I Club per il sociale
All'ospedale Ruggi di Salerno i Babbi Natale dell'Arechi Rugby PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Giovedì 21 Dicembre 2017 11:15

 

Arechi Rugby all ospedale Ruggi di SalernoGrande successo all'ospedale "Ruggi" di Salerno in occasione dell'invasione dei reparti di pediatria e chiurgia pediatrica da parte di una delegazione di giocatori e dirigenti del rugby salernitano, rappresentato da Normanni e Arechi Rugby.


Nella mattinata del 18 dicembre i piccoli degenti e le rispettive famiglie hanno ampiamente gradito la sorpresa strappa-sorrisi, come confermato dal dirigente dell'Arechi Rugby Vittorio Cicalese al termine dell'iniziativa: "Abbiamo dato continuità ad un percorso solidale che ci permettesse, per il secondo anno di fila, di intervenire anche nel nosocomio cittadino in un periodo assai particolare dell'anno. Sappiamo quanto sia importante strappare un sorriso ai piccoli ospiti della struttura e alle loro famiglie, missione ampiamente compiuta grazie alla disponibilità dei genitori presenti e del personale medico-infermieristico che ha ampiamente gradito la nostra visita. Il forte elemento sociale presente nell'anima della società che abbiamo creato nel 2012 ha sempre più ampio respiro, ed è ciò che ci rende più orgogliosi".

 

 
A CASALE MONFERRATO LO SPOT IN SOSTEGNO DI AMREF NELLA CAMPAGNA DI SOLIDARIETA' PER L'AFRICA PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Lunedì 11 Dicembre 2017 14:50

Riprese al Ronzone con la squadra Tre Rose Rugby formata da atleti di dodici nazionalità

TRE ROSE NEREÈ un pallone rosso che lanciano i campioni di rugby, Martin Castrogiovanni , di calcio, Demetrio Albertini, e di pallavolo, Maurizia Cacciatori. Vola e arriva lontano, fino in Africa dove lo raccolgono bambini che ogni giorno rischiano di morire di malnutrizione. È lo spot che sta preparando per Natale la onlus Amref, l’associazione che da 60 anni lavora per aiutare l’Africa e i suoi bambini. E che ieri ha visto come testimonial anche i ragazzi della squadra interraziale Tre Rose Rugby di Paolo Pensa, con riprese a Casale che una troupe di Amref, coordinata da Gabriella Guida, ha girato sul campo del quartiere Ronzone. È quello della squadra interraziale di giovani di dodici nazionalità diverse, che è riuscita a far parte del campionato in C di rugby. Alle riprese partecipa anche il fotografo e regista valenzano Walter Zollino, a cui Amref ha chiesto collaborazione, perché Zollino ha girato un video di largo successo sulla squadra, seguendo per tre anni il percorso dell’integrazione dei profughi arrivati dall’Africa per sfuggire morte, persecuzioni, guerre. Un’integrazione cha passa dallo sport. 

Il pallone rosso partito di lontano, nella campagna di Natale di Amref, diventa una pallina che rimbalza al di là del mare per portare messaggi di solidarietà, aiuto medico e umanitario e coinvolge chi vuole farne parte con il lancio di una sfida: la pallina infatti deve «fare canestro» in un bicchiere ed è la proposta che Amref lancia sul suo profilo facebook chiedendo ad altri di farlo, immortalando il video e postandolo sui social. Un modo inusuale di far conoscere l’azione di Amref e invitare a fare donazioni perché in Africa muoiono ancora tanti bambini con meno di 5 anni per malnutrizione.  

A Casale, è stato Gafuru, che proviene dal Togo, a dare il via al primo «canestro». Poi via via gli altri compagni di squadra impegnati a centrare il bicchiere a un metro e mezzo di distanza. Il freddo che illividisce le gambe più non si sente. Conta partecipare. «La sfida è stata lanciata, ora tocca a te» dicono poi tutti in coro, pensando a fratelli e sorelle lasciati in Africa. Sul campo c’è anche Treasure, 6 anni, quattro trascorsi in un campo profughi in Marocco prima di approdare con sua madre in Italia e ora a Casale. Anche Treasure fa canestro.  

Lo spot apparirà sui social prima di Natale. A margine del campo, sfidando il freddo, responsabili delle cooperative Senape ed Elisa che assistono i profughi e Daniele Tarasco dei Servizi sociali di Santhià, che segue progetti di integrazione per minori giunti in Italia senza accompagnamento. Poi il presidente della squadra Paolo Pensa che gongola di soddisfazione.  

Fonte: La Stampa

 
IL MINISTRO LOTTI IERI IN PUGLIA PER IL PROGETTO SPORT E PERIFERIA PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Mercoledì 18 Ottobre 2017 08:23

lotti

 

Bari – il 17 ottobre 2017 potrebbe essere un grande giorno per il rugby barese, Pugliese e per il Sud Italia.
ieri mattina, infatti, il ministro per lo Sport Luca Lotti, accompagnato dal sindaco di Bari Antonio Decaro e dall'assessore allo Sport Pietro Petruzzelli, dal Presidente FIR Puglia Grazio Menga e dal presidente CONI Regionale Angelo Giliberto, e da una rappresentativa di dirigenti e giocatori delle società sportiva Tigri Rugby bari 1980,   ha effettuato  un sopralluogo presso l’impianto cittadino di Catino  che sarà  oggetto degli interventi di riqualificazione finanziati dal Governo con il piano "Sport e Periferie" per un importo complessivo di 2 milioni di euro.

L’impianto,  è  il campo da calcio in via Caravella a Catino, mai completato, che una volta riqualificato diventerà il nuovo stadio del Rugby e del football americano. L'intervento prevede la realizzazione di un campo in erba sintetica che sarà utilizzato dai giocatori delle due diverse discipline sportive e dell'area destinata al classico terzo tempo e agli spogliatoi.

«Aver confermato il fondo `Sport e Periferie´ è la strada giust

Leggi tutto...
 


Pagina 9 di 22
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR
  • Sponsor FIR

ticketing2018

Shop-fir-2019

banner sitofederugby

 

registrati-FIR


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito