Cookie Consent by Free Privacy Policy website
Guinness PRO14


L’EX PILONE DELLA NAZIONALE ARGENTINA EMILIANO BERGAMASCHI È IL NUOVO ALLENATORE DELLA MISCHIA DELLE ZEBRE RUGBY PDF Stampa E-mail
Campionati
Lunedì 28 Giugno 2021 18:35

Bergamaschi comunicato

[Emiliano Bergamaschi dà indicazioni agli avanti della Nazionale Argentina - UAR]

L’EX PILONE DELLA NAZIONALE ARGENTINA EMILIANO BERGAMASCHI È IL NUOVO ALLENATORE DELLA MISCHIA DELLE ZEBRE RUGBY

IL 47ENNE ITALO-ARGENTINO È STATO ASSISTENTE ALLENATORE DEI PUMAS AL MONDIALE DEL 2015

Parma, 28 giugno 2021 – Zebre Rugby Club comunica di aver raggiunto un accordo con l’ex pilone della Nazionale Argentina Emiliano Bergamaschi, il quale ricoprirà l’incarico di allenatore della mischia della franchigia con sede a Parma fino al 30 giugno 2023.

Già assistant coach dei Pumas alla Coppa del Mondo del 2015, il 47enne originario di Paraná entra nello staff tecnico presieduto dall’Irlandese Michael Bradley dove svolgerà il ruolo di assistente allenatore al fianco di Fabio Roselli e in sostituzione di Andrea Moretti, nominato allenatore degli avanti della nazionale italiana.

Le dichiarazioni del Presidente di Zebre Rugby Club Michele Dalai: “Siamo felici di accogliere Emiliano Bergamaschi e siamo sicuri che grazie alle Zebre saprà dimostrare anche in Europa e Sudafrica il suo grande talento e la straordinaria preparazione tecnica nell'allenare il reparto degli avanti. A nome del club do ad Emiliano un caloroso nella nostra famiglia. Bergamaschi è un allenatore con origini legate al nostro territorio, ci aiuterà a rendere ancora più solido il senso di appartenenza, prossimità e condivisione di valori”.

Nato a Paraná il 4 maggio 1976, Emiliano Bergamaschi è cresciuto nelle giovanili del Club Atlético Estudiantes de Paraná, il club della sua città natale dove ha mosso i primi passi anche il centurione Azzurro Martín Castrogiovanni.

All’età di diciotto anni l’ex n° 1 si trasferisce a Rosario dove intraprende con successo la carriera universitaria in odontoiatria, svolgendo parallelamente quella rugbistica col Club Atlético del Rosario con cui vince nel 2000 il torneo provinciale.

L’anno seguente arriva l’esordio con i Pumas: il 23 maggio 2001 Bergamaschi scende in campo da titolare nella sua prima e unica gara con la nazionale maggiore, sconfiggendo 44-16 gli Stati Uniti ad Hamilton in Canada nel secondo turno del campionato panamericano vinto proprio dall’Argentina.

Prima di allora Emiliano ha rappresentato i colori della nazionale emergenti Argentina A, oltre che quelli dei Pumitas U19, arrivando fino alla finale del mondiale di categoria del 1995 perso contro la Francia.

Sempre nel 2001 l’ex n° 1 si trasferisce in Inghilterra dove debutta nel massimo campionato inglese e in Champions Cup con i Bristol Shoguns. Nel 2003/04 Emiliano firma il suo passaggio ai Saracens con cui esordisce anche in Challenge Cup e disputa la sua ultima stagione in Premiership, prima di chiudere la carriera da giocatore nel 2008 col club transalpino di Rouen nel campionato di terza divisione francese.

Una volta appesi gli scarpini al chiodo, l’ex pilone dei Pumas intraprende il suo percorso da allenatore. Dopo aver ricoperto diversi ruoli di tecnico e consulente all’interno della federazione argentina, Bergamaschi viene nominato nel 2013 assistente allenatore della franchigia dei Pampas XV con cui partecipa al prestigioso torneo provinciale dell’emisfero australe Vodacom Cup.

Nel 2015 entra a far parte dello staff tecnico della Nazionale maggiore, affiancando il capo allenatore Daniel Hourcade sulla panchina dei Pumas che chiudono al quarto posto il loro cammino alla Coppa del Mondo in Inghilterra.

Nello stesso anno diventa head coach della selezione Argentina XV, vincitrice del torneo sudamericano UruCup.

Nel 2016 si è aggiunge allo staff tecnico dei Jaguares, curando per quella stagione la mischia e la rimessa laterale della franchigia argentina da poco istituita per partecipare al massimo campionato australe Super Rugby.

Dopo aver allenato nel 2018 la selezione Sudamerica XV, Emiliano debutta nel campionato di massima divisione sudamericano. Nel 2020 guida da assistente allenatore il club paraguaiano Olímpia Lions, mentre nel 2021 assume l’incarico di capo allenatore della neonata franchigia con sede a San Paolo dei Cobras Brasil XV, entrando anche nello staff tecnico della nazionale maggiore brasiliana.

Bergamaschi – che vanta radici emiliane, discendendo da una famiglia originaria di Vallalta in provincia di Modena – ha il doppio passaporto italo-argentino ed è in procinto di intraprendere la sua nuova esperienza alle Zebre Rugby a luglio, a conclusione della prima fase del torneo tra nazioni americane organizzato da World Rugby per la qualificazione ai Mondiali del 2023 in Francia.

Le prime dichiarazioni del neoallenatore della mischia delle Zebre Rugby Emiliano Bergamaschi: “Innanzitutto, è un onore essere stato selezionato per allenare una squadra internazionale che partecipa ad una competizione di questo livello. Lavorare in uno staff con talento e grandi personalità sarà una bella opportunità di crescita che mi permetterà di portare la mia competenza ed esperienza nell’ambiente del club. Il trasferimento a Parma sarà anche un’occasione per me e la mia famiglia di vivere nella terra dei nostri nonni e apprendere la cultura italiana. Il mio principale obiettivo sarà innanzitutto quello di ricambiare la fiducia riposta nei miei confronti e le aspettative del club, ma anche quello di migliorare il gioco delle Zebre e la crescita dei giocatori nel massimo delle mie possibilità”.

 
RAINBOW CUP, LE FORMAZIONI DI BENETTON E BULLS PER LA FINALE PDF Stampa E-mail
Campionati
Venerdì 18 Giugno 2021 14:05

cannone treviso zebreTreviso – Sale l’attesa a Treviso per la finale di Guinness PRO14 Rainbow Cup. Il Benetton Rugby domani alle 18.30 allo Stadio Monigo affronterà i Vodacom Bulls nell’ultimo atto del torneo che sarà trasmesso in diretta su DAZN.

Cammino immacolato per la squadra guidata da Kieran Crowley, alla sua ultima panchina in biancoverde prima di iniziare il percorso con la Nazionale Italiana Rugby. Cinque vittorie in altrettante partite per i Leoni e 22 punti conquistati che fanno della squadra allenata dall’allenatore neozelandese l’unico club imbattuto nella inedita competizione dopo i successi ottenuti contro i Glasgow Warriors, le Zebre (in due occasioni), Connacht e l’ultima, in ordine cronologico, arrivata con i quattro punti assegnati d’ufficio in seguito alle positività riscontrate tra le fila degli Ospreys.

Leggi tutto...
 
DAVID SISI RIENTRA E GUIDA LE SUE ZEBRE PER L'ULTIMA GARA DELLA STAGIONE COL MUNSTER PDF Stampa E-mail
Campionati
Giovedì 10 Giugno 2021 11:47

 

Zebre Munster Sisi

[David Sisi in maul nell'ultima gara a Parma col Munster - Amarcord Fotovideo]

DAVID SISI RIENTRA E GUIDA LE SUE ZEBRE NELL’ULTIMA SFIDA DELLA STAGIONE COL MUNSTER

IL PILONE DEL RUGBY CALVISANO NICOLÒ D’AMICO VICINO ALL’ESORDIO CON LE ZEBRE RUGBY

Parma, 10 giugno 2021 – Venerdì 11 giugno le Zebre Rugby chiuderanno la stagione 2020/21 ospitando allo Stadio Lanfranchi di Parma gli Irlandesi del Munster per il 6° ed ultimo turno della Guinness PRO14 Rainbow Cup.

Per l’occasione, il centro sportivo in gestione alla Federazione Italiana Rugby aprirà le porte ad un massimo di 1.000 spettatori che potranno tornare ad assistere ad una gara di rugby dal vivo, nel rispetto delle misure di sicurezza sanitarie definite dalle autorità competenti.

I biglietti per la sfida – in programma alle ore 19:00 con diretta su Dazn – potranno essere acquistati esclusivamente online, sul sito del partner del club Ciaotickets, o presso uno degli oltre 750 punti vendita abilitati attivi in Italia

Clicca, scegli il tuo posto allo stadio e acquista il tagliando per la partita di venerdì 11 giugno tra Zebre Rugby e Munster Rugby

Sarà il 17° incontro in gara ufficiale con gli uomini della Red Army, reduci da tre vittorie e un ko nelle ultime quattro settimane di gioco in Guinness PRO14 Rainbow Cup.

15 i punti collezionati nel girone unico del torneo da O’Mahony e compagni che, in seguito alla cancellazione del match tra Ospreys e Benetton Rugby e la conseguente qualificazione dei Leoni all’ultimo turno della competizione, hanno visto sfumare i loro sogni di accedere alla finale della Guinness PRO14 Rainbow Cup, in programma sabato 19 giugno allo Stadio comunale di Monigo a Treviso.

In vista della sfida con gli Irlandesi di Limerick, coach Bradley opta per sette cambi nel XV iniziale dove si rivede David Sisi, alla sua ottava presenza da capitano dei multicolor.

Maglie da titolari anche per l’estremo vicentino del Rugby Calvisano Jacopo Trulla e il mediano di mischia parmense Marcello Violi.

Novità in terza linea col ritorno del flanker samoano Potu Junior Leavasa e in prima linea, con i due veterani Azzurri Luca Bigi e Andrea Lovotti pronti ad ingaggiare la mischia del Munster insieme al giovane pilone destro Matteo Nocera.

Seconda convocazione per il regista delle Fiamme Oro Rugby Filippo Di Marco che siederà in panchina insieme al pilone destro del Rugby Calvisano Nicolò D’Amico. Nato a Bologna il 20 ottobre 1993, il prodotto del Reno Rugby – uno degli oltre 100 club della “Zebre Family” – è arrivato lo scorso anno a Calvisano dopo una stagione a San Donà e tre a Rovigo nel massimo campionato italiano.

Zebre Rugby Club ringrazia il Rugby Calvisano e la società cremisi, e in particolare il presidente del gruppo sportivo della Polizia di Stato Francesco Montini, per la disponibilità e collaborazione.

Dirigerà l’incontro il bresciano Andrea Piardi, alla sua 14° apparizione nel torneo, l’8° con in campo gli atleti della franchigia federale. Gli assistenti di gara saranno Marius Mitrea e Clara Munarini, mentre il TMO Matteo Liperini.

La formazione di Zebre Rugby Club che venerdì 11 giugno alle ore 19:00 scenderà in campo allo Stadio Lanfranchi di Parma contro gli Irlandesi del Munster Rugby nel 6° turno della Guinness PRO14 Rainbow Cup:

15. Jacopo Trulla* (4) permit player del Rugby Calvisano

14. Giovanni D’Onofrio* (16)

13. Federico Mori* (15)

12. Enrico Lucchin* (24)

11. Pierre Bruno (29)

10. Carlo Canna (103)

9. Marcello Violi* (72)

8. Renato Giammarioli* (60)

7. Potu Junior Leavasa (10)

6. Iacopo Bianchi* (18)

5. Leonard Krumov* (63)

4. David Sisi (63) (Cap)

3. Matteo Nocera* (15)

2. Luca Bigi (17)

1. Andrea Lovotti* (105)

A disposizione:

16. Marco Manfredi (25)

17. Daniele Rimpelli* (52)

18. Nicolò D’Amico (0) giocatore invitato del Rugby Calvisano

19. Samuele Ortis* (30)

20. Giovanni Licata* (40)

21. Nicolò Casilio* (20)

22. Filippo Di Marco* (1) giocatore invitato delle Fiamme Oro Rugby

23. Michelangelo Biondelli* (27)

All. Michael Bradley

Non disponibili per infortunio: Mattia Bellini, Giulio Bisegni, Tommaso Castello, Junior Laloifi, Johan Meyer, Joshua Renton, Antonio Rizzi*, Jimmy Tuivaiti, Giosuè Zilocchi*

Squalificati: Cristian Stoian*

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

Arbitro: Andrea Piardi (Federazione Italiana Rugby)

Assistenti: Marius Mitrea (Federazione Italiana Rugby) e Clara Munarini (Federazione Italiana Rugby)

TMO: Matteo Liperini (Federazione Italiana Rugby)

La gara sarà prodotta da DAZN e sarà disponibile in diretta streaming all’indirizzo www.dazn.com

Cronaca testuale della sfida sull’account Twitter delle Zebre con l’hashtag #ZEBvMUN.

 

 


Pagina 5 di 253

facebook bar2 Facebook Twitter YouTube