CAMPIONATO SCUOLE: FINALI NEL WEEK-END, 4500 GIOVANI RUGBISTI IN CAMPO A ROMA E SAN DONA' Stampa
La FIR Informa - News
Giovedì 20 Maggio 2010 14:13

campionatoscuoleIL CT NICK MALLETT ED IL CAPITANO DELL’ITALIA “A” BERNABO’ I TESTIMONIAL

Roma – Oltre quattromila giovani rugbisti tra i 10 ed i 16 anni, divisi tra il “Romolo Pacifici” di San Donà e il Centro CONI “Giulio Onesti” di Roma, saranno nel fine settimana i protagonisti del Campionato Italiano delle Scuole.

Sponsorizzato per il primo anno dal Ministero delle Politiche Agricole, Ambientali e Forestali, il Campionato Italiano delle Scuole – da anni il principale strumento di promozione federale in ambito accademico – ha avvicinato quest’anno al rugby oltre quattrocentomila giovani studenti della scuola primaria, secondaria e del primo biennio di scuola superiore.

Sei, anche quest’anno, le categorie in campo secondo una formula ormai consolidata, con squadre miste per i più giovani: U.10, U12, U14 Maschile, U14 Femminile, U16 Maschile, U16 Femminile.

Come ogni anno, sui campi di San Donà e Roma, non mancheranno i testimonial d’eccezione, pronti a proporre giochi di abilità con la palla ovale ai giovani partecipanti, firmare autografi e scattare fotografie per regalare a professori e studenti un ricordo indelebile della giornata finale del Campionato delle Scuole.

A San Donà, sabato mattina, interverrà il Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby Nick Mallett che, nel pomeriggio, sarà al “Monigo” di Treviso per la semifinale di ritorno tra Benetton e Petrarca Padova mentre a Roma sarà Valerio Bernabò, capitano dell’Italia “A” di Gianluca Guidi, ad incontrare gli studenti.

Il Campionato delle Scuole – spiega il responsabile del Progetto Scuola FIR, prof. Tullio Rosolen - non è solo un importante momento di verifica del lavoro svolto dagli istituti scolastici da un punto di vista tecnico e di crescita sportiva, ma anche un momento chiave per la FIR di far respirare ai tanti aspiranti rugbisti i veri valori del nostro sport passando insieme due giorni, assaporando l’atmosfera di una grande manifestazione su scala nazionale”.