LEONI TRAVOLGENTI E STORICI. A MONIGO VINCONO 57 A 7 Stampa
Campionati
Sabato 23 Febbraio 2019 17:50

058-7D2 0078

Marcatori: 17’ meta Rizzi tr. Rizzi, 19’ meta Tavuyara, 26’ meta Sperandio tr. Rizzi, 30’ meta Sperandio tr. Rizzi, 35’ meta Ioane, 40’ meta Rosser tr. Tovey, 44’ meta Pettinelli, 54’ meta Cannone tr. Rizzi, 61’ meta Cannone tr. Rizzi, 78’ meta Barbieri tr. Rizzi

 

Benetton Rugby:

15 Luca Sperandio (56’Tommaso Iannone), 14 Ratuva Tavuyara (69’Marco Zanon), 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi (c), 11 Monty Ioane, 10 Antonio Rizzi, 9 Dewaldt Duvenage (55’Giorgio Bronzini), 8 Toa Halafihi (40’ Robert Barbieri), 7 Giovanni Pettinelli, 6 Marco Lazzaroni, 5 Niccolò Cannone (62’Marco Barbini,), 4 Irné Herbst, 3 Marco Riccioni (47’ Giuseppe Di Stefano), 2 Tomas Baravalle (47’ Engjel Makelara), 1 Derrick Appiah (47’ Alberto De Marchi)

Head coach: Kieran Crowley

 

Dragons:

15 Zane Kirchner (62’Adam Warren), 14 Jared Rosser, 13 Tyler Morgan, 12 Jack Dixon, 11 Will Talbot-Davies, 10 Jason Tovey (50’ Josh Lewis), 9 Rhodri Williams (60′ Rhodri Davies), 8 James Benjamin (40′ Taine Basham), 7 Ollie Griffiths, (23’ Joe Davies),  6 Harri Keddie, 5 Matthew Screech, 4 Lewis Evans, 3 Lloyd Fairbrother (72’Dan Suter), 2 Richard Hibbard (c) (31’ Rhys Lawrence) (38’ Richard Hibbard), 1 Brok Harris (60′ Rhys Fawcett)

Head coach: Ceri James

 

Allo Stadio Monigo i Leoni sin dall’inizio cercano di mettere le cose in chiaro occupando la metà campo avversaria. Rizzi subisce fallo e manda i suoi sui 5 m dei Dragons, Sgarbi attacca la linea difensiva gallese, Duvenage raccoglie rapidamente e serve Rizzi che sigla la sua prima meta in biancoverde, lo stesso trasforma.

Poco dopo i Leoni raddoppiano, Sgarbi per Tavuyara che con un calcetto si porta il pallone in avanti per poi riuscire a riacciuffarlo e schiacciarlo in meta; non va la trasformazione di Rizzi. I Leoni si divertono e fanno divertire i presenti: ancora dentro la zona rossa avversaria con Herbst, sostegno di Tavuyara che con un offload fa giungere l’ovale a Sperandio e sono tre le mete biancoverdi; Rizzi trasforma.

Alla mezzora i padroni di casa conquistano già il punto di bonus grazie alla doppietta di Sperandio, Rizzi è preciso dalla piazzola. Gli ospiti non riescono ad entrare in partita, il merito è tutto dei Leoni, così al 35’ Ioane mette a segno la quinta meta.

Al 40’, prima di andare negli spogliatoi, gloria per i Dragons che trovano la meta con Rosser; trasforma poi Tovey.

La prima frazione di gioco termina 31 a 7 in favore dei Leoni.

Nella ripresa la storia non cambia, al 44’ i Leoni vanno in meta con Pettinelli anche per il terza linea biancoverde è la prima meta con la maglia dei Leoni. Dieci minuti più tardi le mete diventano sette, anche in questa occasione si tratta di una prima marcatura: l’autore è Niccolò Cannone. Rizzi non sbaglia ed aggiunge due punti dalla piazzola.

Cannone sembra averci preso gusto, resiste alle cariche avversarie e marca la doppietta personale che al termine della gara gli varrà la medaglia del man of the match. Qualche minuto dopo anche Iannone prova ad andare in meta ma il TMO gli nega i festeggiamenti annullando tutto.

La nona meta biancoverde arriva comunque al 78’ con Barbieri che varca la linea al termine di una serie di pick and go, Rizzi trasforma.

A Monigo i Leoni sono travolgenti e storici, la gara termina così 57 a 7 in favore degli uomini di coach Crowley.