DUE CAMBI NELLA FORMAZIONE DELLE ZEBRE CONTRO GLI OSPREYS DOMANI AL LANFRANCHI PDF Stampa E-mail
Campionati
Venerdì 20 Aprile 2018 12:30

Violi Ospreys Zebre

Parma, 20 Aprile 2018 – Rientrate a Parma dall’Aquila con 5 punti in più in classifica, questo finesettimana le Zebre Rugby avranno l’occasione di continuare a scalare indisturbate la Conference A di Guinness PRO14, approfittando dello stop in campionato di ben dieci squadre. Domani, infatti, i bianconeri recupereranno la gara del 17° turno contro i Gallesi Ospreys, franchigia con sede a Swansea, programmata nello scorso 3 Marzo, ma rinviata a causa delle impervie condizioni meteorologiche. Calcio d’inizio fissato alle 18:45 allo Stadio Lanfranchi di Parma.

Una sola vittoria separa Castello e compagni dal chiudere la propria avventura stagionale in Guinness PRO14 con un record di sei successi annuali nel torneo. L’appuntamento con la storia per le Zebre potrebbe cadere proprio domani contro gli Ospreys. I Gallesi di Swansea, infatti, non hanno più nulla da chiedere ad una competizione che li vede concludere la propria stagione matematicamente al quinto posto della Conference A. Due vittorie consecutive non garantirebbero agli Ospreys il sorpasso sui Blues quarti, così come due sconfitte non premierebbero il Connacht, sesto e sotto di 6 punti nel girone rispetto ai Gallesi, quando siamo però ad una giornata di gioco all’epilogo del torneo.

In settimana la società bianconera ha ufficializzato il congedo dalla franchigia federale con sede a Parma di dieci suoi giocatori. Sabato pomeriggio, in occasione dell’ultimo incontro stagionale casalingo delle Zebre Rugby, il pubblico del Lanfranchi avrà dunque la possibilità di porgere il proprio omaggio agli Azzurri Valerio Bernabò, Tommaso D’Apice, Andrea De Marchi, Andrea Manici, Matteo Pratichetti, Jacopo Sarto, al centro samoano Faialaga Afamasaga, all’utility-back argentino Serafin Bordoli, al terza linea sudafricano Derick Minnie e al centro-estremo irlandese ma nato in Australia Rory Parata.

A quasi ventiquattrore dal kick-off della gara, l’head coach delle Zebre Rugby Michael Bradley ha svelato i XV protagonisti che scenderanno in campo dal 1’ contro gli Ospreys. La formazione titolare avversaria dei Dragons sabato scorso al Lanfranchi è stata riconfermata in blocco, fatta eccezione per due nuovi innesti: il tallonatore romano Oliviero Fabiani, che prenderà il posto di Luhadre Luus, ed il pilone destro Dario Chistolini, preferito al compagno di reparto argentino Eduardo Bello. In panchina, invece, si rivedono il terza linea sudafricano Derick Minnie e l’estremo azzurro Edoardo Padovani.

A comporre il triangolo arretrato saranno dunque nuovamente Matteo Minozzi, all’estremo, assieme a Mattia Bellini e a Giovanbattista Venditti, alle ali. La coppia di centri vedrà come interpreti Giulio Bisegni e capitan Tommaso Castello, mentre Carlo Canna dialogherà ancora una volta con Marcello Violi nella mediana. In terza linea partiranno dal 1’ David Sisi al centro dei due flanker Johan Meyer e Jacopo Sarto, mentre nel reparto di seconda linea saranno impiegati George Biagi e Leonard Krumov. In prima linea, infine, spazio ai piloni Dario Chistolini ed Andrea Lovotti assieme al tallonatore Oliviero Fabiani.

Il direttore di gara designato sarà lo Scozzese originario della regione dell’Ulster (Irlanda del Nord) Lloyd Linton. Classe 1989, Linton si è affacciato al rugby in qualità di giocatore con la squadra studentesca della Royal Belfast Academical Institution. In seguito, all’età di diciott’anni, intraprende la carriera da arbitro, portando contemporaneamente avanti gli studi di Medicina alla Facoltà di Medicina dell’Università di Aberdeen. Conseguita la laurea nel 2014, entra a far parte del National Health Service di Edimburgo, ricevendo nello stesso anno anche un contratto di arbitraggio con la Scottish Rugby Union. Il suo primo kick-off fischiato in campionato celtico avviene proprio in una partita delle Zebre: il 13 Aprile 2013 all’Arms Park di Cardiff nella 20° giornata di RaboDirect PRO12. Ad oggi Linton ha complessivamente collezionato 19 presenze nel campionato celtico ed ha diretto i bianconeri in sei occasioni, l’ultima delle quali lo scorso 26 Novembre a Parma nel match vinto 19 a 36 dal Munster. Dalla Scottish Rugby Union provengono anche l’assistente di gara Keith Allen e il TMO Charles Samson, mentre il secondo assistente sarà Andrea Piardi, in carica con la Federazione Italiana Rugby.

La formazione dello Zebre Rugby Club che sabato 21 Aprile 2018 alle ore 18:45 scenderà in campo contro i Gallesi Ospreys Rugby allo Stadio Sergio Lanfranchi di Parma nel recupero del diciassettesimo turno del Guinness PRO14:

15 Matteo Minozzi*

14 Mattia Bellini

13 Giulio Bisegni

12 Tommaso Castello (cap)

11 Giovanbattista Venditti*

10 Carlo Canna

9 Marcello Violi*

8 David Sisi

7 Johan Meyer

6 Jacopo Sarto

5 George Biagi

4 Leonard Krumov*

3 Dario Chistolini

2 Oliviero Fabiani

1 Andrea Lovotti*

A disposizione:

16 Luhandre Luus*

17 Cruze Ah-Nau

18 Eduardo Bello

19 Valerio Bernabò

20 Derick Minnie

21 Guglielmo Palazzani

22 Edoardo Padovani*

23 Gabriele Di Giulio*

All. Michael Bradley

Non disponibili per infortunio: Tommaso Boni*, Ciaran Gaffney, Renato Giammarioli*, Andrea Manici*, Maxime Mbandà* e Matteo Pratichetti

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

Arbitro: Lloyd Linton (Scottish Rugby Union)

Assistenti: Keith Allen (Scottish Rugby Union) e Andrea Piardi (Federazione Italiana Rugby)

TMO: Charles Samson (Scottish Rugby Union)

La gara sarà prodotta da Eurosport 2, canale 211 di Sky TV e canale 373 di Mediaset Premium, e sarà disponibile in streaming su www.eurosportplayer.it. Diretta testuale del punteggio sull’account Twitter ufficiale delle Zebre Rugby con hashtag della gara #ZEBvOSP

 

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube

CALENDARIO Guinness PRO14

logo pro14

ticketing2018

shop-fir-2018

banner live TOP12 neg

banner sitofederugby

banner_pdf

eccellenza_news

european rugby14

challenge cup

 


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito