I Club per il sociale


IL GENEROSO TERZO TEMPO DEL RUGBY COLORNO: 2500 PASTI IN SOSTEGNO DELL'OSPEDALE MAGGIORE DI PARMA PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Giovedì 21 Maggio 2020 15:53

pastit colornoDopo oltre un mese di consegne e 2500 pasti totali tra brasati, tortelli, lasagne e altri piatti della cucina tipica parmigiana, si chiude l'avventura del Rugby Colorno e della Club House "Al Travacon" a sostegno dell' Ospedale Maggiore di Parma.

Ogni giorno, per oltre un mese, il Rugby Colorno ha consegnato pasti a tutti i reparti Covid dell’Ospedale Maggiore secondo una turnazione coordinata dal settore Alberghiero dell’Azienda. Lasagne, tortelli, brasati, piatti cucinati secondo la migliore tradizione parmigiana che hanno conquistato il cuore ma soprattutto il palato di molti. “Dipendesse da noi del personale sanitario gli assegneremmo una stella Michelin, se la sono guadagnata sul campo!”, ha commentato la coordinatrice infermieristica della degenza internistica del padiglione Barbieri Tiziana Vallara di fronte all’ultima consegna. L’apprezzamento va proprio alla cucina della Club House «Al Travacon», punto nevralgico del club colornese, che aveva preso a cuore questo impegno con grande motivazione: “Facciamo quel che possiamo per cercare di restituire qualcosa alle persone che mettono a rischio le proprie vite per salvare le nostre” aveva commentato la responsabile del locale Corina Signifredi ad inizio avventura. 

Leggi tutto...
 
12 MAGGIO GIORNATA MONDIALE DEGLI INFERMIERI: UN GRAZIE SPECIALE DA RUGBY LYONS PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Venerdì 15 Maggio 2020 09:13

lyons infermieriSono persone sorridenti quelle che accolgono i ragazzi dei Lyons nella giornata di martedì 12 maggio 2020 presso l’Ospedale “Guglielmo da Saliceto” di Piacenza. Non a caso, la giornata mondiale degli infermieri vede i nostri leoni rendere omaggio a questi veri e propri eroi moderni.

Abbiamo vissuto momenti tragici, ma non abbiamo mai perso il sorriso e siamo pronti ad affrontare ciò che ci aspetta. Nel bene e nel male non ci abbatteremo. Così il direttore generale, Luca Baldino, riassume questi tre mesi di emergenza che hanno visto il territorio piacentino piegarsi senza mai cadere.

I bianconeri hanno voluto ringraziare gli operatori sanitari per tutto ciò che hanno fatto per la comunità donando loro una selezione di prodotti a marchio Lyons di Pureco. Un gesto di vicinanza e di gratitudine che li vede scendere in ‘campo’ anche in questa occasione.

La pressione a cui gli operatori sanitari sono stati sottoposti è stata altissima, sono passate settimane senza che potessero uscire all’aria aperta e vedere i propri cari, ma ora l’ottimismo è protagonista.

Che si parli di calo o aumento si dicono comunque pronti ad affrontare quello che sarà, ora non si faranno trovare impreparati.

Hanno partecipato all’iniziativa di solidarietà Lyons i giocatori L. M. Bruno, R. Acosta, G. Via, M. Guillomont, F. Canderle, M. Conti, P. Parlatore e L. Cemicetti accompagnati dai membri del consiglio Guido Pattarini e Paolo Via.

Non tutti erano presenti fisicamente, ma il calore e i ringraziamenti arrivano dall’intera famiglia Lyons.

 
[VIDEO] LE TRE ROSE, L’ESEMPIO DI MAXIME MBANDA’ E L’IMPEGNO PER I MALATI COVID PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Lunedì 11 Maggio 2020 13:16

Squadra 2019 2

 

Roma - De “Le Tre Rose”, la squadra di Casale Monferrato in provincia di Alessandria formata in larga parte da richiedenti asilo nel nostro Paese, la comunità del rugby italiano conosce numerosi aspetti.

E’ stato il Club guidato da Paolo Pensa, nelle passate stagioni, a creare le condizioni per la nascita del Progetto Migranti, una delle numerose iniziative di CSR supportate attivamente dalla Federazione Italiana Rugby, ispirando la nascita di altre realtà analoghe sino ad indurre l’organo di governo del rugby italiano a modifiche regolamentari per la partecipazione a pieno titolo all’attività nazionale.

Come tutte le Società d’Italia, anche Le Tre Rose sono state costrette a interrompere l’attività sportiva durante il lockdown per coronavirus, ma questo non ha impedito a molti degli atleti tesserati per il Club piemontese - seguendo l’ispirazione del flanker azzurro Maxime Mbandà, divenuto negli anni amico e ambasciatore del Club  - di attivarsi al servizio della comunità del Monferrato. Con la collaborazione della Società, sono molti i tesserati de Le Tre Rose impegnati nel servizio civile o in altre attività di supporto al territorio ad essere scesi in campo durante la pandemia da Covid-19: Mohamed Jobe e Abdoul Gafarou sono due degli atleti de Le Tre Rose che ci hanno voluto raccontare, insieme a Paolo Pensa, come il rugby ha cambiato la propria vita e come li abbia aiutati nella scelta di impegnarsi come volontari.

Li abbiamo intervistati per la nostra rubrica “Mondo ovale responsabile” che, in questi due mesi, ci ha raccontato alcune iniziative di responsabilità sociale dei nostri Club e dei nostri tesserati.

 

 

 



“Le Tre Rose Rugby ringraziano Samanta Duca e DUCA’S per il supporto alla propria attività”

 

 

 



 
RUGBISTE IN PRIMA LINEA NELL’EMERGENZA COVID 19 PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Lunedì 27 Aprile 2020 09:07

muzzo madia

 

Quest’oggi vi proponiamo la storia di Veronica Madia, apertura dell’Italdonne e capitano delle Furie Rosse di Colorno, e delle Campionesse in carica del Villorba Rugby, le Ricce, in prima linea nell’emergenza Covid 19.

Veronica che lavora da quattro anni come operatrice socio sanitario in una RSA, racconta l'emergenza sanitaria in atto dal punto di vista di una professionista del settore.

Aura, tre quarti della Nazionale Femminile di Rugby,  insieme alle compagne del Villorba Rugby ha dato vita all'asta online #SostegnoOltreLeSbarre, ispirata all'iniziative delle detenute del carcere della Giudecca che ha preso parte al progetto Rugby Oltre Le Sbarre.

E poi si parla, ovviamente, anche di rugby...


 
PROMOSSA DALLE RICCE DI VILLORBA UN ASTA IN FAVORE DELLA CROCE ROSSA PDF Stampa E-mail
Impegno Sociale
Giovedì 23 Aprile 2020 17:34

 

villorba astaLe ragazze dell'Arredissima Villorba promuovono un'asta benefica online

Il forzato stop al campionato non ferma le “ricce” dell’ArredissimA Villorba Rugby, che in questi giorni lontane dai campi di gioco pensano anche agli altri.

Lo fanno organizzando un'asta online per raccogliere denaro a favore della Croce Rossa Italiana che, come molti, oggi si batte per sconfiggere il corona virus. 

“La FIR – spiegano – aveva donato nel 2018, materiale della Nazionale utile per il progetto “Rugby oltre le sbarre” presso il carcere della Giudecca, dove è stata organizzata l'anno scorso un'amichevole di touch tra le "Belle Dentro" (la squadra femminile del carcere), le ragazze del Venezia Rugby e quelle del Villorba. Il progetto, purtroppo, a settembre 2019 non è ripartito, ma parte del materiale è ancora a disposizione. Le detenute, nelle scorse settimane, proprio quando sono scoppiate rivolte in molti istituti circondariali d'Italia, hanno voluto lanciare un messaggio diverso dagli altri e lo hanno fatto attraverso una lettera: “Per far sentire la nostra voce – hanno scritto – che pare non essere udita, in segno di non violenza e di solidarietà abbiamo deciso di raccogliere dei fondi a favore dell'ospedale dell'Angelo di Mestre raccogliendo un euro a detenuta”.
 
Da questo gesto di solidarietà le “ricce” hanno preso spunto per lanciare il progetto, mettendo all’asta calzettoni, maglie azzurre, palloni, e dare al loro messaggio ancora più voce. “Quel che raccoglieremo abbiamo deciso di destinarlo alla Croce Rossa Italiana. Il lancio dell'iniziativa è pronto: abbiamo registrato nei giorni scorsi un video promo con il quale lanciare l’iniziativa. Crediamo che questo sia un bel modo per far sentire che il mondo del rugby femminile è vicino in questi difficili momenti a chi si sta adoperando per il bene comune. Speriamo che in molti ci seguano sui social e l'hashtag ufficiale #sostegnoltrelesbarre che molti aderiscano all'asta on line”.

PER DONARE CLICCA QUI

 

 


Pagina 1 di 17
 

banner-community-2019

seguici su Spotify


I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito