Engjel Makelara), 1 Cherif Traore (69′ Alberto De Marchi)

Head Coach: Kieran Crowley

Arbitro: Mike Adamson (SRU)
Assistenti: Finlay Brown (SRU), Wayne Davies (WRU)
Citing Commissioner: Ray Wilton (WRU)
TMO: Tim Hayes (WRU)

Al Liberty Stadium comincia con i padroni di casa subito in avanti nel tentativo di fare punti, i Leoni non sono da meno ed al 3’ Benvenuti intercetta l’ovale portando l’azione nella metà campo avversaria. I gallesi commettono fallo ed i biancoverdi vanno per i pali con Rizzi. Dalla piazzola il mediano d’apertura è poco preciso e calcia fuori.

Poco dopo gli Ospreys sono ancora indisciplinati e concedono un secondo calcio di punizione. Gli uomini di coach scelgono ancora di andare per i pali, lo fanno ancora con Rizzi ma il calcio di quest’ultimo termina ancora fuori.

I padroni di casa trovano i primi punti al 12’ con Sam Davies che su calcio di punizione fa +3. Tre minuti più tardi un placcaggio alto di Ruzza permette ai suoi di andare in touche, i biancoverdi sono bravi a difendere e rubare l’ovale.

Al 21’ avanti commesso dagli Ospreys, Rizzi calcia in touche sui 22 avversari. Palla portata a terra, altro fallo dei gallesi con i biancoverdi che hanno così a possibilità di andare in rimessa laterale sui 5. Avanzando dentro i 22, i Leoni guadagnano un fallo davanti pali. Questa volta Rizzi non sbaglia e pareggia i conti.

Al 33’ gli Ospreys marcano la prima meta del match, Thomas riceve da Davies e serve Dan Evans in corsa che va oltre la linea. Sam Davies trasforma chiudendo di fatto il primo tempo sul 10 a 3.

Nella ripresa i gallesi vanno presto in meta con Morgan ma il direttore di gara dopo un consulto con il TMO annulla per in avanti. Poco dopo Ospreys va nuovamente oltre la linea di meta biancoverde con Tipuric e questa volta la marcatura è valida. A ciò si aggiunge anche il giallo ai danni di Sperandio per placcaggio al collo.

Al 50’ Leoni in touche sui 5 metri gallesi, serie di avanzate con il direttore di gara che punisce Tipuric con il giallo. Subito dopo, al termine di una serie di affondi i biancoverdi trovano la vita della meta con Steyn; McKinley non sbaglia la trasformazione.

Gallesi che allungano al 58’ con il piazzato di Sam Davies. I Leoni non demordono e si affacciano con insistenza nella metà campo avversaria nella ricerca di punti importanti ma senza riuscirci.

I padroni di casa resistono e chiudono i giochi al 72’ con la meta di Sam Davies trasformata dallo stesso. Al Liberty Stadium termina così 27 a 10 in favore degli Ospreys.

 
LONTANO DA PARMA LE ZEBRE CEDONO 16-5 AI GALLESI DRAGONS A NEWPORT PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 22 Settembre 2018 20:56

Licata Dragons Zebre 1819

Le Zebre sono scese in campo al Rodney Parade di Newport nell’unica sfida stagionale contro i Dragons, inclusi nell’altro girone rispetto ai bianconeri. Il tabù del campo di Newport prosegue per la franchgia federale che esce sconfitta per la sesta volta dovendo cedere ai gallesi 16-5 in una gara segnata ancora dalla forte pioggia e da condizioni meteo difficili per il gioco del XV di coach Bradley. La gara ha visto i Dragons sempre avanti nel punteggio a sfruttare l’indisciplina italiana per portarsi avanti dalla piazzola e poi per segnare la prima meta con Robson bravo a trovare il varco nella difesa aggressiva degli ospiti. Le Zebre sono rientrate in partita a metà tempo con la bella meta di Bellini, imbeccato in modo perfetto dal calcetto di Canna ma non riescono a creare grattacapi alla difesa gallese. I padroni di casa così colpiscono ancora a tempo scaduto andando negli spogliatoi sul 13-5. La ripresa inizia bene per le Zebre che subiscono il piazzato di Robson ma trovano sempre più possesso e territorio nei primi 10 minuti, ma non punti. Nemmeno dopo il giallo a Nansen per una spallata a Canna al’ora di gioco. Nonostante una difesa in crescita, l’indisciplina italiana ed i problemi nelle fasi statiche tarpano le ali a Castello e compagni che non riescono più a segnare e devono tornare a Parma senza punti per la classifica del girone A che si accorcia coi successi di Connacht e Cardiff ed il pari con bonus dei Cheetahs.

Newport (Galles) – 22 Settembre 2018

Guinness PRO14 2018/19, Round 4

Dragons Vs Zebre Rugby Club 16-5 (p.t. 13-5)

Marcatori: 5‘ cp Robson (3-0); 14’ m Robson (8-0); 23‘ m Bellini (8-5); 40‘ m Howells (13-5) s.t. 4‘ cp Williams J. (16-5);

Dragons: Williams J., Howells, Warren, Dixon (1’ s.t. Sage), Rosser, Robson (28’ s.t. Lewis), Williams R. (28’ s-t. Knoyle); Moriarty,  Griffiths O., Wainwright (29’ s.t. Cudd), Hill (cap), Landman (12’ s.t. Nansen), Fairbrother (12’ s.t. Jarvis), Dee (12’ s.t. Hibbard), Harris (12’ s-t. Bevington) All. Jackman 

Zebre Rugby Club: Brummer, Bellini, Bisegni (18’ s.t. Boni), Castello, Padovani, Canna, Violi (18’ s.t. Palazzani); Licata (38’ s.t. Tevi), Meyer, Tuivaiti, Biagi (12’ s.t. Tauyavuca), Sisi, Chistolini (12‘ s.t. Zilocchi), Fabiani (12‘ s.t. Ceciliani), Lovotti (12‘ s.t. Rimpelli) All. Bradley

Arbitro: Joy Neville (Irish Rugby Football Union)

Assistenti: George Clancy (Irish Rugby Football Union) e Simon Mills (Welsh Rugby Union)

TMO: Brian MacNeice (Irish Rugby Football Union)

Calciatori: Robson (Dragons) 1/4, Williams J (Dragons) 1/1, Canna (Zebre Rugby Club) 0/1

Cartellini: al 18’ s.t. giallo a Nansen (Dragons)

Man of the match: Griffiths (Dragons)

Punti in classifica: Dragons 4, Zebre Rugby Club 0

Note: Pomeriggio di pioggia. Temperatura 11°. Terreno in ottime condizioni. Spettatori 4104

Cronaca: il primo attacco delle Zebre #Rugby si chiude con un in avanti. Pallone scivoloso sotto la pioggia gallese a Newport. La prima mischia é stabile con i Dragons che mettono pressione al piede trovando la rimessa grazie a Brummer che esce con l'ovale. La maul é fermata ma attaccano i gallesi col multifase che si chiude col fuorigioco di Canna. Sotto i pali Robson decide per piazzare centrando i pali del Rodney Parade. Pasticciano i Dragons col calcio di liberazione: Fabiani può lanciare sui 22 ma il lancio é sporcato dai saltatori gallesi. Le Zebre entrano nei 22 con l'ovale all’ 8° con Sisi ma dopo alcune fasi in ruck il pallone é perso in avanti da Violi. Altro calcio finito in rimessa per i Dragons che concedono ancora territorio alle Zebre. La terza rimessa bianconera in attacco é controlalta da Sisi con Biagi che entra nei 22. Lo sforzo offensivo si chiude col grubber di Canna catturato dalla retrovia gallese. Dopo uno scambio di pedate tra i due triangoli allargati i Dragons possono sfruttare una rimessa sui 22 al 14°: è Robson a trovare il varco sulla salita della linea difensiva di Canna per segnare la prima meta della sfida, non trasformata. A metà primo tempo Licata non controlla un pallone aereo e concede la mischia sulla metà campo. Brummer ricaccia i Dragons nella propria metà campo con un bel calcio di liberazione. I gallesi faticano sui punti d'incontro così Canna può calciare l'ovale e trovare la rimessa nei 22. l'ovale é liberato così le Zebre attaccano dalla rimessa col lungo multifase. I bianconeri hanno il vantaggio ma Canna é bravo col grubber recuperato da Bellini che segna la prima meta italiana. I Dragons non sfruttano il secondo fuorigioco delle Zebre con Licata: Robson calcia a lato un piazzato sotto la pioggia del Rodney Parade di Newport. Al 27° i padroni di casa attaccano dalla touche nei 22 concessa dal piede di Brummer. L'azione porta ad una mischia per un in avanti di Fabiani che tenta l'intercetto. Cresce la difesa italiana che prima ricaccia indietro i gallesi e poi trova il fallo in ruck sull'attacco dei Dragons: é Landman ad essere sanzionato dalla Neville per il primo fallo dei padroni di casa al 33°. Poco dopo Castello perde il possesso su una carica e l'ovale é calciato in touche dai Dragons, sanzionati sulla difesa delal maul italiana. Canna trova la rimessa sui 22 controllata con fatica da Biagi che poi perde il possesso e sfuma l'importante occasione. Al 38° dopo una rimessa sui 5 metri difensivi: una grande battaglia in ruck che vede le Zebre sanzionate. I Dragons decidono per la touche ai 5 metri e avanzano con tanti raccogli e vai. L'azione é fermata ma si torna sul vantaggio per la maul difesa in modo irregolare. Dopo la nuova rimessa ai 5 metri per i gallesi e 10 fasi sotto i pali, la seconda meta gallese è trovata alla bandierina opposta con Howells.

Inizia la ripresa a Newport con Biagi che ruba la rimessa gallese che non controlla un altro lancio poco dopo. Si accende una rissa a metà campo ed il gioco è fermo: l'arbitro irlandese rivede col TMO un placcaggio di Lovotti e Chistolini sanzionando le Zebre col quinto fallo della sfida. I gallesi decidono per i pali: l'estremo Williams li centra da 40 metri in posizione centrale e allunga a +11 il vantaggio dei padroni di casa. Attaccano le Zebre con la maul che varca la metà campo ma il possesso é perso da Padovani su un placcaggio al largo. Altro assalto bianconero alla mano con Canna che trova la rimessa ai 5 metri e mette pressione ai gallesi. I Dragons ricalciano con Bellini che perde il pallone aereo in avanti. Il pack italiano ingaggia anticipatamente e risalgono i padroni di casa. Possesso e territorio sorridono alle Zebre nei primi 10 mintui della ripresa ma non arrivano punti al tabellino. Altra bella giocata al piede di Robson al 55° che fa indietreggiare i bianconeri che ricalciano in rimessa. La maul é ben difesa e l'ovale riconquistato dagli avanti delle Zebre. Canna rimane a terra dopo un placcaggio pericoloso sul suo calcetto: Nansen è ammonito dal direttore di gara. Le Zebre però sprecano la rimessa sui 22 gallesi ed arriva anche il fallo contro Licata. All’ora di gioco attaccano i Dragons fermati però dal tenuto propiziato da capitan Castello nei 22 italiani. Al 62° gli ospiti sono ancora nei 22 con Tauyavuca, l'azione termina con Canna che cerca Bellini al piede ma l'ovale esce in rimessa. I gallesi calciano fuori ma il nuovo assalto bianconero vede la rimessa italiana faticare a mantenere il possesso. L'indisciplina italiana fa risalire i padroni di casa che ci provano con la maul fermata dalle Zebre. Arriva l'8° fallo contro Rimpelli che non contende l'ovale sulle proprie gambe ma gioca bene la difesa italiana che risale e trova il tenuto contro i gallesi. Ristabilita la parità numerica a Newport ma la touche italiana é sempre in difficoltà. I gallesi giocano bene al piede e costringono le Zebre a ripartire con la touche nei propri 22 al 70°. Tauyavuca é sanzionato in ruck ed i Dragons cercano la meta con la rimessa e la maul. Dopo 17 fasi al 77° arriva il fallo sul punto d'incontro a favore della stoica difesa delle Zebre. Un altro fallo gallese da al XV di coach Bradley la possibilità di chiudere la gara in attacco. La pericolosa azione d'attacco si chiude con Di Giulio che commette un in avanti appena entrato nei 22. Nell’ultimo minuto arriva il fallo in mischia chiusa per i gallesi che calciano fuori l'ovale e chiudono la gara superando le Zebre 16-5.

Le Zebre si ritroveranno lunedì 24 Settembre 2018 alla Cittadella del Rugby di Parma per preparare la prossima gara ufficiale. Sabato prossimo 29 Settembre i bianconeri ospiteranno i gallesi Ospreys allo Stadio Lanfranchi di Parma nel 5° turno del Guinness PRO14.

 
TOP12, IL CALVISANO SOLO AL COMANDO DOPO DUE TURNI PDF Stampa E-mail
Campionati
Sabato 22 Settembre 2018 18:18

 

45fa9c7d-e74f-44e1-9c5b-40c0730b357cPETRARCA VINCE IL DERBY D’ITALIA: 16-0 AL ROVIGO

Roma – Conferme e sorprese. La seconda giornata del TOP12 non risparmia emozioni e lancia in testa alla classifica in solitaria, dopo soli centosessanta minuti, i gialloneri del Patarò Calvisano.

I provinciali bresciani piegano 35-10 i Toscana Aeroporti I Medicei, al secondo stop consecutivo, e allungano di una lunghezza in classifica sui campioni in carica dell’Argos Petrarca Padova, che al “Plebiscito” vincono 16-0 il Derby d’Italia contro la Femi-CZ Rovigo. 

Ad appaiare in seconda posizione i tuttineri di Andrea Marcato è il Valorugby Emilia, che impone il proprio rugby sulle Fiamme Oro Rugby con un 43-29 da ricordare, che vale loro il punto bonus, facendo scivolare in classifica i poliziotti capitolini. 

Cade anche, dopo la prova dominante dell’esordio, il Rugby Viadana: a fermare i mantovani di coach Frati è una sorprendente Lazio Rugby, che conferma il “Giulio Onesti” di Roma come una delle piazze più difficili da espugnare della massima serie: finisce 24-23, con cinque punti per i biancocelesti, mentre Viadana deve accontentarsi del bonus difensivo. 

Restano a fondo classifica, a quota zero, le due matricole Verona e Valsugana, entrambe sconfitte in trasferta rispettivamente 23-15 dal Lafert San Donà e 17-5 dal Mogliano Rugby negli altri due derby veneti del secondo turno.

Terza giornata sabato prossimo alle ore 16.00, con posticipo domenicale alla stessa ora per Rugby Viadana v Argos Petrarca Padova. 

TOP12 – II giornata
(tra parentesi i punti conqustati in classifica)
Lafert San Donà v Verona Rugby 23-15 (4-0)

S.S. Lazio Rugby 1927 v Rugby Viadana 1970 24-23 (5-1)
Argos Petrarca Rugby v FEMI-CZ Rovigo 16-0 (4-0)
Mogliano Rugby 1969 v Valsugana Rugby Padova 17-5 (4-0)
Valorugby Emilia v Fiamme Oro Rugby 43-29 (5-1)
Patarò Calvisano v Toscana Aeroporti I Medicei 35-10 (5-0)

 

Classifica: Patarò Calvisano punti 10; Argos Petrarca Padova e Valorugby Emilia 9; Rugby Viadana 1970 e Fiamme Oro Roma 6; Femi-CZ Rovigo e Lazio Rugby 5; Mogliano Rugby 1969 e Lafert San Donà 4; Toscana Aeroporti I Medicei 1; Verona Rugby e Valsugana Rugby 0. 

Prossimo turno – 29.09.18 – ore 16.00
Fiamme Oro Rugby v Toscana Aeroporti I Medicei

Valsugana Rugby Padova v Valorugby Emilia
Femi-CZ Rovigo v Mogliano Rugby 1969
Rugby Viadana v Argos Petrarca Padova – domenica ore 16
Verona Rugby v Lazio Rugby 1927
Lafert San Donà v Patarò Calvisano

I TABELLINI DELLA SECONDA GIORNATA

 

Reggio Emilia, Stadio Canalina – sabato 22 settembre 2018 
Top12 II giornata
Valorugby Emilia v Fiamme Oro Rugby 43-29 (17-22)

Marcatori: p.t.10’ m. Bacchetti (0-5), 21’ cp Ambrosini (0-8), 23’ m. Costella tr Gennari (7-8), 29’ m.D’Onofrio G tr Ambrosini (7-15), 33’ m. Mordacci tr Gennari (14-15), 39’ cp Gennari (17-15), 46’ m. D’Onofrio G tr Ambrosini (17-22)s.t.41’ m.Gennari tr Gennari (24-22), 43’ cp Gennari (27-22), 46’ cp Gennari (30-22), 49’ cp Gennari (33-22), 52’ m. Kudin tr Ambrosini (33-29), 61’ cp Gennari (36-29), 83’ m. Ngaluafe tr.Gennari (43-29).
Valorugby Emilia: Ngaulafe;  Costella, Paletta, Farolini, Gennari; Rodriguez, Panunzi (34’ Fusco); Amenta (cap), Rimpelli (51’ Favaro), Mordacci (4’-9’ Favaro) (61’ Messori); Du Preez, Balsemin (62’ Dell’Acqua); Du Plessis (61’ Bordonaro), Manghi (61’ Gatti), Muccignat (56’ Quaranta). 
All. Manghi
Fiamme Oro Rugby: Biondelli; D’Onofrio G, Gabbianelli, Massaro, Bacchetti (66’Masato); Ambrosini, Marinaro; Caffini, Cristiano (cap) (67’ De Marchi), Bianchi (36’-41’ Favaro) (48’ Favaro); Mc Carthy, D’Onofrio U (53’ Fragnito); Iacob (48’ Vannozzi), Moriconi (48’ Kudin), Zago (71’ Iovenitti). 
All. Guidi
Arb.: Liperini (Livorno)
AA1Angelucci (Livorni), AA2Munarini (Parma)
Quarto Uomo: Renzi (Parma)
Cartellini20’ pt giallo a Rimpelli (Valorugby Emilia), 40’ pt giallo a Biondelli (Fiamme Oro)
Calciatori:  Gennari (Valorugby Emilia) 9/9, Ambrosini (Fiamme Oro) 4/5
Note: Spettatori 1.100 circa. Giornata afosa, 28°. 
Punti conquistati in classifica: Valorugby Emilia 5, Fiamme Oro Rugby 1
Man of the Match: Gennari (Valorugby Emilia)
______________

Mogliano Veneto – Stadio “Maurizio Quaggia” - sabato 22 settembre   2018
Top12, II giornata
Mogliano Rugby 1969 v Valsugana Rugby Padova 17-5

Marcatori: pt.11’ m. Scagnolari tr. Jackman (7-0); 18’ cp Jackman (10-0);s.t. 21’ m. Scagnolari t. Jackman (17-0); 26’ m. Shipp nt (17-5)
Mogliano Rugby: D'Anna (35’ st Ceccato); Pavan, Scagnolari, Da Re, Guarducci; Jackman, Gubana (34’ st Fabi); Finotto, Corazzi, Bocchi (42’ st Vizzotto); Baldino, Caila (24’ st Delorenzi); Michelini (24’ st Cincotto), Ferraro (27’ pt Toai Key), Buonfiglio (24’ st Di Roberto)
All.:Cavinato
Valsugana Rugby Padova:Paluello (36’ st Sartor); Lisciani, Dell'Antonio A., Calderan (29’ st Gritti), Beraldin; Roden, Tomaselli (20’ st Scapin R.); Ferraresi, Sironi, Sturaro (18’ st – 21’ st Swanepoel; 37’ st Turcato); Scapin M., Albertario (14’ st Maso); Swanepoel (7’ st Michielotto), Shipp (37’ st Giulian), Barducci (32’ st Trevisan). 
All.:Polla Roux
Arb. Manuel Bottino (Roma)
AA1Stefano Pennè (Lodi), AA2Francesco Meschini (Milano)

Quarto Uomo:Tommaso Battini (Bologna)
Cartellini: 28’ giallo Lisciani (Valsugana Rugby Padova); 49’ Tomaselli (Valsugana Rugby Padova); 58’ Michielotto (Valsugana Rugby Padova)  
Calciatori: Jackman 3/3 (Mogliano Rugby 1969); Roden 0/2 (Valsugana Rugby Padova)
Note: Pomeriggio coperto ma afoso, terreno di gioco in buone condizioni, circa 600 spettatori. 
Punti conquistati in classifica: Mogliano Rugby 1969 4; Valsugana Rugby Padova 0
Man of the match:Scagnolari (Mogliano Rugby 1969)

______________

Calvisano, Pata Stadium - Sabato 22 settembre 2019
Top12 II giornata 
Patarò Calvisano v Toscana Aeroporti I Medicei 35-10

Marcatori: p.t.12’ c.p. Newton (0-3); 15’ c.p. Pescetto (3-3); 27’ m. Cerioni t. Newton (3-10); 35’ c.p. Pescetto (6-10) s.t.47’ Van Zyl t. Pescetto (13-10); 49’ c.p. Pescetto (16-10); 55’ m. De Santis t. Pescetto (23-10); 71’ m. Mazza t. Pescetto (30-10); 77’ m. Pescetto (35-10)
Patarò Calvisano:Van Zyl (67’ Susio); Bruno; De Santis; Mazza; Dal Zilio (41’ Panceyra-Garrido); Pescetto; Semenzato (80’ Consoli); Koffi (55’ Vunisa); Archetti (cap); Zdrilich (63’ Zanetti); Van Vuren; Andreotti; Leso (72’ Gavrilita); Luccardi (47’ Manfredi); Morelli (64’ Zanusso)
All.Brunello
Toscana Aeroporti I Medicei: Cornelli (41’ Biffi); Lubian; Rodwell; Cerioni (58’ Lupini); McCann; Newton; Rorato (55’ Chianucci); Greef; Minto; Boccardo (55’ Taddei); Maran (cap); Brancoli (63’ Cemicetti); Battisti; Giovanchelli (55’ Zilieri); De Marchi (55’ Broglia)
AllPresutti
Arb.:Boraso (Rovigo)
AA1 Piardi (Brescia) AA2 Russo (Milano)
Quarto Uomo: Locatelli (Bergamo)
Cartellini: /
Calciatori: Pescetto (PataròCalvisano) 6/7; Newton (Toscana Aeroporti I Medicei) 2/2
Note: giornata calda, 31° circa, campo asciutto. Circa 1100 spettatori.
Punti conquistati in classifica:Patarò Calvisano – Toscana Aeroporti I Medicei 35-10 (5-0)
Man of the Match: Van Zyl (Patarò Calvisano)

______________

Padova, Stadio “Plebiscito” – Domenica 22 settembre  2018
Top 12 -  seconda giornata 

Argos Petrarca Padova v Femi Cz Rovigo 16-0 (13–0)
Marcatori: p.t.: 18’ Ragusi cp ( 3-0), mt, 32’ Ragusi cp (6-0), 40’ Riera mt ( 11-0) , 41’ Ragusi tr (13-0);s.t. 36’ Ragusi cp (16-0)
Argos Petrarca Padova: Ragusi ; Capraro,  Riera, Bettin, Coppo, Bennettin (73’ Zini),  Francescato (70’ Cortellazzo); Trotta (65’Manni), Lamaro ; Nostran (cap) (50’ Conforti),Gerosa (65’Ortega); Cannone, Mancini Parri (41’Rossetto), Santamaria (65’Marchetto), Rizzo(45’ Acosta) .
All. Marcato
Femi Cz Rovigo: Barion, Borin, Majstorovich, Van Niekerk, Odiete, Mantelli, Piva (67’ Chillon), Ferro, Lubian, Vian (41 ‘ Tveraga); Niebert, Cicchinelli, Pavesi (45’ D’amico), Cadorini (41’ Momberg), Brugnara (66’Rossi)
all. Casellato
Arbitro : Trentin (Lecco)
AA1 Schipani (Benevento), AA2 Bertelli (Brescia)
Quarto Uomo: Sergi (Bologna) 
Calciatori: Ragusi 4/4 (Petrarca Padova) ; 
Note: campo buono, spettatori 3000
Cartellini: 33’ cartellino giallo Vian  (Femi cz Rugby); 51’ cartellino giallo Cannone (Argos Petrarca rugby)
Punti conquistati in classifica: Argos Petrarca Padova (4) ; Femi Cz Rovigo ( 0) 
Man of the Match: Ragusi (Argos Petrarca Padova)

______________

Roma, “CPO” Giulio Onesti - Sabato 22 settembre 2018
Top12, II giornata
S.S. Lazio Rugby 1927 v Rugby Viadana 1970 24-23 (5-10)

Marcatorip.t. 11’ mt. Ormson tr. Ormson (0-7); 18’ cp Ormson(0-10); 29’ mt. Guardiano (5-10) s.t. 46’ mt. Silva tr Ormson (5-17); 60’ cp. Ormson (5-20); 61’ mt. Bruno tr. Ceballos (12-20); 66’ cp. Ormson (12-23); 71’ mt. Filippucci (17-23); 76’ mt. Bonavolontà F. tr. Ceballos (24-23)
S.S. Lazio Rugby 1927: Bonifazi; Borzone (60’ Bonavolotà F.), Coronel, Vella, Guardiano; Ceballos, Bonavolontà D.(cap); Bruno; Ercolani, Giancarlini; Ocampo, Blessano (44’ Filippucci); Forgini (48’ Bolzoni), Baruffaldi, Cafaro
All. Montella
Rugby Viadana 1970:  Apperley; Manganiello (73’ Amadasi), Menon, Pavan (73’ Di Marco); Spinelli; Ormson ©, Gregorio; Tupou (44’ Wagenpfeil); Ferrarini, Ghigo; Guillemain, Chiappini (56’ Gelati); Garfagnoli (50’ Brandolini), Silva (68’ Ribaldi), Denti Antonio
All. Frati/Sciamanna
Arb. Federico Vedovelli (Sondrio) 
AA1 Tomò (Roma), AA2 D’Elia (Taranto)
Quarto Uomo: Masini (Roma)
Cartellini: 46’ giallo a Giancarlini (S.S Lazio Rugby 1927), 67’ Guillemain (R. Viadana 1970);
Calciatori:Ormson (R. Viadana 1970) 4/4; Ceballos (S.S Lazio Rugby 1927) 2/4; Bonifazi (S.S Lazio Rugby 1927) 0/1
Note: giornata soleggiata, campo in ottime condizioni, circa 950 spettatori.
Punti conquistati in classifica: S.S Lazio Rugby 1927 5, Rugby Viadana 1970 1.
Man of the Match: Luca Ercolani (S.S Lazio Rugby 1927)

______________

San Donà di Piave, Stadio “Mario e Romolo Pacifici” – sabato 22.9. 18
TOP12 II giornata
Lafert San Donà v Verona Rugby 23-15 (7-10)
Marcatori: p.t.8’ c.p. McKinney (0-3), 18’ m. Crosato tr. Biasuzzi (7-3), 37’ m. Montauriol tr. McKinney (7-10); s.t.44’ c.p. Biasuzzi (10-10), 54’ m. Reeves tr. Biasuzzi (17-10), 67’ cp. Biasuzzi (20-10), 80’ cp. Biasuzzi (23-10), 83’ m. Furia nt.(23-15)
Lafert San Donà:Owen; Biasuzzi, Iovu (75’ Bertetti), Bacchin E., Falsaperla; Reeves (79’ Gentili), Crosato (71’ Balzi); Derbyshire (cap.), Nicotera (79’ Dal Sie), Bacchin G.; Riedo, Sutto (75’ Stander); Ros (49’ Zanusso), Bauer (64’ Zuliani), Ceccato (71’ Pasqual).
All.Green
Verona Rugby:Conor; Buondonno, Pavan, Mortali (64’ Quintieri), Cruciani; McKinney, Soffiato (75’ Leso) (83’ Zanon); Bernini (74’ Rossi), Zanini, Salvetti; Groenewald, Montauriol; Cittadini, Delfino (58’ Silvestri), Lastra Masotti (58’ Furia).
All.Zanichelli
arb.Chirnoaga (Roma)
AA1Sgardiolo (Roma), AA2 Boaretto (Roma)
Quarto Uomo:Russo (Treviso)
Cartellini:72’ giallo a Zanini (Verona Rugby)
Calciatori:Biasuzzi (Lafert San Donà) 5/6; McKinney (Verona Rugby) 2/3
Note:giornata nuvolosa, circa 20°, campo in buone condizioni. Spettatoricirca 300.
Punti conquistati in classifica:Lafert San Donà 4; Verona Rugby 0
Man of the Match:Derbyshire (Lafert San Donà)

 

 

 


Pagina 1 di 445

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

CALENDARIO Guinness PRO14

logo pro14
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

ticketing2018

banner live TOP12 neg

Banner Sito Federugby

banner_pdf

eccellenza_news

european rugby14

challenge cup

 


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito